La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Istologia (Core-biopsy) 3° Confronto interistituzionale in patologia mammaria da screening Istologia (Core-biopsy) Q. Piubello Azienda Ospedaliera Universitaria.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Istologia (Core-biopsy) 3° Confronto interistituzionale in patologia mammaria da screening Istologia (Core-biopsy) Q. Piubello Azienda Ospedaliera Universitaria."— Transcript della presentazione:

1 Istologia (Core-biopsy) 3° Confronto interistituzionale in patologia mammaria da screening Istologia (Core-biopsy) Q. Piubello Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata Verona Verona

2 Microistologia Core needle biopsy(CNB) Metodiche automated gun/ ago tranciante (12-18 G) Metodiche vacuum assisted (mammotome) (8-14 G)

3 Core needle biopsy(CNB) Scelta della metodica CNB senza vacuum Masse/opacità (in alternativa a FNAC) Calcificazioni ad alto sospetto rx (1a scelta) CNB con vacuum Calcificazioni a basso/medio sospetto rx (1a scelta)

4 CNB Entità del campionamento 14 G automated gun 17 mg 14 G vacuum assisted 40 mg 11 G vacuum assisted 96 mg

5 Upgrading dopo diagnosi agobioptica di ADH Calibro aghi e tipo metodica % Upgrading Aghi 14 G automated gun Aghi 11G vacuum assisted Meno tessuto a disposizione Più tessuto a disposizione

6 Categorie di refertazione CNB Linee Guida Europee B1 Tessuto normale/non interpretabile B2 Lesione benigna B3 Lesione a incerto potenziale di malignità B4 Sospetto di malignità B5 Maligno Suspicious Rate (B3+B4): Standard minimum <10%

7 Categorie di refertazione CNB Non sono equivalenti (B1, B3) a quelle citologiche Sono uno strumento di comunicazione tra patologia e clinica: in particolare, evidenziano limpossibilità – per i limiti intrinseci delle metodiche – di definire SEMPRE la benignità vs malignità di una data anomalia radiologica Consentono una raccolta /analisi più omogenea dei dati Al di là delle preferenze stilistico- terminologiche del singolo centro, costringono a una codifica di sintesi con ricadute operative (management)

8 B1 Tessuto normale/non interpretabile In genere, tessuto normale con o senza strutture epiteliali dutto-acinari (anche solo adiposo o fibrostromale) Di rado, non valutabile per artefatti Non coincide necessariamente con il C1 citologico (INADEGUATO) Valutazione clinica multidisciplinare (Errore di mira?)

9 Proliferazioni atipiche di tipo duttale Neoplasia lobulare intraepiteliale (LIN 1-2) Lesioni papillari Radial scar/lesione sclerosante complessa Neoplasie fibroepiteliali Proliferazioni apocrine atipiche Lesioni mucocele-like Lesioni a cellule fusate-proliferazioni stromali B3 Lesione a incerto potenziale di malignità

10 Ampio gruppo di lesioni diverse, in genere con significato di precursori o marker di aumentato rischio, caratterizzate da eterogeneità bio-morfologica possibilità di malignità associata coesistente

11 Proliferazione duttale atipica (ADH) WHO:..is diagnosed when characteristic cells coexist with patterns of UDH and/or there is partial involvement of TDLU.. In letteratura criteri quantitativi variabili, non uniformi B3 (B4)

12 Flat epithelial atypia (FEA) pura ( Lesione colonnare atipica) B3

13 Flat epithelial atypia + ADH FEA + ADH B3 (B4)

14 CNB sampling: Nel materiale a disposizione può non essere compresa la componente peggiore della lesione La componente peggiore può situarsi oltre il target radiologico visione frammentata, parziale, talora minima, della patologia Upgrading !!! B3 Lesione a incerto potenziale di malignità

15 Nei B3 agobioptici il problema non è tanto la difficoltà diagnostica o il dubbio interpretativo (vedi C3 citologici) quanto ladeguatezza del campionamento B3 Lesione a incerto potenziale di malignità Cè dellaltro ?? Di più ??

16 Grazie per lattenzione


Scaricare ppt "Istologia (Core-biopsy) 3° Confronto interistituzionale in patologia mammaria da screening Istologia (Core-biopsy) Q. Piubello Azienda Ospedaliera Universitaria."

Presentazioni simili


Annunci Google