La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO DEL PERSONALE DELLA SCUOLA. AREA ICT. Giuseppe Potente Pasquale Langella CerT-TIC e U.S.P. al servizio del territorio Gallarate.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO DEL PERSONALE DELLA SCUOLA. AREA ICT. Giuseppe Potente Pasquale Langella CerT-TIC e U.S.P. al servizio del territorio Gallarate."— Transcript della presentazione:

1 1 FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO DEL PERSONALE DELLA SCUOLA. AREA ICT. Giuseppe Potente Pasquale Langella CerT-TIC e U.S.P. al servizio del territorio Gallarate – 3 aprile 2009

2 2 AMBITI DINTERVENTO indicati dall Ufficio Scolastico Regionale Utilizzo didattico delle nuove tecnologie, con particolare riguardo alle LIM. Utilizzo di sistemi operativi- anche Open Source. Ampliamento della cultura delle certificazioni. Organizzazione e trattamento della comunicazione telematica. Gestione e utilizzo di siti Web.

3 3 LA LIM IN CLASSE – LE TECNOLOGIE DELLA PAROLA PER UNA DIDATTICA INCLUSIVA Premessa Dalla formazione attivata sinora presso il Centro di Supporto Territoriale e dai momenti di consulenza offerti emerge la necessità di coinvolgere nellaggiornamento e nella formazione i docenti curricolari, volgendo lo sguardo sulla specificità di alcuni interventi ma soprattutto su quanto le tecnologie della parola e non solo offrono per fare scuola multimodale e multimediale capace di includere perché sintonizzata su diversi canali.

4 4 LA LIM IN CLASSE – LE TECNOLOGIE DELLA PAROLA PER UNA DIDATTICA INCLUSIVA Obiettivi acquisizione delle competenze tecnico-pratiche per l'uso della LIM e del software correlato; riflessioni sul valore aggiunto delle tecnologie della parola e della peculiarità della LIM; conoscenza degli aspetti pedagogici e comunicativi interagenti nell'uso della LIM; competenze comunicative: quali linguaggi e strategie comunicative per una didattica multimodale e multimediale in grado di coinvolgere ed includere; elaborazione di unità e percorsi didattici: laboratori di condivisione e produzione; attività di gruppo centrati sul compito; il software didattico open source per la didattica con la LIM;

5 5 LA LIM IN CLASSE – LE TECNOLOGIE DELLA PAROLA PER UNA DIDATTICA INCLUSIVA Destinatari del corso : docenti di scuola primaria, secondaria di primo grado, secondaria di secondo grado di sostegno e curricolari; n. partecipanti attività seminariale: max 60, n. partecipanti attività laboratoriali: max 60 suddivisi in gruppi max di 15 docenti Sede del corso: IC Silvio Pellico - Vedano Olona (Varese) - sede del CST (Centro Territoriale di Supporto per tecnologie e disabilità)

6 6 LA LIM IN CLASSE – LE TECNOLOGIE DELLA PAROLA PER UNA DIDATTICA INCLUSIVA Didattica del corso Incontri seminariali tecnico pratici, lezioni di scenario, lezioni specifiche su comunicazione, discipline e didattica dell'inclusione; attività di gruppo, coordinate da un tutor esperto in ambito disciplinare e didattico; eventuale utilizzo di piattaforma e-learning per condividere prassi ed esperienze;

7 7 LA LIM IN CLASSE – LE TECNOLOGIE DELLA PAROLA PER UNA DIDATTICA INCLUSIVA Durata del corso: incontri seminariali tecnico pratici sulluso della LIM: 6 ore; lezioni di scenario, tecnologie della parola e comunicazione formativa: 12 ore; lezioni disciplinari, discipline e LIM per una didattica inclusiva: 12 ore; lezione di scenario, il software open source per la didattica: 6 ore; attività di gruppo coordinate da tutor per la progettazione e la produzione di una unità didattica da sperimentare sulla LIM: 14 ore; totale durata del corso: ore 50 ; Calendario Il corso prevede una prima fase nei mesi di aprile e maggio 2009 ed un successivo sviluppo con lavvio del nuovo anno scolastico (settembre – dicembre 2009).

