La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Ottimizzazione di una procedura dosimetrica per la irradiazione totale corporea.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Ottimizzazione di una procedura dosimetrica per la irradiazione totale corporea."— Transcript della presentazione:

1 Ottimizzazione di una procedura dosimetrica per la irradiazione totale corporea

2 La Total Body Irradiation (TBI) è una tecnica radioterapica speciale il cui scopo è quello di impartire una dose uniforme al corpo intero del paziente. Il volume bersaglio è tutto il corpo, cute compresa, ad eccezione di alcuni organi critici che vengono parzialmente o totalmente schermati.

3 Grande estensione del volume bersaglio Geometria di irradiazione La presenza di organi a rischio È necessario prevedere metodiche di preparazione, calcolo e verifica specifiche Calibrazione dei fasci specifica per la tecnica TBI Calcolo della dose mediante algoritmi di calcolo sviluppati in proprio Verifica della dose mediante dosimetria in vivo

4 Esempio di metodica sperimentale per lottimizzazione del piano computerizzato per il trattamento TBI Autori articolo Acceleratore lineare Siemens 4 MV Condizioni di trattamento: Fascio orientato orizzontalmente Due campi LL contrapposti di dimensioni 120x120 cm 2 alla distanza sorgente-linea mediana del paziente di e 280 cm Paziente posizionato con gambe e braccia flesse in un apposito box con pareti in perspex

5 Calibrazione dei fasci Camera a ionizzazione PRO6C (Capintec) Fantocci di perspex 30x30x30 cm3 e 50x50x50 cm3 posizionati in condizioni di trattamento TBI Misure di DPP e PDD per verificare la validità dellimpiego dei TAR e TMR per campi TBI Determinazione del coefficiente di attenuazione dei filtri omogenizzatori di perspex misure in aria nelle condizioni di trattamento

6 Non esiste nessun TPS omologato per la TBI La determinazione della dose per UM è fatta per mezzo di un programma che utilizza un semplice algoritmo di calcolo Verifica sperimentale mediante dosimetria in vivo che la dose ricevuta sia quella prescritta

7 Algoritmo per il calcolo della dose: dove:

8 Verifica dellalgoritmo di calcolo Microcamera inserita lungo le guide interne dei fantocci Algoritmo di calcolo Il buon accordo tra le due serie di dati è stato ottenuto ottimizzando le dimensioni dei campi quadrato equivalenti per le diverse zone scelte La scelta dei campi quadrato-equivalenti è tra i punti più delicati del processo di ottimizzazione della dose

9 Stabilito il punto al quale assegnare la dose di riferimento, il programma è in grado di valutare gli spessori dei filtri omogenizzatori in perspex per ottenere una distribuzione della dose più omogenea Distribuzione dei valori di dose calcolata sia in senso longitudinale che trasversale del paziente Si raccomanda di raggiungere ununiformità < ± 5% ( 10%) della dose prescritta

10 CARTELLA DOSIMETRICA (1) Definizione dei volumi bersaglio (dimensioni e densità delle sezioni del paziente); Unità radioterapica utilizzata; Energia utilizzata; Dose di riferimento e relativa sede; Numero di frazioni e rateo di dose media alla SAD

11 CARTELLA DOSIMETRICA (2) Piano previsionale: Zone corporee e loro dimensioni; Dose in ciascuna sezione; Spessore dei filtri omogenizzatori; Tecnica di trattamento con modalità di irradiazione;

12 CARTELLA DOSIMETRICA (3) Piano reale: Valori di dose in vivo ottenuti mediante diodi TLD 100 ; Grafico di confronto tra dose calcolata e dose misurata; Per ogni sezione di calcolo, gli spessori dei filtri omogenizzatore, la dose media, lo scarto percentuale del valore minimo e massimo; Dose media totale e grado di omogeneità del trattamento;

13 CONCLUSIONI Al fine di avere una procedura dosimetrica ottimizzata per la TBI è necessario: calibrare opportunamente i fasci per un irraggiamento TBI realizzare un sistema di calcolo per la dose assorbita disporre di una procedura per la verifica in vivo della dose stimata dal sistema di calcolo computerizzato acquisire una particolare esperienza nellindividuazione delle dimensioni dei campi quadrato equivalenti nei quali suddividere il paziente trattato

14 FINE

15

16 CARTELLA DOSIMETRICA Misura delle dimensioni e densità degli spessori delle sezioni del paziente Energia, unità RT, dose prescritta e punto di prescrizione, numero di frazioni, intervallo delle frazioni, rateo di dose media alla SAD Piano previsionale Piano di trattamento reale (dosimetria in vivo)

17

18

19


Scaricare ppt "Ottimizzazione di una procedura dosimetrica per la irradiazione totale corporea."

Presentazioni simili


Annunci Google