La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 Le parole chiave dellEducazione degli Adulti nella prospettiva del Lifelong Learning di Aureliana Alberici Roma, 16 giugno 2005.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 Le parole chiave dellEducazione degli Adulti nella prospettiva del Lifelong Learning di Aureliana Alberici Roma, 16 giugno 2005."— Transcript della presentazione:

1 1 Le parole chiave dellEducazione degli Adulti nella prospettiva del Lifelong Learning di Aureliana Alberici Roma, 16 giugno 2005

2 2 Obiettivo del nostro incontro Delineare il macroscenario (Learning Society) Delineare il macroscenario (Learning Society) i cambiamenti scientifici, tecnologici, culturali e sociali i cambiamenti scientifici, tecnologici, culturali e sociali per comprendere la nuova dimensione teorico-culturale e loperatività dellEducazione degli Adulti nella prospettiva del Lifelong Learning per comprendere la nuova dimensione teorico-culturale e loperatività dellEducazione degli Adulti nella prospettiva del Lifelong Learning

3 3 LA PROSPETTIVA DEL LIFELONG LEARNING Il concetto di apprendimento permanente (A.P.) Lifelong Learning è inteso come paradigma della formazione nel XXI secolo (learning age e società globalizzata) centrato sullimportanza della competenza di centrato sullimportanza della competenza di Apprendere ad Apprendere per tutta la vita Dimensione innovativa e di profondo cambiamento Dimensione innovativa e di profondo cambiamento - sul piano teorico - sul piano teorico - sul piano dellagire formativo - sul piano dellagire formativo - sul piano della gestione e sviluppo qualitativo delle - sul piano della gestione e sviluppo qualitativo delle istituzioni/ percorsi formativi istituzioni/ percorsi formativi

4 4 Società della conoscenza La metafora della società della conoscenza e/o dellapprendimento può essere assunta come a) immagine descrittiva ed evocativa della nuova condizione umana, a) immagine descrittiva ed evocativa della nuova condizione umana, b) una società in cui vivono, lavorano, si organizzano donne e uomini, che si incontrano o si scontrano ogni giorno con un nuovo capitale, b) una società in cui vivono, lavorano, si organizzano donne e uomini, che si incontrano o si scontrano ogni giorno con un nuovo capitale, c) il sapere, le conoscenze, le tecnologie dellinformazione e della comunicazione-TIC (la rete), come fondamento strutturale delleconomia e dello sviluppo individuale e sociale. c) il sapere, le conoscenze, le tecnologie dellinformazione e della comunicazione-TIC (la rete), come fondamento strutturale delleconomia e dello sviluppo individuale e sociale. Alberici, A., Imparare sempre nella società della conoscenza, Bruno Mondadori, Milano, 2002.

5 5 Società della conoscenza Grande rilevanza di questa dimensione nella società globalizzata può essere una fonte inedita di: Grande rilevanza di questa dimensione nella società globalizzata può essere una fonte inedita di: - nuove opportunità, - ma anche di nuove forme di esclusione. Essa infatti può divenire una via privilegiata per: Essa infatti può divenire una via privilegiata per: - politiche di pura gestione del capitale umano, - o piuttosto per promuovere nuovi livelli di civiltà.

6 6 Apprendimento permanente Il focus è posto sul concetto di apprendimento permanente inteso come: Potenzialità degli individui di apprendere durante tutta la vita, fondata su concezioni dello sviluppo umano inteso come continuum, oltre le fasi delletà evolutiva, e sui concetti di potenziale apprenditivo, di plasticità bio-psichica, ecc. – Potenzialità degli individui di apprendere durante tutta la vita, fondata su concezioni dello sviluppo umano inteso come continuum, oltre le fasi delletà evolutiva, e sui concetti di potenziale apprenditivo, di plasticità bio-psichica, ecc. – Qualsiasi attività di apprendimento avviata in qualsiasi momento della vita, volta a migliorare le conoscenze, le capacità e le competenze in una prospettiva personale, civica, sociale e/o occupazionale, che si può realizzare nella intera gamma dellapprendimento formale e informale. Qualsiasi attività di apprendimento avviata in qualsiasi momento della vita, volta a migliorare le conoscenze, le capacità e le competenze in una prospettiva personale, civica, sociale e/o occupazionale, che si può realizzare nella intera gamma dellapprendimento formale e informale. Glossario EdA,

