La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

CISL - Seminario su Responsabilità sociale dimpresa Per favore, non chiamiamoli investimenti etici Davide Dal Maso Firenze, 30 settembre 2010.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "CISL - Seminario su Responsabilità sociale dimpresa Per favore, non chiamiamoli investimenti etici Davide Dal Maso Firenze, 30 settembre 2010."— Transcript della presentazione:

1 CISL - Seminario su Responsabilità sociale dimpresa Per favore, non chiamiamoli investimenti etici Davide Dal Maso Firenze, 30 settembre 2010

2 2 Introduzione

3 3 Definizioni Linvestimento responsabile e sostenibile (SRI – Sustainable Responsible Investment) è la pratica in base alla quale considerazioni di ordine ambientale, sociale e di governance (ESG – Environmental, Social and Governance) integrano le valutazioni di carattere finanziario che vengono svolte (i) nel momento delle scelte di acquisto e vendita di un titolo o (ii) nellesercizio dei diritti collegati alla sua proprietà Selezione di titoli di società, perlopiù quotate, che soddisfano alcuni criteri di responsabilità sociale, cioè svolgono la propria attività secondo principi di trasparenza e di correttezza nei confronti dei propri stakeholder tra i quali, per esempio, i dipendenti, gli azionisti, i clienti, i fornitori, le comunità in cui sono inserite e lambiente. screening Forme di pressione più o meno diretta sul management della società finalizzate alla modifica di strategie o di prassi al fine di renderle più coerenti coi principi della responsabilità sociale engagement

4 4 Chi sono gli investitori responsabili Privati Individui Famiglie High net worth ….. Investimento diretto Fondi comuni Gestioni patrimoniali ….. Istituzionali Fondi pensione Fondazioni Enti religiosi ….. Investimento diretto Mandati Gestioni separate …..

5 5 Le dimensioni del mercato * * Dati Eurosif provvisori non ancora pubblicati - non citare né divulgare

6 6 Le dimensioni del mercato * * Dati Vigeo provvisori non ancora pubblicati - non citare né divulgare

7 7 Le dimensioni del mercato * * Dati Vigeo provvisori non ancora pubblicati - non citare né divulgare

8 8 Investimento responsabile in Italia Mercato molto meno dinamico che nel resto dEuropa Segmento retail in calo Scarsa consapevolezza da parte degli investitori Scarsa preparazione e motivazioni delle reti Segmento istituzionale ancora poco sviluppato e disomogeneo Dimensioni ridotte e modeste risorse a disposizione Questioni di governance e ruolo di consulenti e gestori Quadro normativo adeguato

9 9 Due approcci diversi Spinta eticaSpinta economica Lobiettivo è quello di perseguire degli obiettivi di natura morale Enfasi sulle esclusioni (settoriali o specifiche) Attenzione retrospettiva Attenzione ai risultati (conformità a standard) Può comportare unalta volatilità del portafoglio Lobiettivo è quello di individuare aree di rischi e di opportunità trascurati dallanalisi fondamentale Ricerca dei best in class Attenzione prospettica Attenzione agli input (strategie, politiche e sistemi organizzativi) Può portare ad una sovraperformance, soprattutto nel medio periodo

10 10 Investimenti responsabili e fondi pensione La domanda che lamministratore di un fondo pensione (fiduciario) deve porsi è: Il mandato che mi ha affidato laderente (fiduciante) comprende delle indicazioni diverse dallottimizzazione del profilo rischio/rendimento in un dato orizzonte temporale? sìno Linvestimento etico è ammissibile Linvestimento etico non è ammissibile

11 11 Investimenti responsabili e doveri fiduciari Prima fase: divieto Il dovere di chi amministra un fondo è di massimizzare il ritorno finanziario per il mandante, a date condizioni di rischio e in un determinato orizzonte temporale; un approccio di IR impedisce o comunque rende più complicato questo compito, in quanto aggiunge un ulteriore obiettivo e quindi costringe a scelte sub-ottimali dal punto di vista della tecnica finanziaria Seconda fase: ammissibilità Lintegrazione di temi ESG nelle fasi di analisi degli investimenti, nella misura in cui consente di rafforzare le previsioni sulla performance finanziaria delle società oggetto di investimento, è certamente lecita Terza fase: quasi obbligo Nel proporsi per mandati di investimento, ci si aspetta che il consulente o lasset manager consideri i fattori ESG come temi da prendere in esame e da valutare con il cliente anche se il fondo pensione non li abbia indicati come rilevanti ai fini dellofferta. Se il consulente o lasset manager mancano di farlo, cè un rischio reale che possano essere citati per negligenza in quanto mancherebbero di assolvere ai propri doveri fiduciari nei confronti del cliente

