La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Giunta Regionale Direzione Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo Dr.ssa MORENA DIAZZI Direttore Generale 26 Ottobre 2007 Sonia Di Silvestre.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Giunta Regionale Direzione Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo Dr.ssa MORENA DIAZZI Direttore Generale 26 Ottobre 2007 Sonia Di Silvestre."— Transcript della presentazione:

1 Giunta Regionale Direzione Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo Dr.ssa MORENA DIAZZI Direttore Generale 26 Ottobre 2007 Sonia Di Silvestre Politiche Industriali BANDO NUOVE IMPRESE COOPERATIVE : Bologna 23 Marzo 2010 Sonia Di Silvestre Servizio Politiche Industriali

2 Giunta Regionale Direzione Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo INQUADRAMENTO GIURIDICO Questo bando trova la sua origine nell articolo 9 della legge Regionale n. 6 del 6 Giugno 2006: NORME PER LA PROMOZIONE E LO SVILUPPO DELLA COOPERAZIONE MUTUALISTICA IN EMILIA-ROMAGNA

3 Giunta Regionale Direzione Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo OBIETTIVI Sostenere la nascita e lavvio di nuove cooperative impegnate in progetti e attività di particolare valore sociale

4 Giunta Regionale Direzione Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo TIPOLOGIE ATTIVITA FINAZIABILI Il bando finanzia spese finalizzate al primo investimento sia materiale che immateriale di cooperative di nuova costituzione di piccole e medie dimensioni

5 Giunta Regionale Direzione Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo SOGGETTI AMMISSIBILI 1/2 1 - Cooperative di piccole e medie dimensioni costituite da non più di 24 mesi al momento della presentazione della domanda: che svolgono attività produttive e di servizio attraverso progetti di particolare valore sociale e/o innovativo prioritariamente negli ambiti di cura alle persone, della salute, dellambiente e dellenergia; oppure che sono costituite da lavoratori/lavoratrici colpiti da crisi aziendali, disoccupazione; e/o occupati con forme di lavoro precario e discontinuo

6 Giunta Regionale Direzione Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo SOGGETTI AMMISSIBILI 2/2 2. Consorzi di cooperative di piccole e medie dimensioni, costituite da non più di 24 mesi al momento della presentazione della domanda con progetti /piani di allargamento della base sociale con lavoratori discontinui, disoccupati, persone in situazione di disagio e/o di svantaggio rispetto al mercato del lavoro.

7 Giunta Regionale Direzione Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo REGIME DI AIUTO de minimis regolamento (CE) n. 1998/2006 del 15/12/2006

8 Giunta Regionale Direzione Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo SPESE AMMISSIBILI A CONTRIBUTO Le spese sostenute esclusivamente dai soggetti ammissibili, finalizzate all'avvio dell'impresa e coerenti con il piano di sviluppo dell'attività (business plan)

9 Giunta Regionale Direzione Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo INVESTIMENTI AMMESSI acquisizione di servizi e prestazioni specialistiche lacquisto di hardware e software acquisizione di brevetti e certificazioni nellimporto massimo di 5.000,00 adeguamento funzionale dei locali per lattività dimpresa; spese impiantistiche e opere civili, per la realizzazione di reti telematiche, nellimporto massimo di 5.000,00 spese notarili relativi alla costituzione, max 2.000,00; fideiussione bancaria a sostegno dellanticipo del 50% max 2.000,00 spese generali nella misura forfettaria del 10% della somma delle precedenti voci

10 Giunta Regionale Direzione Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo SPESE ESCLUSE Quelle fatturate allimpresa beneficiaria dal legale rappresentante, e da qualunque altro soggetto facente parte degli organi societari; quelle fatturate allimpresa beneficiaria da società con rapporti di controllo o collegamento così come definito ai sensi dellart del c.c. o che abbiano in comune soci, amministratori o procuratori con poteri di rappresentanza; sostenute con contratto di leasing quelle sostenute per acquisto di materiali e le attrezzature non di nuova fabbricazione

11 Giunta Regionale Direzione Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo PERIODO DI RIFERIMENTO e TEMPI REALIZZAZIONE PROGETTO Sono ammissibili le spese pagate dal 1 Giugno 2009 entro il termine perentorio di 20 mesi decorrenti dalla data dellatto di concessione del contributo. Le spese sostenute oltre questo termine non saranno ammissibili

12 Giunta Regionale Direzione Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo PAGAMENTI Le modalità di pagamento possono essere: ordine di bonifico bancario foglio elettronico riportante lo stato della disposizione di pagamento: accettato, sospeso, eseguito, annullato, estratto conto attestante il pagamento; assegno bancario con relativo estratto conto che attesti leffettiva uscita finanziaria; ricevuta bancaria (Riba) con indicazione del beneficiario e dei relativi estremi di pagamento Tutte le fatture dovranno essere quietanzate

13 Giunta Regionale Direzione Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo CONTRIBUTO REGIONALE Il contributo concesso è in conto capitale a fronte di un investimento diretto effettuato dalla cooperativa/consorzio, fino ad una misura massima del 50% della spesa ammissibile fino ad un contributo massimo pari a euro per cooperativa/progetto Saranno esclusi i progetti con spesa ammissibile inferiore a ,00. In caso di insufficienza delle risorse disponibili la Giunta Regionale si riserva la facoltà di ridurre la suddetta percentuale di contribuzione.