7 7 Concetto di Educazione degli Adulti (Eda) a) Il concetto di Eda, tradizionalmente, si riferiva a due funzioni principali: Il concetto di Eda, tradizionalmente, si riferiva a due funzioni principali: - funzione emancipatoria di gruppi, ceti, classi sociali e di collettività escluse, emarginate, sfruttate, - funzione compensativa/sostitutiva per singoli o per gruppi e ceti sociali deboli, rispetto ai percorsi scolastici non effettuati nelletà canonica.

8 8 Concetto di Educazione degli Adulti (Eda) b) LEducazione degli Adulti designa linsieme dei processi di apprendimento, formali o di altro tipo, grazie ai quali gli individui, considerati come adulti dalle società alle quali appartengono sviluppano le loro attitudini sviluppano le loro attitudini arricchiscono le loro conoscenze arricchiscono le loro conoscenze migliorano le loro qualificazioni tecniche o professionali migliorano le loro qualificazioni tecniche o professionali acquisiscono e sviluppano le competenze necessarie per rispondere ai propri bisogni personali e a quelli della vita e del lavoro operando cambiamenti nei propri comportamenti acquisiscono e sviluppano le competenze necessarie per rispondere ai propri bisogni personali e a quelli della vita e del lavoro operando cambiamenti nei propri comportamenti nella duplice prospettiva di: un completo sviluppo personale un completo sviluppo personale una partecipazione consapevole allo sviluppo culturale, economico, sociale. una partecipazione consapevole allo sviluppo culturale, economico, sociale.

9 9 Parole chiave dellEdA Concetti utili per comprendere e ancorare culturalmente il nuovo volto dellEducazione degli Adulti nel quadro del Lifelong Learning Demetrio, D., Alberici, A., Istituzioni di Educazione degli adulti.2, Guerini, Milano, 2004 Milano, 2004

10 10 Sviluppo e cambiamento Concezione dello sviluppo umano contrassegnato da processi dinamici allinterno dei poli continuità- discontinuità. Concezione dello sviluppo umano contrassegnato da processi dinamici allinterno dei poli continuità- discontinuità. Il concetto di sviluppo viene utilizzato di norma per indicare un processo che ha un inizio e una fine nelletà evolutiva. Il concetto di sviluppo viene utilizzato di norma per indicare un processo che ha un inizio e una fine nelletà evolutiva. Il concetto di cambiamento si presenta di contro al concetto di sviluppo come interpretativo della possibilità continua di cambiamenti in tutte le fasi della vita umana. Il concetto di cambiamento si presenta di contro al concetto di sviluppo come interpretativo della possibilità continua di cambiamenti in tutte le fasi della vita umana. Il concetto di cambiamento definisce quindi la complessità e la dimensione plastica della vita adulta nel continuum dellesistenza. Il concetto di cambiamento definisce quindi la complessità e la dimensione plastica della vita adulta nel continuum dellesistenza. Letà adulta si presenta quindi non come fase conclusiva dello sviluppo evolutivo ma come fase di un processo continuo. Letà adulta si presenta quindi non come fase conclusiva dello sviluppo evolutivo ma come fase di un processo continuo.

