La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Associazione Italiana Celiachia - ONLUS CHE COSA E LA CELIACHIA La celiachia è una intolleranza permanente al glutine, proteina contenuta nel frumento,

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Associazione Italiana Celiachia - ONLUS CHE COSA E LA CELIACHIA La celiachia è una intolleranza permanente al glutine, proteina contenuta nel frumento,"— Transcript della presentazione:

1

2 Associazione Italiana Celiachia - ONLUS

3 CHE COSA E LA CELIACHIA La celiachia è una intolleranza permanente al glutine, proteina contenuta nel frumento, nellorzo, nella segale

4 CHE EFFETTI HA LA CELIACHIA Nel soggetto geneticamente predisposto lintroduzione di alimenti contenenti glutine quali pasta, pane e biscotti determina una risposta immunitaria abnorme a livello dellintestino, cui consegue una infiammazione cronica con scomparsa dei villi intestinali

5 COME SI CURA LA CELIACHIA Leliminazione del glutine dalla dieta porta alla completa normalizzazione del quadro intestinale con ricrescita dei villi e scomparsa della sintomatologia

6 SI NASCE O SI DIVENTA CELIACI ? Chi è geneticamente predisposto diventa celiaco, ma solo dopo lintroduzione del glutine nella dieta

7 FORME CLINICHE DI CELIACHIA §TIPICA: diarrea e arresto di crescita (dopo lo svezzamento) §ATIPICA: tardivamente, con sintomatologia prevalentemente extra-intestinale (es. anemia sideropenica) §SILENTE: assenza di sintomatologia eclatante §POTENZIALE: esami sierologici positivi, ma biopsia intestinale normale

8 LA FREQUENZA DELLA CELIACHIA §Agli inizi degli anni 90 1:1000 §Screening italiano nel :200 §Attualmente, per laffinamento delle metodiche diagnostiche, 1:100/1:150

9 LO SCREENING DELLA CELIACHIA E necessario lo screening in classi di soggetti a rischio con modalità condivise a livello scientifico affinché il rapporto costo-beneficio sia spostato verso il beneficio

10 I SOGGETTI A RISCHIO §Familiari del celiaco §Pazienti affetti da diabete mellito insulino- dipendente, tiroidite o altre patologie autoimmuni §Soggetti con sindrome di Down o Turner §Soggetti con anemia e/o stanchezza cronica §Soggetti con deficit di IgA

11 LA CELIACHIA NEL BAMBINO SINTOMI TIPICI §Diarrea §Vomito §Distensione addominale §Perdita di peso §Anemia §Anoressia §Magrezza §Edemi §Irritabilità SINTOMI ATIPICI §Ipoplasia smalto dentario §Dermatite erpetiforme §Stipsi §Dolori addominali §Aftosi recidivanti §Ipertransaminasemia §Ritardo puberale §Bassa statura

12 QUANDO SI PRESENTA NEL BAMBINO §Generalmente dopo alcuni mesi dallintroduzioni del glutine nella dieta §Il suo esordio è caratterizzato da diarrea, inappetenza, distensione addominale, alterazione dellumore §Come conseguenza del malassorbimento vi è arresto della crescita, calo ponderale ed anemia

13 LA CELIACHIA NELLADULTO §La malattia si presenta spesso in maniera sfumata o viene riscontrata casualmente §Si manifesta frequentemente con sintomi aspecifici quali astenia e/o anemia §In minor numero di casi vi è comparsa di sintomatologia addominale classica

14 LE MANIFESTAZIONI NELLADULTO Sintomi gastrointestinali §Diarrea §Dolore e distensione addominale §Anoressia Sintomi extraintestinali §Anemia §Osteoporosi §Crampi muscolari §Neuropatie periferiche §Disordini apparato riproduttivo §Dermatite erpetiforme §Alopecia

15 LA DERMATITE ERPETIFORME Malattia ad evoluzione cronico-recidivante caratterizzata dalla comparsa di lesioni dermatologiche (pomfi, papule) che si localizzano in maniera simmetrica alle superfici estensorie degli arti (es. gomiti) ai glutei e al tronco. Produce intenso prurito che determina lesioni da grattamento

16 ALTRE MANIFESTAZIONI DELLA D.E. §Si associa sempre ad una enteropatia glutine- sensibile §Talora segni di malassorbimento : diarrea e gonfiore addominale §Possibile concomitanza con malattie autoimmuni

17 COME SI CURA LA D.E. Leliminazione del glutine dalla dieta porta alla completa scomparsa della sintomatologia cutanea ed intestinale

18 LE PIU FREQUENTI MALATTIE ASSOCIATE A CELIACHIA §Diabete mellito insulino-dipendente o altre malattie autoimmunitarie (es. tiroidite, epatite) §Malattie genetiche : s. di Down o s. di Turner §Malattie neurologiche (epilessia, atassia) o turbe psichiatriche §Deficit di IgA sieriche

19 COMPLICANZE NELLA CELIACHIA §Sprue refrattaria : progressiva resistenza al trattamento dietetico senza glutine §Sprue collagenosica : presenza di abbondante quantità di connettivo nella mucosa intestinale §Digiuno-ileite ulcerativa : comparsa di ulcere sulla mucosa intestinale §Linfoma intestinale

