La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA DEL 29.10.2001, N. 461 (Pubblicato sulla G.U. del 7 gennaio 2002, n. 5) Il DPR del 29.10.2001, n. 461, giunto all'approvazione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA DEL 29.10.2001, N. 461 (Pubblicato sulla G.U. del 7 gennaio 2002, n. 5) Il DPR del 29.10.2001, n. 461, giunto all'approvazione."— Transcript della presentazione:

1 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA DEL , N. 461 (Pubblicato sulla G.U. del 7 gennaio 2002, n. 5) Il DPR del , n. 461, giunto all'approvazione definitiva dopo un lungo iter, entra in vigore il e s'applica in favore dei dipendenti delle Pubbliche Amministrazioni. Il DPR contiene le norme del regolamento sulla semplificazione dei procedimenti riguardanti l'accertamento della dipendenza delle infermità da causa di servizio e intende principalmente garantire: * l'omogeneizzazione dei vari procedimenti che si sono finora seguiti * la definizione delle competenze degli organismi che intervengono nel procedimento, al fine di evitare duplicazioni, sovrapposizioni. * l'impiego di una pluralità d'organismi per l'accertamento medico dei pubblici dipendenti, in modo da accelerare l'iter procedimentale * la partecipazione diretta dell'interessato, o degli eredi aventi diritto, mediante presentazione agli atti di certificazione medica della Commissione medica dell'ASL contestuale all'istanza di riconoscimento di causa di servizio * l'organizzazione ed il funzionamento del nuovo Comitato di verifica per le cause di servizio * la comunicazione e la trasmissione degli atti tra uffici mediante l'utilizzo di mezzi telematici. * Il rafforzamento delle procedure di trasparenza amministrativa e di tutela della riservatezza Il procedimento per la concessione delle pensioni privilegiate sarà oggetto d'intervento normativo da parte dell'INPDAP (ente competente per la definizione della procedura). BENEFICI PENSIONISTICI PER INVALIDI E SORDOMUTI ART. 80, comma 3, della Legge n. 388/01 La Legge , n. 388 (Finanziaria del 2001) ha previsto un'importante novità, quella di consentire ai lavoratori sordomuti e a coloro che possiedono un grado d'invalidità superiore al 74% di richiedere, per ogni anno di servizio effettivamente svolto, il beneficio di due mesi di contribuzione figurativa, nel limite massimo di cinque anni, utile ai fini del conseguimento del diritto alla pensione e dell'anzianità contributiva. Il beneficio può essere richiesto dal L'INPDAP con l'informativa n. 75 del ha precisato, inoltre, quanto segue: * la maggiorazione viene attribuita dalla decorrenza del riconoscimento dell'invalidità ed ha effetto sulla quota di pensione determinata secondo il sistema di calcolo retributivo. * La maggiorazione contributiva non può essere riconosciuta per periodi di non attività lavorativa ( es. contribuzione volontaria, figurativa, o derivante da riscatto). * La maggiorazione contributiva non è applicabile per il conseguimento di altri diritti diversi dalla prestazione pensionistica (es. prosecuzione volontaria). * Per i lavoratori sordomuti il calcolo inizia sempre dalla data d'avvio dell'attività lavorativa. * Tale beneficio è destinato anche agli eredi di lavoratore deceduto in attività di servizio, che ha prodotto istanza di pensionamento, con relativa applicazione del beneficio, successivamente al * Il beneficio della contribuzione figurativa influisce anche sulla misura della prestazione stessa. Testo Unico delle disposizioni legislative in materia di tutela e di sostegno della maternità e della paternità, a norma dell'art. 15 della Legge 8 marzo 2000, n. 53 Il Testo Unico raccoglie e riordina le norme concernenti la tutela ed il sostegno della maternità e della paternità. In particolare l'art. 25 traspone i commi 1 e 4 dell'art. 2 del Decreto Legislativo n. 564/96, relativamente al congedo per maternità, disponendo l'accredito figurativo, ai fini pensionistici: * a prescindere da qualsiasi anzianità contributiva pregressa in presenza di un rapporto di lavoro in atto * in presenza del requisito contributivo pari o superiore ad anni cinque in caso di non attività lavorativa al momento del congedo I conseguenti oneri finanziari sono addebitati alla gestione pensionistica, come disposto dall'art. 2, comma 6, del Decreto Legislativo 564/96. Infermità da cause di Servizio (DPR 29 ottobre 2001, n. 461) Benefici pensionistici per invalidi e sordomuti (art 80, comma 3, della Legge 388/01) Accredito figurativo per periodi di congedo per maternità (D L.vo 26 marzo 2001, n. 151) Seminario di studio Venezia, 30/31 maggio 2002 ISTITUTO UNIVERSITARIO DI ARCHITETTURA DI VENEZIA Consorzio Interuniversitario sulla Formazione CO.IN.FO.

