La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Come particella: propagazione rettilinea della luce riflessione rifrazione dispersione della luce Isaac Newton come onda: interferenza diffrazione assorbimento.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Come particella: propagazione rettilinea della luce riflessione rifrazione dispersione della luce Isaac Newton come onda: interferenza diffrazione assorbimento."— Transcript della presentazione:

1 come particella: propagazione rettilinea della luce riflessione rifrazione dispersione della luce Isaac Newton come onda: interferenza diffrazione assorbimento polarizzazione

2 I o =I t +I a +I r Se tutta la luce venisse assorbita vedremmo tutto nero. L'assorbimento è selettivo infatti dipende dal tipo di luce che arriva. Tramite l'assorbimento si verifica una riduzione dell'intensità dei raggi di luce al di là del vetro.

3 Spettro di luce bianca Confronto intensità luci bianca, verde e rossa Confronto del rapporto delle intensità tra luce bianca-verde e luce bianca-rossa Lunghezza d'onda Intensità Lunghezza d'onda Intensità

4 Polarizzazione lineare: oscillazione di un campo elettromagnetico sempre sullo stesso piano. Polarizzazione circolare: oscillazione di un campo elettromagnetico che descrive una circonferenza. Legge di Malus

5

6 sintesi additiva sintesi sottrattiva

7 DIFFRAZIONE Diffrazione: quando la luce non si propaga in linea retta e invade quella che dovrebbe essere una zona d'ombra al di là di un ostacolo. E' un fenomeno tipico delle onde che non può essere spiegato con il modello corpuscolare.

8 L'esperimento Laser Ricettore Supporti con fenditure IL MATERIALE

9 OBBIETTIVO: misurare la lunghezza d'onda della luce rossa del laser, attraverso la formula λ=ya/Dn λ=Lunghezza d'onda y=Distanza picco massimo-primo minimo a=Apertura fenditura D=Distanza laser-ricettore n=n°naturale (1 per il primo minimo).

10

11 DATI E CALCOLI: 1 PROVA a=0,004 cm D=(127,5 +/-0,1)cm n=1 y 2 =8,133 cm y 1 =6,176 cm y= 1,957 cm λ=1,957x0,004/127,5x1= 6,139x10^ -5 cm = 614nm 2 PROVA a=0,008 cm D=(127,5+ /-0,1)cm n=1 y 2 =7,636 cm y 1 =6,615 cm y=1,021 cm λ=1,021x0,008/127,5x1= 6,406x10^ -5 cm = 640nm 3 PROVA a=0,016 cm D=(127,5 +/-0,1)cm n=1 y 2 =7,526 cm y 1= 6,967 cm y=0,559 cm λ=0,559x0,016/127,5x1= 7,015x10^ -5 cm = 702nm

12 MEDIA DELLE 3 PROVE: ( )/4= 647nm SEMIDISPERSIONE: ( )/2=44nm ERRORE %:(44/647X100)=6,8% RISULTATO=(647+/- 44)nm

13 La diffrazione ha luogo anche quando le onde incontrano un oggetto. La conformazione della figura di diffrazione generata da una fenditura o da un corpo aventi la stessa larghezza è la medesima. -Diffrazione con ostacolo-

14 La diffrazione è molto marcata quando la fenditura attraversata dalla luce o l' ostacolo che essa incontra ha all'incirca la stessa dimensione dell'onda.

15 INTERFERENZA INTERFERENZA: Si ha Interferenza quando 2 onde sommano i loro effetti. Costruttiva: le oscillazioni si sommano Distruttiva: le due oscillazioni si sottraggono e ne producono una risultante pari al e la loro somma è un' oscillazione nulla. doppio di quella di ciascuna delle due. BANDA SCURA BANDA CHIARA

16


Scaricare ppt "Come particella: propagazione rettilinea della luce riflessione rifrazione dispersione della luce Isaac Newton come onda: interferenza diffrazione assorbimento."

Presentazioni simili


Annunci Google