8 8 LA LIM IN CLASSE – LE TECNOLOGIE DELLA PAROLA PER UNA DIDATTICA INCLUSIVA 1 SVILUPPO PERCORSO FORMATIVO – APRILE - MAGGIO 2009 DATA/ORARIOTEMA DELL INCONTRO TIPOLOGIADOCENTE /COORDINATORE 20 APRILE ,15 – 18,15 Addestramento tecnico pratico – uso LIM – uno schermo interattivo Lezione frontale + attività laboratoriale Prof.sa Poli Sabrina (consulenza tecnica sig Donato Palermo) 28 APRILE ,15 – 18,15 Addestramento tecnico pratico – uso LIM – touch screen o penna? Lezione frontale + attività laboratoriale Prof.sa Poli Sabrina Dott.sa Scalabrini Francesca (consulenza tecnica sig Donato Palermo) 06 MAGGIO ,15 – 18,15 Addestramento tecnico pratico – uso LIM – gli oggetti di apprendimento... registrare una lezione Lezione frontale + attività laboratoriale Prof.sa Poli Sabrina Dott.sa Scalabrini Francesca (consulenza tecnica sig Donato Palermo) Calendario del corso 1^ fase

9 9 LA LIM IN CLASSE – LE TECNOLOGIE DELLA PAROLA PER UNA DIDATTICA INCLUSIVA Iscrizioni Il corso è aperto a tutti i docenti curricolari e di sostegno di ogni ordine e grado. Il percorso di formazione verrà attivato per un minimo di 25 persone e potrà accoglierne un massimo di 60. Attualmente è possibile iscriversi alla prima tranche del percorso (20 aprile, 28 aprile e 6 maggio 2009 dalle ore 16,15 alle ore 18,15). Per iscriversi è necessario compilare il modulo on-line con i propri dati personali allindirizzo www3.istruzione.varese.it Nel caso il numero di iscritti superi i posti disponibili si procederà ad una selezione secondo i seguenti criteri ordinati per priorità: n. 2 docenti per istituto; ordine cronologico di iscrizione. L iscrizione andrà poi confermata con autorizzazione del dirigente da inviare al Direttore del corso.

10 10 UTILIZZO DIDATTICO DELLE NUOVE TECNOLOGIE, CON PARTICOLARE RIGUARDO ALLE LIM. Apprendimento, prassi di studio, LIM Ambito : Utilizzo didattico delle nuove tecnologie con particolare riferimento alla LIM Azioni : Supporto alle scuole Polo, nel segno della continuità rispetto alliniziativa Regionale LIM e Didattica avviata nel 2005 e proseguita nellazione 14 Poli LIM regionali Sviluppo provinciale 2 Azioni formative rivolte in particolare ai docenti delle scuole secondarie di I grado nel periodo aprile-maggio scuole in presenza ( IC De Amicis di Busto A. e SMS Ponti Lega di Gallarate) + 2 scuole in videoconferenza (IPSIA Parma di Saronno e IC Varese 4) Numeri 90 docenti di scuola sec. 1° gr. e primaria 4 sedi sul territorio 26 ore di formazione totali

11 11 APPRENDIMENTO, PRASSI DI STUDIO, LIM Obiettivi Ampliare e diffondere la cultura informatica attraverso luso delle T.I.C. (Tecnologie Informatiche e della Comunicazione) nella didattica Utilizzare la L.I.M. (Lavagna Interattiva Multimediale) nella didattica disciplinare e laboratoriale Identificare e progettare buone pratiche nella realizzazione di progetti interdisciplinari multimediali. Acquisizione delle competenze tecnico-pratiche per l'uso della LIM e del software correlato; Conoscenza degli aspetti pedagogici e comunicativi interagenti nell'uso della LIM Elaborazione di unità e percorsi didattici: laboratori di condivisione e produzione; attività di gruppo centrati sul compito.