20 PREVENZIONE DELLE COMPLICANZE Si sottolinea limportanza di un precoce riconoscimento della celiachia e si ribadisce la necessità di una dieta rigorosamente priva di glutine per tutta la vita per evitare le complicanze più temibili, quali il linfoma intestinale, le turbe della fertilità, le complicanze neurologiche o losteoporosi

21 IL PROTOCOLLO DIAGNOSTICO §Dosaggio degli anticorpi antigliadina (AGA-IgA e IgG) è lesame fino ad oggi più impiegato. Poco specifico §Dosaggio degli anticorpi antiendomisio (EMA) : esame molto sensibile e specifico, risente della sperienza delloperatore §Dosaggio degli anticorpi anti-transglutaminasi: ultimo nato fra gli esami. Molto sensibile e specifico, automatizzato §Biopsia intestinale: è lesame per la diagnosi definitiva

22 LA GENETICA §Da diversi anni si conosce il marcatore genetico della predisposizione alla celiachia (sistema HLA geni DQ2-DQ8) §Frontiere e speranze : Certezza del meccanismo di azione Controllo eccessiva risposta immunitaria Strumenti diagnostici per uno screening sicuro e poco costoso

23 LA DIETA SENZA GLUTINE §Grano §Orzo §Segale §Farro §Spelta §Kalmut §Triticale §Sorgo E necessario eliminare dalla dieta tutti i cereali contenenti glutine

24 IL GLUTINE E INDISPENSABILE ? NO La dieta priva di questa proteina, che ha uno scarso valore nutritivo, è comunque completa e bilanciata

25 COME ALIMENTARSI ? E possibile alimentarsi con cereali naturalmente privi di glutine (mais, riso, ecc.) e con i prodotti dietoterapeutici forniti gratuitamente dal Servizio Sanitario Nazionale

26 IL GLUTINE NASCOSTO Tracce di glutine possono essere presenti in molti alimenti, per questo motivo lAIC ha predisposto un prontuario dei prodotti del commercio sicuri ed uno dei farmaci. La CEE ha nel frattempo stabilito che tutti gli alimenti allergizzanti ed il glutine siano segnalati sulle confezioni

27 I PASTI IN CASA E FUORI §Non magiare riso cotto nellacqua della pasta §Diffidare di piatti contenenti salse §Fare attenzione a pesce e carne (che non vengano infarinati) §Le patate devono essere fritte a parte §Attenzione ai gelati e agli sciroppi di frutta §Al ristorante parlare con il cuoco §Preferire i ristoranti pubblicati su Celiachia Notizie §Ricordarsi che nei paesi nordici lamido di frumento è consentito §Portare allestero materiale tradotto in varie lingue §Insegnare ai bambini cosa possono mangiare §Avvertire il personale delle mense scolastiche

28 DOPO LA DIAGNOSI §E indispensabile modificare il proprio stile di vita. §Seguire rigorosamente la dieta priva di glutine. §Effettuare controlli periodici per valutare la corretta adesione alla dieta §Cercare di convivere con questa condizione senza sentirsi diversi.

29 QUALITA DELLA VITA §E simile a quella del non celiaco §Bisogna evitare coinvolgimenti psicologici §La celiachia va considerata una condizione e non una malattia in quanto non necessita di farmaci §Sfatare il concetto comune : cibo = benessere e limitazione al cibo = diversità §Educazione alimentare anche per la sfera del celiaco: genitori, parenti, amici, conoscenti

30 GRAVIDANZA E CELIACHIA §Deve essere un momento di serenità per la donna celiaca §Mantenere la dieta priva di glutine §Fare attenzione ai farmaci contenenti glutine §La donna celiaca non diagnosticata può avere vari problemi legati al concepimento: aborto spontaneo, nati sotto peso riduzione della durata dellallattamento al seno malformazioni del neonato

31 LAssociazione Italiana Celiachia §Da più di venti anni opera su tutto il territorio nazionale §Fornisce ai propri iscritti (15.000) materiale di supporto (prontuario degli alimenti- prontuario dei farmaci-notiziario) §Organizza convegni medici e laici §Promuove la ricerca scientifica sito internet :

32 LA LEGISLAZIONE 1982 Gratuità dei prodotti senza glutine Si ottiene presentando la diagnosi eseguita presso strutture pubbliche universitarie o ospedaliere La prescrizione delle quantità mensili per fasce di età viene rilasciata dal medico curante e convalidata dalla struttura erogante. Erogazione mensile dei prodotti tramite ASL o farmacie private 1986 Esenzione dal servizio militare Si ottiene presentando la certificazione di cui sopra allatto della chiamata. La richiesta di esonero si basa sullart. 5 del D.L Celiachia N O T I Z I E


Scaricare ppt "Associazione Italiana Celiachia - ONLUS CHE COSA E LA CELIACHIA La celiachia è una intolleranza permanente al glutine, proteina contenuta nel frumento,"

Presentazioni simili


Annunci Google