La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

INFORMATICA UMANISTICA B STORIA DELLINFORMATICA

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "INFORMATICA UMANISTICA B STORIA DELLINFORMATICA"— Transcript della presentazione:

1 INFORMATICA UMANISTICA B STORIA DELLINFORMATICA

2 RIASSUNTO La nozione di algoritmo Macchine calcolatrici Modelli matematici della computazione: la macchina di Turing Computer elettronici

3 I: LA NOZIONE DI ALGORITMO Un PROGRAMMA e un ALGORITMO posto in forma comprensibile al computer Il nome ALGORITMO non e stato inventato dagli informatici ma dai matematici Deriva dal nome del matematico persiano Muhammad ibn Mūsa 'l-Khwārizmī che attorno all825 scrisse un trattato chiamato Kitāb al-djabr wa 'l-muqābala (Libro sulla ricomposizione e sulla riduzione) Muhammad ibn Mūsa 'l-Khwārizmī AL-KHWARIZMI ALGORISMO ALGORITMO (ALGEBRA deriva da AL-DJABR)

4 ALGORITMO Definizione informale di ALGORITMO: una sequenza FINITA di passi DISCRETI e NON AMBIGUI che porta alla soluzione di un problema

5 UN PROBLEMA, DUE ALGORITMI: IL MASSIMO COMUN DIVISORE

6 MCD: UN ALGORITMO ELEMENTARE A scuola si impara un algoritmo molto semplice per calcolare MCD: la SCOMPOSIZIONE IN FATTORI PRIMI 42 = 2 x 3 x 7 56 = 2 x 2 x 2 x 7 Algoritmo MCD(M, N): 1. Scomponi M ed N in fattori primi 2. Estrai i componenti comuni Questo metodo si puo solo applicare per numeri piccoli (la scomposizione in fattori primi e molto costosa)

7 MCD: ALGORITMO DI EUCLIDE Come vedremo piu avanti, i moderni calcolatori non usano lalgoritmo elementare per calcolare il MCD, ma un algoritmo molto piu efficiente la cui prima menzione e negli Elementi di Euclide, e che divenne noto agli occidentali tramite Al-Khwarizm

8 MCD: LALGORITMO DI EUCLIDE MCD(M,N): 1. RIPETI finche M N 2. SE M > N, M M –N; 3. ALTRIMENTI, N N – M; 4. RITORNA al passo 1; 5. OUTPUT M

9 II: PRIME MACCHINE CALCOLATRICI Labaco Calcolatrici meccaniche

10 LABACO

11 MACCHINE CALCOLATRICI MECCANICHE Cenni storici: IX – XIII sec. macchine complesse per automazione industriale, in particolare industria tessile. Telaio di Jacquard, controllato da schede perforate di cartone, che rendevano automatica la lavorazione della stoffa e i disegni realizzati nello stabilimento di tessitura Macchina per il calcolo inventata dal filosofo Pascal Macchina analitica di Charles Babbage, modello teorico, venne costruita di recente al museo della scienza e della tecnica di Milano.

12 IL TELAIO A SCHEDE DI JACQUARD

13 LE MACCHINE DI BABBAGE

14 III: LA NOZIONE DI CODICE

15 IL CODICE MORSE Simboli Efficienza

16 III: MODELLI MATEMATICI DELLA COMPUTAZIONE

17 LA MACCHINA DI TURING Una descrizione estremamente astratta delle attivita del computer che pero cattura il suo funzionamento fondamentale Basata su unanalisi di cosa fa un calcolatore (umano o macchina)

18 Le funzioni di un computer elaborare linformazione usando il processore (Central Processing Unit - CPU) memorizzare linformazione usando la memoria principale (RAM) usando la memoria secondaria fare linput/output dellinformazione usando i dispositivi di input/output

19 COMPUTAZIONE E MEMORIA IN UN COMPUTER INPUTOUTPUT MEMORIA CPU IstruzioniDati

20 COMPUTAZIONE E MEMORIA NELLA MACCHINA DI TURING In una macchina di Turing abbiamo : Una CPU: Un PROGRAMMA: un insieme di regole che determinano il comportamento della testina a partire dal suo stato e dal simbolo letto (= sistema operativo) una testina che si trova in ogni momento in uno fra un insieme limitato di stati interni e che si muove sul nastro, leggendo e se del caso modificando il contenuto delle cellette Una MEMORIA: un nastro di lunghezza indefinita, suddiviso in cellette che contengono simboli (ad es. 0e 1);

21 LA MACCHINA DI TURING

22 FUNZIONAMENTO DI UNA MACCHINA DI TURING

23 UNA DIMOSTRAZIONE DEL FUNZIONAMENTO DELLA MACCHINA DI TURING

24 PROGRAMMI E DATI Programmi: Prossima lezione: i programmi dal punto di visto dellhardware I programmi: sequenze di istruzioni per lelaborazione delle informazione Definiscono quale debba essere il comportamento del processore Dati: Distinzione tra dato e informazione: Dato: sequenza di bit, può essere interpretato in più modi diversi Informazione: dato + significato del dato

25 MACCHINA DI TURING UNIVERSALE Nelle macchine di Turing piu semplici, si trova una distinzione molto chiara tra PROGRAMMA (= gli stati) e DATI (= contenuto del nastro) Turing pero dimostro che era possibile mettere anche il programma sul nastro, ed ottenere una macchina di Turing universale – che LEGGEVA sul nastro la prossima istruzione da eseguire prima di leggere i DATI su cui occorreva eseguirla I computer moderni sono macchine di Turing universali.

