La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Le origini: il neopositivismo logico empirismo logico o neopositivismo logico origini storiche: Vienna, Berlino – 1920-30 le influenze e i problemi: la.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Le origini: il neopositivismo logico empirismo logico o neopositivismo logico origini storiche: Vienna, Berlino – 1920-30 le influenze e i problemi: la."— Transcript della presentazione:

1 Le origini: il neopositivismo logico empirismo logico o neopositivismo logico origini storiche: Vienna, Berlino – le influenze e i problemi: la logica, la nuova fisica la standard view: - struttura di una teoria scientifica - struttura del ragionamento scientifico - levoluzione della scienza M. Schlick R. CarnapH. ReichenbachC. Hempel …

2 logica (predicativa) teoria/osservazione leggi e regole di corrispondenza verificazione e significato empirico La standard view che cosè la scienza? come funziona? la struttura di una teoria scientifica 1 teoria T 1 T osservazione C K

3 il modello nomologico-deduttivo della spiegazione e della previsione 2 L 1, L 2, … ( leggi universali ) C 1, C 2, … ( condizioni iniziali ) K spiegazione ( K = descrizione di un fatto già noto) previsione ( K = descrizione di un fatto da accertare) 3 la crescita della scienza: riduzione e accumulazione es.: Galileo Keplero Newton Einstein

4 continua Il problema dellosservazione e della base empirica

5 continua

6 difficoltà per la creazione di un unico linguaggio osservativo losservazione (specialmente per come è impiegata nella scienza reale) sembra essere carica di teoria (theory-laden ) molto spesso, nella scienza reale, la funzione delle regole di corrispondenzaè svolta da vere e proprie ipotesi ausiliarie, talvolta da intere teorie

7 Popper, linduzione e la falsificazione induzione come generalizzazione a partire dallosservazione a 1 ha la proprietà P a 2 ha la proprietà P a 3 ha la proprietà P … a n ha la proprietà P dunque : tutti gli a hanno la proprietà P ? 1827: Ampère, La teoria matematica dei fenomeni elettrodinamici. Unicamente dedotta dallesperienza

8 ...Questo principio si potrebbe chiamare di induzione, e i due punti di cui consta si potrebbero esprimere così: a ) quando una cosa di tipo A si presenta insieme a una cosa di altro tipo B, e non si è mai presentata separatamente da una cosa del tipo B, quanto più grande è il numero dei casi in cui A e B si sono presentate assieme, tanto maggiore è la probabilità che si presenteranno assieme in un nuovo caso in cui si sa che A è presente; b ) in circostanze uguali, un numero sufficiente di casi in cui due fenomeni si siano presentati assieme farà della probabilità che si presentino ancora assieme quasi una certezza, e farà sì che questa probabilità si avvicini illimitatamente alla certezza ( B. Russell, 1912) continua il principio dinduzione: ma lo stesso Russell richiama la nostra attenzione sul triste destino del pollo induttivista: Luomo da cui il pollo ha ricevuto il cibo per ogni giorno della propria vita gli tirerà alla fine il collo, dimostrando che unidea meno primitiva delluniformità della natura avrebbe potuto giovare allanimale. !...

9 fare a meno del principio di induzione significherebbe nientemeno che privare la scienza dal potere di decidere la verità o la falsità delle sue teorie. È chiaro che senza di esso la scienza non avrebbe più il diritto di distinguere le sue teorie dalle creazioni fantastiche e arbitrarie della mente di un poeta. Il principio di induzione è accettato senza riserve da tutta quanta la scienza, e anche nella vita di ogni giorno nessuno può seriamente metterlo in dubbio. continua Hans Reichenbach (1930)

10 continua L induzione, cioè l inferenza fondata su numerose osservazioni, è un mito. Non è né un fatto psicologico, né un fatto della vita quotidiana, e nemmeno una procedura scientifica. (1963) L atto di concepire o dell inventare una teoria non mi sembra richiedere un analisi logica né esserne suscettibile. La questione di come accada che a un uomo venga in mente un idea nuova – un tema musicale o un conflitto drammatico o una teoria scientifica – può rivestire un grande interesse per la psicologia empirica, ma è irrilevante per l analisi logica della conoscenza scientifica […] Ogni scoperta contiene un intuizione creativa. (1934/1959)

11 scoperta scientifica creazione artistica continua ! 1865: il chimico F.A. Kekulé… …cade addormentato e sogna un serpente che si morde la coda… …al risveglio trae ispirazione dal suo sogno per elaborare unipotesi (in seguito controllata con successo) per un problema sul quale stava lavorando: i sei atomi di carbonio della molecola di benzene sono disposti ad anello! 1816: il poeta romantico inglese S.T. Coleridge… …cade addormentato e sogna personaggi di una terra esotica e immaginaria… …al risveglio scrive una delle sue poesie più suggestive e famose: Kubla Kahn

12 il falsificazionismo continua lasimmetria logica fra verificazione e falsificazione che cosè la scienza? – principio di falsificabilità come funziona? – congetture e confutazioni metodo ipotetico-deduttivo : Dare una spiegazione causale di un evento significa dedurre unasserzione che lo descrive, usando come premesse della deduzione una o più leggi universali, insieme con alcune asserzioni singolari dette condizioni iniziali. Per esempio, possiamo dire di aver dato una spiegazione causale della rottura di un certo pezzo di filo se abbiamo trovato che il filo ha una resistenza alla trazione di ½ kg, ed è stato caricato con un peso di 1kg. Se analizziamo questa spiegazione causale troveremo che consta di diverse parti costituenti. Da una parte abbiamo lipotesi: Un filo si rompe tutte le volte che viene caricato con un peso che supera il peso che definisce la resistenza alla trazione di quel filo, e questa è unasserzione che ha il carattere di una legge universale di natura. Dallaltra parte abbiamo certe asserzioni singolari (in questo caso due) che sono vere soltanto per levento specifico in questione: Il carico di rottura di questo filo è ½ kg, e: Il peso con cui è stato caricato questo filo è 1 kg.... Dalle asserzioni universali, insieme con le condizioni iniziali, deduciamo lasserzione singolare: Questo filo si romperà. Diciamo che questasserzione è una predizione specifica, o singolare. L 1, L 2, … ( leggi universali ) C 1, C 2, … ( condizioni iniziali ) K spiegazione ( K = descrizione di un fatto già noto) predizione ( K = descrizione di un fatto da accertare)

13 continua EK47 ipotesi: se una carta ha una vocale su una faccia, allora ha un numero pari sullaltra faccia per sapere se lipotesi è vera per le quattro carte qui sopra, quante e quali di esse bisogna girare?


Scaricare ppt "Le origini: il neopositivismo logico empirismo logico o neopositivismo logico origini storiche: Vienna, Berlino – 1920-30 le influenze e i problemi: la."

Presentazioni simili


Annunci Google