La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

21 Università degli Studi della Calabria Corso di Diritto Privato Il contratto Patologia nella fase genetica.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "21 Università degli Studi della Calabria Corso di Diritto Privato Il contratto Patologia nella fase genetica."— Transcript della presentazione:

1 21 Università degli Studi della Calabria Corso di Diritto Privato Il contratto Patologia nella fase genetica

2 21 Invalidità dellatto negoziale Latto negoziale è nullo nelle ipotesi previste dalla legge a salvaguardia di valori superiori e di interessi generali Nullità Latto nullo non produce effetti sin dallorigine. Lazione di nullità può essere proposta da chiunque vi abbia interesse. La nullità non può essere rilevata dufficio dal giudice. Lazione di nullità è imprescrittibile, salvi gli effetti dellusucapione e della prescrizione dellazione di ripetizione. Lazione di nullità è di mero accertamento, sicchè la sentenza del giudice è solo dichiarativa di una nullità che deriva direttamente dalla legge. Il negozio nullo non può essere convalidato.

3 21 Invalidità dellatto negoziale Latto negoziale è annullabile quando presenta un vizio che si concretizza in una violazione di regole poste a tutela degli interessi individuali delle parti. Annullabilità Latto annullabile produce i suoi effetti fino allintervento della pronuncia di annullamento, salvo convalida. Lazione di annullamento può essere proposta solo dalla parte nel cui interesse è stabilito dalla legge. Lazione di annullamento si prescrive in cinque anni dalla conclusione del contratto, salvo diversa disciplina in ipotesi particolari. Leccezione di annullamento è invece imprescrittibile purché il contratto non abbia ancora avuto esecuzione La sentenza del giudice ha natura costitutiva, nel senso che produce leffetto dellannullamento del contratto.

4 21 Invalidità dellatto negoziale Latto negoziale è inefficace quando è valido, ma non è in grado di produrre i suoi effetti tipici. Si distingue tra: Inefficacia Inefficacia temporanea e definitiva; Inefficacia assoluta e relativa; Inefficacia originaria e sopravvenuta.

5 21 Accordo simulatorio Artt.1414 ss c.c. Ipotesi di intenzionale divergenza tra volontà e dichiarazione, al fine di creare una situazione di apparenza contrattuale ingannevole per i terzi. Simulazione assoluta Le parti stipulano un contratto, ma in realtà non ne vogliono gli effetti. N.B. Il contratto simulato è nullo per mancanza del requisito essenziale dellaccordo delle parti. Simulazione relativa Le parti stipulano un contratto (simulato), ma vogliono la produzione degli effetti di un contratto diverso (dissimulato). N.B. I contratti sono due. Il contratto simulato (non voluto) è privo di effetti tra le parti. Il contratto dissimulato (voluto) ha effetto tra le parti purché abbia i requisiti di sostanza e di forma previsti dalla legge.

6 21 Accordo simulatorio Tutela dei terzi I terzi pregiudicati dal contratto simulato possono sempre far valere la simulazione nei confronti delle parti (art.1415 c.c.) Gli aventi causa e i creditori del simulato acquirente (che cercano di captare un lucro) fanno salvo il loro acquisto soltanto se erano in buona fede i primi, o se hanno iniziato in buona fede lesecuzione forzata sul bene i secondi. Gli aventi causa e i creditori del simulato alienante (che cercano di evitare un danno) fanno entrambi salvi i loro diritti sul bene alienato se danno la prova della simulazione dellatto di alienazione, prova che possono dare con ogni mezzo (art.1417 c.c.)

7 21 Ipotesi di annullabilità Lannullabilità dellatto negoziale è prevista dalla legge nelle ipotesi in cui latto presenta un vizio genetico (inerente uno dei suoi elementi essenziali) non tanto grave da comportare la nullità dellatto, ma comunque in grado di incidere sulla sua validità perché lesivo delle regole poste a tutela degli interessi individuali delle parti. Incapacità legale di agire Incapacità naturale Latto negoziale è annullabile se posto in essere da un soggetto legalmente incapace di agire perché minore, interdetto o inabilitato. Lannullabilità ridiscende dal solo fatto che sia esistito lo stato di incapacità al momento della conclusione del contratto. Sono annullabili gli atti e i contratti compiuti dal soggetto incapace naturale cioè concretamente incapace di intendere e di volere latto realizzato. Tuttavia (art.428 c.c.): Se si tratta di atti unilaterali è necessario ai fini dellannullamento fornire la prova del grave pregiudizio derivato nel caso concreto allincapace. Se si tratta di contratti, ai fini dellannullamento deve essere dimostrata la mala fede dellaltro contraente.

