La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Paolo Consolini e Clodia Delle Fratte Intervento su XLVII Riunione SIEDS: Un mondo in movimento: approccio multidisciplinare ai fenomeni migratori La condizione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Paolo Consolini e Clodia Delle Fratte Intervento su XLVII Riunione SIEDS: Un mondo in movimento: approccio multidisciplinare ai fenomeni migratori La condizione."— Transcript della presentazione:

1 Paolo Consolini e Clodia Delle Fratte Intervento su XLVII Riunione SIEDS: Un mondo in movimento: approccio multidisciplinare ai fenomeni migratori La condizione di vita degli anziani in Italia Milano, maggio 2010

2 Ampiezza del campione Eu-Silc 2008: famiglie (di cui con almeno un anziano) - Di esse fanno parte individui Soggetti anziani intervistati: (12,4 milioni riportato alluniverso) Tasso di mancata risposta totale e parziale sul questionario anziani: - 2,2% (mancata risposta totale) - min. 0,1% (item escursioni ) – max. 6,6% (item attività volontariato) Tasso di risposta proxy sul questionario anziani: - 11,2% Caratteristiche del campione e qualità dei dati Un mondo in movimento: approccio multidisciplinare ai fenomeni migratori

3 Caratteristiche della popolazione degli anziani: Caratteristiche della popolazione di anziani Un mondo in movimento: approccio multidisciplinare ai fenomeni migratori

4 I principali risultati: Il 59,6% frequenta gli amici con cadenza settimanale; Gli anziani della terza età frequentano gli amici più spesso (65,5%) rispetto a quelli della quarta età – 75 anni in poi – (53,5%); Esistono forti differenze di genere: durante la settimana gli uomini incontrano gli amici più spesso delle loro coetanee (65,9% contro il 55,1%); Gli anziani che vivono in coppia frequentano più spesso gli amici rispetto ad altre tipologie familiari e soprattutto ai membri aggregati (63% contro il 61% e 55%); Gli anziani che risiedono nei centri più piccoli (sotto i 10 mila ab.) incontrano più spesso gli amici rispetto a che vive al centro di una area metropolitana (66-67% contro il 48%); Gli anziani che risiedono al Sud incontrano (65,2%) più spesso gli amici rispetto a quelli di altre ripartizioni geografiche e soprattutto del Centro (55,6%). Le reti amicali degli anziani Un mondo in movimento: approccio multidisciplinare ai fenomeni migratori

5 I principali risultati: Il 68,1% frequenta i parenti con cadenza settimanale; Gli anziani della terza età frequentano i parenti con minore assiduità (66,5%) rispetto a quelli della quarta età (69,7%); Esistono significative differenze di genere: nella settimana le donne incontrano i propri parenti più spesso dei loro coetanei (70% contro il 65,5%); Gli anziani soli o in coppia frequentano i propri parenti più spesso (75% 72%) dei membri aggregati alla famiglia dei figli (56%); Esiste una relazione inversa fra livello di istruzione (come pure del reddito) dellanziano e la frequenza con cui incontra i parenti; Gli anziani che risiedono nei comuni medio-piccoli (sotto i 50 mila ab.) incontrano più spesso i parenti rispetto a che vive al centro di una area metropolitana (69-70% contro il 63%); Gli anziani che risiedono al Sud o nelle Isole incontrano (74-76%) più spesso i parenti rispetto a quelli di altre ripartizioni geografiche e soprattutto del Nord-ovest (63,5%). Le reti parentali degli anziani Un mondo in movimento: approccio multidisciplinare ai fenomeni migratori

6 I principali risultati: Il 14,5% ha frequentato nellanno sale da ballo, circoli o associazioni ricreative (di cui 62,5% con cadenza settimanale); Il 14,6% è andato nellanno al cinema, teatro o ad altri tipi di spettacolo (di cui il 50,6% almeno 4 volte); Il 6,7 ha svolto nellanno attività di volontariato; Esiste una correlazione diretta fra livello di istruzione (come pure del reddito) dellanziano e tasso di partecipazione alle attività ludico- ricreative; Esiste una relazione inversa fra letà dellanziano e il tasso di partecip.; Esistono forti differenze di genere: i tassi di partecipazione maschili sono sistematicamente più alti di quelli femminili (3-11 punti percentuali); Gli anziani che vivono in coppia partecipano più attivamente ad eventi sociali, culturali ecc.; Gli anziani che risiedono al centro delle aree metropolitane o di grandi comuni hanno una vita sociale più intensa (al Nord più del resto dItalia) La vita sociale degli anziani Un mondo in movimento: approccio multidisciplinare ai fenomeni migratori

7 I principali risultati: Il 19,1% delle persone anziane ha dovuto rinunciare nei 12 mesi precedenti lintervista allacquisto di regali per problemi economici; Il 26,3% afferma di non potersi permette lacquisto un vestito nuovo per una cerimonia o altro evento che richiede un abbigliamento appropriato; Il 24,7% dichiara di non disporre di una piccola somma in denaro da spendere liberamente per le piccole esigenze quotidiane; Esistono forti differenze di genere: le donne mostrano maggiori difficoltà economiche e più forti segnali di deprivazione degli uomini (3-9% in più); Le persone sole e i membri aggregati alle famiglie dei figli sono più vulnerabili e vivono in condizione di maggiore deprivazione; Gli anziani in condizione di disagio economico vivono più diffusamente nelle città metropolitane (in centro o in periferia) e risiedono più frequentemente al Sud e nelle Isole. Difficoltà economiche e condizioni di deprivazione Un mondo in movimento: approccio multidisciplinare ai fenomeni migratori

8 Software e metodologia utilizzata 1)Software utilizzato: SPAD 2)Variabili utilizzate: categoriche (nomin., ordin. discret.) 3)Tecnica utilizzata: - ACM (coordinate fattoriali) - Cluster Analysis a strategia mista (non gerar.- gerar.) Un mondo in movimento: approccio multidisciplinare ai fenomeni migratori

9 Gruppo 1: benestanti, istruiti, attivi e in buona salute (10,3%) Un mondo in movimento..

10 Gruppo 2: buona rete sociale, attivi e in buona salute (11,3%) Un mondo in movimento Un mondo in movimento..

11 Titolo del convegno anche su più Gruppo 3: non attivi, forti legami parentali e in buona salute (26,1%) Un mondo in movimento..

12 Titolo del convegno anche su più Gruppo 4: salute precaria, non attivi e forti legami parentali (23,4%) Un mondo in movimento..

13 Titolo del convegno anche su più Gruppo 5: poveri, salute precaria e non attivi (9,9%) Un mondo in movimento..

14 Titolo del convegno anche su più Gruppo 6: senza rete sociale e non attivi (4,7%) Un mondo in movimento..

15 Titolo del convegno anche su più Gruppo 7: non possono contare su aiuti esterni e non attivi (14,3%) Un mondo in movimento..

16 La condizione di vita degli anziani Grazie per lattenzione Milano, maggio 2010

17 Risultati ACM: Istogramma degli autovalori Un mondo in movimento: approccio multidisciplinare ai fenomeni migratori

18 Dendrogramma Un mondo in movimento: approccio multidisciplinare ai fenomeni migratori Mixed Clustering


Scaricare ppt "Paolo Consolini e Clodia Delle Fratte Intervento su XLVII Riunione SIEDS: Un mondo in movimento: approccio multidisciplinare ai fenomeni migratori La condizione."

Presentazioni simili


Annunci Google