La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

PERCORSI DIDATTICI SULLA MATERIA E SUI MATERIALI DEI BAMBINI DELLA SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN INS. Anna Aiolfi SC. DELL INFANZIA 1° CIRCOLO SPINEA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "PERCORSI DIDATTICI SULLA MATERIA E SUI MATERIALI DEI BAMBINI DELLA SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN INS. Anna Aiolfi SC. DELL INFANZIA 1° CIRCOLO SPINEA."— Transcript della presentazione:

1 PERCORSI DIDATTICI SULLA MATERIA E SUI MATERIALI DEI BAMBINI DELLA SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN INS. Anna Aiolfi SC. DELL INFANZIA 1° CIRCOLO SPINEA

2 QUALI CARATTERISTICHE ? QUALI PUNTI DI FORZA ? PROPOSTE CHE NASCONO DAI FATTI DELLA REALTÀ, CONTESTI CHE ATTINGONO AL QUOTIDIANO DEL BAMBINO PERCORSI RISPETTOSI DEL SAPERE DEL BAMBINO E DELLE SUE POSSIBILITÀ, MA SUFFICIENTEMENTE PROBLEMATIZZANTI… CONTESTI CHE DALLA PERCEZIONE E DAL FARE CONCRETO PROVOCANO SITUAZIONI DI RAGIONAMENTO PERCORSI CHE OFFRONO MOMENTI DI CRESCITA CONDIVISI È possibile, già dal primo anno della scuola dellinfanzia, cominciare a fare esperienze che conducano i bambini alla costruzione del pensiero scientifico, predisponendo percorsi adatti a sperimentare con materie e materiali diversi.

3 DARE NUOVO SIGNIFICATO AL DISEGNO ASCOLTARE E CAPIRE LE CONSEGNE SPIEGARE CIO CHE SI E DECISO IMPORTANTE DISEGNARE MOSTRARE E RACCONTARE AI COMPAGNI RACCOGLIERLI SECONDO UN CRITERI0 PENSARE INSIEME RICORDARE LE ESPERIENZE PRECEDENTI DISCUTERE SULL ARGOMENTO … CONFRONTARE ESPERIENZE … IDEE.. IMPARARE AD ASCOLTARE … RISPONDERE A DOMANDE … IMPARARE A FARNE.. RIFLETTERE SU CIO CHE ABBIAMO FATTO SENTIRSI PARTE DI UNO SCAMBIO DI IDEE COSA E IMPORTANTE IN UN PROGETTO CONDIVISO

4 Promuovere curiosità verso il fenomeno osservato Scoprire analogie, differenze, regolarità attraverso losservazione e il confronto Prevedere ciò che può succedere, cercare spiegazioni Promuovere nel bambino la costruzione dellidea di materia composta da particelle Immaginare il dentro della materia attraverso di dati percettivi Condividere lesperienza COME? Provocare cambiamenti sulla materia per evidenziare le caratteristiche specifiche Raccontare ciò che si vede… ciò che succede…

5 RUOLO DELL INSEGNANTE PREPARA IL CONTESTO DEL GIORNO (organizzato e pensato ) TIENE ALTO LINTERESSE (contesto nuovo, ambiguo, sufficientemente problematico, tempi e strumenti adeguati ) PONE DOMANDE SIGNIFICATIVE… TIENE INSIEME I PENSIERI (rende comuni i successi, le idee, i problemi, per crescere …) FA SINTESI (modelli condivisi, cosa abbiamo capito..) VERIFICA E DOCUMENTA (i risultati, gli imprevisti, le modifiche, le strade aperte per continuare) RISPETTOSO (delle opinioni, dei tempi,dei fatti da osservare) DISPONIBILE.. (a modificare... deviare, velocizzare, rallentare, rilanciare, rivedere per ….) COMPETENTE e CREATIVO (sa guardare dallalto la disciplina, ha chiari gli obiettivi, sa cogliere i momenti e adattare agli interessi e agli stimoli della classe i percorsi di apprendimento)

6 PERCHE E IMPORTANTE FARE DOMANDE… A COSA SERVONO ALL INTERNO DI UNA CONVERSAZIONE DOMANDE PER CHIEDERE.. Cosa è successo.. Cosa vedete… DOMANDA PER RILANCIARE UNA RISPOSTA, UNA IDEA avete sentito.. Cosa vi sembra … DOMANDA PER CHIEDERE CONFERMA AGLI ALTRI Cosa ne pensate… DOMANDA PER METTERE INSIEME IDEE... è la stessa cosa che ha detto…vorrei aggiungere questo… DOMANDA CHE CERCA UNA METAFORA cosa vi viene in mente…è come se… DOMANDA CHE METTE IN CRISI, CHE PONE UN PROBLEMA …e se …come fare a….quale altro modo per…. DOMANDA CHE MODIFICA LA SITUAZIONE: e se aggiungo... se tolgo… se faccio passare tempo… DOMANDA PER CONTINUARE UN PENSIERO… E poi cosa succederà…cosa pensi potrà accadere… DOMANDA PER COLLEGARE VARI PENSIERI vi ricordate quello che…cosa vi viene in mente…

7 - Aria che mi colpisce (percezione) - Aria che fa succedere cose (relazione causa - effetto) - Aria catturata... contenuta … (struttura) - Come mi accorgo che cè laria? - Come fare a prendere laria? - Cosa succede quando laria mi colpisce … - Cosa sento se corro? - Dove posso trovare laria … gennaio 2004

8 ..quando siamo andati in salone il palloncino si tirava....è leggero....andava dove voleva…..poi tornava giù…..il palloncino andava in alto ma faceva la strada sua, va dove vuole perché cè laria che lo manda ….. Non andavano dritti... lo tocchi e lui si muove con la spinta, è leggero....laria che cè dentro va di qui e di li.. laria dentro cè perché li abbiamo gonfiati…è chiusa con il nodo…non può uscire… LANCIARE Come si comporta il palloncino? SOFFIARE NEL PALLOCINO.. RACCONTIAMO LESPERIENZA Ho preso un po di fiato nella bocca e poi lho mandato dentro al palloncino che si è gonfiato....ci metto la forza del gonfiare poi lho mollo e va da tutte le parti..

9 Il palloncino è aperto con dentro laria…esce forte e va da tutte le parti..lo mollavo...laria è fatta di niente...di fiato... di cose piccole che non si vedono che va dappertutto.. Il palloncino di tutti i colori dentro cè il fiato mio, che ho messo quando lho gonfiato con laria…era piccolo e poi diventa grande…

10 Sono io che prendo laria dalla bocca e gonfio, poi faccio il nodo se no esce… quando lo apro esce.. e si spara in giro.. Gli spruzzi di aria che escono dal palloncino quando lo molli… questo è il palloncino pieno di aria che esce dalla mia bocca..

11 Un altro palloncino gonfio perché spingi laria dentro Con il soffio Un palloncino con dentro laria, è fatta di righe e pezzetti e stanno dentro.. Se lo molli esce tutta.. L ARIA SI MUOVE

12 Si rompe, se lo buco, se lo schiaccio forte…non ce la fa.. Ho appoggiato la penna forte, ho fatto il buco, un rumore forte..e laria esce.. La penna ha fatto il buco e laria ha fatto andare in giro i pezzi.. Laria butta via i pezzetti di palloncino lontani … ho sentito laria che è uscita forte… ha fatto ps… Teniamo aperto il grosso palloncino… e i bambini diventati aria entrano e per riempirlo devono stare attaccati, vicini,devono occupare più spazio possibile.. fino a che la tela si spacca…

13 …tutti i bambini correvano perché sono diventati aria… poi sono andati dentro e io mi sentivo stretta perché eravamo tanti

14 Questo è il telo che fa il palloncino pieno di bambini che fanno finta di essere laria stretti e vicini e dopo il telo si rompe perché siamo troppi per starci..dentro al pallone grosso cerano i bambini che erano aria e io ero aria fredda…

15 …abbiamo pescato laria con i sacchetti che si riempivano…..dovevamo correre e prendere laria.. E i sacchetti facevano rumore….. poi si tenevano stretti e rimanevano gonfi… …io quando ero in salone mi muovevo con le gambe e le braccia così laria che era a polvere andava dentro al mio palloncino Il sacchetto pieno di pezzetti di aria..il sacchetto si riempie di aria.. poi io lo chiudo così laria non esce..però poi ci sono dei buchi si sgonfia.. Piano.. Piano

16 Questa è laria che i bambini avevano preso.. …il bambino correva forte e prendeva tutta laria che era bianca e la metteva nel sacchetto...questa sono io con un sacchetto in mano..e lo portavo sul materasso per prendere tutta aria…

17 Soffiare sul viso… Sentire il soffio che colpisce Cosa succede quando mi colpisce laria… SOFFIARE SULLACQUA SOFFIARE SULLA FARINA

18 …la pallina si muove perché io ci butto laria..che la spinge via….. devi soffiare sulla pallina, sotto,..no sopra.. se no non va…..si fa andare a avanti perché è leggera.. se soffi una cosa pesante non si muove....le palline avevano tanta aria che poi correvano forte.. …bisogna fare venire fuori laria.. Tenerla con la bocca e poi buttarla sulla pallina..

