La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

PROGETTO ALTER SCUOLA ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO NEL TERRITORIO DEL SANGRO-AVENTINO IL MERCATO DEL LAVORO ED IL SISTEMA PRODUTTIVO IN ABRUZZO Di: Monica.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "PROGETTO ALTER SCUOLA ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO NEL TERRITORIO DEL SANGRO-AVENTINO IL MERCATO DEL LAVORO ED IL SISTEMA PRODUTTIVO IN ABRUZZO Di: Monica."— Transcript della presentazione:

1 PROGETTO ALTER SCUOLA ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO NEL TERRITORIO DEL SANGRO-AVENTINO IL MERCATO DEL LAVORO ED IL SISTEMA PRODUTTIVO IN ABRUZZO Di: Monica Perazzelli

2 IL MERCATO DEL LAVORO IL MERCATO DEL LAVORO IL SISTEMA PRODUTTIVO REGIONALE IL SISTEMA PRODUTTIVO REGIONALE AGENDA IL MERCATO DEL LAVORO ED IL SISTEMA PRODUTTIVO IN ABRUZZO

3 Cosè il mercato ? Luogo (fisico e non ) in cui si scambiano beni e servizi Esempi di mercati: mercato dei beni, mercati finanziari, MERCATO DEL LAVORO IL MERCATO DEL LAVORO IL MERCATO DEL LAVORO ED IL SISTEMA PRODUTTIVO IN ABRUZZO

4 Sul mercato del lavoro Sul mercato del lavoro IL MERCATO DEL LAVORO IL MERCATO DEL LAVORO ED IL SISTEMA PRODUTTIVO IN ABRUZZO le imprese domandano lavoro Le famiglie offrono lavoro

5 Il mercato del lavoro è in equilibrio quando: Il mercato del lavoro è in equilibrio quando: IL MERCATO DEL LAVORO IL MERCATO DEL LAVORO ED IL SISTEMA PRODUTTIVO IN ABRUZZO la quantità domandata è alla quantità offerta = Altrimenti SE: Altrimenti SE: DOMANDA < OFFERTA DOMANDA < OFFERTA DISOCCUPAZIONE

6 Per una definizione precisa della DISOCCUPAZIONE occorre definire il concetto di: POPOLAZIONE ATTIVA o FORZA LAVORO POPOLAZIONE ATTIVA o FORZA LAVORO LA DISOCCUPAZIONE LA DISOCCUPAZIONE IL MERCATO DEL LAVORO ED IL SISTEMA PRODUTTIVO IN ABRUZZO Quella parte di popolazione che, per ragioni di ETA e DI CONDIZIONE SOCIALE (non invalidi) è in condizione di lavorare

7 IL MERCATO DEL LAVORO ED IL SISTEMA PRODUTTIVO IN ABRUZZO TASSO DI DISOCCUPAZIONE I disoccupati sono quindi quei componenti della forza lavoro che non lavorano e sono alla ricerca di unoccupazione non è mai uguale a zero; non è mai uguale a zero; il tasso di disoccupazione frizionale (ovvero la percentuale di disoccupazione permanente che è strutturalmente presente in un sistema economico) si attesta intorno al 3 o 4% il tasso di disoccupazione frizionale (ovvero la percentuale di disoccupazione permanente che è strutturalmente presente in un sistema economico) si attesta intorno al 3 o 4%

8 Fonte: ISTAT, Rilevazione Trimestrale delle Forze di Lavoro ed elaborazioni CNEL su dati ISTAT LA SITUAZIONE IN ABRUZZO Tasso di disoccupazione (gennaio 2004): Tasso di disoccupazione (gennaio 2004): Piemonte: 5,3 Umbria: 5,3 Piemonte: 5,3 Umbria: 5,3 Valle dAosta: 4,3 Lazio: 7,8 Valle dAosta: 4,3 Lazio: 7,8 Lombardia: 3,5 Abruzzo: 6,6 Lombardia: 3,5 Abruzzo: 6,6 Liguria: 5,7 Molise: 13,7 Liguria: 5,7 Molise: 13,7 Trentito Alto Adige: 2,1 Campania: 19,8 Trentito Alto Adige: 2,1 Campania: 19,8 Veneto: 3,7 Puglia: 14,8 Veneto: 3,7 Puglia: 14,8 Friuli-Venezia Giulia: 4,4 Basilicata: 16,1 Friuli-Venezia Giulia: 4,4 Basilicata: 16,1 Emilia Romagna: 3,5 Calabria: 23,8 Emilia Romagna: 3,5 Calabria: 23,8 Toscana : 5,0 Sicilia: 19,4 Toscana : 5,0 Sicilia: 19,4 Sardegna: 17,0 Marche: 4,3 Sardegna: 17,0 Marche: 4,3

