La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Dalla Natura come risorsa alla Natura come valore Sviluppo economico e sostenibilità ambientale ? ! Elisa Razzoli 5LC Tesina per lEsame di Stato A.S. 2006/2007.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Dalla Natura come risorsa alla Natura come valore Sviluppo economico e sostenibilità ambientale ? ! Elisa Razzoli 5LC Tesina per lEsame di Stato A.S. 2006/2007."— Transcript della presentazione:

1 Dalla Natura come risorsa alla Natura come valore Sviluppo economico e sostenibilità ambientale ? ! Elisa Razzoli 5LC Tesina per lEsame di Stato A.S. 2006/2007

2 Un vero viaggio di scoperta, non è cercare nuove terre, ma avere nuovi occhi M. Proust lettura pluridisciplinare risorsa valore Il percorso si pone come lettura pluridisciplinare tra passato e presente del concetto di natura, madre benefica o nemica dogni essere, fonte di ricchezza e origine di sviluppo economico;risorsa per la sopravvivenza che oggi ci chiede di essere assunta come valore. Leggi materialistiche, economiche e scientifiche, visioni effimere e romantiche, teorie fondanti, interpretazioni infinite e soggettive capaci di farci cogliere la grandezza della Natura.

3 Indice concettuale LA NATURA NELLA LETTERATURA Approccio letterario Montale Pascoli Leopardi LA NATURA COME RISORSA LA NATURA COME VALORE VISIONE GEOPOLITICA/AMBIENTALE Approccio politico risorsaLa natura come risorsa Sviluppo sostenibile-protocollo di Kyoto USA e Cina a confronto:risorse e tutela ambientale PROBLEMA ANALISI NUOVA VISIONE ECONOMICA Approccio economico risorsaLa natura come risorsa Il mercato come pericolo. Economia:mezzo o fine? Ecologia-economia:rapporto dialettico Migliorare lefficienza VISIONE PEDAGOGICA/FILOSOFICA Approccio culturale valoreLa natura come valore Educare alla salvaguardia Cittadinanza consapevole:orientare i comportamenti Il ruolo della filosofia nelleducazione PROSPETTIVE

4 Mappa disciplinare DALLA NATURA COME RISORSA ALLA NATURA COME VALORE LETTERATURA ITALIANA: Montale: Meriggiare pallido e assorto, Limoni. Pascoli: Novembre, Il vischio. Leopardi: Dialogo della natura e di unislandese, La ginestra. GEOGRAFIA Conferenze internazionali sul problema ambientale – protocollo di Kyoto. Sviluppo sostenibile. Cina e Stati Uniti a confronto. INGLESE Lambientalista scettico- Bjorn Lomborg afferma: Lattività umana sta distruggendo la terra; il problema è che levidenza non supporta questa teoria. FRANCESE Un articolo dal quotidiano Le Monde: la nostra casa brucia e noi guardiamo altrove, afferma Chirac, stiamo attenti che il XXI° secolo non diventi, per le generazioni future, quello di un crimine dellumanità contro la vita ECONOMIA Il problema di sviluppo e di sostenibilità ambientale visto da due economisti. Serge Latouche propone un nuovo modello economico. Maurizio Pallante sottolinea la necessità di migliorare lefficienza nella trasformazione di energia. PEDAGOGIA/FILOSOFIA Leducazione ambientale non è un uovo in più da riporre in un paniere curricolare ormai stracolmo; è piuttosto un paniere più capace in cui collocare i contenuti e le materie esistenti. Il ruolo della filosofia nelleducazione ambientale.