19 ..la bottiglia prendeva aria…poi io la tiravo fuori quando schiacciavo e poi laria usciva e andava sul mio naso e sulla bocca…..tutti insieme giochiamo a spruzzare laria..addosso alla faccia dei bambini e laria labbiamo presa dalle bottiglie.. Laria quando andava fuori dalla bottiglia faceva tutte le palline addosso ai bambini la bottiglia era piena di aria…

20 Questa sono io con i capelli in alto perché lo spruzzo della bottiglietta li ha spostati Ho disegnato i capelli mossi dallaria dello spruzzo Come ti accorgi che cè aria ? …perché la senti che ti colpisce.. devi chiudere gli occhi…..ti entra nella bocca…..si alzano i capelli lunghi…..la senti arrivare e ti prende..

21 .. Una bella idea.. Si apre.. Si aspetta che si riempie.. Poi si chiude Così laria sta dentro non esce … poi si apre e si spara sulla pallina.. È come i capelli.. Laria fa andare la pallina via…

22 Ho disegnato… tutta laria che andava sulle palline perché cosi scappano Stiamo giocando a soffiare sulle palline.. …tutte le palline che corrono via..è un bel gioco…quando spari laria la senti.. E poi lei spinge la pallina come quando abbiamo fatto il soffio

23 ..il bambino schiaccia la bottiglia… Laria che esce spinge la pallina che va lontano....dalla bottiglia esce forte laria… L aria che esce colpisce la pallina e cosi la pallia corre via.. …le mie mani schiacciano la bottiglia e cosi esce tanta aria…

24 Ho disegnato laria che si sentiva vicino al ventilatore…..io sto prendendo tutta laria del ventilatore sulla faccia….. quelli rosa sono i pezzi di carta che sono volati sulle mie braccia… Cosa senti ? Come ti accorgi che cè aria ?

25 .. I capelli si muovono…si alzano.. La sento sugli occhi..devo chiudere gli occhi.. Se metti i pezzi di carta davanti volano… Se passi davanti la senti addosso..

26 I miei capelli si muovevano tutti come le farfalle… Tutta laria che mi veniva addosso sulla faccia..che era calda…

27 Come si fa a soffiare? …si prende laria.. E poi si butta fuori forte….. Io laria la prendo dentro nei polmoni….. Prima la tengo chiusa dentro la bocca e poi la faccio venire fuori forte.. …l aria sta dentro perché viene con il respiro.. e tu quando vuoi la fai uscire forte.. piano.. forte… mi sono dimenticata di fare laria…dentro

28 Immergiamo nellacqua bottiglie piene di aria … cosa succede? Da cosa capisco che cè aria nella mia bottiglia …

29 SI PUO Spingere fuori Sentire Prendere Chiudere dentro Trattenere in bocca COSA FA Spinge Soffia via Sposta Fa girare Muove le cose Colpisce Spinge Fa scoppiare CARATTERISTICHE È calda..fredda.. Non si vede Si sente È in giro È dappertutto Mi accorgo che cè quando Sposta cose Le fa volare La sento in viso Gonfia il pallocino Fa girare la girandola Fa le bolle Si fa… Con la bocca.. Con gli oggetti.. MOVIMENTO CORPO AMBIENTE ENERGIA MATERIA

30 Acqua e materiali diversi per sollecitare analogie, differenze, cambiamenti, permanenze … Utilizzare strumenti diversi per evidenziarne le caratteristiche ESPERIENZE CON LACQUA PER BAMBINI DI 3 ANNI QUALI PROPOSTE E PERCHÈ QUALI POSSIBILI DOMANDE … - Si può fare una montagna dacqua? - Prenderne una fetta? - Portarla con le mani? - Cosa succede quando incontra…

31 Per stimolare strategie risolutive Per mettere in evidenza le specificità dellacqua Per evidenziare le caratteristiche dei contenitori Per osservare la caduta Per parlare in termini di quantità Per parlare in termini di tempo

32 LE PAROLE DEI BAMBINI Con le mani… … non si riusciva con le mani perché lacqua scendeva dai buchetti, se le mani le tenevi a ciotola lacqua non cadeva e si trasportava… e poi abbiamo provato con il bicchiere… con il bicchiere … si trasporta tanta... è più comodo… con il cucchiaio se ne portava poca... bisognava camminare piano piano se no rovesciavi, il cucchiaio blu è più grande, ne porta di più... si va bene… con limbuto… si può trasportare lacqua se metti il tappo al buco con il dito... se metti la mano sotto si può fare… il colino… questo è il tagliasabbia… perché quando prendi la sabbia la taglia e scende fina... con quello non va… perché ha tutti i buchi e viene giù lacqua… non riesco...

33 …Bisogna fare piano perché lacqua scivola… …Cadono le gocce dalla mano… …Passano dentro alla mano… …Bisogna stringere bene la mano a ciotola… …Anche quando vuoi bere con le mani ti cade. …Lacqua è scivolosa, bisogna metterla dentro a cose… dure dove non passa… il bicchiere… …Se cammini piano allora forse…non la perdi. … È meglio prendere il secchiello. …anche il bicchiere... Però è meno… …io ho preso il setaccio e lho persa tutta… e poi ha i buchi… …con il cucchiaino ne prendi poca e poi non ha i bordi… e così la fai cadere… Alcune idee dei bambini… Tutte le gocce vengono fuori dallacqua … la mano che prende lacqua e poi che cade

34 LE RISPOSTE...quando molli la mano cade giù veloce… …arriva dentro a tutta lacqua… sta lì… si mescola … …lacqua si muove tutta… … si formano delle onde… dei giri tondi… …quando la lasci andare arrivano gli schizzi… (ins.) da dove? … Arrivano dallacqua che si scontra… manda gli schizzi in faccia… …succedono le gocce... Perché si spiaccica dentro… …Succede che si muove tutta lacqua e poi si ferma dopo… LE DOMANDE Cosa succede allacqua che cade?… Cosa succede allacqua dentro al catino? …

35 L acqua esce dalla ciotola, se metti ancora sassi grandi… …sale, perché il sasso la spinge in alto... quando entra… Se metti il Sasso... lacqua sale…E poi vengono gli schizzi Ma se metti i sassi lacqua deve uscire… Quanta acqua devo aggiungere per… Cosa succede quando esce dal bordo? Proviamo ad aggiungere acqua lentamente fino a trovare il momento del trabocco......lacqua quando non ci sta più esce… va giù... Sta lì un po, poi cade…Se fai cadere veloce lacqua non riesci a fermarti giusto… al bordo……

36 …che disastro… scappa via… …scivola… non sta su... non si fa... …cade dal tavolo… casca tutta a spruzzi …tu la butti e lei si spiaccica... fa ondine... non sta come quando è nel secchio… scivola via… bisogna fare dei muri... …viene poca sulla paletta… si è tutta sparsa sul tavolo......bisogna asciugare con lo straccio… se la prendi con le mani cade giù... scivola via... passa... non la prendi più…

37 ho disegnato lacqua che cade giù dal tavolo La montagna di sabbia Sono i bambini che cercano di tener su lacqua…

38 In salone drammatizziamo… I bambini si avvicinano per fare lacqua… linsegnante vuole dividerla… ma lacqua si tiene dura con le mani... non vuole staccarsi… vuole stare tutta vicina…

39 LE DOMANDE Quale differenza tra goccia e spruzzo? Come faccio a capire che è una goccia … Fino a quando è goccia?…...la goccia è piccola... tonda… è una sola...la goccia la conti: …...la goccia scende piano quando schiacci… …lo spruzzo è lungo… con tante gocce......fa come il rubinetto quando scende lacqua......fa fino... e poi le gocce…

40 …la spugna quando la schiacci venivano fuori le gocce perché prima la prendevi sul tavolo… …la siringa che fa venire fuori la roba con lo spruzzo... …il contagocce dove viene fuori le goccine piccole e pochine…...la siringa che quando spingi viene fuori lacqua e le gocce… …lo spruzzo della siringa… RACCOGLIERE LACQUA CON IL CONTAGOCCE… CON LA SIRINGA... CON LA SPUGNA … RAPPRESENTARE LA DIFFERENZA

41 Mat.: la spugna con i buchi riempita di acqua…lacqua è fina, è morbida e quando la tocchi non è dura, è molla, è piccola, non è grande. I buchi erano piccoli e lacqua è piccola e allora è entrata dentro. Ricc.: i puntini sono i buchi della spugna e lacqua è andata dentro ai buchetti e quando io ho strizzato tutta lacqua è venuta fuori perché lacqua non è brava a venire fuori da sola, perché quando schiacci viene fuori, quando non schiacci non viene fuori. Anna c.: i buchetti pieni dacqua perché abbiamo tocciato lacqua che se no cadeva per terra, lacqua piano, piano, va dentro alla spugna perché lacqua è morbida. And.: sta venendo su! Edo.: piano, piano, lacqua si attacca sulla spugna. Nic.: lacqua sta andando su. Ele.: lacqua è piccola..è fina Edo.: è liscia, liscia che si scivola. And.: nellacqua che è per terra vedo le cose che sono fuori in giardino. Coro: alberi, rami senza foglie….