9 Sicuramente da una insufficienza di domanda aggregata (ovvero richieste di lavoratori da parte delle aziende); Sicuramente da una insufficienza di domanda aggregata (ovvero richieste di lavoratori da parte delle aziende); Ma anche da una eccessiva rigidità dei mercati Ma anche da una eccessiva rigidità dei mercati IL MERCATO DEL LAVORO ED IL SISTEMA PRODUTTIVO IN ABRUZZO DA COSA PUO DIPENDERE? Politiche indirizzate a favorire lincontro tra domanda ed offerta di lavoro (flessibilità) Sono necessarie politiche volte a diminuire la rigidità dei mercati

10 - Flessibilità salariale - Flessibilità salariale - Flessibilità nelluso della forza lavoro: - Flessibilità nelluso della forza lavoro: Flessibilità dellorario Flessibilità dellorario Flessibilità funzionale Flessibilità numerica UNA DEFINIZIONE DI FLESSIBILITA IL MERCATO DEL LAVORO ED IL SISTEMA PRODUTTIVO IN ABRUZZO

11 strutturale, differenze retributive più o meno ampie a fronte di differenze nei livelli di produttività per territorio, settore, qualifica o età; strutturale, differenze retributive più o meno ampie a fronte di differenze nei livelli di produttività per territorio, settore, qualifica o età; IL MERCATO DEL LAVORO ED IL SISTEMA PRODUTTIVO IN ABRUZZO LA FLESSIBILITA SALARIALE congiunturale, macro, riguarda landamento di un sistema economico nazionale; micro, riguarda landamento economico dellimpresa congiunturale, macro, riguarda landamento di un sistema economico nazionale; micro, riguarda landamento economico dellimpresa

12 Le aree interessate sono: orario di lavoro mobilità interna allimpresa ingresso e uscita dallimpresa IL MERCATO DEL LAVORO ED IL SISTEMA PRODUTTIVO IN ABRUZZO FLESSIBILITA NELLUSO DELLA FORZA-LAVORO

13 Sta nella possibilità di variare lorario secondo le esigenze produttive dellimpresa, nonché di differenziare i regimi di orario FLESSIBILIA DELLORARIO IL MERCATO DEL LAVORO ED IL SISTEMA PRODUTTIVO IN ABRUZZO

14 è la possibilità di spostare i lavoratori da un posto allaltro allinterno dellimpresa o di variarne il contenuto della prestazione. FLESSIBILITA FUNZIONALE IL MERCATO DEL LAVORO ED IL SISTEMA PRODUTTIVO IN ABRUZZO

15 è la possibilità di adeguare il volume e le caratteristiche professionali delloccupazione allandamento della produzione FLESSIBILITA NUMERICA IL MERCATO DEL LAVORO ED IL SISTEMA PRODUTTIVO IN ABRUZZO

16 i vincoli normativi, contrattuali o convenzionali che regolano licenziamenti e assunzioni; i vincoli normativi, contrattuali o convenzionali che regolano licenziamenti e assunzioni; la possibilità di ricorrere a rapporti di lavoro dipendente diversi da quelli a tempo indeterminato; la possibilità di ricorrere a rapporti di lavoro dipendente diversi da quelli a tempo indeterminato; affidare fasi o funzioni del ciclo produttivo in subappalato ad altre imprese, lavoratori a domicilio, ecc. affidare fasi o funzioni del ciclo produttivo in subappalato ad altre imprese, lavoratori a domicilio, ecc. INTERESSA QUINDI TRE ASPETTI: IL MERCATO DEL LAVORO ED IL SISTEMA PRODUTTIVO IN ABRUZZO

