La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Satelliti naturali Moto dei pianeti nel sistema solare e leggi di Keplero.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Satelliti naturali Moto dei pianeti nel sistema solare e leggi di Keplero."— Transcript della presentazione:

1 Satelliti naturali Moto dei pianeti nel sistema solare e leggi di Keplero

2 I pianeti del sistema solare Moto dei pianeti nel sistema solare e leggi di Keplero

3 Le leggi di Keplero

4 Johannes Kepler ( ) Isaac Newton ( ) leggi empiricheleggi teoriche

5 Astronomi e fisici Niccolò Copernico (astronomo polacco) Tycho Brahe (astronomo danese) Galileo Galilei (fisico, matematico, astronomo italiano) Johannes Kepler (astronomo e matematico tedesco) Isaac Newton (matematico e fisico inglese)

6 I - La legge delle orbite Tutti i pianeti si muovono su orbite ellittiche aventi il Sole in uno dei due fuochi.

7 II – La legge delle aree Il segmento che congiunge un qualsiasi pianeta al Sole (raggio vettore) descrive aree uguali in tempi uguali.

8 III – La legge dei periodi Il quadrato del periodo orbitale (T) di ogni pianeta attorno al Sole è proporzionale al cubo del semiasse maggiore (a) della sua orbita.

9 Come si ricava la terza legge di Keplero dalla legge di gravitazione universale

10 Il sistema solare DISTANZA MIN-MAX DAL SOLE (milioni Km) PERIODO RIVOLUZIONE ATTORNO AL SOLE MERCURIO46-69,887,97 G VENERE107, ,70 G TERRA ,26 G MARTE206,7-249,1686,98 G GIOVE740,9-815,711,86 A SATURNO ,42 A URANO ,75 A NETTUNO ,72 A PLUTONE A

11 Riassumendo I LAW II LAW III LAW Parametri programma: Km – 20 m/s Zoom: 2N 3N Fine

12 L’esplorazione planetaria

13

14 MERCURIO

15 Le immagini prodotte, hanno permesso di tracciare una mappa del 45% della superficie del pianeta. Sonda Mariner 10 URSS lancio nel 1973 Sonda BEPI-COLOMBO lancio nel 2013

16 VENERE

17 Inviò la prima immagine della superficie di Venere mentre il lander sopravviveva 53 minuti prima di restare schiacciato. Sonda Venera 9 URSS lancio nel 1975 Sonda Venus express lancio nel 2005

18 Questo filmato è stato costruito con delle foto scattate da Venus Express in avvicinamento a Venere il 22 maggio Al suolo, infatti, la temperatura è di 750 gradi Kelvin, capace di fondere anche il piombo, e con uno spessore e densità dei gas che raggiungono pressioni dell'ordine di 200 atmosfere in superficie.

19 Foto nell’infrarosso dell’atmosfera di Venere. Venus Express, 25 aprile 2006.

20 MARTE

21 20/08/1975: lancio 19/06/1976: orbita attorno a Marte 20/07/1976: atterraggio lander su Marte VIKING NASA

22 Immagine riprese dall'orbiter del Viking 1, la famosa faccia marziana. Apertura alare totale dei pannelli solari: 9,75 m.

23 Il lander Viking 1 tocca il suolo di Marte, il primo ad atterrare incolume su un altro pianeta.

24 Il Viking 1 ( e il Viking 2, atterrato 45 giorni più tardi) fecero foto e raccolsero dati sulla superficie marziana. Superficie di Marte fotografata dal Viking 1. L'orbiter rimase operativo fino al 7 agosto 1980, le trasmissioni del lander cessarono invece l’11 novembre 1982.

25 11/12/1998: lancio 24/09/2000: perdita della sonda MARS CLIMATE ORBITER NASA Risultati: MISSIONE FALLITA

26 04/12/1996: lancio 04/07/1997: arrivo MARS PATHFINDER NASA Consiste di una stazione lander e di un piccolo rover di superficie chiamato Sojourner Tempo impiegato dalla luce per Terra-Marte: 10 min 35 s, Distanza Terra-Marte nel giorno dell'atterraggio: 191 milioni di km Primo rover su Marte.

