La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Codici verbali codici semiotici caratterizzati in primis dallespressione fonico-acustica Non esclusività dei codici Pluralità codici/Combinabilità es.Von.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Codici verbali codici semiotici caratterizzati in primis dallespressione fonico-acustica Non esclusività dei codici Pluralità codici/Combinabilità es.Von."— Transcript della presentazione:

1 Codici verbali codici semiotici caratterizzati in primis dallespressione fonico-acustica Non esclusività dei codici Pluralità codici/Combinabilità es.Von Eibl-Eibesfeldt

2 Tratti distintivi dei sistemi di comunicazione ( quello animale è privo di rappresentazioni mentali)

3 Dal punto di vista dellutente -Apprendibilità delle singole lingue -Intercambiabilità E/R - Feedback o cambimento e adattamento in base alla ricezione -Spiazzamento o capacità di raccontare e descrivere ciò che è lontano nello spazio e nel tempo -Riflessività o capacità di parlare di sé stessa -Prevaricazione o capacità di mentire o di elaborare messaggi equivoci Lingue verbali (vs linguaggio degli animali)

4 Linguaggio : Proprietà della facoltà di comunicare attraverso un linguaggio Linguaggio : Proprietà della facoltà di comunicare attraverso un linguaggio Carattere congenito Relativa immutabilità Universalità Inapprendibilità e incaccellabilità Indifferenza alle singole espressioni Limiti Arbitrarietà Produttività e comp.tà Doppia articolazione Ricorsività Coesione Narratività Sintagmatico/paradigm. Variabilità Contestualità Trasferibilità Variabilità Riducibilità in famiglie e tipi Citazione Analisi per livelli Lingue verbali

5 Arbitrarietà (

6 Collegamenti Arbitrarietà Classificazione dellesperienza: raggruppamenti di significati intorno a specifiche sequenze di suono. Es. Franz Boas (1858 –1942) lingua dakota : xtaka afferrare; Lat. cedo spostarsi Arbitrarietà delle scelte classificatorie obbligate: I cuccioli in greco sono neutri; in alcune lingue amerindiane si elabora distinzione fra ciò che è animato e non animato; numerali in giapponese: numero+classe dei fenomeni (-furi cose taglienti; -nin persone ecc. ); thai; diyrbal; ecc. Limitazioni dellarbitrarietà: Tracce iconiche e gradualità Fonologiche Lessicali Sintattiche ecc.

7 Produttività e composizionalità : proprietà che rendono possibile alle lingue di generare un numero illimitato di messaggi con una quantità limitata di risorse, per espansione e composizione. I codici animali non sono produttivi e composizonali in questo senso >Onnipotenza semantica Enunciato (Utterance, Énoncé) (vs enunciazione) Doppia articolazione : prima e seconda art.( suoni: Andrè Martinet ) Ricorsività : processo di inserimento di frasi relative nel corpo di un enunciato precedente è teoricamente illimitato e si basa sul meccanismo per cui N>N+F rel. Tale regola che consente di applicare al risultato di una precedente applicazione di sé stessa si dice ricorsiva. Altri fenomeni ricorsivi: Agg+N; Suffisazione; ecc. Coesione : Agnosco veteris vestigia flammae

8 COMUNICAZIONE come processo : onnipotenza semantica Modello di Shannon e Weavar / Jakobson COMUNICAZIONE come processo : onnipotenza semantica Modello di Shannon e Weavar / Jakobson Funzioni: emotiva, conativa, metalinguistica, fatica, poetica, referenziale/inferen-ziale (Jakobson 1960)

9 Sintagmatico/paradigm. Proprietà delle lingue di creare rapporti di negazione, relazione, opposizione nel magazzino di memoria, quanto sul piano della linearità degli enunciati Contestualità: sensibili, adattabili al contesto vs dipendenti dal contesto Trasferibilità : parlato (100-50mila anni fa HN; HS 30mila), scritto (5mila pitt; 3.5 cuneiforme; alf ugaritica in Siria), trasmesso Variabilità: diacronica, diatopica, diamesica, diafasica, diastratica Riducibilità in famiglie e tipi

10 Sintagmi e associazioni Concateniamo delle unità in praesentia, le mettiamo in ordine di successione lineare, formando combinazioni dette sintagmi (ordine sintagmatico). Le associamo in absentia, tenendo presente una serie mnemonica virtuale (ordine associativo). gli il mio appartamento le la tua casa è bella

11 5 ASSIOMI Livelli di analisi Gerarchia dei livelli Segmentazione Unità minime Economia e ricorrenza di tali unità

12 PROPRIETA CODICI VERBALI: Biplanarità Arbitrarietà Doppia articolazione Trasponibilità mezzo Onnipotenza Linearità Produttività ricorsiva Complessità sintattica Equivocità Distanziamento Trasmissibilità culturale

13 Quante e quali sono le lingue: proprietà, famiglie e tipi Criteri di classificazione: psicologica (Humboldt 1836) antropologica (Müller fine 800) morfologica (Schlegel fine 800) genealogica (Meillet fine800)

14 Afro-asia- tiche; altaiche; amerindiane; australiane; austroasia- tiche; austrone- siane; Caucasiche; Dravidiche; Indoeuropee Kam-thai; khoisan; Niger- cordofonia- ne; Nilotico- sahariane; Paleosiberi- ane; Sinotibetane Uraliche Afro-asia- tiche; altaiche; amerindiane; australiane; austroasia- tiche; austrone- siane; Caucasiche; Dravidiche; Indoeuropee Kam-thai; khoisan; Niger- cordofonia- ne; Nilotico- sahariane; Paleosiberi- ane; Sinotibetane Uraliche Lingue isolate: Basco; burushaski; Chiliaco;Ainu; Qualche lingua creola e pidgin e lingue esotiche Lingue isolate: Basco; burushaski; Chiliaco;Ainu; Qualche lingua creola e pidgin e lingue esotiche


Scaricare ppt "Codici verbali codici semiotici caratterizzati in primis dallespressione fonico-acustica Non esclusività dei codici Pluralità codici/Combinabilità es.Von."

Presentazioni simili


Annunci Google