17 Per le AZIENDE una trasformazione del modello organizzativo; Per le AZIENDE una trasformazione del modello organizzativo; Per i LAVORATORI …………………… Per i LAVORATORI …………………… CONSEGUENZE DELLA FLESSIBILITA IL MERCATO DEL LAVORO ED IL SISTEMA PRODUTTIVO IN ABRUZZO

18 Criterio tradizionale delleconomia di scala, che affida la competitività e il successo dellorganizzazione alla diminuzione dei costi e allincremento esponenziale dei volumi IL MERCATO DEL LAVORO ED IL SISTEMA PRODUTTIVO IN ABRUZZO MODELLO TAYLOR-FORDISTA Produzione in grande serie di beni standard

19 Saturazione dei mercati di sbocco; Saturazione dei mercati di sbocco; Crescente diversificazione e complessificazione delle richieste dei consumatori; Crescente diversificazione e complessificazione delle richieste dei consumatori; Globalizzazione/Aumento della concorrenza internazionale; Globalizzazione/Aumento della concorrenza internazionale; Conflitto industriale Conflitto industriale IL MERCATO DEL LAVORO ED IL SISTEMA PRODUTTIVO IN ABRUZZO CRISI DEL MODELLO TAYLOR-FORDISTA

20 Per limpresa più che ridurre i costi unitari di produzione, è importante produrre i beni e i servizi appropriati nel tempo e nel luogo in cui sono richiesti dal mercato IL MERCATO DEL LAVORO ED IL SISTEMA PRODUTTIVO IN ABRUZZO Occorre un modello che permetta continue e rapide variazioni sia nei volumi sia nelle caratteristiche dei prodotti DIVERSO MODELLO ORGANIZZATIVO DIVERSO MODELLO ORGANIZZATIVO

21 LAZIENDA FLESSIBILE IL MERCATO DEL LAVORO ED IL SISTEMA PRODUTTIVO IN ABRUZZO Core group (lavoratori stabili) Lavoratori temporanei Lavoratori esterni (manodopera in affitto, manodopera di imprese subappaltatrici)

22 LAZIENDA FLESSIBILE IL MERCATO DEL LAVORO ED IL SISTEMA PRODUTTIVO IN ABRUZZO OUTSOURCING: ricorso a fornitori esterni (subappalto, lavoro su commessa, consulenza, ecc); OUTSOURCING: ricorso a fornitori esterni (subappalto, lavoro su commessa, consulenza, ecc); DOWNSIZING: riduzione esasperata delle dimensioni produttive interne (si scompone il ciclo produttivo in tante micro fasi)DOWNSIZING: riduzione esasperata delle dimensioni produttive interne (si scompone il ciclo produttivo in tante micro fasi)

23 il posto fisso e garantito non è più labituale forma di accesso al mercato del lavoro; il posto fisso e garantito non è più labituale forma di accesso al mercato del lavoro; oggi, un giovane prima di trovare una collocazione stabile deve necessariamente passare attraverso più esperienze lavorative, deve sperimentare forme di lavoro temporaneo e precario (ovvero contratti atipici) oggi, un giovane prima di trovare una collocazione stabile deve necessariamente passare attraverso più esperienze lavorative, deve sperimentare forme di lavoro temporaneo e precario (ovvero contratti atipici) IL MERCATO DEL LAVORO ED IL SISTEMA PRODUTTIVO IN ABRUZZO PER I LAVORATORI…….

24 sicuramente adattarsi alla flessiblità richiesta dalle aziende sicuramente adattarsi alla flessiblità richiesta dalle aziende COSA POSSONO FARE I LAVORATORI????? IL MERCATO DEL LAVORO ED IL SISTEMA PRODUTTIVO IN ABRUZZO ma anche conoscere il proprio territorio OVVERO il sistema produttivo ed i fabbisogni professionali richieste dalle aziende conoscere il proprio territorio OVVERO il sistema produttivo ed i fabbisogni professionali richieste dalle aziende

