La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Anno scolastico 2010/11 Classi 4^ A e 4^ B sc. A. FRANK A. Pasti.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Anno scolastico 2010/11 Classi 4^ A e 4^ B sc. A. FRANK A. Pasti."— Transcript della presentazione:

1 Anno scolastico 2010/11 Classi 4^ A e 4^ B sc. A. FRANK A. Pasti

2 RIFLESSIONI SULL’ATTIVITA’
SCHEDA DOCUMENTAZIONE PERCORSO DI SCIENZE Anno scolastico 2010/11 Classi 4^ A e 4^ B sc. A. FRANK TEMA CHI COSA E’ STATO FATTO PERCHE’ E’ STATO FATTO RIFLESSIONI SULL’ATTIVITA’ APERTURE E SVUILUPPI FUTURI - Biologia - Dall’uovo al pulcino - Un organismo in trasformazione -- Fasi del ciclo vitale di una specie domestica - Costruzione di un ambiente artificiale climaticamente idoneo Classi IVA e B in collaborazione con II C e con studentessa laureanda scuola A. Frank periodo: 20 gennaio/fine febbraio -Dall’analisi dell’incubatrice a termostato alla preparazione di una incubatrice artigianale con messa a punto di parametri termici e igrometrici. - Osservazione dell’uovo e della sua struttura - Confronto tra uovo fecondato e non fecondato - Pesatura, numerazione, contrassegno posizionale delle uova da incubare. - Osservazioni giornaliere in fase di incubazione e rotazione a 180° delle uova. - Registrazione dati - Sperature settimanali e osservazioni - Assistenza neonatale - Incontro con il veterinario - Confronto fra nascita di pulcini-girini-germogli di quercia -Attività su calore e temperatura: fonte di calore, propagazione del calore, dilatazione termica, scala centigrada. - Osservazioni su evaporazione Coltivare, allevare, prendersi cura di…favorisce senso di appartenenza, responsabilizzazione, cooperazione, interiorizzazione di concetti, capacità espositive e proposte progettuali. C’è forte coinvolgimento emotivo. OBIETTIVI MATEMATICI: - usa la bilancia per misurare forza/peso - legge un termometro in scala centigrada - legge un igrometro in termini di percentuale - usa frazioni in senso statistico OBIETTIVI SCIENTIFICI: - interpreta una trasformazione da fluido dell’uovo a organismo vitale - coglie relazioni organismo/ambiente - conosce modalità di diffusione del calore e dell’umidità I bambini acquisiscono velocemente autonomia e iniziativa nel gestire in prima persona l’esperienza. Sanno spiegare a coetanei concetti e procedure con linguaggio appropriato. Pongono numerose domande e spaziano nella ricerca cooperativa di risposte. Le immagini e le spiegazioni formali (testi, internet, risposte dirette) vengono tenute occulte il più possibile per non “inquinare” la ricerca e la problematizzazione. Per iniziare l’esperienza è utile tenere presenti alcune difficoltà logistiche. Partire dal pulcino può essere una molla adatta per introdurre lo studio dell’organismo umano nelle sue funzioni nei vari apparati soprattutto nei confronti di analogie e differenze dall’embrione in poi. E’ opportuno tornare ad approfondire il concetto di termostato come interferenza e autoregolazione tra due sistemi che “si parlano”. Approfondire trasferimenti di calore: ebollizione, movimenti convettivi, scala centigrada, cosa succede in una fiamma.

3 SINTESI SCHEMATICA DEL PERCORSO

4 Preparazione di incubatrice artigianale come ambiente

5 Esistono due tipi di incubatrice: la prima è quella già costruita che si vende ai supermercati e poi c’è quella che chi vuole se la fa con una lampada di 50 candele così i pulcini pensano che l’incubatrice sia sua mamma. (Giada) Per far nascere i pulcini l’uomo deve riuscire a creare un calore all’ambiente dell’incubatrice pari a quello naturale della gallina. (Riccardo)

6 L’incubatrice dovrebbe stare a 37° però è molto difficile che ci arrivi. (Federico) Abbiamo coperto tutti i buchi o quasi e adesso rimarrà più caldo (Falilou)

7 Quando Asia l’aveva portata era svestita, noi abbiamo messo dei fogli di polistirolo alti un centimetro per non far scappare il calore (Marica)

8 Se tu tocchi la superficie esterna del vetro è bollente
Se tu tocchi la superficie esterna del vetro è bollente. Il polistirolo invece è appena tiepido… (Riccardo)

