La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

10 FEBBRAIO GIORNO DEL RICORDO La Seconda guerra mondiale.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "10 FEBBRAIO GIORNO DEL RICORDO La Seconda guerra mondiale."— Transcript della presentazione:

1 10 FEBBRAIO GIORNO DEL RICORDO La Seconda guerra mondiale

2  L’ordine di Versailles  Le conseguenze di medio periodo della crisi economica mondiale aggressività degli stati a regime dittatoriale che rivendicano un ruolo egemone :  Germania  in Europa centrale  Italia  nel Mediterraneo,  Giappone  in Estremo Oriente Le cause determinanti

3 Le aree di espansione egemonica 27 settembre 1940 a guerra iniziata il legame tra le tre potenze si chiude il 27 settembre 1940 patto tripartito con il patto tripartito nuovo ordine mondiale per l’instaurazione di un “ nuovo ordine mondiale ” 1936: patto anti-Komintern 1936: asse Roma-Berlino 1939: Patto d’acciaio Le alleanze tre le potenze aggressive Germania Italia Giappone

4 Le aggressioni territoriali dei regimi che sottoscriveranno il “patto tripartito” 1936 Etiopia dal1937 dal sett

5 La catena delle aggressioni di Hitler  : la rimilitarizzazione della Renania  1935 l’annessione della Saar per plebiscito  marzo 1938: Anschluss, annessione dell’Austria  settembre 1938: annessione dei territori Sudeti  marzo 1939: protettorato di Boemia e Moravia  23 agosto 1939: patto Molotov-Ribbentrop  1° settembre: invasione della Polonia 1° settembre 1939

6 Il primo anno di guerra in Europa 1 settembre 1939: Hitler invade la Polonia 17 settembre 1939: Stalin invade la Polonia Aprile 1940: Invasione Danimarca e Norvegia Maggio 1940: invasione della Francia

7 : l’Europa dominata da Hitler Luglio - settembre 1940: “battaglia d’Inghilterra Aprile 1941: invasione della Iugoslavia 22 giugno 1941: “Operazione Barbarossa”

8 Il “nuovo ordine” nazi-fascista in Europa Grande Germania: popoli di lingua tedesca Paesi satelliti (es. Italia e Ungheria) Territori di importanza strategica amministrati –comandi militari (Francia Nord) –commissari del Reich (Polonia) Stati amici autonomi ( Croazia e Francia del Sud) Slavi: “razza inferiore”, sottomessi come schiavi per lavorare nelle industrie del Reich eliminati se inabili Ebrei e zingari, considerati “non uomini”, devono essere eliminati

9 Il “nuovo ordine” in Estremo Oriente In estremo Oriente il Giappone intensifica la sua guerra di espansione sulle coste asiatiche del Pacifico che già aveva ripreso dal dicembre 1941: i giapponesi attaccano la base americana di Pearl Harbor, nelle Hawaii

10 Inghilterra USA e URSS contro il dominio il “nuovo ordine” definito dal patto tripartito 14 agosto 1941 Roosevelt e Churchill sottoscrivono la Carta atlantica non ricercare conquiste territoriali “distruggere la tirannia nazista” garantire un ordine mondiale democratico basato sul principio di autodeterminazione costituzione di una organizzazione internazionale di pace L’URSS, aggredita da Hitler, è ammessa a usufruire degli aiuti economici e militari statunitensi

11 il capovolgimento dei fronti Gli eventi che capovolgono le sorti della guerra in Europa: ottobre 1942: El Alamein novembre 1942: sbarco americano in Marocco e Algeria novembre febbraio 1943: Stalingrado Gennaio 1942 l’Alleanza Nazioni unite Inghilterra, USA, URSS e Cina sottoscrivono l’Alleanza delle Nazioni unite 9 luglio 1943: le truppe anglo americane congiuntesi in Tunisia sbarcano in Sicilia 6 giugno 1944: sbarco in Normandia avanzata Armata Rossa

12 La guerra in Italia 8 settembre 1943:è reso pubblico l’armistizio: disgregazione dello stato dissoluzione dell’esercito La lenta avanzata nella penisola: inverno : linea Gustav inverno : linea Gotica due Italie: La RSI di Salò Il Regno del sud