25 Il sistema produttivo regionale è articolato in una fitta rete di medie, piccole e piccolissime realtà (con meno di 10 addetti); IL SISTEMA PRODUTTIVO REGIONALE IL MERCATO DEL LAVORO ED IL SISTEMA PRODUTTIVO IN ABRUZZO Non siamo in presenza solo di un fenomeno quantitativo in quanto sono queste numerose piccole imprese che offrono occupazione e generano ricchezza

26 Abruzzo: Imprese attive per alcuni principali gruppi di attività, IL MERCATO DEL LAVORO ED IL SISTEMA PRODUTTIVO IN ABRUZZO Attività Agricoltura Pesca e servizi connessi Estrazioni di minerali12196 Attività manifatturiere Prod.e distrib.energ. elettr., gas e acqua 4474 Costruzioni Commercio ingr.e dett Alberghi e ristoranti Attività Trasp. e magaz Interm.mon. e fin Attività immobiliare Istruzione Sanità Altri servizi pubbl Serv. domestici164 Imprese non class Fonte: Abruzzo Lavoro su dati Istat

27 per le imprese agricole, il dato è dovuto allentrata in vigore dellobbligatorietà delle iscrizioni al Registro ditte; per le imprese agricole, il dato è dovuto allentrata in vigore dellobbligatorietà delle iscrizioni al Registro ditte; il settore Manifatturiero con imprese, registra un incremento del + 3,9% sul 1995; il settore Manifatturiero con imprese, registra un incremento del + 3,9% sul 1995; cresce anche il comparto delle Costruzioni con imprese, registra un + 23,3% sul 1995; cresce anche il comparto delle Costruzioni con imprese, registra un + 23,3% sul 1995; nellambito dei servizi, il Commercio registra un saldo positivo (+ 756) risultato di una flessione del commercio al dettaglio ed un incremento di quello allingrosso; nellambito dei servizi, il Commercio registra un saldo positivo (+ 756) risultato di una flessione del commercio al dettaglio ed un incremento di quello allingrosso; IL SISTEMA PRODUTTIVO ABRUZZESE

28 Oltre alla piccola dimensione che caratterizza la maggioranza delle imprese abruzzesi, altra tipicità del tessuto produttivo è il DISTRETTO INDUSTRIALE DISTRETTI INDUSTRIALI IL MERCATO DEL LAVORO ED IL SISTEMA PRODUTTIVO IN ABRUZZO Agglomerati di imprese di piccole e medie dimensioni specializzate in un determinato tipo di produzione

29 I DISTRETTI INDUSTRIALI IN ABRUZZO

30 4) Piana del cavaliere: comprende due comuni (Carsoli ed Oricola). I settori sono: editoria, grafica, ottica ed elettronica. I QUATTRO DISTRETTI ABRUZZESI IL MERCATO DEL LAVORO ED IL SISTEMA PRODUTTIVO IN ABRUZZO 1)Val Vibrata-Tordino-Vomano: comprende 19 comuni. I settori sono: abbigliamento, pelletteria e alimentare; I settori sono: abbigliamento, pelletteria e alimentare; 2) Vastese: comprende 15 comuni. I settori sono: vetro, mezzi di trasporto, apparecchiature elettriche; 3) Maiella: comprende 15 comuni. I settori sono: confezione, legno e pelletteria;

31 Altri due distretti sono in fase di elaborazione: DISTRETTI INDUSTRIALI IL MERCATO DEL LAVORO ED IL SISTEMA PRODUTTIVO IN ABRUZZO Comuni di Pescara, Montesilvano, Spoltore, Città SantAngelo, Cappelle sul Tavo e Cepagatti e riguarda le attività legate ai SERVIZI Bacino della Marsica: Aielli, Avezzano, Celano, Cerchio ecc. e riguarda le attività legate allAGROINDUSTRIA

32 Lenta ma graduale trasformazione del sistema produttivo abruzzese: IN CONCLUSIONE IL MERCATO DEL LAVORO ED IL SISTEMA PRODUTTIVO IN ABRUZZO declino delle attività di tipo tradizionale (es. industria manifatturiera); declino delle attività di tipo tradizionale (es. industria manifatturiera); prendono spazio le attività legate ai servizi ed in particcolare il c.d. TERZIARIO AVANZATO (attività legate allinformatica, ai servizi alle imprese ecc); prendono spazio le attività legate ai servizi ed in particcolare il c.d. TERZIARIO AVANZATO (attività legate allinformatica, ai servizi alle imprese ecc); si affermano sempre più le aree ad alta specializzazione produttiva. si affermano sempre più le aree ad alta specializzazione produttiva.