5 VISIONE LETTERARIA DELLA NATURA Approccio letterario Letteratura italiana Eugenio Montale E andando nel sole che abbaglia sentire con triste meraviglia come tutta la vita e il suo travaglio… Gli oggetti, le immagini e le voci della natura diventano gli emblemi (correlativo oggettivo) in cui è trascritto il destino delluomo. La natura conserva dentro di sé la sua ragione oscura di essere (il male di vivere). Alla poesia non resta che specchiare la condizione di aridità. La visione della natura è sempre assorta e perplessa e si limita a comunicare sensazioni. Le immagini naturali dimostrano la sofferta vicenda di uomo di fronte alla realtà. Nel mondo fenomenico della natura e delle cose sembra possibile intravedere uno spiraglio di verità, ma senza mai trovare risposte tranquillizzanti e definitive. Giacomo leopardi La Natura è una forza cieca e fatale che domina luniversale meccanicismo a cui anche luomo non può sfuggire e nulla può sperare dopo la morte. La sua angoscia nasce dalla impossibilità di trovare giustificazione alla realtà. La concezione della Natura è dialettica tra finito e infinito, lotta fra lio e il destino. Prima è madre amorosa che nasconde la sventura creando illusioni consolatrici (pessimismo storico), poi è matrigna e nemica che non si cura della felicità degli esseri da lei generati (pessimismo cosmico). Dialogo continuo e disperato con la natura, con il desiderio di comunione con la sua grandezza e bellezza che destano senso di ansia e di infinito. Lesclusione dalla comunione genera delusione e il perdersi del nulla. (illusioni). La ginestra diviene simbolo di chi ha il coraggio di guardare fino in fondo la tragica condizione umana e senza viltà accetta e combatte al natura matrigna.(pessimismo eroico) Giovanni Pascoli Le immagini sono deformate dallo specchio della sua solitudine, i particolari descritti sono carichi di valenze allusive e simboliche. Utilizza con precisione termini botanici(rigore positivistico) perché dare il nome alle cose è come scoprirle per la prima volta(poeta fanciullino). Pascoli si rifugia nel nido familiare tipico della condizione infantile. La siepe diviene un simbolo positivo di delimitazione e protezione di un piccolo mondo sereno e felice perché appagato dalla sua vita semplice.

6 Meriggiare pallido e assorto Paesaggio arido: rovente muro dorto, crepe del suolo, calvi picchi, sole che abbaglia. Movimento: schiocchi di merli, fruscii di serpi, file di formiche, scricchi di cicale, il palpitare di scaglie di mare. Angoscia del poeta moderno = triste meraviglia. Cammino assurdo senza scampo che conduce in cima a cocci aguzzi di bottiglia. Varco = palpitare del mare (vita), ma è lontano; terra(morte). Limoni Paesaggio povero ed essenziale che vive di presenze concrete: viuzze, pozzanghere, erbosi fossi, ciuffi di canne, orti. Limoni = nostra parte di ricchezza, danno luce ad un paesaggio arido. Giallo = vita, profumo. I silenzi in cui ogni ombra viene scambiata per una divinità = le cose sembrano rivelare i loro segreti ultimi. La scoperta dei limoni(varco) apre la speranza e riporta il calore della vita in una rinata illusione. EUGENIO MONTALE

7 GIOVANNI PASCOLI Il vischio Poemetti: natura soggettiva ed esistenziale; oppongono ai valori negativi della società di massa i miti della bontà naturale(vita di campagna). Il vischio: colloquio con la sorella, dalla fioritura alla caduta dei fiori. Albero ignoto, strano, tristo, infermo, morto = comparsa del vischio(parassita). Doloroso destino personale come la pianta invasa dal vischio = sventura e sofferenza che impediscono al poeta di vivere. Decadentismo: simbolo di vegetazione malata e deforme. Analogia vischio-uomo. Novembre Myricae: rievocazione della vita dei campi, rasserenamento dallinquietudine dellintelletto. Quadretti di natura in cui riemergono le memorie infantili (il Fanciullino). Novembre: È lestate fredda dei morti. Primavera illusoria. La morte è dietro lillusione della vita.