13 I Balcani sotto il dominio nazi-fascista Germania, Italia Ungheria e Bulgaria: smembrano la Iugoslavia secondo criteri +/- etnici: –Slovenia divisa tra Germania Italia e Ungheria –Serbia Serbia storica alla GermaniaSerbia storica alla Germania Kosovo all’ItaliaKosovo all’Italia Vojvodina all’UngheriaVojvodina all’Ungheria Macedonia alla BulgariaMacedonia alla Bulgaria –Croazia stato indipendente alleato ustascia A. Pavelićustascia A. Pavelić ingloba Bosnia Erzegovinaingloba Bosnia Erzegovina –Montenegro e Kosovo integrati nell’Albania italiana

14 Le guerre iugoslave nella guerra In Iugoslavia si combattono: –due guerre partigiane di liberazione: comunisticomunisti monarchicimonarchici –una guerra civile tra comunisti e monarchici –una guerra civile tra croati (alleati a Hitler) e serbi I gruppi operanti: –ustascia croati di Ante Pavelić filonazisti –cetnici serbi di Draža Mihailović: tattica di attesa, in vista dello sbarco delle forze alleate programma “grande serbo” –esercito partigiano di Tito: guerra agli eserciti di occupazione sostengo alla guerra di Stalin progetto di rivoluzione di tipo bolscevico federalismo “egualitario”: riconoscimento pluralismo etnico e religioso iugoslavo un milione di morti

15 Le conferenze interalleate: Teheran discussione del progetto anglo- americano di apertura del secondo fronte nell'Europa continentale e il suo coordinamento con la strategia d'attacco sovieticadiscussione del progetto anglo- americano di apertura del secondo fronte nell'Europa continentale e il suo coordinamento con la strategia d'attacco sovietica Stalin si impegna a entrare in guerra contro il GiapponeStalin si impegna a entrare in guerra contro il Giappone definizione dei futuri confini della Polonia:definizione dei futuri confini della Polonia: – –confine polacco-sovietico sulla linea Curzon, – –confine tedesco-polacco sull'Oder. Churchill, Roosevelt e Stalin Teheran, 28 novembre – 1° dicembre 1943

16 Le conferenze interalleate: Yalta decisa la divisione della Germania in quattro zone di occupazione e la sua completa smilitarizzazione; assenso di Stalin alla creazione dell’Organizzazione delle Nazioni Unite e ottiene che le decisioni fondamentali debbano essere prese all'unanimità [diritto di veto] dai cinque membri permanenti del Consiglio di sicurezza: [USA, URSS, Inghilterra, Cina, Francia] impegno a garantire elezioni democratiche nei paesi liberati [ma appare evidente che Stalin e Churchill considerano di fatto inevitabile la spartizione dell'Europa in due blocchi] Churchill, Roosevelt e Stalin Yalta, 4 – 11 febbraio 1945

17 25 agosto 1944: gli alleati entrano in Parigi settembre-ottobre: l’armata rossa entra a Bucarest, Belgrado e Sofia dicembre: controffensiva tedesca nella Ardenne 17 gennaio 1945: l’armata rossa entra in Varsavia 2 maggio: l’armata rossa conquista Berlino : la fine della guerra in Europa 9 maggio: la Germania sottoscrive la resa incondizionata

18 La fine della guerra in Estremo Oriente : guerra sul Pacifico maggio - giugno 1942: battaglia presso le isole Midway ottobre 1944: la più grande battaglia aeronavale della storia: 60% della flotta giapponese distrutta Hiroshima6 agosto 1945: Hiroshima 2 settembre 1945 resa del Giappone

19 morti per guerreSu persone 0 – – , – , – , – , – ,4 Fonte: William Eckhardt, War-related Deaths Since 3000 BC, Bulletin of peace proposals, December 1991 – Ruth Leger Sivard, World Military and Social Expenditures,1996, Washington. World Priorities, Le cifre della guerra: il salto di quantità nel ‘900 Valutazione dei decessi in relazione agli eventi bellici

20 Le cifre della II guerra mondiale (i morti nei principali paesi belligeranti)

21 10 FEBBRAIO GIORNO DEL RICORDO La Seconda guerra mondiale FINE


Scaricare ppt "10 FEBBRAIO GIORNO DEL RICORDO La Seconda guerra mondiale."

Presentazioni simili


Annunci Google