26 ALCUNI RISULTATI DIMOSTRATI USANDO IL MODELLO DI TURING Non tutte le funzioni sono CALCOLABILI Ovvero: non e possibile scrivere un algoritmo per risolvere qualunque problema in modo ESATTO ed in tempo FINITO Il PROBLEMA DELLARRESTO (HALTING PROBLEM): non e possibile dimostrare che una macchina di Turing universale si fermera o no su un programma specifico Questi risultati valgono per qualunque calcolatore, ammesso che valga la TESI DI CHURCH-TURING

27 DALLA MACCHINA DI TURING AI COMPUTER MODERNI La macchina di Turing aiuta a capire come sia possibile manipolare informazione in base a un programma, leggendo e scrivendo due soli simboli: 0e 1 Da questo punto di vista, pur essendo un dispositivo ideale, la macchina di Turing è strettamente imparentata col computer

28 Dalla macchina di Turing alla macchina di von Neumann Un passo ulteriore, volendoci avvicinare al funzionamento di un vero computer, è costituito dalla MACCHINA DI VON NEUMANN

29 Il calcolatore elettronico II guerra mondiale, progetto Manhattan per la costruzione di un ordigno atomico Sviluppo di svariate competenze, fisica, matematica, ecc. supportati dagli ingegneri calcolatori coordinati dai coordinatori di calcolo che passavano informazioni servendosi della posta pneumatica

30 IV: ELETTRONICA E CALCOLATORI Cio che ha permesso il passaggio a calcolatori basati sullelettronica e lo sviluppo di INTERRUTTORI ELETTRONICI: Prima il TUBO A VALVOLE Poi il TRANSISTOR Un interruttore permette di rappresentare i due stati: 1 (= passa la corrente), 0 (= non passa)

31 TUBI A VALVOLE

32 TRANSISTOR E CIRCUITI INTEGRATI

33 CALCOLATORI ELETTRONICI Ispirati alla macchina di Turing 1936 Konrad Zuse costruì in casa lo Z1 usando i relè; 1941 c/o politecnico di Berlino Z3; 1942 macchina per il computo elettronico (Satanasso-Berry- Computer). La memoria erano condensatori fissati ad un grande tamburo cilindrico di 1500 bit; 1944 Howard Aiken di Harvard termina MARK1, una macchina elettromeccanica relativamente veloce, lunga 15m e altra 2,5m. Realizzata in soli 5 anni nel progetto Manhattan.

34 SVILUPPO DEI CALCOLATORI ELETTRONICI 1943 costruito e rimasto segreto fino al 1970 Colossus voluto da W. Churchill. Memorizzazione di dati in aritmetica binaria basati sulla ionizzazione termica di un gas 1946 ENIAC (Electronic Numerical Integrator and Computer) che fino al 1973 ritenuto il primo calcolatore elettronico programmabile 30 armadi x 3m, 30t per una superficie di 180mq 300 moltiplicazioni al secondo La nascita dei transistor: dispositivi elettronici basati sui semiconduttori e sul silicio.

35 DA VON NEUMANN AI CALCOLATORI MODERNI Il modello teorico costituito dalla Macchina di Von Neumann influenzò direttamente la realizzazione di due fra i primi computer: lENIAC (Electronic Numerical Integrator and Computer) e lEDVAC (Electronic Discrete Variable Automatic Computer)

36 DA ZUSE A ENIAC

37 DOPO ENIAC EDVAC: primo computer con programmi in memoria 1948: primo computer commerciale (UNIVAC) 1954: primo computer a transistors (Bell Labs) ~1960: valvole sostituite da transistors 1971: primo microprocessore (Intel 4004) 1975: primo microcomputer (Altair) 1975: fondazione di Microsoft 1976: Apple I e Apple II 1979: primo Spreadsheet (VisiCalc)

38 PROSSIME LEZIONI Architettura di Von Neumann Rappresentazione dei dati

39 LETTURE Ciotti e Roncaglia, Capitolo 2 Macchina di Turing applets wiesbaden.de/weber1/turing/tm.html wiesbaden.de/weber1/turing/tm.html Storia dellInformatica Wikipedia


Scaricare ppt "INFORMATICA UMANISTICA B STORIA DELLINFORMATICA"

Presentazioni simili


Annunci Google