11 11 Durata e pervasività Lorizzonte teorico e pratico delleducazione degli adulti si sta profondamente trasformando in relazione alle caratteristiche dei suoi potenziali partecipanti. Lorizzonte teorico e pratico delleducazione degli adulti si sta profondamente trasformando in relazione alle caratteristiche dei suoi potenziali partecipanti. Tali trasformazioni si esprimono fondamentalmente nella dimensione temporale- quantitativa (durata) e in quella degli spazi fisici e organizzativi (pervasività). Tali trasformazioni si esprimono fondamentalmente nella dimensione temporale- quantitativa (durata) e in quella degli spazi fisici e organizzativi (pervasività). Da qui deriva lattenzione per i diversi aspetti e ambiti del Lifelong Learning (formale, informale, non formale) Da qui deriva lattenzione per i diversi aspetti e ambiti del Lifelong Learning (formale, informale, non formale)

12 12 Centratura sul soggetto Il concetto di apprendimento permanente si muove nello spazio teorico di quegli orientamenti culturali e metodologici che postulano la centralità del soggetto quale condizione necessaria nei processi formativi di cui gli adulti sono partecipi. Il concetto di apprendimento permanente si muove nello spazio teorico di quegli orientamenti culturali e metodologici che postulano la centralità del soggetto quale condizione necessaria nei processi formativi di cui gli adulti sono partecipi. Lapprendimento è una dimensione squisitamente individuale, che si realizza però sempre nel contesto, e presuppone Lapprendimento è una dimensione squisitamente individuale, che si realizza però sempre nel contesto, e presuppone la mobilitazione delle risorse personali. la mobilitazione delle risorse personali.

13 13 Contestualizzazione Lo scenario della contemporaneità è caratterizzato da strutture di conoscenza e quantità di informazioni Lo scenario della contemporaneità è caratterizzato da strutture di conoscenza e quantità di informazioni in relazione alle quali assumono importanza fondamentale le capacità di scoprire, attribuire, modificare significati nei confronti del sé e degli altri. Si tratta di processi che agiscono e si realizzano in un contesto, ossia in una cornice di senso che ne illumina le finalità, gli obiettivi determinati e le modalità specifiche attraverso cui si attuano. Si tratta di processi che agiscono e si realizzano in un contesto, ossia in una cornice di senso che ne illumina le finalità, gli obiettivi determinati e le modalità specifiche attraverso cui si attuano.

14 14 Riflessività/ attribuzione di significato Tutto ciò che riguarda lo sviluppo degli esseri umani può essere compreso solo considerandone la relazione con le dinamiche sociali e culturali attraverso le quali si manifesta (approccio riflessivo della conoscenza). Tutto ciò che riguarda lo sviluppo degli esseri umani può essere compreso solo considerandone la relazione con le dinamiche sociali e culturali attraverso le quali si manifesta (approccio riflessivo della conoscenza). Lattività principale di tutti gli esseri umani, dovunque si trovino è di estrarre significato dai loro incontri con il mondo. (Bruner) Lattività principale di tutti gli esseri umani, dovunque si trovino è di estrarre significato dai loro incontri con il mondo. (Bruner)

15 15 Cittadinanza – Approccio globale In una società in cui il sapere e la conoscenza costituiscono una risorsa individuale e collettiva includente, il possesso e la capacità di sviluppo permanente di saperi e di competenze rappresenta un interesse strategico per gli individui, una condizione per lesercizio dei diritti di cittadinanza. In una società in cui il sapere e la conoscenza costituiscono una risorsa individuale e collettiva includente, il possesso e la capacità di sviluppo permanente di saperi e di competenze rappresenta un interesse strategico per gli individui, una condizione per lesercizio dei diritti di cittadinanza. Apprendimento come diritto universale, oltre che aspirazione emancipatoria, il cui esercizio è necessario per lo sviluppo delle società della conoscenza quale condizione per la democrazia nellera della globalizzazione. Apprendimento come diritto universale, oltre che aspirazione emancipatoria, il cui esercizio è necessario per lo sviluppo delle società della conoscenza quale condizione per la democrazia nellera della globalizzazione.