9 FONTE-CALORE-TEMPERATURA

10 Fonte vuol dire principio di qualcosa però le fonti possono essere viventi oppure non viventi; certe fonti di calore sono fatte dall’uomo (artificiali) tipo la lampada che non è vivente e invece noi umani siamo viventi però emaniamo lo stesso caldo (Eva) …solo che un uomo è caldo quando è nato, mentre la candela prima è fredda poi quando la accendi si riscalda come il forno, la macchina, il termosifone, la lampada. L’uomo non è così ma prima o poi si spegne (muore). (Federica D.) La candela illumina tutta la casa, la Marika no (Manuel) Il bambino è una fonte di calore perché mette il termometro sotto il braccio e misura la temperatura del corpo (!!!). (Chiara) Quando noi siamo vicini a una cosa più fredda noi la riscaldiamo (Roberto)

11 Certe volte alle fiere fanno vedere una certa mostra che fa capire che per far funzionare delle cose servono i pannelli solari però per i pannelli ci vuole il sole e la luce (Asia) Per me ci sono anche cose che non sono fonti di calore per esempio le coperte e i vestiti. (Marika) Per me tra un meteorite e il sole, la fonte di calore è il sole (Nicole G.) Ci sono fonti di calore ancora più potenti del sole tipo certe stelle che anche se sembrano piccole sono molte più grandi del sole, anche il sole prima o poi si spegne (Iris) Allora per me una fonte di calore riscalda e fa calore, certe volte brucia, scotta, certe volte riscalda e basta (Jacopo)

12 PER MISURARE LA TEMPERATURA

13

14 SCENDE LA TEMPERATURA DIMINUISCE
L’ AGITAZIONE SALE LA TEMPERATURA AUMENTA L’ AGITAZIONE

15 Per creare una specie di corporatura, quasi esterna della gallina abbiamo messo dentro l’incubatrice una vaschetta d’acqua per poi evaporarla. (Falilou) … Però c’era il problema che l’umidità era a 20% mentre dovrebbe dovrebbe essere a 50%, allora abbiamo pensato che potevamo mettere dentro l’incubatrice una vaschetta di acqua così che l’acqua evaporasse perché il vapore è umidità (Rossella)

16 Misuriamo le uova… L’uovo non ha la forma tutta uguale perché da una parte è bella rotonda e dall’altra è un po’ dritta. La parte più arrotondata va rivolta verso l’alto (Gessica)

17

18 Registrazione sistematica dei dati

19 Analisi del guscio, analisi delle membrane, osservazione accurata delle cellule germinative

20 Abbiamo messo le uova in tre incubatrici diverse: - quella col termostato che si arrangia a tenere la temperatura a 37°, - quella costruita da noi che finalmente è abbastanza ben regolata con la temperatura e con l’umidità (55%): bisogna aprirla il meno possibile. - quella delle seconde dove le uova vengono girate con la leva senza aprire.

21 Dopo una settimana: la speratura: cosa succede nell’uovo…
- cresce prima il cuore, poi una gambetta, poi un po’ di corpo, quando il pulcino si sente formato sguscia l’uovo… (Luca)

22 ORGANISMI: lo stato embrionale come fa a sapere l’uovo che dovrà trasformarsi in pulcino di gallina…
Insegnante: “Perché da quell’uovo non nascerà un germano o un’aquila?” le due cellule che sono dentro sono di gallina, quindi dovrà nascere per forza una gallina (Davide) Se le due cellule sono una maschio e una femmina, come fanno a far nascere soltanto un sesso quando si trasformeranno? (Simone) Se ci sono più cellule maschili diventa un maschio (Amadou) Quando si forma prende la prima cellula che trova (Francesco) Secondo me sono come le cellule umane che si combaciano e nasce un figlio (Brian) Insegnante: ”Cosa mangia il pulcino dentro l’uovo?” La gallina quando fa l’uovo gli mette dentro un po’ di mangiare così gli basta per tutti i ventuno giorni (Luca) Per me il pulcino assorbe un po’ di tuorlo (Francesco)

23 ORGANISMI: lo stato embrionale immaginiamo cosa succederà dentro l’uovo

24

25

26 Quando le cellule si incontrano si formano le vene
Quando le cellule si incontrano si formano le vene. Più crescono le cellule più le vene si attaccano al dentro dell’uovo (Amadou) Per me il pulcino assorbe un po’ di tuorlo (Francesco) Secondo me certi pulcini muoiono perché se prendono qualche colpo le vene si staccano e il pulcino non può più mangiare né respirare (Rossella) Come si forma il sangue del pulcino? (Andrea) Secondo me c’è già il sangue nella cellula, poi si formano tutti gli organi comprese le venuzze. (Chiara) Per me la gallina mette le vene dentro l’uovo che poi si sviluppano (Davide)