8 GIACOMO LEOPARDI Dialogo della natura e di un islandese Affronta la relazione tra uomo e natura e la radicale infelicità umana. La Natura è nemica e crudele; il dolore, la distruzione, la morte sono elementi essenziali del suo ordine. La Natura, potenza cieca e fatale, è indifferente alla sorte dei figli e non li aiuta ad essere felici dopo aver dato loro la vita. Forse è colpa degli uomini che hanno voluto fuggire dalle leggi naturali. Alle domande, la Natura risponde con indifferenza. Luomo è sommerso dal solido nulla, ma non rinuncia a continuare a porre domande. crudeltà = non restituisce nella maturità ciò che aveva promesso in gioventù. La ginestra Lotta delluomo contro la natura. Il paesaggio vesuviano parla di morte; cielo = lontano e indifferente. Luomo consapevole del mal che ci fu dato in sorte rivela la sua grandezza e nobiltà spirituale nellaccettazione della morte e della sofferenza fatale. Combattere la Natura matrigna: la Ginestra = resistenza allavversità della Natura; fa appello alla solidarietà fra gli uomini per ergersi contro la Natura su di una base dimpegno etico civile e di aperto confronto con le ideologie dominanti (Pessimismo eroico) Analogia natura-uomo: Non ha natura al seme delluom più stima o cura che alla formica. Chi sei?- Sono un pover uomo che va fuggendo la natura degli uomini e la natura del mondo - Sono io quella che fuggi, sono io la Natura

9 VISIONE GEO-POLITICA DELLA NATURA Approccio politico CONFERENZE INTERNAZIONALI Rio de Janeiro 1992 Conferenza di Johannesburg, settembre 2002 Conferenza di Nairobi, 6-17 novembre 2006 IL PROTOCOLLO DI KYOTO Sottoscritto l11 dicembre 1997 da più di 160 paesi. È entrato in vigore il 16 febbraio Ridurre le emissioni inquinanti del 5,2% nel periodo rispetto a quelle registrate nel1990. Dallo SVILUPPO allo SVILUPPO SOSTENIBILE

10 Comparison between two Nations: New York Shanghai NATURAL RESOURCES … WHAT THE DID AND DO FOR NATURE … KYOTO PROTOCOL … The United States of America China Minerals, metals, oil, natural gas, forests, water: the USA has plenty of each. No lack of primary resources: China = the third mineral power in the world. 1872: countrys first National Park – Yellowstone. 1970s: the USA leader on serious long- term environmental issues. mid 1980s: the USA ozone layer. 8/10 most polluted cities of the world, Beijing is at the top. West regions: Nature overlooks outright. East regions: environment and development cant be conciliated. Environmental politics: one of the weakest. Recently Bush has said that if China signs the Kyoto protocol, also the USA will join it. The USAEU CountriesChinaTotal Population of world: 4.6%6.3%21%31.9% World economy: 30%23%3.2%56.2% CO 2 Emissions: 24%14%13%51%

11 The sceptical environmentalist The four big environmental fears: Exhaustion of natural resources; Population explosion; Biodiversity loss; Pollution. INGLESEFRANCESE Le développement durable vu par les Français Human activity is thus destroying the earth. The problem is that the evidence does not support this theory. Crises environnementales, économiques et sociales. Prise de conscience. Limportance du développement durable. Trois principes: responsabilité, prévention et précaution. Pas polluer, plus déthique (changer les habitudes). La quête de lor vert Chirac: Notre maison brûle et nous regardons ailleurs; prenons garde que le XXIe siècle ne devienne pas, pour les générations futures, celui dun crime de lhumanité contre la vie.

12 I VARI MODELLI ECONOMICI Capitalismo Mercantile MODELLO PRE-CAPITALISTICO MODELLO CAPITALISTICO ? MODELLO DEL NON SVILUPPO Capitalismo Industriale Capitalismo post- industriale 1900 MODELLO COLLETTIVISTICO