12 12 Destinatari del corso: Docenti di scuola secondaria di primo grado. N. partecipanti : max 90 Sedi dei corsi: Corso 1 in presenza IC De Amicis di Busto A. in videoconferenza IPSIA Parma di Saronno Corso 2 in presenza SMS Ponti Lega di Gallarate in videoconferenza IC Varese 4 presso SMS Salvemini Durata del corso: 2 corsi da 5 incontri per corso totale durata del singolo corso: ore 13 APPRENDIMENTO, PRASSI DI STUDIO, LIM

13 13 Iscrizioni Il corso è aperto ai docenti di scuola secondaria di I grado. Il percorso di formazione verrà attivato per un minimo di 25 persone e potrà accoglierne un massimo di 90. Per iscriversi è necessario compilare il modulo on-line con i propri dati personali allindirizzo www3.istruzione.varese.it Nel caso il numero di iscritti superi i posti disponibili si procederà ad una selezione secondo i seguenti criteri orinati per priorità: n. 2 docenti per istituto; ordine cronologico di iscrizione; L iscrizione andrà poi confermata con autorizzazione del dirigente da inviare al Direttore del corso. APPRENDIMENTO, PRASSI DI STUDIO, LIM

14 14 Calendario del corso IC De Amicis Busto A. – IPSIA Parma Saronno APPRENDIMENTO, PRASSI DI STUDIO, LIM

15 15 Calendario del corso SM Ponti L. Gallarate – IC Varese IV (SM Salvemini) APPRENDIMENTO, PRASSI DI STUDIO, LIM

16 16 IL SOFTWARE OPEN SOURCE COME STRUMENTO ORDINARIO A SUPPORTO DELLA DIDATTICA NELLA SCUOLA PRIMARIA Premessa Il corso mirerà a consolidare e potenziare iniziative didattiche di qualità volte ad assicurare, nella scuola primaria, una preparazione culturale e formativa degli insegnanti alluso del software Open Source affinché avviino nelle loro classi specifici percorsi didattici facendo via via emergere la grande varietà, le potenzialità e la facilità duso degli strumenti software Open Source. La formazione sul software Open Source implica l estensione della cultura informatica e un approccio nuovo alla cultura della legalità;

17 17 Obiettivi Il software Open Source come strumento ordinario a supporto della didattica nella Scuola Primaria Formare i docenti delle scuole primarie alluso degli strumenti didattici open source per la scuola primaria che verranno forniti e installati su un pc portatile con sistema operativo Linux Creare a livello provinciale un gruppo di docenti esperti facenti capo al CerT-TIC che preparerà la distribuzione del software (sistema operativo e software didattico). Fornire alle scuole partecipanti un notebook come materiale didattico su cui, durante il corso, sarà istallato il sistema operativo e il software testato che poi i docenti potranno personalizzare e utilizzare in classe IL SOFTWARE OPEN SOURCE COME STRUMENTO ORDINARIO A SUPPORTO DELLA DIDATTICA NELLA SCUOLA PRIMARIA

18 18 Destinatari del corso: docenti di scuola primaria e di sostegno. Numero massimo di partecipanti 180 docenti. N. 30 docenti per sede. Per le attività di laboratorio si formeranno gruppi da massimo 10 docenti Sedi del corso: 2 corsi su 3 sedi IPC Falcone di Gallarate IPSIA Parma di Saronno ISIS di Varese IL SOFTWARE OPEN SOURCE COME STRUMENTO ORDINARIO A SUPPORTO DELLA DIDATTICA NELLA SCUOLA PRIMARIA

19 19 Didattica del corso Incontri seminariali, formazione teorica su sistemi operativi open source, pacchetti applicativi di discipline didattiche open source. Formazione tecnico/pratica, attività laboratoriale di gruppo coordinate da tutors esperti in ambito tecnico/disciplinare. Eventuale utilizzo di piattaforma e-learning per condividere prassi ed esperienze. IL SOFTWARE OPEN SOURCE COME STRUMENTO ORDINARIO A SUPPORTO DELLA DIDATTICA NELLA SCUOLA PRIMARIA