2 RELATORE Dott.ssa Rossella Misci Esperta di legislazione sociale LA SEDE Il seminario ha carattere residenziale: i partecipanti sono invitati a prenotare il soggiorno presso la Casa SantAndrea – S. Croce 495/b – Venezia, presso cui si terrà il seminario e dove verrà organizzato il pranzo di giovedì (partecipazione libera). Trattasi di una struttura di accoglienza recentemente ristrutturata e aperta a questo genere di iniziative, con un rapporto qualità/prezzo eccezionale per Venezia. Il costo della camera è di Euro 44,00 in stanza doppia e di 59,00 in singola, compresa la prima colazione. Allatto della prenotazione si prega di segnalare di essere partecipanti al Seminario COINFO. Tel. 041/ Fax 041/ VERSAMENTO DELLA QUOTA DI PARTECIPAZIONE Il versamento della quota di partecipazione dovrà prevenire al Consorzio entro 30 giorni dalla data di ricevimento fattura, con bonifico in c/c bancario intestato a: CO.IN.FO. Consorzio Interuniversitario sulla Formazione Via Verdi, 8 – TORINO c/o ISTITUTO BANCARIO S.PAOLO DI TORINO Sede Via Monte di Pietà C/C n A.B.I – C.A.B La domanda di iscrizione impegna lUniversità richiedente al pagamento della/e relativa/e quota/e. CO.IN.FO. Segreteria Generale e Sede: UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO Via Verdi, 8 – TORINO Tel Fax Sito Internet COINFO: RESPONSABILE ORGANIZZATIVO Sig. Giancarlo Roverato - IUAV Tel 041/ – Fax 041/ Sig.ra Lorena Follini - IUAV Tel 041/ – Fax 041/ I DESTINATARI Responsabili e operatori degli uffici di gestione delle posizioni assicurative e previdenziali delle Università QUOTA DI PARTECIPAZIONE La quota di partecipazione individuale al Seminario, (esente da Iva ai sensi dellart. 14, comma 10, della legge n.537/93), è fissata in: 250,00 per le Università consorziate, 300,00 per le Università non consorziate. MODALITA DI ISCRIZIONE Le richieste di iscrizione alla giornata di studio debbono essere inoltrate a mezzo fax (011/ ), oppure E- mail: alla Segreteria Generale (Sig.ra Luciana LUISON oppure Sig.na Rosanna AUDIA), a disposizione per eventuali informazioni. Per ragioni di carattere organizzativo non sono ammesse rinunce nei sette giorni precedenti linizio del Seminario. Sono invece sempre possibili eventuali sostituzioni LE METODOLOGIE Il seminario viene condotto associando la metodologia didattica tradizionale daula con il supporto di proiezione di slide con metodologie attive di studio di casi e attività di gruppo. Giovedì 30 maggio 2002 Mattina: 9.30 – Saluto e presentazione del Seminario – Infermità da causa di servizio (DPR 29 ottobre 2001, n.461) Pomeriggio: – Discussione dei casi nei sottogruppi. Risposte ai quesiti Venerdì 31 maggio 2002 Mattina: 9.00 – Benefici pensionistici per invalidi e sordomuti (art.80, comma 3, legge 388/01) Ore – Accredito figurativo per i periodi di congedo per maternità (D L.vo n. 151/2001) – Questionario di valutazione di gradimento


Scaricare ppt "DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA DEL 29.10.2001, N. 461 (Pubblicato sulla G.U. del 7 gennaio 2002, n. 5) Il DPR del 29.10.2001, n. 461, giunto all'approvazione."

Presentazioni simili


Annunci Google