42 …È il vasetto dellacqua calda che si colora con le gocce che si scioglievano tutte larghe, subito subito, e diventava tutto di colore... …La goccia va giù e non colora lacqua rimane uguale... le gocce non si rompono… LE DOMANDE Perché lacqua fredda mantiene intera la goccia che cade sul fondo? Cosa cè di diverso tra acqua fredda e acqua calda ?

43 …le goccioline di colore dentro allacqua fredda stanno... si vedono le gocce di colore dentro…...il vasetto era con lacqua fredda, lo sentivo con la mano… È il vasetto di acqua calda e quello di acqua fredda: nellacqua calda la gocciolina colorava tutta lacqua perché il colore si metteva bene e si rompeva sullacqua calda… e facevano colore. …nellacqua fredda le goccioline non si mescolavano e non si rompevano ma andavano giù e si mettevano giù e si vedevano giù...

44 DAI LORO DISCORSI: LE SENSAZIONI…....le mie mani si facevano freddissime e scivolose… …è lacqua che fa mollo il sapone. Lo sentivo con le mani…...la stoffa è molla e anche il sapone... LE DEDUZIONI…...dove va lacqua si bagna tutto......il sapone si faceva piccolo…...la schiuma labbiamo fatta noi perché sbattevamo il grembiule pieno di sapone nellacqua…...è lacqua che scioglie il sapone, lo fa mollo e scivoloso e poi tutto schiumoso… LE APERTURE PER ALTRI DISCORSI…...Ci vuole fino a domani mattina per fare bianco il grembiule, è tutto mollo sulle mani che sono fredde...

45 ...Il sapone è successo che si è sciolto perché lacqua era molle e lha ammollato... …quando tiravi su il grembiule faceva le gocce e il filo di acqua... Cosa succede al sapone… Cosa succede allacqua… Cosa succede al grembiule… E alle mie mani… …io sto lavando il grembiule con il sapone, si sciacquava e si scioglieva e veniva fuori lo sporco e la schiuma... …questa è lacqua che stava cambiando il colore, il sapone faceva la schiuma perché era nellacqua che stava lavando...

46 Le domande: Quanto posso soffiare dentro a una bolla? Come fare per allargarla? Quanto devo soffiare per farla più grande… Quanto dura… Cosa succede quando scoppia? Dovè andata lacqua … laria… il sapone… …Tu soffi poi a un certo punto soffi troppo e lei scoppia… Perché cè troppa aria dentro e lei non ce la fa… …per farla grande devi soffiare piano piano… poi smetti perché se no scoppia… smetti quando senti che non ce la fa più a stare grande… Ins.: cosa senti quando le tocchi? …sono bagnate, fatte di acqua fina… dentro cè il soffio mio… …se le schiacci senti morbido e poi se fai piano le sposti… …è come un cuscino molle…

47 Una bolla grande come una palla. Il bicchiere con dentro le bolle.. Tutte le bolle che escono sono attaccate… vicine… Sono io che soffio dentro allacqua e il soffio fa grosse le bolle che escono e vanno sul tavolo… Tutte le bolle che scoppiano dentro al bicchiere…

48 COSTRUIAMO TRE PISTE PER FAR SCORRERE LACQUA CON DIVERSO MATERIALE… BOTTIGLIE DI PLASTICA SCATOLA DI CARTONE TOVAGLIA CHIEDIAMO DI PREVEDERE COSA SUCCEDE QUANDO METTO LACQUA DENTRO ALLE PISTE...la pista è di cartone, si rompe perché è fatta di cartone...era lacqua che lo rompeva, lacqua lo faceva molliccio... la pista di bottiglia non si rompeva perché le bottiglie sono dure....la pista di stoffa si bagnava moltissimo e sotto uscivano le goccioline.. … corre giù perché parte da alto… …fa un fiume... una cascata… …scende subito subito…...però bagna la tovaglia perché è molla... Quando rovesci lacqua, la tovaglia si bagna perchè non è dura come la bottiglia... Ins.: e la bottiglia non si bagna?... Sì che si bagna, ma dentro... non la fa passare… sta dentro e fuori non bagna…

49 È la pista di cartone: lacqua scendeva giù bagnava tanto il cartone e si rompeva… La pista di bottiglia: lacqua andava veloce non si è rotta… Sulla stoffa lacqua poi scendeva sotto, passava…....questa è la pista di bottiglia e lacqua va giù subito....questa di cartone si vede che bagna e poi si rompe… questa era con la stoffa che faceva lacqua sotto con le goccioline…

50 Mettiamoci dalla parte dellacqua… Cosa succede quando incontra piste di materiali diversi… bagna e scivola bagna e rompe… bagna e passa con gocce… Dalla parte del materiale… la bottiglia la fa scivolare… il cartone la cattura....e si molla… la stoffa ne prende tanta e la lascia passare sotto Ho disegnato… quella di stoffa che si bagna tutta perché è di stoffa… lacqua cade giù, se schiacci la stoffa escono le gocce. Poi questa è di cartone, che lacqua rompe perché bagna il cartone e diventa molle… Questa è fatta di bottiglie, scende giù in fretta… Tutta lacqua caduta sotto La goccia che esce dalla stoffa

51 … lacqua va giù veloce… non si ferma… nel piatto cè acqua uguale… lacqua passa in mezzo ai sassi e poi va nel piatto…...lacqua bagna la farina e fa una buca… e poi scava dentro una strada... e poi prende la farina e la porta giù nel piatto… …lacqua scende e scioglie il sale e va giù un po bianchina… bagna tanto il sale… e poi sparisce dentro… … Ha fatto il fango... Si è presa tutta la terra e si è fatta come il fango perché terra e acqua fanno fango… …la terra è scesa quasi tutta…...sembra che ha fatto appiccicoso......lacqua ha scavato dentro la farina e si è attaccata e poi ha fatto come pasta molla...

52 TOCCHIAMO I VARI IMPASTI: QUALI DIFFERENZE? CERCHIAMO TERMINI ADATTI PER SPIEGARE LE SENSAZIONI… POI IMPASTIAMO … …la farina gialla è polverina… si impasta bene… Sta attaccata alle mani, si fa bene la polpetta anche se metti un po di terra. …Fa solletico sotto alle mani… È sabbiosa… LASCIAMO RIPOSARE LE POLPETTE PER ALCUNI GIORNI, POI... …Sono diventate dure... la mia è ancora molla tanto dentro… io dico che forse ci vuole il forno per farle cucinare, così diventano dure... … Le polpette per essere giuste devono stare bene attaccate... Forse ci voleva ancora farina... … Sono polpette finte, bisogna avere la ricetta per fare le polpette vere… Ins.: perché serve la ricetta? …Per fare una cosa che sta insieme devi sapere cosa va bene mettere insieme..Tipo: fai la torta e metti le cose che servono per fare la torta buona…

53 Scivola... cade… trabocca… Non fa le cose della sabbia... Se la butti si allarga… si spande… Ha bisogno di cose dure che la contengano... Non si divide con le mani... ma torna indietro… Puoi prendere le gocce… e puoi attaccarle... Puoi raccoglierla... e metterla insieme… Lacqua fa schizzi… se gli butti dentro qualcosa… Lacqua trabocca... se metti dentro cose… Lacqua fa bolle se ci soffi dentro… Fa onde se soffi sopra... E si sposta… Lacqua si colora… L acqua si mescola con… Ed altre cose che ancora non abbiamo scoperto…

54 … siamo fatti di materia in un mondo di materia … ci permette di ragionare sui fatti di ogni giorno …affiniamo le abilità percettive...ci permette di mettere ordine alle nostre esperienze …avvia discorsi di particelle...promuove un atteggiamento di conoscenza delle cose... dà senso al nostro fare....cosa cè dentro..quanta forza mi serve… quanta forza ha il materiale …si può tornare indietro…si possono mettere insieme cose.. come… Rompere, pestare, grattugiare materiale diverso con bambini di 4 anni lavorare con la materia è importante perché … Anno 2007

55 Diamo ai bambini alcune cose diverse..mela, arancia, pane secco,l egno..coccio di vaso.. gesso.. Ins. Si possono fare polverine.. con queste cose…..devi rompere in modo da fare pezzi piccoli....la mia mamma fa la mela grattugiata che diventa molla....se prendi una grattugia e schiacci il pane fa fino sotto....anche il gesso io dico che si grattugia bene....fa polvere da gesso..