13 Latouche e Pallante: due economisti a confronto Stesso problema: sviluppo sostenibile e salvaguardia ambientale Cosa fare di fronte al trionfo del mercato globale? / I problemi delleconomia Latouche Propone un nuovo modello economico: quello del non- sviluppo e della decrescita. Pallante Il modello va bene, ma più investimenti sullefficienza nelluso delle risorse. Leconomia ha portato dei vantaggi, ma ha anche causato numerosi problemi: Qualità sostituita dalla quantità. Supersfruttamento delle risorse rinnovabili e non; Aumento delle emissioni inquinanti e dei rifiuti; Crisi sociale causata dalla mercificazione di tutti i rapporti interpersonali e disoccupazione. Dicotomia tra risorse limitate e sviluppo illimitato. Cambiare il modo di vedere le cose. No alla vita al servizio delleconomia. Economia al servizio della vita: Economia = mezzo. Trovare soluzioni. No al mercato senza regole. Parole dordine:resistenza e dissidenza

14 Cosa sono la crescita e lo sviluppo? / Politiche ecologiste e problemi ecologici Proposta La crescita e lo sviluppo stanno rovinando il mondo. Crescita = dogma che nessuno osa mettere in discussione. Crescita vista come la soluzione, ma crescita = causa. Lo sviluppo come modello assoluto, oggi non è più sostenibile. Nel futuro. UN NUOVO MODELLO: LA DECRESCITA REGOLATA. politiche ecologiste:inefficaci per limpostazione moralistica. Sviluppo di nuove tecnologie.(più rendimenti,meno sprechi) Alta inefficienza. Nel futuro. LO STESSO MODELLO CON LECOLOGIA COME FUTURO DELLECONOMIA ED ECONOMIA COME FUTURO DELLECOLOGIA.

15 PAESI SVILUPPATI, ORIENTATI A DIVERSI LIVELLI DI IMPEGNO, ALLA TUTELA DELLAMBIENTE PAESI IN VIA DI SVILUPPO. DI RECENTE INSERIMENTO NEL LIBERO MERCATO E NELLE LOGICHE CAPITALISTICHE PAESI SOTTOSVILUPPATI NON HANNO ANCORA INTRAPRESO ALCUN PROCESSO DI SVILUPPO.

16 VISIONE PEDAGOGICA Approccio pedagogico Limportanza delleducazione allambiente È necessaria una rivoluzione culturale dei comportamenti per un maggior impegno al miglioramento dellambiente e della qualità della vita. Leducazione è molto importante, occorre una nuova educazione in materia dambiente; no nuova materia,ma un denominatore comune dinsegnamento. Nuove generazioni rapporto con lambiente meno distruttivo e più compatibile con la sopravvivenza del pianeta. Leducazione ambientale non è un uovo in più da riporre in un paniere curricolare ormai stracolmo; è piuttosto un paniere più capace in cui collocare i contenuti e le materie esistenti. Leducazione ambientale deve favorire la messa in discussione di certi modi di pensare: criticare i miti del dualismo, del dominio, del potere della scienza e della tecnica, del successo economico … Approccio pragmatico: il modello razionale. Successi e insuccessi. Educazione troppo settoriale e tecnicistica. Cause della crisi: senso di estraneità e di dominio della natura cui ha dato luogo il pensiero occidentaleconcezione antropocentrica. Scienza e tecnica non sono in grado di offrire delle soluzioni. I bisogni del mondo davanti al mondo dei bisogni.

17 VISIONE FILOSOFICA Approccio filosofico Rapporto uomo-natura VISIONE PLATONICO-CARTESIANA Luomo è separato dallambiente. La natura è vista come oggetto (res extensa); luomo è visto come mente (res cogitans). DUALISMO CARTESIANO CRITICA AI VALORI DELLA SOCIETA OCCIDENTALE SCHOPENHAUER: è contro la meccanizzazione del mondo. Luomo non è unalata testa dangelo: luomo non è staccato dal mondo, ma fa parte del mondo. NIETZSCHE: critica il mondo caotico e privo di senso e tutta la teoria della conoscenza occidentale.

18 FINE


Scaricare ppt "Dalla Natura come risorsa alla Natura come valore Sviluppo economico e sostenibilità ambientale ? ! Elisa Razzoli 5LC Tesina per lEsame di Stato A.S. 2006/2007."

Presentazioni simili


Annunci Google