20 20 Durata del corso: Incontri seminariali di formazione teorica: 12 ore Formazione tecnico/pratica, attività laboratoriale di gruppo: 9 ore totale durata del corso: 21 ore Calendario Corso 1 4 Incontri seminariali da 3 ore (6 – 8 – 13 – 15 settembre 2009) Attività laboratoriale a partire da ottobre 2009 Corso 2 4 Incontri seminariali da 3 ore (7 – 9 – 14 – 16 settembre 2009) Attività laboratoriale a partire da novembre 2009 IL SOFTWARE OPEN SOURCE COME STRUMENTO ORDINARIO A SUPPORTO DELLA DIDATTICA NELLA SCUOLA PRIMARIA

21 21 Iscrizioni La partecipazione al corso è subordinata alla sottoscrizione dellaccordo di rete del proprio istituto con listituto capofila (IPC Falcone) e al versamento di un piccolo contributo per spese dei materiali laboratoriali. Il corso è aperto a tutti i docenti curricolari e di sostegno di scuola primaria. Il percorso di formazione verrà attivato per un minimo di 20 corsisti per sede e potrà accoglierne un massimo di 30 iscritti per sede. Per iscriversi è necessario compilare il modulo on-line con i propri dati personali allindirizzo www3.istruzione.varese.it Nel caso il numero di iscritti superi i posti disponibili si procederà ad una selezione secondo i seguenti criteri ordinati per priorità: n. 2 docenti per istituto; ordine cronologico di iscrizione. L iscrizione andrà poi confermata con autorizzazione del dirigente da inviare al Direttore del corso. IL SOFTWARE OPEN SOURCE COME STRUMENTO ORDINARIO A SUPPORTO DELLA DIDATTICA NELLA SCUOLA PRIMARIA

22 22 AMPLIAMENTO DELLA CULTURA DELLE CERTIFICAZIONI. Formazione provinciale di personale scolastico propedeutica allacquisizione di competenze ECDL Advanced Azioni : Intervento formativo a figure apicali delle segreterie delle scuole come previsto dal Decr. 182 Art. 6 dellUSR Lombardia. Progetto Cultura delle Certificazioni nel Pluralismo delle Soluzioni Informatiche Sviluppo provinciale Un intervento formativo da tenersi presso il CerTIC a figure apicali delle segreterie delle scuole provinciali finalizzata al conseguimento di competenze avanzate su applicativi di Base Dati e Foglio Elettronico. Numeri 30 figure apicali di segreteria 21 ore di formazione

23 23 FORMAZIONE PROVINCIALE DI PERSONALE SCOLASTICO PROPEDEUTICA ALLACQUISIZIONE DI COMPETENZE ECDL ADVANCED Uniniziativa per il personale ATA Premessa Per quel personale non docente che nella gestione delle attività di segreteria ha contatti diretti, sistematici e quotidiani con gli strumenti per la produttività dufficio, appare necessario un intervento formativo più consistente. Si tratta di indirizzare verso la certificazione avanzata di competenze quella parte di personale a tempo indeterminato già in possesso della certificazione ECDL di base che finora spesso ha acquisito competenze ulteriori quasi da principiante autodidatta. In sintesi si tratta di attivare un intervento mirato ad attestare in ogni provincia figure capaci di porsi come punte di riferimento nei relativi territori.

24 24 Obiettivi Formare figure apicali delle segreterie delle scuole come previsto dal Decr. 182 Art. 6 dellUSR Lombardia. Progetto Cultura delle Certificazioni nel Pluralismo delle Soluzioni Informatiche. Preparare i corsisti al Corso di Certificazione ECDL Advanced sul Foglio Elettronico. FORMAZIONE PROVINCIALE DI PERSONALE SCOLASTICO PROPEDEUTICA ALLACQUISIZIONE DI COMPETENZE ECDL ADVANCED

25 25 Destinatari del corso: Personale Amministrativo degli Istituti Statali. Numero massimo di partecipanti 30. Sede del corso: IPC Falcone di Gallarate. FORMAZIONE PROVINCIALE DI PERSONALE SCOLASTICO PROPEDEUTICA ALLACQUISIZIONE DI COMPETENZE ECDL ADVANCED

26 26 Didattica del corso Incontri seminariali di formazione teorica preparatoria basata sulle indicazioni del Syllabus ECDL Advanced per il Foglio Elettronico. Formazione pratica con attività di laboratorio sull uso avanzato del Foglio Elettronico. Eventuale utilizzo di piattaforma e-learning per condividere prassi ed esperienze. FORMAZIONE PROVINCIALE DI PERSONALE SCOLASTICO PROPEDEUTICA ALLACQUISIZIONE DI COMPETENZE ECDL ADVANCED