14 Giunta Regionale Direzione Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo MODALITÀ E TERMINI PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE Le domande, complete dei relativi allegati, devono essere inviate entro il termine perentorio del 14 Maggio 2010, esclusivamente a mezzo raccomandata postale con ricevuta di ritorno a: Regione Emilia-Romagna Direzione Generale Attività produttive, Commercio, Turismo Servizio Politiche Industriali Viale Aldo Moro n Bologna Sulla busta dovrà essere indicata la seguente dicitura: Bando art. 9 Legge Regionale n. 6 del 6 Giugno 2006 anno 2010

15 Giunta Regionale Direzione Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo DOCUMENTI PER LA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA Domanda di contributo, in bollo 14,62, (MODELLO 1) contenente la sintesi del progetto/investimenti per cui si richiedono i contributi Un Business Plan dellimpresa con previsioni a tre anni contentente tutte le informazioni predisposte nel (modello 2). La fotocopia della carta didentità o del passaporto (non scaduti) del legale rappresentante. Il Certificato di iscrizione al registro delle imprese presso la Camera di Commercio, Industria, Artigianato, Agricoltura competente per territorio e copia dello statuto vigente del consorzio o della cooperativa.

16 Giunta Regionale Direzione Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo MODALITÀ DI VALUTAZIONE DELLE PROPOSTE Istruttoria formale (completezza doc; verifica sogg. amm.; sede prod.;) Valutazione di merito (max 80 punti; 55 p dai criteri di valutazione; e 25 punti da elementi di priorità) La valutazione verrà effettuata da un apposito nucleo di valutazione

17 Giunta Regionale Direzione Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo CRITERI DI VALUTAZIONE Qualità economico-finanziaria del progetto dimpresa in termini di punteggio max punteggio min Chiara identificazione dei prodotti/servizi da offrire e dei target di mercato e delle formula imprenditoriale (coerenza fra mercato, prodotti, risorse) 2513 Sostenibilità e realizzabilità del business plan in termini economico - finanziari; 3016

18 Giunta Regionale Direzione Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo ELEMENTI DI PRIORITA Criterio di priorità Punteggio Lattività principale/progetto della cooperativa/consorzio, è finalizzata allintroduzione di progetti di particolare valore sociale e/o innovativi nellambito della cura delle persone, della salute, dellambiente, dellenergia 9 Lattività/progetto della cooperativa nasce da lavoratori/lavoratrici colpiti: da crisi aziendali, disoccupazione, e/o occupati con forme di lavoro precario e discontinuo 9 Lattività/ il progetto del Consorzio è finalizzata allaggregazione, riorganizzazione, crescita e sviluppo e/o allargamento della base sociale con lavoratori discontinui, disoccupati, persone in situazione di disagio o in condizioni di svantaggio rispetto al mercato del lavoro con particolare attenzione agli over 50 9 La cooperativa/consorzio è femminile, giovanile o composta per almeno 2/3 dei soci da immigrati 4 La cooperativa/consorzio trae origine dalle attività di promozione delle Associazioni di Cooperative promosse con i finanziamenti allart. 7 della Legge Regionale 6/2006 e/o accompagnata nelle sue fase di progettazione e prima realizzazione dalle Associazioni in oggetto 3

19 Giunta Regionale Direzione Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo MODALITÀ DI AMMISSIONE A FINANZIAMENTO Ad ogni beneficiario sarà comunicato lesito dellistruttoria. In particolare, in caso di progetto ammesso e finanziato, sarà comunicata lentità delle spese ammesse nella loro suddivisione per voci, nonché il contributo concesso.

20 Giunta Regionale Direzione Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo MODALITÀ DI EROGAZIONE DEL CONTRIBUTO Il contributo sarà liquidato in due modalità (in alternativa luna allaltra): in un'unica soluzione, ad ultimazione dell'intervento e dietro presentazione di apposita documentazione di rendicontazione finale; in due soluzioni comprendenti: - erogazione di un anticipo pari al 50% del contributo concesso,se espressamente richiesto e con presentazione di una fideiussione bancaria o assicurativa, con beneficiario la Regione Emilia-Romagna e di un importo pari allentità dellanticipo da erogare; - erogazione del rimanente 50% del contributo concesso, a titolo di saldo del contributo stesso, a seguito della presentazione di apposita documentazione di rendicontazione finale.

21 Giunta Regionale Direzione Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo CONTROLLI La Regione potrà svolgere tutti i controlli necessari e si riserva la facoltà di effettuare, nei 3 anni successivi alla liquidazione del contributo, sopralluoghi ispettivi anche a campione, al fine di verificare il rispetto e il mantenimento dei requisiti previsti per la fruizione delle agevolazioni al par. Soggetti ammissibili.

22 Giunta Regionale Direzione Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo INFORMAZIONI Le informazioni e la modulistica relative al presente bando sono disponibili sui portali: Per informazioni telefoniche chiamare i seguenti numeri: / / indirizzo e mail:


Scaricare ppt "Giunta Regionale Direzione Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo Dr.ssa MORENA DIAZZI Direttore Generale 26 Ottobre 2007 Sonia Di Silvestre."

Presentazioni simili


Annunci Google