56 LE PAROLE DEI BAMBINI..è stato bello perché abbiamo grattugiato tutto....è successo che dovevamo grattugiare forte forte se volevamo fare la cosa di polvere fine....il pane si faceva forte e cosi dopo si consumava e diventava polvere di pane…..bisognava fare molta forza con il legno.. Ins. Chi ti diceva di fare molta forza?..era il legno.. perché lui è molto duro e se vuoi fare fino devi schiacciare forte sulla grattugia.... Ci vuole tanta forza anche con il coccio, è molto duro....io ho rotto il pane con un colpo di coccio…perché lui era molto duro e rompe le cose… Ins: anche con larancia?..no.. lei è molla dentro, si lascia grattugiare e fa fina la buccia e poi molloso.. come acqua di arancia più fino di tutti.. Ins: quanto fino?..un fino da 1… perché fai poca forza…

57 Ins. Allora se l arancia è fina da 1, quanto è il legno.. …da 40..perché ci vuole molta forza e lui è duro…non si fa bene il fino e poi anche poco....con il gesso ci faceva un mucchio sotto si faceva meno forza, forza 2, perché non fa il molloso..che è più finissimo… Ins. se larancia vale 1 e il gesso vale 2.. al pane che numero diamo? ….il pane è più duro io dico 3 di forza.. Ins. Teresa ha detto che il legno è duro da 40 e il coccio di vaso..?..di più.. È durissimo..più duro del legno ci vuole un numero grande di forza è tanto.. Ins. Possiamo dare il numero a tutte le cose che abbiamo grattugiato?..se metti il numero piccolo alle cose che hai fatto poca forza..il numero grande e grandissimo per le cose durissime dentro che si fa fatica a grattugiare.. Il duro delle cose viene misurato dai bambini attraverso la quantità di forza che hanno dovuto fare per grattugiare e ottenere fino, polvere,…

58 ..il legno è più difficile da grattugiare perché si fa tanta forza perché è duro da legno.. il legno è più duro da grattugiare del gesso, il gesso ne ho grattugiato tanto tanto, tutto perché era più facile con il gesso devi fare poca forza e lui si lascia fare fino, viene tanto di gesso perché finisce prima la grattugiata.. ASCOLTANDO LE SPIEGAZIONI DELLE RAPPRESENTAZIONI SI NOTA COME I BAMBINI UTILIZZANO IN MODO DIFFERENTE GLI INDIZI A LORO DISPOSIZIONE E COME SI DELINEANO I DIVERSI MODELLI CHE VENGONO UTILIZZATI PER CAPIRE IL FENOMENO la forza che si fa

59 ..dentro alla mia grattugia cera polvere mescolata di tutte le cose… con il pane si fa prima, con il legno si fa forte perché è duro dentro …di più ancora il vaso perché dentro cè più duro che dentro del legno.. comè fatto il dentro..il gesso era più bricioloso, dentro è fatto di briciole....il pane era morbido dentro ci ho messo poco perché era facile rispetto al legno..il legno era molto duro si sentiva anche con la mano se lo prendevi sentivi che era fatto duro..

60 la proprietà della finezza..la polvere del coccio di vaso è molto fina…..quella del gesso è finissima e colorata....quella del pane è fatta di briciole…..la mela faceva il mollo come lacqua.. il tempo..ho fatto presto con il gesso veniva subito fino sotto.. e tutto il colore in polvere molto fina.. anche la mela fa subito mollo da mela…il legno non mi piaceva perché ci voleva molto tempo per fare la polvere..

61 ..per il gesso ho usato forza 1, per il pane ho usato forza 3, per il legno 98 perché è più difficile, è durissimo, la quantità.. ho fatto dei mucchietti.. quello del gesso era tanto, perché il gesso ne fa tanta fina.. poi ho fatto un po di polvere di legno.. perché era molto duro e pochissimo del vaso.. che era durissimo… i numeri..sono io che stavo grattugiando il legno, si sono formate delle polverine, non erano tutte uguali, una gialla, una rosa e una marrone, ma le polverine erano di pezzi piccoli e grandi, quella del gesso era più facile perché ci vuole forza 1, perché è duro, ma si riesce a grattugiare tutto, il legno invece è durissimo ci vuole forza 100mila perché è la differenza … il pane è morbidissimo rispetto al legno e ho messo meno forza…

62 PITTURIAMO CON LE SOSTANZE…..il gesso si che colora lo zucchero no, non disegna lo zucchero non colora secondo me…si sentiva i pezzettini delle polverine sotto che si schiacciavano sul foglio… cerano i pezzettini che lasciavano il colore…si sentiva come un grattino…

63

64 INS: spiegate come funziona il passino....è quello con i buchetti, il tagliasabbia, fa cadere le cose a striscioline e le cose grandi rimangono su incastrate perché i buchetti sono piccoli. La pasta non passa ma ci vogliono i buchi più grandi.. Per la sabbia prendiamo tutti i passini, quello che vuoi perché passa su tutti, perché è fina…la sabbia passa come la pioggia.. La sabbia è passata e sono rimasti solo i sassolini più grossi..anche per la farina usi quelli che vuoi perché passa sempre.. È molto fina come la sabbia.. QUELLO CHE PASSA… CON IL PASSINO PROVIAMO CONFRONTIAMO PASTINA, RISO, SABBIA, CACAO, ZUCCHERO SALE GROSSO E FARINA E VEDIAMO CIO CHE PASSA E NON PASSA DAI FORI DEL PASSINIE

65 Ins: e per il sale grosso?..io scelgo il colino grosso, quello con i buchetti più grandi…cosi passa bene.. Ins: e per il cacao quale passino uso? …Usi tutti, ma adesso si mischia il cacao con lo zucchero e anche con il sale cosi non si vedono più divisi...se vuoi puoi fare un impasto di cose… adesso uno è coperto dallaltro…sopra al passino è rimasta solo la pasta che è troppo grossa per passare....le cose piccole passano sempre sono le cose più grossette che rimangono su perché il passino ha i buchetti che le tiene su...

66 Ins. Adesso come facciamo.. Posso riprendermi la sabba e come… …forse la pasta la puoi prendere con le mani perché è grossa, ma la sabbia no… è troppo piccola…..la sabbia la vedi che è grigia ma non si riesce a prendere il piccolissimo ce ne sono troppi.. Ins: quanti?..tantissimi mille, mille... mille.....non si possono contare perché sono troppi …..se passi tutto esce la sabbia tutta insieme così non è più mescolata con il riso e con la pasta…e non la prendi in fino…..però ci rimane insieme anche il cacao perché è fino come la sabbia e passa anche lui....poi prendi laltro passino con i buchi più grandi cosi esce solo il riso e lo dividi e poi sopra ti rimane la pasta divisa.....bisogna trovare le misure dei passini giusti.....bisogna provare e poi si vede cosa succede…

67 Questa è la pastina grossa Questo è il riso Questa è fina come la sabbia è scesa..dentro al passino è rimasta la pastina e il riso la polverina di sabbia è andata giù perché è fina ed è passata.....abbiamo mescolato tre cose insieme e poi per dividerle le abbiamo passate nel passino e succede che le cose grosse sono rimaste e le cose fini sono scese

68 Cade il cacao rimane il riso Cade la sabbia rimane il sale grosso Cade la sabbia rimangono i sassolini Cade il riso sporco di cacao e rimane la pasta

69 ...quando muovevo il passino scendeva la sabbia perché era fina e passava dai buchi fini e dentro rimaneva la pasta e il riso…che non passavano....ho disegnato dentro al passino la pasta che ha la forma di stelle.. il riso e la sabbia che erano tutte insieme quando si muoveva andava via la sabbia perché passa e la pasta e il riso rimane, perché sono di pezzi grossi e non fini come la sabbia..

70

71 Una proprietà dei materiali usati emersa più volte è la capacità di ASSORBIRE e quella di BAGNARE …che riprendiamo proponendo un altro contesto INCONTRA IL GESSO, IL LEGNO, LA PLASTICA, LA SPUGNA, LA STOFFA…

72 Ins. Perché nel gesso lacqua va subito dentro?..va dentro perché il gesso la lascia passare..entra subito lacqua perché dentro è liscio..fa come la carta lacqua sparisce, va dentro.. Si spande..io vedo che dentro ci sono i buchetti dove va lacqua…il legno non ha i buchetti per me dentro è molto duro quando lo abbiamo grattugiato si faceva fatica e poca polvere perché dentro è duro, il gesso no, si faceva facile la polvere, perché dentro è più mollo del legno…..Il gesso si grattugiava subito e diventa tanto, il legno è duro dentro il legno e il lego sono duri dentro allora la goccia non può entrare, bagna fuori..e si vede che sta li..... I pezzetti di gesso (pezzi dentro) sono un po molli, quelli del legno sono tutti attaccati duri..allora lacqua non passa.. Non può passare dentro..