27 27 Durata del corso: 7 incontri da 3 ore totale durata del corso: 21 ore Calendario Inizio del corso previsto per maggio 2009 Fine del corso previsto per giugno 2009 FORMAZIONE PROVINCIALE DI PERSONALE SCOLASTICO PROPEDEUTICA ALLACQUISIZIONE DI COMPETENZE ECDL ADVANCED

28 28 Iscrizioni La partecipazione al corso è subordinata al possesso della Certificazione ECDL base Full Il corso è aperto a: (in ordine di preferenza) D.S.G.A. con contratto a tempo indeterminato Amministrativi di ruolo con servizio continuativo nella stessa sede da almeno 2 anni Titoli preferenziali Laurea Funzioni Aggiuntive Corsi di formazione informatica di almeno 60 ore Per iscriversi è necessario compilare il modulo on-line con i propri dati personali allindirizzo www3.istruzione.varese.it L iscrizione andrà poi confermata con autorizzazione del dirigente da inviare al Direttore del corso FORMAZIONE PROVINCIALE DI PERSONALE SCOLASTICO PROPEDEUTICA ALLACQUISIZIONE DI COMPETENZE ECDL ADVANCED

29 29 AMPLIAMENTO DELLA CULTURA DELLE CERTIFICAZIONI. Formazione provinciale di personale scolastico per lacquisizione della certificazione ECDL Advanced Azioni : Intervento formativo a figure apicali delle segreterie delle scuole come previsto dal Decr. 182 Art. 6 dellUSR Lombardia. Progetto Cultura delle Certificazioni nel Pluralismo delle Soluzioni Informatiche Sviluppo provinciale Un intervento formativo da tenersi presso il CerTIC a figure apicali delle segreterie delle scuole provinciali finalizzata al conseguimento della certificazione ECDL Advanced sul Foglio Elettronico. Numeri 25 figure apicali di segreteria 33 ore di formazione

30 30 FORMAZIONE PROVINCIALE DI PERSONALE SCOLASTICO PER LACQUISIZIONE DELLA CERTIFICAZIONE ECDL ADVANCED Uniniziativa per il personale ATA Premessa Al personale che ha proficuamente completato il corso propedeutico si vuole dare la possibilità di certificare le competenze con il raggiungimento della certificazione ECDL Advanced. I costi delle prove desame saranno in parte coperti da un contributo già previsto nelle spese del progetto.

31 31 Obiettivi Formare figure apicali delle segreterie delle scuole come previsto dal Decr. 182 Art. 6 dellUSR Lombardia. Progetto Cultura delle Certificazioni nel Pluralismo delle Soluzioni Informatiche. Preparare i corsisti al Corso di Certificazione ECDL Advanced sul Foglio Elettronico. Diffondere pratiche di eccellenza nelle segreterie delle scuole della provincia attraverso la certificazione delle competenze di figure apicali che contribuiscano a loro volta a evidenziare il valore aggiunto della cultura delle certificazioni. Incrementare la consapevolezza della pratica delle buone prassi FORMAZIONE PROVINCIALE DI PERSONALE SCOLASTICO PER LACQUISIZIONE DELLA CERTIFICAZIONE ECDL ADVANCED

32 32 Destinatari del corso: Personale Amministrativo degli Istituti Statali Numero massimo di partecipanti 25. Sede del corso: IPC Falcone di Gallarate FORMAZIONE PROVINCIALE DI PERSONALE SCOLASTICO PER LACQUISIZIONE DELLA CERTIFICAZIONE ECDL ADVANCED

33 33 Didattica del corso Incontri seminariali di formazione teorica preparatoria basata sulle indicazioni del Syllabus ECDL Advanced per il Foglio Elettronico Formazione pratica con attività di laboratorio sull uso avanzato del Foglio Elettronico Eventuale utilizzo di piattaforma e-learning per condividere prassi ed esperienze Esame finale di certificazione FORMAZIONE PROVINCIALE DI PERSONALE SCOLASTICO PER LACQUISIZIONE DELLA CERTIFICAZIONE ECDL ADVANCED