8 21 Ipotesi di annullabilità Vizi della volontà La volontà di uno dei contraenti si è formata non in maniera libera e spontanea, bensì in modo viziato a causa ed in conseguenza di un fattore esterno o del comportamento dellaltra parte o di un terzo. Errore Definizione Falsa rappresentazione della realtà che induce una parte a concludere un contratto (errore motivo). Falsa formulazione nel mezzo usato per esternare la volontà (errore ostativo)

9 21 Ipotesi di annullabilità Conseguenze Lerrore comporta lannullabilità del contratto sempre che sia essenziale e riconoscibile. E essenziale quando cade: sulla natura del contratto; sulloggetto del contratto; sulla natura o sulla qualità determinante delloggetto; sullidentità o sulle qualità personali dellaltro contraente se determinanti del consenso. E riconoscibile quando laltra parte, usando la normale diligenza, in relazione al contenuto, alle circostanze del contratto o alla qualità dei contraenti, avrebbe potuto rendersene conto. N.B. Lerrore di diritto è lerrore determinato dalla falsa conoscenza delle norme giuridiche e comporta lannullabilità del contratto quando è essenziale, cioè è stato la ragione unica o principale del contratto, e riconoscibile. Lerrore di calcolo comporta soltanto la possibilità della rettifica, salvo che non si tratti di un errore sulla quantità determinante del consenso. In tal caso comporta lannullabilità del contratto. Riferimenti normativi Artt.1427 ss c.c.

10 21 Ipotesi di annullabilità Violenza Riferimenti normativi Riferimenti normativi Artt.1434 ss c.c. Definizione Conseguenze Coazione psichica che agisce sulla volontà della vittima inducendola a stipulare per sottrarsi al male minacciato (violenza morale). Coazione materiale che esclude la volontà del contraente (violenza fisica). La violenza morale comporta lannullabilità del contratto quando il male minacciato è ingiusto e notevole, anche se la minaccia proviene da un terzo estraneo al contratto. Non comportano lannullabilità del contratto né la minaccia di far valere un diritto, né il mero timore reverenziale. La violenza fisica comporta la mancanza della volontà e quindi la nullità del contratto.

11 21 Ipotesi di nullità La nullità dellatto negoziale è prevista dalla legge nelle ipotesi in cui latto presenta un vizio strutturale o una illiceità (inerenti uno dei suoi elementi essenziali) tanto grave da giustificare la reazione negativa dellordinamento, perché lesivo delle regole poste a tutela di valori superiori o di interessi generali. Illiceità ed immeritevolezza della causa Sotto il profilo della causa, come sintesi degli effetti essenziali, gli atti di autonomia negoziale sono soggetti ad un duplice controllo: liceità (art.1343 c.c.) e meritevolezza (art.1322 c.c.). Nel valutare la liceità dellatto, lordinamento giuridico nega tutela agli interessi in contrasto con le norme imperative, lordine pubblico ed il buon costume. Nel valutare la meritevolezza dellatto, lordinamento giuridico impone un controllo diretto a realizzare lidoneità dellatto stesso a rispondere ad una funzione giuridicamente e socialmente utile, cioè ad attuare valori fondamentali. Lilliceità della causa per contrarietà alle norme imperative, allordine pubblico e al buon costume, comporta la nullità del contratto. Il contratto è nullo anche quando la causa è illecita perché costituisce il mezzo per eludere le norme imperative (contratto in frode alla legge – art.1344 c.c.).

12 21 Ipotesi di nullità Illiceità dei motivi Il contratto è nullo quando il motivo per il quale è stato concluso è illecito, a patto che tale motivo sia comune ad entrambe le parti e sia stato determinante del consenso. Mancanza della causa Il contratto è nullo quando è privo della causa (principio di causalità negoziale). Mancanza delloggetto e difetto dei suoi requisiti. Il contratto è nullo quando è privo delloggetto, oppure quando loggetto è impossibile, indeterminato o indeterminabile. Il contratto è nullo altresì quando loggetto è illecito perché contrario a norme imperative, allordine pubblico o al buon costume. Lilliceità delloggetto si estende infatti, in tal caso, allintero contratto. Difetto della forma Il contratto è nullo per mancanza della forma soltanto quando la legge lo prevede espressamente perché reputa la forma elemento essenziale del contratto stesso (forma ad substantiam).

13 21 Recupero del negozio invalido Nullità Principio il contratto nullo non può essere convalidato se la legge non dispone diversamente (art.1423 c.c.). Eccezioni (secondo unimpostazione dottrinaria) : conferma del testamento nullo (art.590 c.c.) conferma della donazione nulla (art.799 c.c.) trascrizione cd.sanante (artt n.6 e 2690 n.3 c.c.)