73 …lacqua nel gesso è arrivata fino a dentro…si vede perché lacqua si spande sul gesso e quando tagli il gesso si vede che lacqua è entrata dentro…e poi la senti sulle mani quando lo prendi senti che è bagnato…..bagnare vuol dire che sei pieno di acqua…come quando entri nel mare e ti bagni…..bagnare succede quando lacqua sta sulle cose tipo le mani...il tavolo… IMMERGIAMO I GESSI NELLACQUA E APRIAMO PER VEDERE DENRO COME SI METTE LACQUA TRE DIVERSI TEMPI D IMMERSIONE

74 Bambini pezzi di gesso che stanno vicini … Bambini acqua che entrano dentro e bagnano i bambini pezzetti di gessi.

75 ..questo è il gesso e ci sono i buchetti piccoli tra i pezzetti e l acqua riesce ad entrare dentro....questo è il pezzo di duplo e ho messo le gocce sopra perchè non entrano dentro.. perché dentro i pezzi del duplo sono messi stretto stretto e non si può passare....questa è lacqua che entra dentro al gesso perché trova dei buchetti e passa in mezzo.. Sul duplo lacqua non entra dentro e la goccia si ferma fuori..e si vede…

76 …l acqua entra dentro al gesso e va anche in mezzo se conti un po di tempo si bagna tutto, noi abbiamo contato fino a venti che è il tempo che serve allacqua per entrare tutta. Ins. Da cosa lo capisci?..perché quando hai tagliato il gesso si vedeva che lacqua era entrata tutta fino dentro.. era tutto bagnato.. Ins: lacqua ha bagnato solo il gesso?..no lacqua bagna tutte le cose.. Se sei mollo entra dentro se invece tieni duro il dentro lei non riesce e rimane fuori come gocciolina....perché il gesso la vuole il duplo invece non la vuole proprio e la tiene fuori e si vede che è bagnato perché lo tocchi..dentro il duplo è fatto di pezzi molto duri che si tengono stretti come abbiamo fatto noi bambini.. - bagnarsi dentro come il gesso - bagnarsi fuori come il duplo

77 Ins: si può grattugiare la carta?..no, ma con le mani la possiamo strappare.. Ins. Che differenza tra grattugiare e strappare?..grattugiare vuol dire fare la polvere, strappare vuol dire fare pezzettini, fare strisce..tirare in lungo Ins. Cosa succede quando strappi? …fa rumore quando strappi il foglio, e viene la riga in mezzo, si rompe il foglio.. si tira e si strappa e si rompe a metà.. si è rotto in due il foglio…se rompi ancora si rispezza ancora e diventa più piccolo.. AD OGNI BAMBINO DIAMO UN FOGLIO DI GIORNALE PER RIPRENDERE DISCORSI DI ROTTURA EMERSI NEI GIORNI PRECEDENTI…

78 CHIEDIAMO DI STRAPPARE IL FOGLIO IN TANTI PEZZETTI.. FINO A OTTENERE IL PEZZO PIU PICCOLO POSSIBILE RACCOGLIENDOLI DENTRO AD UNA CIOTOLA Ins: quante volte si può strappare il foglio?..tante volte, hai fatto 13 strappi, si può fare tanti strappi e il foglio diventa piccolo come la formica....per me puoi fare tanti pezzi, 40mila …1700pezzi, 500 e 12 pezzi, pezzi…..prima avevamo solo un foglio di carta adesso abbiamo tanti pezzi di foglio piccoli.. Ins: e se mettiamo insieme i pezzi che abbiamo raccolto..non fai il foglio perché ormai sono rotti forse se li attacchi....se gli metti lo scotch ma è difficile devi metterli vicini vicini…

79 AGGIUNGIAMO GOCCE DI ACQUA Ins. Cosa succede al foglio..e all acqua…..con lacqua si rompe e diventa morbido, si rompe perché si bagna e quando lo tiri si spezza subito… io lho visto, avevo una scatola di carta e con lacqua si è rotta.. la carta si rompe perché si apre....quando butto lacqua dentro alla carta e si spande in giro.. si rompe tutta… la goccia dellacqua va sopra alla carta e la bagna.. Ins: spiega..si bagna come?..con lacqua perché si è tutta spappolata la goccia si spande sopra fa largo di bagnato… entra dentro al giornale.. si fa bagnato anche sotto al tavolo.. si perché lacqua passa dentro alla carta.. DIAMO LE LENTI Ins. Si capisce come si rompe?..si vedono dei filetti che si sono filati via....il foglio si è rotto a zig-zag..con dei fili....si vedono le parole che si sono rotte con il foglio… a metà…

80 ..si rompono facile con l acqua perché li ammola bene..succede che quando schiacci veniva giù tutta l acqua che stava dentro alla carta.. come fa la spugna..ma lacqua era tutta sporca.. la scritta del giornale viene via e lascia lo sporco nel piattino….. con lacqua la carta si rompeva subito perchè lacqua è forte e lacqua diventava nera perché si stacca il colore dal giornale… LA PROPOSTA È DI UTILIZZARE TUTTI PEZZI OTTENUTI ROMPENDO IL FOGLIO PER REALIZZARE UNA SEMPLICE STRUTTURA.. ACQUA + TUTTI I PEZZI DI CARTA UNA PALLINA

81 ..lacqua è terribile perché quando bagna la carta la spacca…va dentro lammolla e poi si lascia spaccare subito e non si sente neanche il rumore dello strappo....il foglio di carta è stato tutto fatto piccolissimo di pezzetti così… poi con lacqua siamo riusciti a farlo diventare una pallina …una polpetta come quando fai con la sabbia bagnata... prima cera un foglio grande e poi tanti pezzi piccoli di foglio da giornale....Il foglio si strappa perché l acqua è liscia e sfila il foglio di carta....ho disegnato tutte le strisce della carta che poi si inzuppa di acqua e lacqua ammolla la carta e si fa molla dentro…

82 AGGIUNGIAMO ALL IMPASTO LA COLLA LIQUIDA E RICOPRIAMO LA PALLINA OTTENUTA CON PEZZI DI STOFFA BAGNATA CON LA COLLA

83 ..Ieri abbiamo fatto le palline con lacqua e la colla e i pezzetti di stoffa e i pezzetti di giornale… …prima con la carta abbiamo strappato a pezzi tanti quasi di carta e labbiamo messa nellacqua collosa così non si rompe e i pezzi stanno attaccati e sopra abbiamo messo la stoffa che si è incollata perché era bagnata con la colla …lacqua ha colla dentro...è troppo forte, fa mollo prima la carta e poi la fa dura.. Ins: dovè lacqua e la colla? È rimasta poca acqua dentro, perché lacqua è stata struccata nel piatto...lacqua è più forte della stoffa perché la bagna e anche la carta che si rompe con lacqua…..si però lacqua va dentro alla stoffa, cade dentro e non la rompe, si rompe solo con il coltello…la pista di plastica di quando eravamo piccoli non si è rotta con lacqua perché quella è fatta a posta per lacqua, il cartone invece si spacca … … nelle palline lacqua è andata su dove lasciugava,...no è la scaldezza del termosifone che la fa asciugare, è quasi come la bocca perché se fai così con la bocca esce aria calda e si riscalda … il caldo asciuga lacqua e riscalda… Ins. Spiega come… … prende lacqua e la tira via dalla pallina…

84 Chiediamo ad alcuni bambini di mettersi come i pezzetti di carta nella ciotola.. Osserviamo che si mettono vicini.. ma non si abbracciano tra loro, è chiaro che sanno di non essere pezzi di carta attaccati.. ad altri chiediamo di fare finta di essere acqua collosa..che bagna i pezzetti di carta.. Subito i bambini acquacollosa abbracciano stretto il mucchietto di bambini pezzi di carta…

85 Acqua collosa che tiene insieme… Sopra alla pallina di carta e acqua collosa si mettono i bambini stoffa

86 Guidare i bambini ad incontrare la materia attraverso la costruzione di strutture permette di entrare sempre più dentro ai materiali usati fino a considerare linvisibile. Quello che non si può vedere, lo si può immaginare succedere, perché le proprietà dei materiali percepite mentre assembliamo strutture regalano indicazioni su come sono fatti dentro. Anni 4

87 Costruire strutture con materiale diverso per sollecitare lattenzione verso le caratteristiche specifiche del materiale usato Immaginare il dentro della materia attraverso i dati percettivi Riconoscere e utilizzare in modo appropriato il materiale per un progetto Prevedere comportamenti e cercare soluzioni Promuovere il ragionamento per analogia, recuperando esperienze

88 LE PAROLE DEI BAMBINI..quando si costruiva bisognava stare attenti perché cascava tutto. allora si mettevano i pezzi giusti in modo che tutto stava in piedi insieme.. i pezzi stavano bene attaccati se tu li mettevi bene altrimenti non stavano… se mettevi tanti pezzi era difficile fare tutto con lequilibrio.. con pochi pezzi era facile…io avevo fatto un fiore con tutti i petali uguali....alcune cose non stavano in piedi bisognava tenerle con le mani....bisognava cercare di fare la parte sotto che teneva su tutto…..le cannucce avevano vuoto il buco e li si metteva la crocetta che teneva duro le cannucce..

89 ... per costruire una cosa bisogna mettere insieme i pezzi.. Ins. In che modo?... in modo che tutto stia attaccato.. se hai pezzi di carta usi la colla, se hai le cannucce devi metterle dentro a qualcosa che le tenga… le cose che usi devono stare bene insieme si devono incastrare…dure…

90

91 Parliamo… Cosa succede quando attacchiamo molti pezzi? cosa fare per avere una costruzione solida, resistente? da cosa mi accorgo che la costruzione è fragile? quale rapporto tra solidità e numero degli elementi usati.. Disegniamo le nostre costruzioni e contiamo gli elementi che le compongono quante cannucce.. Quante croci…. Scriviamo le nostre formule…

92 17 croci.. punti…incontri 20 cannucce … Proviamo a scrivere i numeri della nostra struttura… 910 Croci cannucce

93

94 Il cartone aveva dei buchi piccoli sui lati e lì dentro ci stava lo stuzzichino bene.. poi lo mettevi anche davanti ma dovevi spingere per bucare il cartone.. Quando entra lo stuzzichino lo puoi lasciare che sta su da solo…dentro nel buco..

