La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Diap. 1Prof. Fabrizio Camusowww.camuso.it Divina proportione … Divina proportione … 1:a=a:b 0,618.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Diap. 1Prof. Fabrizio Camusowww.camuso.it Divina proportione … Divina proportione … 1:a=a:b 0,618."— Transcript della presentazione:

1 Diap. 1Prof. Fabrizio Camusowww.camuso.it Divina proportione … Divina proportione … 1:a=a:b 0,618

2 Diap. 2Prof. Fabrizio Camusowww.camuso.it In geometria … In geometria … Il rettangolo aureo

3 Diap. 3Prof. Fabrizio Camusowww.camuso.it In geometria … In geometria … Pentagono e pentangolo

4 Diap. 4Prof. Fabrizio Camusowww.camuso.it In geometria … In geometria … Spirale aurea

5 Diap. 5Prof. Fabrizio Camusowww.camuso.it Nella natura !! Spirale aurea fasi di sviluppo di esseri viventi conchiglie parte inferiore onde marine corna, zanne, becchi, artigli galassie coda comete posizione ombelico

6 Diap. 6Prof. Fabrizio Camusowww.camuso.it Fibonacci …

7 Diap. 7Prof. Fabrizio Camusowww.camuso.it Fibonacci - 2 Sulla testa di un tipico girasole, per esempio, il numero delle spirali rientra molto spesso in questo schema: 89 spirali che si irradiano ripide in senso orario; 55 che si muovono in senso antiorario e 34 che si muovono in senso orario ma meno ripido. Questi sono tre numeri adiacenti delle sequenza di Fibonacci. Il più grande girasole che si sia mai conosciuto aveva 144, 89 e 55 spirali.

8 Diap. 8Prof. Fabrizio Camusowww.camuso.it Fibonacci - 3 In molte specie vegetali, prime fra tutte le Astaracee (girasoli, margherite, ecc.), il numero dei petali di ogni fiore è di solito un numero di Fibonacci, come 5, 13, 55 o perfino 377, come nel caso della diaccola.

9 Diap. 9Prof. Fabrizio Camusowww.camuso.it Fibonacci - 4 In molte specie vegetali, prime fra tutte le Astaracee (girasoli, margherite, ecc.), il numero dei petali di ogni fiore è di solito un numero di Fibonacci, come 5, 13, 55 o perfino 377, come nel caso della diaccola. E le pigne ???

10 Diap. 10Prof. Fabrizio Camusowww.camuso.it Fibonacci - 5 Le foglie sono disposte sui rami in modo tale da non coprisi luna con laltra per permettere a ciascuna di esse di ricevere la luce del sole. Se prendiamo come punto di partenza la prima foglia di un ramo e passiamo di foglia in foglia in senso orario o antiorario, il numero di giri che compiremo prima di trovare una foglia sopra quella di partenza corrisponde sempre ad un numero di Fibonacci. Partendo da una foglia qualunque, dopo uno, due, tre o cinque giri dalla spirale si trova sempre una foglia allineata con la prima. a seconda delle specie, questa sarà la seconda, la terza, la quinta, l'ottava o la tredicesima foglia.

11 Diap. 11Prof. Fabrizio Camusowww.camuso.it Fibonacci – 6 I NUMERI DI FIBONACCI E LA BORSA DI MILANO Unapplicazione moderna dei numeri di Fibonacci si può riscontrare presso la borsa azionistica di Milano. Prendendo spunto da Leonardo Fibonacci da Pisa, uno dei più grandi protagonisti della storia della matematica, Ralph Elson Elliot elaborò una precisa teoria di previsione dei mercati finanziari con la quale in tempi recenti sono stati anticipati i più grandi rialzi e i più grandi crolli di borsa. Usando le onde di Elliot ed i numeri di Fibonacci, il docente universitario G. Migliorino ha previsto con incredibile precisione il punto minimo del drammatico ribasso dellestate 98..

12 Diap. 12Prof. Fabrizio Camusowww.camuso.it Fibonacci – 7 I NUMERI DI FIBONACCI NEL PROCESSORE PENTIUM I numeri di Fibonacci sono utilizzati anche nel sistema informatico di molti computer. In particolare vi è un complesso meccanismo basato su tali numeri, detto "Fibonacci heap" che viene utilizzato nel processore Pentium della Intel per la risoluzione degli algoritmi.

13 Diap. 13Prof. Fabrizio Camusowww.camuso.it Fibonacci – 8 Anche la musica non sfugge al fascino del rapporto aureo. Anzitutto le note: in una scala completa (compreso il do della scala successiva) i rapporti fra le note corrispondono molto precisamente ai numeri di Fibonacci … Un ambiente d' ascolto, ma anche una cassa acustica, minimizzerà le risonanze se le dimensioni sono in rapporto aureo tra loro. Ancora oggi la sezione aurea è ampliamente utilizzata: le dimensioni standard di carte di credito, tessere telefoniche, badge per ogni applicazione, corrispondono (salvo tolleranze di fabbricazione) al rettangolo aureo.

14 Diap. 14Prof. Fabrizio Camusowww.camuso.it Fibonacci – 9 George Cardas decide di sfruttare il concetto di rapporto aureo per la costruzione di cavi audio ad alte prestazioni e questa trovata e' protetta da ben due brevetti (US Pat e ).