16 16 Apprendimento permanente e competenza Necessità di centrare la formazione sullacquisizione di competenze, di metacompetenze inerenti: Necessità di centrare la formazione sullacquisizione di competenze, di metacompetenze inerenti: - la dimensione della professionalità, - i compiti dei ruoli in cui si definisce socialmente lessere adulti nei diversi contesti. Competenze intese come Competenze intese come -le strategie per la messa in uso delle risorse (conoscenze, abilità/skills) cognitive, emotive, relazionali, sociali, tecnologiche, professionali, -necessarie agli individui per vivere, lavorare e partecipare alla vita delle comunità, nei diversi contesti e nelle diverse situazioni storico-sociali e culturali (cittadinanza attiva).

17 17 Competenza: sapere in azione La competenza è un mix specifico per ogni individuo di: La competenza è un mix specifico per ogni individuo di: - sapere, saper fare, saper apprendere, saper agire e voler agire (Le Boterf), - non può prescindere dallo sviluppo e dallempowerment delle risorse dei soggetti (risorse umane) Alberici, A., Serreri, P., Competenze e formazione in età adulta. Il Bilancio di competenze, Monolite, Roma, 2003.

18 18 1) Competenza strategica Il concetto di competenza nasce nellambito degli studi lavoristici e della pratica formativa per e sul lavoro. Il concetto di competenza nasce nellambito degli studi lavoristici e della pratica formativa per e sul lavoro. Da una dimensione tecnicistico-professionale, si amplia a comprendere una dimensione procedurale dellagire umano definibile come sapere/conoscenze in azione. Da una dimensione tecnicistico-professionale, si amplia a comprendere una dimensione procedurale dellagire umano definibile come sapere/conoscenze in azione. Con competenza strategica per lapprendimento permanente si intende la dimensione strategica per il Lifelong Learning della competenza di apprendere ad apprendere. Con competenza strategica per lapprendimento permanente si intende la dimensione strategica per il Lifelong Learning della competenza di apprendere ad apprendere.

19 19 2) Competenza strategica La competenza strategica si fonda sulla dimensione strategica delle competenze alfabetiche, delle metacompetenze riflessive, proattive (capacità di attribuire significato, orientare, comunicare, scegliere, pogettare, ecc.) La competenza strategica si fonda sulla dimensione strategica delle competenze alfabetiche, delle metacompetenze riflessive, proattive (capacità di attribuire significato, orientare, comunicare, scegliere, pogettare, ecc.)

20 20 Competenza strategica per lapprendimento permanente Favorire una progettualità formativa orientata alla: Favorire una progettualità formativa orientata alla: - costruzione e la messa in uso durante tutta la vita, da parte di un numero sempre maggiore di individui, di un patrimonio di conoscenze e abilità che abbia un senso per il soggetto e per la collettività. Questo patrimonio funziona soltanto se incardinato sulla competenza strategica dellapprendere ad apprendere. Questo patrimonio funziona soltanto se incardinato sulla competenza strategica dellapprendere ad apprendere.

21 21 Autodirezione nellapprendimento/autoformazione Capacità di progettare e realizzare esperienze e percorsi di formazione significativi sul piano individuale e sociale ben lontani dal bricolage, dal fai da te più o meno tecnologico, e dalla logica della gestione individuale della formazione come investimento personale, propria delle economie di mercato. Capacità di progettare e realizzare esperienze e percorsi di formazione significativi sul piano individuale e sociale ben lontani dal bricolage, dal fai da te più o meno tecnologico, e dalla logica della gestione individuale della formazione come investimento personale, propria delle economie di mercato. Autoformazione come concetto che: Autoformazione come concetto che: - cambia lEda tradizionale - chiama in causa abilità riflessive, trasformative - la dimensione biografica esistenziale - la cura di sé


Scaricare ppt "1 Le parole chiave dellEducazione degli Adulti nella prospettiva del Lifelong Learning di Aureliana Alberici Roma, 16 giugno 2005."

Presentazioni simili


Annunci Google