95 Facciamo finta di essere il materiale usato.. Come dobbiamo trasformare il nostro corpo per assomigliare allo stuzzicadente… al pongo... al polistirolo ? Quando ho fatto finta... ero duro e anche se mi alzavi rimanevo duro... come fatto di legno…devi essere duro tutto tenere duri i muscoli, perché lo stuzzicadente non si piega…si rompe....e poi con la punta…..il bambino per fare il polistirolo si mette a forma tonda… ma siccome è morbido quando la Bianca lo schiaccia lui sente e si schiaccia in giù… poi torna in su...

96 COSTRUIRE METTENDO INSIEME MATERIALI DIVERSI SIGNIFICA PORRE ATTENZIONE ALLE PROPRIETÀ DEL MATERIALE …i nastri si usano per allacciare con il nodo le cose… perché sono morbidi.. …gli stuzzichini si mettono insieme perché sono duri e bucano… … il pongo anche si lascia bucare cosi sopra ci puoi mettere le cose... … il polistirolo tiene dentro le cose perché si fa bucare… CURARE E ADATTARE I GESTI

97 SIGNIFICA FARE ATTENZIONE ALL EQUILIBRIO AL PESO ALLA FORMA ALLA DIMENSIONE SIGNIFICA TROVARE FORZE E DEBOLEZZE DEL MATERIALE

98 STRUTTURE STABILI STRUTTURE INSTABILI Osserviamo. Il bambino ricerca la solidità della sua costruzione prevedendo le situazioni di instabilità, aggiungendo pezzi… equilibrando la struttura, cercando simmetrie.. Alcune strutture faticano a sostenersi da sole risultano fragili non solo per il tipo di materiale usato, ma per una questione di equilibrio che richiede di sorreggerle con la mano.

99 STRUTTURE IN MOVIMENTO Matilde si accorge che la sua struttura ricevendo una spinta si muove dondolando fino ad esaurimento …

100 LALTALENA NATA DALLIDEA DI UN BAMBINO VIENE COPIATA DA ALTRI CHE LA RIPROPONGONO CON MATERIALI DIVERSI CHE LA RENDONO DIVERSA PER FORMA E PER SOLIDITA

101 Le nostre strutture a confronto con le opere di ALEXANDER CALDER FACCIAMO VEDERE ALCUNE OPERE DI UN GRANDE ARTISTA, CHE METTENDO INSIEME MATERIALE DIVERSO, REALIZZA COLORATE STRUTTURE

102 ALEXANDER CALDER LE SEDIE DI LUDOVICA E SARA

103 SI PUÒ COSTRUIRE UNA SEDIA CON LA CARTA? QUALI STRATEGIE UTILIZZARE… QUALI DIFFICOLTÀ SI INCONTRANO

104 E SE USIAMO UN CARTONCINO QUALI DIFFICOLTÀ ABBIAMO RISOLTO E QUALI RITROVIAMO…

105 FACCIAMO SEDIE CON ALTRO MATERIALE CERCHIAMO LE VARIABILI

106 I bambini trovano in classe tra i giochi il materiale con la forma giusta per rendere più funzionale il prototipo della sedia …

107

108 Cerchiamo il materiale adatto per realizzare una struttura simile che cerca la stabilità nellequilibrio delle sue parti. Alexander Calder

109 LE STRUTTURE FATTE CON I MATERIALI POSSONO ESSERE: Possono essere … FRAGILI..se sono con tanti pezzi....se sono fatte molto alte…..se il materiale non tiene bene. …se non si incastrano forte.....quando hanno poche gambe..quando il materiale non è giusto Possono essere … RESISTENTI …se sono fatte con pochi pezzi..quando il materiale tiene forte....quando sono basse....quando hanno tante gambe… …quando si incastro bene….. quando il materiale usato è giusto..

110 COSA DEVE FARE IL MATERIALE ? Si deve lasciare bucare.. Deve bucare … Si deve lasciare ammollare Deve tenere dentro le cose Deve tenere insieme i pezzi Deve fare come la colla Si lascia schiacciare Si incastra con altri pezzi Deve sorreggere un peso Deve essere funzionale per.. Essere duro o molle…dentro Non si fa piegare o si fa piegare Stare dritto..o storto.. Formare la costruzione Essere modificabile.. Sorreggere, contenere.. Avere una forma ottimizzata Durevole, resistente … Avere un equilibrio… Tenere insieme la struttura Dare una forma funzionale alla struttura Tutti i materiali hanno una forma e una struttura interna che permette in modo diverso di incontrarsi tra loro.

111 PERCHÉ UN PERCORSO SULLE COTTURE? L ESPERIENZA DELLA COTTURA EVIDENZIA IN MODO PARTICOLARE LA TRASFORMAZIONE E IL CAMBIAMENTO DELLA MATERIA LE ESPERIENZE DI CUCINA FANNO PARTE DEL QUOTIDIANO DEL BAMBINO LA COTTURA È ESPERIENZA GIÀ OSSERVATA PUÒ ESSERE DISCUSSA IN FAMIGLIA PUÒ CONTINUARE... INVITA IL BAMBINO A PROSEGUIRE LE SUE OSSERVAZIONI A CASA PERCORSO PER I BAMBINI DI 5 ANNI Anno

112 SAPERE CHE Il CALORE PROVOCA CAMBIAMENTO SAPER DISCUTERE DEL FENOMENO CHE SI OSSERVA IMMAGINANDO CIÒ CHE SUCCEDE DENTRO COGLIERE LE VARIABILI PIÙ IMPORTANTI IN UNA ESPERIENZA DI COTTURA COGLIERE E RACCONTARE LA SUCCESSIONE DELLA TRASFORMAZIONE NEL TEMPO

113 ..vuol dire che metti le cose sul fuoco e aspetti che sono pronte....è pronta quando ha finito di bollire…quando la pasta è morbida....si sente dall odore quando è cotta.. la bistecca.. fa odore....quando è cotta diventa morbida.. quando cucini cambiano le cose…..anche le patate fritte cambiano il colore e si forma una crostina … Ins: perché si cucina ? Cosa significa cucinare?..si cucinano i cibi perché non si possono mangiare crudi, sono tanto duri..le patate si cucinano perché così diventano buone, le prendi dal frigorifero che sono gelate e le butti nell olio caldissimo e loro friggono....vuol dire che prendi una cosa cruda e la scaldi con il fuoco …che fa caldo.. Ins: da cosa capisci che il caldo cucina....lo capisci perché il mangiare cambia diventa buono.. tipo la pasta cruda non la mangi ma quando la cucini diventa pasta buona da mangiare....le cose cucinano anche perché così diventano morbide o croccanti come le patate..

114 … la patata quando si cucina è diventata molle e gialla…si usa lacqua calda… quella che bolle… ho disegnato anche le bolle che si formano.. nellaltra pentola ci sono i pop-corn che si sono cambiati…..le uova cucinate diventano schiacciate, attorno si fa bianco e duretto…e poi giallo la pallina.. Il colore dice quando è pronta da mangiare LA CONSEGNA PER IL DISEGNO Ins. È importante far capire nel disegno il cambiamento…

115 ...ho cotto la pasta, le molle prima erano dure, poi nell acqua calda sono diventate mollicce… mi accorgo che sono pronte quando vanno bene da masticare....sto cucinando la carne da una parte è rossa e fa sughetto perché si sta cucinando dallaltra è ancora cruda perché la devi girare.... cè anche il fumo della cucinata e il profumo…

116 ..la bistecca cotta è colorata e si vede che ha un buon profumo e poi fa il sughetto.....l uovo dentro la pentola diventa bianca con una pallina gialla.. Tutta soda....la bistecca cruda.... ho cucinato la polenta che diventa tutta croccata e molle..

117 …spaghetto crudo e cotto.. quando è crudo è dritto non mollo allora lo metti in pentola e sta dritto....poi lacqua calda lo fa ammollare e allora si mescola e diventa tutto tondo come un filo di lana…..il pane crudo e giallino bianco, tutto molliccio quando lo metti in forno caldo diventa marrocino, croccante e lo senti caldo e poi cè anche il profumo di pane cotto… DISEGNARE IL CRUDO O IL COTTO

118 Ins: Quale differenza… Come si comporta la farina.. Come si comporta l acqua.. …la farina diventa polenta quando incontra lacqua calda che la cuoce si attaccano i granelli si sente profumo…..quando lacqua è fredda invece i granelli vanno nellacqua ma non si attaccano rimangono granelli bagnati… e l acqua rimane acqua … Aggiungiamo la farina in acqua fredda e in acqua calda e mescoliamo…

119 ..nellacqua fredda si rimane uguali la farina va giù, è bagnata ma poi non fa polenta....nellacqua calda la farina si cambia diventa attaccata e si trasforma in polenta non si vede più lacqua…..sopra cè la pentola con lacqua calda con le gocce calde che incontrano la polvere della farina e si appiccicano si cuoce....sotto la pentola con lacqua e la farina che va giù è bagnata ma non cucinata…

120 ..lacqua fredda non trasforma la farina in polenta, lacqua calda invece cucina la polvere perché è andata dentro al granello è lo ha attaccato..ho disegnato lacqua fredda con dentro la farina che andava giù.. Di qua c invece la polenta che si è fatta perché la farina aveva lacqua calda che si è incollata …

121 ..nellacqua fredda non si fa polenta perché lacqua la lascia cadere in polvere in basso....nellacqua calda la farina si fa subito attaccata va dentro al granello lo gonfia si attacca e assorbe la farina.. …l acqua calda serve se vuoi fare la polenta, succede che diventa amica della polvere gialla e diventa appiccicata non si vede più si è cambiata…..nellacqua fredda la farina rimane farina..non cambia....nellacqua calda la farina in piccolo si apre, entra il caldo e diventa polenta..