34 34 Durata del corso: 11 incontri da 3 ore totale durata del corso: 33 ore Calendario Inizio del corso previsto per settembre 2009 Fine del corso previsto per ottobre 2009 Iscrizioni Liscrizione al corso è subordinata allaver proficuamente partecipato al corso propedeutico ECDL Advanced L iscrizione andrà poi confermata con autorizzazione del dirigente da inviare al Direttore del corso FORMAZIONE PROVINCIALE DI PERSONALE SCOLASTICO PER LACQUISIZIONE DELLA CERTIFICAZIONE ECDL ADVANCED

35 35 ORGANIZZAZIONE E TRATTAMENTO DELLA COMUNICAZIONE TELEMATICA. GESTIONE E UTILIZZO DI SITI WEB. Portale USP Premessa Il processo di modernizzazione della scuola italiana passa per lutilizzo delle nuove tecnologie (ICT) per la realizzazione dei nuovi, reali innovativi servizi e comporta una riorganizzazione dei sistemi di erogazione di informazione da parte degli enti e delle strutture scolastiche e al tempo stesso di fruizione di informazioni da parte degli istituti scolastici e degli enti territoriali. Questa nuova modalità dinterazione comporta un processo di cambiamento dei comportamenti organizzativi e quindi un impegno del personale che va formato e riqualificato perché prenda confidenza con le nuove tecnologie.

36 36 Obiettivi Supportare lo sviluppo di servizi di comunicazione scuola- istituzioni-società. Sviluppare un ambiente di rete integrato che coinvolga le scuole e gli altri operatori della Pubblica Amministrazione Provinciale (Comuni, Provincia, ASL) allo scopo di realizzare applicazioni telematiche al servizio del territorio e delle autonomie scolastiche. Evitare la dispersione delle risorse e la frammentazione degli interventi per costituire progressivamente una rete telematica delle scuole effettivamente in grado di rendere accessibili on-line tutti i servizi amministrativi, della comunicazione e della didattica. Risparmio da parte delle segreterie scolastiche perché lerogazione di molti servizi potrà avvenire in modo automatizzato Aumento della trasparenza e del controllo degli atti amministrativi ORGANIZZAZIONE E TRATTAMENTO DELLA COMUNICAZIONE TELEMATICA. GESTIONE E UTILIZZO DI SITI WEB. Portale USP

37 37 Ambito Azioni formative rivolte al personale delle scuole e interno dell USP sull utilizzo dei nuovi servizi disponibili sul portale web 2.0 dell USP di Varese. Tali servizi sono volti ad incrementare il livello di interazione e di comunicazione fra scuola, istituzioni e società. I nuovi servizi web contribuiscono non solo ad ottimizzare il lavoro del back-office, ma, alimentando un datawarehouse su cui si basa il sistema di supporto decisionale, diventano strumento per una migliore pianificazione delle risorse e degli investimenti delle pubbliche amministrazioni, nonché per la predisposizione preventiva di nuove strutture e di nuovi servizi sempre più appropriati alle esigenze dei cittadini. ORGANIZZAZIONE E TRATTAMENTO DELLA COMUNICAZIONE TELEMATICA. GESTIONE E UTILIZZO DI SITI WEB. Portale USP

38 38 Destinatari del corso : Personale Amministrativo degli Istituti Statali Personale interno dell U.S.P. Numero massimo di partecipanti 150. Sedi dei corsi: in presenza USP Varese in videoconferenza con tutor daula esperto 1° corso Varese con Gallarate e Luino 2° corso Varese con Saronno e Busto Arsizio 3° corso Varese con Tradate e Sesto Calende ORGANIZZAZIONE E TRATTAMENTO DELLA COMUNICAZIONE TELEMATICA. GESTIONE E UTILIZZO DI SITI WEB. Portale USP