33 L'analisi dei fabbisogni formativi e professionali rappresenta uno strumento fondamentale di supporto alle politiche formative, in particolare perché queste siano programmate con coerenza con le esigenze espresse dal contesto socio economico locale. Il sistema, dunque, sta evolvendo nella prospettiva di un quadro unitario di riferimento (istruzione, formazione, lavoro), stimolata anche dalla programmazione 2000­2006 dei fondi strutturali. Analisi dei fabbisogni formativi e professionali IL MERCATO DEL LAVORO ED IL SISTEMA PRODUTTIVO IN ABRUZZO

34 Dallindagine condotta sui fabbisogni formativi e professionali da Abruzzo lavoro su un campione di imprese distribuite a livello regionale sulle quattro province risulta che: Su imprese -850 non sviluppa attività di formazione ovvero il 66,22% e -719 per la ricerca di personale usa canali informali 59% (reti amicali, selezione di autocandidature, ecc) La ricerca di nuovo personale è dovuta, in massima parte, alle prospettive di crescita delle imprese (69%), mentre per la rimanente parte (31%) sono ritenute necessarie per esigenze di turnover aziendale IL MERCATO DEL LAVORO ED IL SISTEMA PRODUTTIVO IN ABRUZZO Analisi dei fabbisogni formativi e professionali

35 Per quanto riguarda la descrizione delle caratteristiche delle figure professionali di cui le imprese potrebbero avere bisogno, queste riguardano: -personale in possesso della scuola dellobbligo 67,3% -esperienze di lavoro non ritenute essenziali 53% -conoscenze di informatica non sono ritenute necessarie 81% -conoscenze linguistiche non sono ritenute necessarie 88% IL MERCATO DEL LAVORO ED IL SISTEMA PRODUTTIVO IN ABRUZZO Analisi dei fabbisogni formativi e professionali

36 Per quanto attiene la forma del rapporto di lavoro che le imprese preferibilmente intendono utilizzare per lassunzione di nuovo personale, risultano prevalenti le forme contrattuali di tipo tradizionale: -con assunzione a tempo indeterminato38.6% -con contratto a tempo Determinato 36,1% Il 21% delle imprese dichiara di preferire: -il Contratto di Apprendistato 13,5% -il Contratto di Formazione Lavoro 7,7% IL MERCATO DEL LAVORO ED IL SISTEMA PRODUTTIVO IN ABRUZZO Analisi dei fabbisogni formativi e professionali

37 Il 66% delle imprese intervistate dichiara di non sviluppare attività di formazione. IL MERCATO DEL LAVORO ED IL SISTEMA PRODUTTIVO IN ABRUZZO Analisi dei fabbisogni formativi e professionali Nonostante il gran parlare dell'importanza delle risorse umane, della "fidelizzazione" del lavoratore all'azienda, dell'importanza dello sviluppo e della crescita delle competenze professionali interne, da mettere in campo nel sistema competitivo dell'era della globalizzazione, il dato dimostra che le imprese preferiscono fare ricorso al "mercato del lavoro esterno", molto di più che provvedere ai propri e specifici bisogni di competenze.

38 Le imprese preferiscono reclutare il personale in ambito: -comunale 29% -comprensoriale 44% Per oltre la metà delle imprese regionali, la ricerca di personale risulta: -per un 19% difficoltoso -per un 21% difficile -per un 20%molto difficile Le difficoltà nel reperimento delle figure professionali richieste sono dovute: -assenza di tali figure sul mercato d.l. regionale 46% -scarsità di requisiti professionali posseduti dal mdl 39% IL MERCATO DEL LAVORO ED IL SISTEMA PRODUTTIVO IN ABRUZZO Analisi dei fabbisogni formativi e professionali

