La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Fonti di temi, di analisi, di dati Corso di Economia applicata Davide Vannoni.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Fonti di temi, di analisi, di dati Corso di Economia applicata Davide Vannoni."— Transcript della presentazione:

1 Fonti di temi, di analisi, di dati Corso di Economia applicata Davide Vannoni

2 Italia Unione Europea Organizzazioni mondiali –OCDE –Nazioni Unite Fondo monetario internazionale Banca mondiale

3 Italia –Relazione generale sulla situazione economica del paese –Relazione del Governatore della Banca dItalia

4 Italia –Relazione previsionale e programmatica –Documento di programmazione economico – finanziaria

5 Relazione generale sulla situazione economica del paese Legge 1° febbraio 1951 n.26 La Relazione Generale sulla situazione Economica del Paese è presentata dal Ministro del Tesoro alle Camere, a scopo conoscitivo, entro il mese di marzo di ciascun anno. Il documento espone il consuntivo dei dati macroeconomici e di finanza pubblica riferito all'anno precedente, evidenziando i principali risultati.. Per quanto riguarda l'economia internazionale analizza i principali indicatori macroeconomici soprattutto dell' area Euro.

6 Documento di programmazione economico – finanziaria Articolo 3 della Legge 5 agosto 1978, n. 468, e successive modifiche e integrazioni. E' presentato dal Governo al Parlamento entro il 30 giugno. Definisce il quadro macroeconomico programmatico di medio periodo e la manovra di finanza pubblica necessaria per il conseguimento degli obiettivi fissati dal Governo. Nel documento sono indicati, i criteri ed i parametri per la formazione del bilancio annuale e pluriennale.

7 Relazione previsionale e programmatica –Il documento contiene analisi di pre-consuntivo delleconomia italiana relative allanno in corso e previsioni macroeconomiche e di finanza pubblica per lanno successivo e per il medio termine. La relazione contiene il quadro macroeconomico di riferimento per la Legge Finanziaria e leventuale manovra correttiva.

8 Dipartimento del Tesoro Docum/index.htmhttp://www.dt.tesoro.it/Aree- Docum/index.htm Docum/Analisi-Pr/index.htmhttp://www.dt.tesoro.it/../../Aree- Docum/Analisi-Pr/index.htm –http://www.dt.tesoro.it/Aree-Docum/Analisi- Pr/Documenti-/index.htmhttp://www.dt.tesoro.it/Aree-Docum/Analisi- Pr/Documenti-/index.htm –http://www.dt.tesoro.it/Aree-Docum/Analisi- Pr/Analisi-Ma/index.htmhttp://www.dt.tesoro.it/Aree-Docum/Analisi- Pr/Analisi-Ma/index.htm

9 Banca dItalia Relazione annuale del Governatore Leconomia internazionale Reddito, prezzi e bilancia dei pagamenti La finanza pubblica La politica monetaria e i mercati monetari e finanziari Funzioni di vigilanza

10

11 Relazione generale sullattività dellUnione Europea pubblicata ogni anno dalla Commissione europea in conformità dell'articolo 212 del trattato CE, dell'articolo 17 del trattato CECA e dell'articolo 125 del trattato CEEA.

12 Relazione generale sullattività dellUnione Europea viene presentata nel mese di febbraio al Parlamento europeo, riporta una sintesi generale delle attività svolte dalla Comunità nel corso dell'anno precedente. La Relazione generale è integrata dal Bollettino dellUnione europea che riporta una descrizione delle attività della Commissione e delle altre istituzioni comunitarie nel corso del mese di riferimento.

13 Relazione generale sull'attività dell'Unione europea

14 =_setlanguage.action?LANGUAGE=it

15 Bollettino mensile Editoriale Evoluzione economica nellarea delleuro Gli andamenti monetari e finanziari I prezzi La produzione, la domanda e il mercato del lavoro La finanza pubblica Proiezioni macroeconomiche per larea delleuro formulate dagli esperti dellEurosistema Il contesto macroeconomico internazionale, i tassi di cambio e la bilancia dei pagamenti

16 ORGANISATION FOR ECONOMIC CO-OPERATION AND DEVELOPMENT ORGANISATION DE COOPERATION ET DE DEVELOPPEMENT ECONOMIQUES R-home-0-nodirectorate-no-no-no-0,000.html

17 ORGANISATION FOR ECONOMIC CO-OPERATION AND DEVELOPMENT ORGANISATION DE COOPERATION ET DE DEVELOPPEMENT ECONOMIQUES L'Organisation de Coopération et de Développement Économiques a pour objectif de promouvoir des politiques visant : a) à réaliser la plus forte expansion possible de l'économie et de l'emploi et une progression du niveau de vie dans les pays Membres, tout en maintenant la stabilité financière, et à contribuer ainsi au développement de l'économie mondiale ;

18 ORGANISATION FOR ECONOMIC CO-OPERATION AND DEVELOPMENT ORGANISATION DE COOPERATION ET DE DEVELOPPEMENT ECONOMIQUES b) à contribuer à une saine expansion économique dans les pays Membres, ainsi que non membres, en voie de développement économique ; c) à contribuer à l'expansion du commerce mondial sur une base multilatérale et non discriminatoire conformément aux obligations internationales

19 Nazioni Unite

20 Human development report 2001 Making new technologies work for human development Human developmentpast, present and future Todays technological transformationscreating the network age Managing the risks of technological change Unleashing human creativity: national strategies Global initiatives to create technologies for human development

21 Human development report 2001 Special contributions Human resource development in the 21st century: enhancing knowledge and information capabilities Kim Dae-jung The antyodaya approach: a pathway to an ever-green revolution M. S. Swaminathan Insisting on responsibility: a campaign for access to medicines Morten Rostrup

22 The World Bank Group is one of the world's largest sources of development assistance. In Fiscal Year 2001, the institution provided more than US$17 billion in loans to its client countries. It works in more than 100 developing economies with the primary focus of helping the poorest people and the poorest countries.

23 World Development Report The World Development Report 2002 will be the 24th in the series. Entitled "Building Institutions for Markets," it will discuss how it is that only countries with efficient and inclusive markets have seen significant income growth and poverty reduction. www-wds.worldbank.org/

24 World Development Report A key factor in developing such markets is market-enhancing institutions, which perform three essential functions: reduce information asymmetries; reduce the costs of dispute resolution/contract enforcement and to enhance competition in markets


Scaricare ppt "Fonti di temi, di analisi, di dati Corso di Economia applicata Davide Vannoni."

Presentazioni simili


Annunci Google