12 12 Investitori istituzionali responsabili

13 13 Casi di IR tra i FP europei

14 14 APG (Paesi Bassi) Fondo pensione dei dipendenti della pubblica amministrazione e della scuola Con un patrimonio di 220 mld, è il secondo più grande FP al mondo

15 15 APG (Paesi Bassi) Fondo pensione dei dipendenti della pubblica amministrazione e della scuola Con un patrimonio di 220 mld, è il secondo più grande FP al mondo

16 16 APG (Paesi Bassi) Fondo pensione dei dipendenti della pubblica amministrazione e della scuola Con un patrimonio di 220 mld, è il secondo più grande FP al mondo

17 17 PGGM (Paesi Bassi) Fondo pensione dei dipendenti del servizio sanitario e dei servizi sociali Gestisce un patrimonio di circa 70 miliardi

18 18 PGGM (Paesi Bassi) Fondo pensione dei dipendenti del servizio sanitario e dei servizi sociali Gestisce un patrimonio di circa 70 miliardi

19 19 ERAFP (Francia) Fondo integrativo per i dipendenti della funzione pubblica Gestisce un patrimonio di circa 7 miliardi

20 20 Tendenze

21 21 Azionariato attivo Iniziativa congiunta di tutti i maggiori investitori istituzionali norvegesi Indagine, pubblicata, su temi ESG rivolta a tutte le società quotate alla borsa di Oslo Il FP pubblico AP richiede a Sodexo ladozione di una politica sui diritti umani Una sua controllata era stata coinvolta in comportamenti scorretti nella gestione di un centro per immigrati Oltre 80 inv. ist. (USD 14 trillion) hanno firmato una dichiarazione per chiedere alle imprese del settore maggiore trasparenza sulle dazioni in denaro ai governi La campagna pubblica periodicamente rapporti di attività sui progressi ottenuti Esecizio sistematico dei diritti di voto su questioni ambientali We aim to vote on all environmental resolutions in the UK, Europe and North America and, where practical, world-wide. During the year we have voted on 93 environmental resolutions, this was an increase of 72% on the previous year.

22 22 Temi chiave: cambiamenti climatici, diritti umani, lavoro minorile … Oltre 100 inv. ist. hanno richiesto ai governi riuniti alla recente conferenza di Poznan di fissare limiti più rigorosi alle emissioni climalteranti Il comitato etico del fondo sovrano norvegese esclude dagli investimenti le imprese che violano i diritti umani Lesempio è seguito da altri inv. ist. in vari paesi Le imprese che operano, direttamente o attraverso fornitori, in paesi a rischio sono richieste di formulare politiche e di effettuare controlli per evitare casi di lavoro forzato

23 23 Organizzazione interna e selezione dei fornitori Il 55% dei 25 più grandi PF britannici afferma che la capacità di gestire aspetti ESG è un pre-requisito per la partecipazione ai bandi I mandati per gestioni SRI crescono per numerosità e dimensione

24 24 Regolazione Il governo svedese sta valutando un provvedimento che renda obbligatoria la pratica ESG per i fondi del sistema AP ( 80 miliardi) In Belgio sta per essere depositato un progetto di legge, su cui si registra già il consenso del Governo e delle banche, per la definizione di un contenuto minimo per linvestimento etico

25 25 Conclusioni

26 26 Europa e Italia Gli approcci ESG, nelle varie sfaccettature, stanno diventando un elemento comune a livello europeo Non esiste alcuna evidenza che provi alcun tipo di svantaggio di ordine finanziario Il confronto tra la prassi corrente in Italia rispetto ad altri Paesi europei mette in luce un forte ritardo, che è solo in parte spiegabile con alcune differenze strutturali (diffusione, dimensione, età, disponibilità economiche …) In ogni caso, ostacoli di natura tecnica o economica potrebbero essere facilmente superati in presenza di una chiara volontà di fare Esistono ancora in Italia diffusi pregiudizi basati su una scarsa conoscenza della materia. Le barriere appaiono di tipo culturale o forse ideologiche

27 27 Forum per la Finanza Sostenibile Via d'Ovidio, Milano tel fax


Scaricare ppt "CISL - Seminario su Responsabilità sociale dimpresa Per favore, non chiamiamoli investimenti etici Davide Dal Maso Firenze, 30 settembre 2010."

Presentazioni simili


Annunci Google