15 Diap. 15Prof. Fabrizio Camusowww.camuso.it Fibonacci (Versione Iterativa) /* versione iterativa */ int fib_ite(int num) { int i=0, prossimo=0, unoIndietro=0,dueIndietro=0; if (num==1) return 0; else if (num==2) return 1 else; { dueIndietro=0; unoIndietro=1; for (int i=3; i<=num; i++) { prossimo=unoIndietro+dueIndietro; dueIndietro=unoIndietro; unoIndietro=prossimo; } return prossimo } … dueIndietrounoIndietro prossimo ? … dueIndietro unoIndietro prossimo

16 Diap. 16Prof. Fabrizio Camusowww.camuso.it Fibonacci (Versione Ricorsiva) /* versione ricorsiva */ int fib_ric(int num) { if (num==1) return 0; else if (num==2) return 1; else return fib_ric(num-2)+fib_ric(num-1); } Niente Var locali !! Base della ricorsione Passo ricorsivo

17 Diap. 17Prof. Fabrizio Camusowww.camuso.it La torre di Hanoi - 1 * Di cosa si tratta …(videolezione Ricorsione - minuto19.45)

18 Diap. 18Prof. Fabrizio Camusowww.camuso.it La torre di Hanoi – 2 (versione iterativa) ?????? protected void iterativeSolve(int n, int da, int a, int per) { int[] pioli = {da, a, per}; int dim; int n_mvs; int from; int to; for (int i = 0; i < mvlist.length; i++) { dim = calcDim(i + 1); n_mvs = i / (int)Math.pow(2, dim) + 1 / 2; if ((n - dim + 1) % 2 == 1) { from = (int)(n_mvs % 3); to = (from + 1) % 3; } else { from = (int)(-(n_mvs % 3 - 3) % 3); to = (from + 2) % 3; } mvlist[i] = new HanoiMove(pioli[from], pioli[to]); } private int calcDim(int mv) { int pos = 0; while (mv > 0) { pos++; if (mv % 2 == 1) mv = 0; else mv /= 2; } return pos; }

19 Diap. 19Prof. Fabrizio Camusowww.camuso.it La torre di Hanoi – 3 (versione ricorsiva) (versione ricorsiva) void move(int N, int start, int final, int temp) { if (count > 0) { move(N-1,start,temp,final); cout << "Muovi da {0} a {1}\n << start << final; move(N-1,temp,final,start); } Passo ricorsivo Passo ricorsivo Dovè la base della ricorsione ?

20 Diap. 20Prof. Fabrizio Camusowww.camuso.it Strutture ad albero – 1 Radice (root) nodo arco foglia figlio fratelli Struct Nodo { string info; sx: Nodo *; dx: Nodo *; }

21 Diap. 21Prof. Fabrizio Camusowww.camuso.it Strutture ad albero – 2 void stampa(Nodo * albero) { if (albero!=null) { stampa(albero->sx); cout info << endl; stampa(albero->dx) } StampaAlbero(inizio) StampaAlbero(inizio^.sx) StampaAlbero(inizio^.dx) StampaAlbero(inizio^.sx^.sx) StampaAlbero(inizio^.dx^.dx) … … StampaAlbero(nil) Ma non è tutto oro quello che luccica …

22 Diap. 22Prof. Fabrizio Camusowww.camuso.it Altre applicazioni algoritmi importanti pronti per le architetture parallele int binsearch(int a[], int sx, int dx, int el) { int x; if (dx < sx) return -1; x = (dx + sx)/2; if (el < a[x]) return binsearch(a,sx,x-1,el); else if (el == a[x]) return x; else return binsearch(a,x+1,dx,el); }

23 Diap. 23Prof. Fabrizio Camusowww.camuso.it Altre applicazioni - quicksort

24 Diap. 24Prof. Fabrizio Camusowww.camuso.it Altre applicazioni – XML parsing

25 Diap. 25Prof. Fabrizio Camusowww.camuso.it Altre applicazioni – backtracking Una tecnica classica consiste nell'esplorazione di strutture ad albero e tenere traccia di tutti i nodi e i rami visitati in precedenza, in modo da poter tornare indietro al più vicino nodo che conteneva un cammino ancora inesplorato nel caso che la ricerca nel ramo attuale non abbia successo. Esiste addirittura un famoso linguaggio di programmazione usatissimo per risolvere problemi di intelligenza artificiale basato interamente per il suo funzionamento sul backtracking: il prolog

26 Diap. 26Prof. Fabrizio Camusowww.camuso.it Riassumendo … La base della ricorsione: è il caso più semplice, quello per il quale sappiamo subito calcolare il risultato. Quello a cui il meccanismo ricorsivo tenta di ricondursi un poco alla volta, passo dopo passo. Il passo ricorsivo: quando non siamo di fronte al caso più semplice dobbiamo tentare di esprimerlo attraverso una formula che richiama lo stesso sottoprogramma che stiamo scrivendo ma con argomenti semplificati che ci avvicinano al caso che rappresenta la base della ricorsione

27 Diap. 27Prof. Fabrizio Camusowww.camuso.it Fattoriale … 1 se N =0 N * Fatt(N-1) se N>0 Fatt( N ) =

28 Diap. 28Prof. Fabrizio Camusowww.camuso.it x y, con x e y interi positivi 1 se y =0 x * XallaY(x,y-1) se y>0 XallaY(x,y) =

29 Diap. 29Prof. Fabrizio Camusowww.camuso.it X * Y x se y =1 x + XperY(x,y-1) se y>0 XperY(x,y) =

30 Diap. 30Prof. Fabrizio Camusowww.camuso.it Fibonacci 0 se N =1, 1 se N=2 Fib(N-2)+Fib(N-1) se N>2 Fib(n) =


Scaricare ppt "Diap. 1Prof. Fabrizio Camusowww.camuso.it Divina proportione … Divina proportione … 1:a=a:b 0,618."

Presentazioni simili


Annunci Google