27 Foto scattata dal rover al lander

28

29 Dimensioni del rover: lungo 65 cm, largo 48 cm, alto 30 cm Peso: 10,6 kg Velocità massima: 1 cm/s Discesa del Sojourne r dalla rampa del lander

30 Marte visto dal rover Sojourner

31 02/06/2003: lancio 25/12/2003: arrivo orbiter nell’orbita stabilita e lander sganciato. MARS EXPRESS ESA Sonda operativa, lander disperso. Lander della Mars Express

32 Valli marziane

33 Paesaggio marziano

34 Ghiaccio in un cratere al polo nord di Marte. Sono presenti tracce di ghiaccio anche attorno al cratere (28 luglio 2005).

35 Il monte Olimpus visto dal Mars Express. oltre 25 km di altezza ed una struttura di oltre 500 km di diametro.

36 Una sezione della scarpata che circonda il vulcano Mons Olympus, 550 km around and up to six km high in places.

37 Spirit 07/06/2003: lancio 04/01/2004: arrivo MARS EXPLORATION ROVER NASA Opportunity 07/07/2003: lancio 24/01/2004: arrivo Rover Spirit

38 Confronto fra Sojourner e Spirit

39 Vedi il lancio del rover Spirit Vedi l’atterraggio del rover Spirit Vedi l’esplorazione di Marte del rover Spirit

40 Le specifiche del rover prevedevano che avrebbe funzionato per almeno novanta giorni. Tali specifiche sono state ampiamente superate e Spirit ha continuato a marciare sul suolo marziano per tutto il 2005, raggiungendo il Lahontan Crater e la Columbia Hills, percorrendo una distanza superiore ai 6 km. Il prossimo obiettivo è la "Terra Promessa". Lo stesso vale per Opportunity, diretto verso il Victoria Crater.

41 Dal 1960 al 2005 le missioni verso Marte sono state sono fallite…

42 GIOVE

43 3/3/1972 lancio 3/12/1973 primo sorvolo di Giove 13/6/1983 uscita dal sistema solare PIONEER 10

44 La sonda ha a bordo una placca d'oro con il disegno di un uomo e di una donna e con informazioni sulle origini e i creatori della sonda stessa, destinate ad ogni extraterrestre che eventualmente un giorno le trovasse.

45 Immagine di Giove trasmessa dal Pioneer 10

46 La Grande Macchia Rossa di Giove, ripresa dalla sonda Galileo il 26 giugno Si tratta di un ciclone di proporzioni immense, quasi tre volte il diametro della Terra, presente nell'atmosfera del pianeta da almeno 300 anni. I venti vi soffiano in senso antiorario a quasi 400 Km all'ora.

47 Famoso per essere l'oggetto più distante creato dall'uomo, all'ultimo contatto avuto il Pioneer 10 si trovava a più di 7,6 miliardi di Km dalla Terra.

48 La sonda ha effettuato importanti ricerche scientifiche nelle regioni esterne del nostro Sistema Solare fino alla conclusione della missione, avvenuta il 31 marzo Il Pioneer 10 sta seguendo la direzione verso la stella Aldebaran, nella costellazione del Toro ad una velocità di 12,155 km/s. Impiegherà più di 2 milioni di anni per raggiungerla. Il 22 gennaio 2003 si rintracciò l’ultimo segnale lanciato dal Pioneer 10.

49 Il 29 luglio 2005, la Voyager 1 era ad una distanza di 14,5 miliardi di Km dal sole. Si sta allontanando dal sistema solare ad una velocità quasi costante di 17,1 km al secondo. Il 17 febbraio 1998, Voyager 1 ha superato il Pioneer 10 e ora è l'oggetto creato dall'uomo più lontano nello spazio.

50 Voyager 1 porta con sé un disco registrato d'oro che contiene immagini e suoni della Terra, assieme a qualche istruzione su come suonarlo, nel caso qualcuno lo trovasse.

51 Io, satellite di Giove.

52 Europa, satellite di Giove.

53 SATURNO

54 12/11/1980: il Voyager 1 è nel punto più vicino a Saturno 5/9/1977: lancio VOYAGER 1

55 Saturno da Cassini

56 Gli anelli di Saturno

57 Teti, satellite di Saturno (foto scatta dalla sonda Cassini).

58 URANO, NETTUNO E PLUTONE

59 Gennaio 1986: il Voyager 2 è nel punto più vicino a Urano 20/8/1977: lancio VOYAGER 2

60 19/01/2006: lancio Tra 9 anni : Plutone NEW HORIZONS NASA prima sonda spaziale destinata a raggiungere Plutone


Scaricare ppt "Satelliti naturali Moto dei pianeti nel sistema solare e leggi di Keplero."

Presentazioni simili


Annunci Google