39 39 Durata del corso: 3 corsi con 2 incontri da 5 ore ciascuno al mattino totale durata di ciascun corso: 10 ore Calendario 1° corso 15 – 16 giugno 2° corso 17 – 18 giugno 3° corso 19 – 20 giugno ORGANIZZAZIONE E TRATTAMENTO DELLA COMUNICAZIONE TELEMATICA. GESTIONE E UTILIZZO DI SITI WEB. Portale USP

40 40 Iscrizioni Il corso è aperto a: (in ordine di preferenza) D.S.G.A. con contratto a tempo indeterminato Amministrativi di ruolo con servizio continuativo nella stessa sede da almeno 2 anni Personale USP Per iscriversi è necessario compilare il modulo on-line con i propri dati personali allindirizzo www3.istruzione.varese.it Entro il 15 maggio L iscrizione andrà poi confermata con autorizzazione del dirigente da inviare al Direttore del corso ORGANIZZAZIONE E TRATTAMENTO DELLA COMUNICAZIONE TELEMATICA. GESTIONE E UTILIZZO DI SITI WEB. Portale USP

41 41 ORGANIZZAZIONE E TRATTAMENTO DELLA COMUNICAZIONE TELEMATICA. Sviluppo provinciale VOIP Premessa In questo progetto rientrano alcuni servizi amministrativi volti ad incrementare il livello di comunicazione sincrona e asincrona in una rete sicura tra le scuole e le istituzioni scolastiche. Lintroduzione di un sistema VOIP di comunicazione tra le scuole e con lufficio provinciale porterà nuove capacità di collaborazione e un risparmio concreto sulle bollette telefoniche; Numeri 45 docenti area tecnica (informatica, elettronica, telecomunicazioni) 3 sedi sul territorio 46 ore di formazione totali

42 42 Obiettivi Azioni formative rivolte ai docenti delle scuole secondarie superiori di area tecnica (elettronica, informatica, telecomunicazioni) e per ricaduta nella didattica curricolare, al fine di sviluppare competenze su tecnologie di comunicazione innovative che gli studenti metteranno in atto realizzando le istallazioni delle apparecchiature e del software nelle autonomie scolastiche aderenti al progetto Aumento delle conoscenze e delle competenze informatiche delle scuole tecniche Sperimentare modelli operativi innovativi su comparti territoriali omogenei subregionali per poi eventualmente estenderli gradualmente su tutto il territorio lombardo. ORGANIZZAZIONE E TRATTAMENTO DELLA COMUNICAZIONE TELEMATICA. Sviluppo provinciale VOIP

43 43 Destinatari del corso: Docenti di informatica, elettronica, telecomunicazioni delle scuole statali tecniche e professionali della provincia Numero di partecipanti 45. Sedi dei corsi: Incontri seminariali presso IPC Falcone di Gallarate laboratori con docente esperto 1° corso ISIS Gazzada 2° corso IPSIA Saronno 3° corso ISIS Gallarate ORGANIZZAZIONE E TRATTAMENTO DELLA COMUNICAZIONE TELEMATICA. Sviluppo provinciale VOIP

44 44 Durata del corso: 2 incontri seminariali da 5 ore su tecnologia e protocolli VOIP 3 incontri da 4 ore di attività di laboratorio di gruppo coordinate da docente esperto su apparecchiature server e telefoni VOIP Il laboratorio sarà replicato in 3 sedi totale ore del singolo corso: 22 ore Calendario Incontri seminariali previsti per fine aprile Laboratori previsti dal 4 maggio per un massimo di 3 settimane. ORGANIZZAZIONE E TRATTAMENTO DELLA COMUNICAZIONE TELEMATICA. Sviluppo provinciale VOIP

45 45 Iscrizioni Per iscriversi è necessario compilare il modulo on-line con i propri dati personali allindirizzo www3.istruzione.varese.it L iscrizione andrà poi confermata con autorizzazione del dirigente da inviare al Direttore del corso ORGANIZZAZIONE E TRATTAMENTO DELLA COMUNICAZIONE TELEMATICA. Sviluppo provinciale VOIP


Scaricare ppt "1 FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO DEL PERSONALE DELLA SCUOLA. AREA ICT. Giuseppe Potente Pasquale Langella CerT-TIC e U.S.P. al servizio del territorio Gallarate."

Presentazioni simili


Annunci Google