122 entra nella farina la cucina la fa cambiare la incolla non la fa cadere diventa amica si appiccica si attacca gonfia il granello assorbe si apre si gonfia fa entrare il caldo non cade Raccogliamo le idee..sul comportamento. Nella mano.. Quale sensazione? Cosa succede..cosa sento scivolare.. Posso fare polpette…

123 .. non si riesce a schiacciarla è dura come un sasso…..per sbucciarla bisogna grattarla e poi si sente il duro....si fa fatica a schiacciarla… Ins: perché si fa fatica? …perché è cruda allora il dentro è duro....si può romperla solo se la tagli con il coltello…perché la taglia…..io ho provato a schiacciarla anche con il piede e non si è rotta....quando la cucini allora diventa molla e poi la puoi mangiare, ma la devi cucinare…come patata lessa… Ins: Come rompere la patata cruda ? Sul tavolo patate crude e cotte …

124 Con la stessa forza proviamo a schiacciare una patata cruda e una cotta. Ins: Cosa sento sotto la mano? …sento che è molla come se dentro cè acqua che fa mollo....questa è dura non si lascia schiacciare..tiene duro.. è forte…..quando schiacci la patata cucinata senti tutto mollo e esce anche il bagnato..era lacqua calda della pentola che è entrata dentro e lha fatta tenera.. Ins. Cosa è importante disegnare ? Mat- lacqua calda con le goccioline, che entra e fa ammollare il duro… Cam- il cambiamento che è successo con il cucinare.. Ann- la differenza della cruda e poi di quella cotta Una domanda per riassumere e per riflettere..

125 .. la patata non cotta anche se la schiacci non si lascia schiacciare.... quando è cotta la mano riesce a schiacciare la polpa perché è morbida lacqua calda lha rotta è andata dentro....la patata quando è cotta si schiaccia bene....ho disegnato le gocce di acqua che entrano dentro nella buccia e la sfilano....si capisce che è cotta perché la buccia si apre e se la tocchi senti dentro mollo..

126 la patata cruda quando la metti nella pentola sente il caldo e si cucina.. quando è cotta è facile da schiacciar e il calore l ha fatta morbida dentro. queste sono le goccioline che sfilano la patata e poi spappolano la polpa....sento che dentro è tanto caldo e poi è più molla di prima...si sbuccia facile perché lacqua calda ha rotto la buccia, lha bagnata con il caldo… Si vede ancora il fumo che dice che è calda... COSA SENTO…

127 ..la patata cucinata è molla dentro perché lacqua calda lha ammollata dentro…quasi come purè..la freccia dice che quella cruda deve entrare nellacqua calda..quella cruda è dura dentro e la pelle è dura …..la patata cruda è dura e gialla dentro è tutto duro anche la pelle....la metti nellacqua e aspetti del tempo circa 1 ora poi è pronta quando si sta sbucciando dentro è tutta molle il calore la rilassa e diventa molla.. Le frecce per indicare un processo.. PAROLE PER SPIEGARE cosa fa lacqua calda? SPAPPOLA SFILA AMMOLLA RILASSA FA TENERO

128 ..i bambini acqua calda si muovevano come le gocce di acqua calda.. si scontravano.. Facevano bolle. ACQUA CALDA PATATA CRUDA … i pezzi di patata che fanno il dentro è fatto di bambini vicini, attorno i bambini che si danno la mano fanno la buccia che ricopre… Drammatizziamo il cambiamento della patata.

129 .. La mano della bambina schiaccia la patata quando è cotta…la polpa che è molla si lascia schiacciare.. LA PATATA COTTA I pezzi di patata schiacciata Con la drammatizzazione si evidenzia una caratteristica del calore: IL CALORE PASSA

130 ..dentro alla pentola cè lacqua con le bolle lacqua che si muove va a sbattere contro la patata che scalda la buccia e poi si passa il caldo al giallo della patata che si ammolla....in questa pentola si cucina la patata che si scalda con lacqua che è calda che passa il suo caldo alla patata poi il caldo entra anche in mezzo alla patata che si ammorbida e diventa molla.. Cosa è importante disegnare? come cambia la polpa della patata cosa succede dentro la pentola… cosa sente la buccia…

131 ..la patata dentro sente lacqua calda rimane sempre intera ma cambia dentro perché la polpa diventa molla e facile da schiacciare, perché si apre e si ammolla con il caldo che passa dentro in tutta la patata.. Ascoltando i bambini… raccogliamo gli indizi di una situazione di calore: il fumo gli schizzi il movimento le bolle il profumo il cambiamento

132 ..l acqua bolle lo capisco dalle gocce che si muovono e si schizzano, lacqua calda sfila la buccia della patta, la patate sente caldo e si toglie la buccia come il pop-corn o noi quando abbiamo caldo e poi diventa tutta molle sono le gocce che si scontrano, lacqua si muove e fa muovere anche la patata..perché il calore la fa bollire come piccoli salti..

133 ..ho disegnata lacqua calda che sta tutta attorno alla patata che si muoveva perché le bolle spingevano.. dentro la patata si cucina e diventa molle dentro e poi ci sono le gocce di acqua calda che scoppiano…..lacqua sta bollendo e scalda la patata che prima sente caldo sulla buccia e poi anche dentro la polpa dentro si ammollisce e la patata si cuoce

134 ..la zucchina cotta senti che esce calore con la mano.. se la schiacci si vede che esce il liquido del sugo.. il calore tira fuori il fumo e il liquido …..qui la schiacci ma non si molla nulla, perché è cruda dentro è un po molla e ci sono i semini ma non è molla come quando è cotta...quando la schiacci la zucchina è dura non riesci..non viene fuori lacqua dentro ci sono dei semi..

135 ..la zucchina cruda che dentro ha il duro..quando cuoci diventa morbida dentro si ammorbidisce anche la buccia esce il fumo e il profuma di cucinato e poi anche il succo-acqua.. succede che la zucchina calda ammolla le cose dentro, si squagliano si trasformano in liquido esce tutta lacqua.. Il fumo che fa capire che cè caldo..

136 ..lacqua era calda si capiva che era pronta perché bolliva..poi quando hai messo la pasta si è fermata con le bolle grosse e ha fatto solo le bolle piccole e la schiuma.. Abbiamo lasciato passare un po di tempo.. Ma la pasta non era ancora giusta…dentro si sentiva che era cruda, allora abbiamo contato fino a 50 e poi quando abbiamo provato era cotta tutta anche dentro …poi abbiamo lasciato cucinare ancora la pasta dentro la pentola è diventata tutta molla e poi come se fosse piena di acqua gonfia… ciccionita..e lacqua era diventata poca… L acqua che lacqua si è fermata quando lho assaggiata quella giusta è quella troppo bolle perché è arrivata la p. era cruda dentro tutta cotta cotta,molla Nellacqua calda come cambia… Il colore ( da giallina a bianchina…) la forma ( diventa più grossa, si ingrandisce, si gonfia…) la consistenza (prima era dura, poi cotta, e poi mollissima, collosa.. Il profumo ( di pasta da mangiare)

137 Assaggiamo…..è un po dura.. non è cotta.... dentro si sente con i denti che è cruda…ci vuole ancora tempo....è ancora un po crudina intorno si sente che è mollo perché lacqua calda lo ha scaldato ma per dentro ci vuole più tempo.. …. Io dico che ci vuole ancora due minuti di tempo.. Potremmo contare fino a 50.. Contiamo e poi assaggiamo....è pronta è tutta molle uguale…è diventata ancora più calda.. perché è stata tanto....diventa che scotta più di quella di prima allora se la senti tutta molle va bene… Ins: che differenza cè tra pasta cruda e cotta, da cosa lo capite…..perché ha cambiato colore prima era gialla adesso e sbiancata….. È diventata cotta perché lacqua calda lha scaldata, la fatta molle dentro....la senti perché ha un sapore di pasta giusta..allora la devi scolare… Ins: e se la lascio ancora nellacqua calda…..per me il caldo la fa seccare... si ammolla tantissimo che non la puoi mangiare....sarà ancora più bianca.. bianchissima e collosa… Ins: cosa vedete uscire dalla pentola?..il fumo che dice che cè tanto caldo…sono le bollicine di acqua che con il caldo si spaccano e vanno verso lalto.. diventano piccolissime invisibili perché sono fumo....le bollicine prima si attaccano alla pasta poi si scontrano e poi si spaccano e vanno via… Quale differenza tra : pasta cruda, cotta poco.. cotta giusta, cotta troppo..