39 I gruppi professionali per i quali la difficoltà di reperimento è attribuita alla mancanza della necessaria qualificazione, sono quelli a più elevata specializzazione: - dirigenti (amministrativi, del personale, della produzione) -quadri (ingegneri, tecnici specializzati), -disegnatori, programmatori, ma anche sarti, ecc.. Analisi dei fabbisogni formativi e professionali Lo stesso problema viene segnalato per molte professioni dell'edilizia e dellartigianato - carpentieri -muratori per il cemento armato -artigianato di servizio -idraulici e termoidraulici nelle costruzioni civili -meccanici e montatori di apparecchi termici e di condizionamento -addetti all'installazione di impianti di isolamento

40 Se i posti di difficile reperimento vengono messi in rapporto alle assunzioni previste si registrano quote percentuali di un certo interesse: Metalmeccanico (12,9%), Abbigliamento(20,7%), Ceramiche, Refrattari e Vetro (25%), Tessili (25%), Elettromeccanica e lElettronica (16,4%), Gomma e Plastica (14,3%), Materiali da Costruzione (12,9%), Legno e Mobili (8,6%), Carta, Cartotecnica e Poligrafici (7,4%) Alimentari e Bevande (7%). Chimica e Farmaceutica, per le 35 assunzioni previste, non si evidenziano posti di difficile reperimento. IL MERCATO DEL LAVORO ED IL SISTEMA PRODUTTIVO IN ABRUZZO Analisi dei fabbisogni formativi e professionali

41 Assunzioni previste in alcuni settori rappresentativi (livello locale): Abbigliamento 128 Cucitore (44) Operaio (31) sarta (14) Alimentari e bevande 63 Addetti produzione (3) operai (29) Materiali da costruzione 19 Autisti (4) operai (5) Elettromecc.elettronica 31 Operai (9) elettricista (3) Metalmeccanica319 Operai qualificati (272) operai specializzati (23) saldatori (6) Gomma e plastica 16 Operai (5) addetto alle macchine (2) IL MERCATO DEL LAVORO ED IL SISTEMA PRODUTTIVO IN ABRUZZO Analisi dei fabbisogni formativi e professionali

42 Molti sono ancora i problemi relativi allincontro domanda-offerta di lavoro, si assiste alla denuncia di carenza di forza lavoro a diversi livelli: livelli medio alti, per insufficienza di preparazione specialistica e rarità delle figure formate; livelli inferiori, tipicamente del lavoro manuale qualificato, si sconta, invece, una carenza di candidature, uno scarso appeal delle occupazioni proposte in termini di riconoscimento sociale, uno scambio percepito come vantaggio tra le prestazioni richieste e le controprestazioni offerte. IL MERCATO DEL LAVORO ED IL SISTEMA PRODUTTIVO IN ABRUZZO Analisi dei fabbisogni formativi e professionali

43 La situazione occupazionale in Abruzzo distinta per classi di età (è possibile mettere in evidenza i diversi ostacoli che si incontrano in entrata nel mercato del lavoro al crescere delletà); La situazione occupazionale in Abruzzo distinta per classi di età (è possibile mettere in evidenza i diversi ostacoli che si incontrano in entrata nel mercato del lavoro al crescere delletà); ALCUNI TEMI DI APPROFONDIMENTO IL MERCATO DEL LAVORO ED IL SISTEMA PRODUTTIVO IN ABRUZZO Il rapporto tra azienda snella o flessibile e i suoi dipendenti (quali caratteristiche devono avere i lavoratori?); Il rapporto tra azienda snella o flessibile e i suoi dipendenti (quali caratteristiche devono avere i lavoratori?); Confronto tra le caratteristiche dei lavoratori richiesti dalle aziende abruzzesi e quelli nazionali (Confronto tra lo studio effettuato da Abruzzo Lavoro e quello di Excelsior). Confronto tra le caratteristiche dei lavoratori richiesti dalle aziende abruzzesi e quelli nazionali (Confronto tra lo studio effettuato da Abruzzo Lavoro e quello di Excelsior).

44


Scaricare ppt "PROGETTO ALTER SCUOLA ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO NEL TERRITORIO DEL SANGRO-AVENTINO IL MERCATO DEL LAVORO ED IL SISTEMA PRODUTTIVO IN ABRUZZO Di: Monica."

Presentazioni simili


Annunci Google