27

28

29 Siccome nell’uovo non può mangiare col becco, forse usa quelle vene per mangiare. Sono come un gancio che collegano l’uovo al pulcino (Federica) Le venette fanno funzionare il ciclo dall’uovo al pulcino (Eva) Una parte di uovo si trasforma in corpo di pulcino (Roberto) Noi assorbiamo direttamente dal corpo essendo dentro, il pulcino assorbe dall’uovo quindi è più complicato (Mattia) L’uovo è come la pancia della mamma, però lo nutre per meno tempo perché si forma più velocemente di noi, però si forma da due cellule come noi quindi ha delle cose uguali (Federica)

30 LA NASCITA

31

32

33 Nell’incubatrice di seconda sono nati tre pulcini, nella nostra c’è solo un uovo che si muove… perché questo ritardo? Forse c’erano troppi sbalzi di temperatura (Giulia) Forse abbiamo aperto l’incubatrice troppe volte Forse le abbiamo toccate troppe volte (Federica B.) Forse non avevamo le mani abbastanza pulite (Emanuele) Forse era meglio non girarle a mano (Riccardo) Forse loro le hanno messe prima (Caterina)

34

35

36

37

38

39

40 da uovo a girino da uovo a pulcino da ghianda a piantina

41 CONFRONTI L’uovo di ghianda nutre l’embrione che assorbe la ghianda.
L’embrione una volta nel terreno inizia ad assorbire le sostanze nutritive come il pulcino che appena nato inizia a cercare il cibo, come il girino che cerca qualche alga. (Federica D.) La ghinda dentro non è liquida e l’uovo sì. Se tu vuoi dividere la ghianda lo fai invece con l’uovo non ci riesci. (Asia) La gallina fa le uova tutti i giorni, invece la rana le fa quando ha voglia. (Emanuele) Le uova di rana sono raggruppate come un grappolo d’uva e sono tante, forse perché se un predatore ne prende ne lascia una buona parte. La gallina non le fa attaccate. (Eva) C’è una differenza di tempo, una di ambiente e una di sviluppamento (Kevin) Il pulcino quando deve nascere becca il guscio, il girino forse fa bocconi piccoli e mangia la gelatina che è intorno. (Matilde)

42

43 UN AMBIENTE FAVOREVOLE ALLA VITA
umidità, calore/temperatura, spazio adeguato/compagnia, protezione da predatori e da malattie, alimentazione nell’uovo e fuori UNA VOLTA ASCIUGATE LE PIUME La mia nonna ha detto che i pulcini non possono stare soli sennò muoiono (Asia)

44 Uno spazio adeguato a un corpo ancora piccolo

45 LE DOMANDE AL VETERINARIO
La domanda più ricorrente: - come si fa a capire se il pulcino è maschio o femmina. Altre domande: - quando fanno il loro verso vogliono dire qualcosa? (Giulia D.) - Come mai i pulcini hanno le vene fuori dal corpo mentre noi le abbiamo dentro? (Tommaso) - Perché negli ultimi tre giorni non bisognava girare le uova?(Asia)

46 Perché noi ci dovevamo lavare le mani sennò gli attaccavamo i germi, mentre la gallina non si lava? (Amadou)

47

48 - I pulcini capiscono che il vaccino glielo fai per il loro bene?

49

50 La fonte di calore è la stessa nelle tre incubatrici chiuse da vetro
La fonte di calore è la stessa nelle tre incubatrici chiuse da vetro. In quale incubatrice la temperatura è più alta? Segnala con una crocetta. 60 W 60 W SPIEGA IL PERCHE’ DELLA TUA SCELTA ……………………………… ………………………….. 60 W

51 Nelle tre incubatrici chiuse da vetro c’è la stessa temperatura
Nelle tre incubatrici chiuse da vetro c’è la stessa temperatura. Qual è la fonte che emette più calore? Segnala con una crocetta. 35°C 35°C SPIEGA IL PERCHE’ DELLA TUA SCELTA ………………………………………………………….. 35°C

52 Le tre incubatrici chiuse da vetro hanno la stessa grandezza
Le tre incubatrici chiuse da vetro hanno la stessa grandezza. Hanno anche la stessa fonte di calore. Indica in quale c’è meno umidità. SPIEGA IL PERCHE’ DELLA TUA SCELTA…………………………………..


Scaricare ppt "Anno scolastico 2010/11 Classi 4^ A e 4^ B sc. A. FRANK A. Pasti."

Presentazioni simili


Annunci Google