138 Cosa succede ai pezzi di cioccolato? Come cambia? Quale il tempo giusto di cottura?..quello che abbiamo tolto è tornato duro si sono fatti i cioccolatini....il caldo del fornello ha sciolto il cioccolato duro…poi quando labbiamo tolto dal calore il cioccolato mollo è tornato duro come prima.. per me è uguale…..quello che abbiamo lasciato sul calore si è bruciato.. È diventato come carbone.... Il caldo prima ha fatto il budino poi ha continuato a cuocerlo sempre di più, si vedevano le bolle, e poi in un colpo è diventato come fango schifoso e anche lodore era schifoso..non era più cioccolato buono…era una cosa bruciata..grumosa..

139 Da cosa si vede che è cotto? Quale parte delluovo è cotta? Mettiamo a cucinare le uova. Togliamo la prima e la apriamo.. Cosa è cambiato…. Togliamo il secondo uovo e apriamo.. Cosa rimane uguale cosa è cambiato? Togliamo il terzo uovo e apriamo… Cosa rimane uguale cosa è cambiato?..il trasparente si cucina subito diventa bianco.. e duro prima era mollo...è lacqua calda che ha cucinato il mollo…e lha fatto diventare diverso.. …se lo tiri fuori dopo tanto è tutto duro…se no quando lo apri vedi che ancora è liquido e molle....quando è cotto il guscio viene via facile …come le patate…

140 Quando si rompe un uovo crudo esce un liquido trasparente che si attacca alle mani molliccio e poi in mezzo cè una pallina di rosso liquido Cotto un poco il dentro è ancora un po liquido Cotto tutto è tutto uguale di durezza 1…Ho disegnato pezzetti di guscio che si rompe e esce tutto il mollo delluovo che non è cucinato 2…. non è tutto cucinato uguale perché quando lo abbiamo aperto è uscito un po di molle giallo.. e invece era cotto il trasparente che era diventato bianco con il calore.. 3…poi dopo tanto luovo era cotto tutto il guscio era caldo e uguale si rompeva e dentro cera il duro del bianco e il duro del giallo QUALE RAPPORO TRA TEMPO E COTTUTA?

141 Ricordiamo lesperienza del giorno prima…..luovo era crudo, prima poi quando è stato nellacqua si è scaldata la buccia e luovo è diventato cotto dentro.. Ins. il guscio è cambiato?..prima era freddo dopo è caldo..ma rimane sempre uguale se lo prendi in mano si schiaccia uguale a prima di scaldarsi… Ins: cosa vuol dire scaldarsi?..vuol dire che prendi il caldo da una cosa come lacqua calda.. Ins. Come fai a prenderlo....te lo passa.. tipo il fornello caldo passa il caldo allacqua.. e poi alluovo.. OSSERVIAMO DURANTE LA DRAMMATIZZAZIONE.. I bambini gocce-dacqua calda passano alluovo il calore …strofinando con le mani il loro corpo…

142 Ins. Perché tocchi con le mani luovo…?.. Così gli passo il calore… perché mi è venuto in mente che quando strofini le mani senti il caldo.. allora faccio finta di fare il caldo che passa e strofino le mani sulla testa del bambino che fa luovo…..è vero anche quando fai il fiato sulle mani senti che ti passa il caldo del dentro del corpo..però bisogna fare presto perché il calore del fiato passa subito… Ins: cosa è importante disegnare …?.. come passa il calore....se strofini le mani.. io dico il calore dellacqua che passa al guscio.. e poi al trasparente fino al dentro che è giallo.. …bisogna far capire che il calore passa quando metti vicino una cosa calda a una cosa che deve cucinare..

143 ..l uovo prima di tutto si scalda con lacqua che scalda la buccia e poi il dentro e passa il caldo sempre dentro…..le mani si stanno strofinando e fanno calore che poi le metti sul viso e senti caldo..perché il calore è passato dalle mani al viso....le guance sono diventate calde perché sono le mani calde sulle guance....ho disegnato il calore dentro allacqua calda....il calore entra dentro all uovo prima scalda la buccia dopo scalda il bianco e dopo il giallo.. LUOVO CHE CUCINA E COME …

144 ..luovo è dentro all acqua calda che si muove e che scalda la buccia....e..poi si scalda il dentro delluovo..sempre verso il dentro, prima il fuori e poi dentro....il bambino che si strofina le mani che diventano calde.. Il calore si forma perché le mani si strofinano forte..e dentro si fa caldo….. quando mette le mani calde sulla guancia succede che passa il calore, le mani hanno scaldato la pelle…

145 luovo è dentro nellacqua calda prima si scalda lacqua dopo si scalda la buccia dopo il trasparente e per ultimo quello giallo...poi ho disegnato il caldo che le mani fanno quando le strofini forte e lo senti se le metti sulla guancia che anche lei diventa calda....le frecce dicono che il calore va a scaldare il bianco prima e poi va a scaldare il giallo.. …le gocce dellacqua sono tutte che si muovono forte stanno bollendo, perché il caldo del fornello le fa muovere veloci…le ho fatte grandi e piccole..

146 Più volte lacqua calda è stata causa di cambiamento nelle esperienze di cottura..dedichiamo una giornata a guardare lacqua che diventa calda… come capisco che si sta scaldando? da cosa capisco che è calda? mentre si scalda.. come cambia…. come posso raccontare la storia dellacqua calda…..le bollicine sono piccole e un po alla volta si staccano da sotto e vanno in fila verso in alto... sembra che vogliono scappare... e poi arrivano in alto e si spaccano come le bolle... e poi tutti gli schizzi fanno il fumo e poi vanno via…

147 …vengono su le bollicine perché si scottano il culo dal fornello, sono tantissime, prima piccoline e poi sempre più grosse… bollone che scoppiano quando arrivano in alto… poi le bollicine si trasformano in fumo.. sono state troppo sullacqua calda, allora si spostano, vengono piccoline e si trasformano in fumo… RACCOGLIAMO LE LORO IDEE… QUANDO CONSEGNANO IL DISEGNO …Si stanno formando le bolle piccole. …Ho disegnato la freccia che fa vedere dove vanno… poi sopra si sta formando tutto il fumo… che fa vedere che cè calore che sta uscendo, con le bolle che scoppiano… sotto cè il fornello che scalda la pentola... che fa scaldare lacqua…

148 1.…le gocce sono ferme nell acqua fredda 2.. si muovono mettendosi in fila e vanno verso l alto perché sotto è troppo caldo 3..quando sono in alto quelle grosse scoppiano, si aprono, fanno uscire la cosa calda.. 4…le bolle sono molto grosse e cè tanto fumo Cosa cè dentro la bolla dacqua?..cè il caldo…lacqua…..il fumo…laria.. Cosa sappiamo sulle bolle.. le bolle si formano con il caldo le bolle cambiano.. vanno verso lalto scoppiano.. Per i bambini le bolle, che si formano e che cambiano movimento e forma, raccontano landamento dellacqua da fredda a calda..

149 1. quando è fredda lacqua è ferma.. 2. è tiepidina, si vedono le bollicine un po piccole che vanno verso lalto.. 3. l acqua calda scatenata con le bolle che scoppiano e il fumo in mezzo le bollicine piccole che sono sul fondo..si mettono in fila....il fumo piccolo....più grandi e in fila...qui cominciano a scoppiare..scoppiano.. un fumo grande perché le bolle di acqua calda hanno tanto fumo dentro

150

151 Ins. secondo voi cè qualcosa che abbiamo cucinato che poi è rimasta uguale…..luovo e la patata sono rimasti uguali fuori di forma ma non dentro....tutte sono cambiate perché il caldo le cambia con la cucinata.. ins… possiamo dire che tutte le cose cucinate sono diventate molli?..solo la cioccolata era dura prima ma poi si è ammolata, e poi si è raffreddata ed è tornata dura.. …no…luovo no! da liquido è diventato duro un poco sodo, ma solo luovo.. La pasta da dura è diventata molle il contrario....anche la patata è diventata molle, mollissima se sta tanto tempo…...il caldo fa cose strane delle volte fa attaccato come la polenta e delle volte fa tanto molle …..come lacqua della zucchina..che quando cucini la puoi schiacciare.. e esce il succo del dentro.... dipende da come sono fatte le cose, la zucchina era già molla dentro con il succo e poi si è ammolata..di più..che si strizzava..la patata era tanto dura dentro e poi è diventata quasi morbida

152

153 STRUTTURA E MATERIALI forma, colore, consistenza..odore.. TRASFORMAZIONE Cotto-crudo, prima-dopo, duro-mollo… E possibile parlare di.. RAGIONANDO PER INDIZI ( movimento..fumo..cambiamento…profumo…) COSTRUENDO MODELLI ( cosa entra e cosa esce.. causa-effetto) TROVANDO ANALOGIE E DIFFERENZE ( è come se… è uguale a.. è diverso da…) PONENDO DOMANDE ( il cibo contiene acqua? Perché si appanna? Ma come è fatto il caldo ?)


Scaricare ppt "PERCORSI DIDATTICI SULLA MATERIA E SUI MATERIALI DEI BAMBINI DELLA SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN INS. Anna Aiolfi SC. DELL INFANZIA 1° CIRCOLO SPINEA."

Presentazioni simili


Annunci Google