14 21 Recupero del negozio invalido Nullità delle singole clausole del contratto La nullità parziale del contratto o di una singola clausola importa la nullità dellintero contratto se risulta che i contraenti non lo avrebbero concluso senza quella parte del contenuto colpita dalla nullità (art.1419 c.c. – nullità parziale). Il principio che trova applicazione è quello della conservazione del negozio. N.B. Lessenzialità della clausola invalida è valutata ora in termini soggettivi, avuto riguardo agli interessi perseguiti dalle parti al momento della conclusione del contratto, ora in termini oggettivi, avuto riguardo allidoneità o meno del contratto a produrre una qualche utilità per le parti anche senza la clausola viziata. La nullità di una singola clausola non provoca la nullità del contratto quando la clausola nulla è sostituita di diritto da norme imperative (artt e ° comma c.c. – sostituzione automatica di clausole). Il principio che trova applicazione è quello di realizzazione, attraverso latto di autonomia, di interessi di rango superiore.

15 21 Recupero del negozio invalido Nullità del contratto plurilaterale Nei contratti conclusi fra più parti la nullità del vincolo di una sola parte non provoca la nullità dellintero contratto a meno che la sua partecipazione non debba considerarsi essenziale, tenuto conto delle circostanze (art c.c.). Principio posto a fondamento dellistituto è quello della conservazione del negozio. Conversione sostanziale Il contratto nullo può produrre gli effetti di un contratto diverso, del quale contenga i requisiti di sostanza e di forma, qualora, avuto riguardo allo scopo perseguito dalle parti, debba ritenersi che esse lo avrebbero voluto se avessero conosciuto la nullità (art.1424 c.c.) N.B. Presupposti essenziali: Elemento oggettivo il contratto nullo deve contenere i requisiti di sostanza e di forma previsti per il contratto diverso. Elemento soggettivo con riferimento allo scopo perseguito, si può ritenere che le parti avrebbero concluso il contratto diverso. Conversione formale La conversione formale interviene quando il negozio è nullo per difetto della forma adottata, ma possiede i requisiti di altra forma valida. Il nuovo negozio è identico, sotto il profilo del contenuto, al negozio nullo. Conversione del negozio nullo

16 21 Recupero del negozio invalido Annullabilità La convalida è latto con il quale il negozio annullabile viene recuperato, cioè con il quale il soggetto legittimato alla proposizione dellazione di annullamento manifesta, invece, lintento di rendere il contratto invalido definitivamente efficace (art.1444 c.c.) Si distingue tra: convalida espressa il soggetto che convalida il contratto lo fa attraverso un atto espresso che contiene la menzione del contratto stesso, del motivo di annullabilità e della dichiarazione di convalida. Tale atto è un negozio unilaterale, non recettizio, accessorio rispetto al negozio convalidato; convalida tacita il soggetto che convalida il contratto lo fa tacitamente, dando esecuzione al contratto pur conoscendo il motivo di annullabilità. Convalida

17 21 Recupero del negozio invalido Annullabilità Rettifica La rettifica è un negozio unilaterale recettizio accessorio che consente il recupero del contratto annullabile per errore (art.1432 c.c.) attraverso una modifica del contenuto compatibile con lintento perseguito dal contraente in errore. In pratica, il contraente non in errore, attraverso la rettifica, evita lannullamento del contratto offrendosi di eseguire la prestazione in favore del contraente in errore come se lerrore stesso non si fosse mai verificato. Il principio che trova applicazione è quello della conservazione del contratto

18 21 Rescissione attiene ad un vizio genetico coevo alla conclusione del contratto e tutela l'equilibrio contrattuale. Differenze rispetto a: INVALIDITA' (tutela la libera formazione della volontà) RISOLUZIONE (riguarda un vizio funzionale o sopravvenuto). TIPOLOGIA 1. Rescissione del contratto concluso in stato di pericolo (art c.c.). PRESUPPOSTI. - obbligazione assunta a condizioni inique; - necessità nota alla controparte di salvare sé o altri dal pericolo attuale di un danno grave alla persona. CONSEGUENZE. - Rescissione su istanza della parte lesa; - eventuale equo compenso assegnabile dal giudice alla parte che ha reso la prestazione.

19 21 Rescissione TIPOLOGIA 2. Azione generale di rescissione per lesione -stato di bisogno- (art c.c.). PRESUPPOSTI. - Oggettivi: lesione ultra dimidium/stato di bisogno. - Soggettivi: approfittamento dello stato di bisogno. CONSEGUENZE. - Rescissione con effetto ex nunc (sentenza costitutiva); - non convalidabilità del contratto; - modificabilità attraverso riduzione ad equità; - prescrizione 1 anno; - inapplicabilità ai contratti aleatori; - non pregiudica i diritti acquistati dai terzi, salvo gli effetti della trascrizione della domanda di rescissione.


Scaricare ppt "21 Università degli Studi della Calabria Corso di Diritto Privato Il contratto Patologia nella fase genetica."

Presentazioni simili


Annunci Google