La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Biblioteca Centrale di Agripolis P. Arduino Università degli Studi di Padova GUIDA ALLA STESURA DELLA BIBLIOGRAFIA Prof. Raffaele Cavalli Sig.ra Dilva.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Biblioteca Centrale di Agripolis P. Arduino Università degli Studi di Padova GUIDA ALLA STESURA DELLA BIBLIOGRAFIA Prof. Raffaele Cavalli Sig.ra Dilva."— Transcript della presentazione:

1 Biblioteca Centrale di Agripolis P. Arduino Università degli Studi di Padova GUIDA ALLA STESURA DELLA BIBLIOGRAFIA Prof. Raffaele Cavalli Sig.ra Dilva Nitti Dott.ssa Micaela De Col Sig.ra Dilva Nitti

2 Che cosè una bibliografia ? Il dizionario riporta: Elenco di testi consultati per la compilazione di unopera scientifica Le citazioni dovranno essere fatte, rispettando alcune regole, in relazione alle varie provenienze del testo citato.

3 Stili citazionali Le citazioni bibliografiche costituiranno la bibliografia del vostro elaborato e quindi per comporla dovrete applicare uno stile di citazione. Gli stili sono numerosi, si basano su standard internazionali ma variano a seconda delle aree disciplinari e possono essere prodotti da associazioni scientifiche e di ricerca o da case editrici per uniformare le pubblicazioni. Le citazioni bibliografiche servono per documentare il vostro percorso di ricerca indicando i documenti (interi volumi, singoli articoli, saggi all'interno di volumi, risorse elettroniche) che avete consultato per redigere il testo e devono consentire il recupero dei documenti stessi.

4 Citazioni bibliografiche le citazioni riporteranno le caratteristiche essenziali (autori, titolo, data, ecc.) dei documenti consultati per poter consentire un agile recupero del documento citato, le citazioni devono essere chiare ed esaustive nelle informazioni fornite, coerenti nell'applicazione dello stile prescelto (una volta scelto uno stile di citazione, va mantenuto nel corso di tutto lelaborato)

5 Stili citazionali: area scientifica vs area umanistica La principale differenza fra i vari stili di citazione consiste nel diverso rapporto che si crea tra il testo scritto, la citazione e lelenco bibliografico. È infatti consuetudine dellarea scientifica non appesantire il testo con indicazioni bibliografiche estese e con note di commento; tradizione propria degli studi umanistici è invece quella di rimandare allapparato delle note lintegrazione del testo e il dibattito critico.

6 Stili citazionali: area scientifica Indicazione bibliografica intertestuale e elenco bibliografico di riferimento alla citazione letterale o alla parafrasi allinterno del testo segue unindicazione fra parentesi tonde – lemma cognome autore/data di edizione – con cui si recupera allinterno dellelenco bibliografico finale (References), ordinato per cognome dellautore, la descrizione completa dellopera citata.

7 Stili citazionali: area scientifica. Per le scienze naturali, biologiche e mediche potete far riferimento ai seguenti stili: –Metodo Chicago B (http://library.osu.edu/sites/guides/chicagogd.html)http://library.osu.edu/sites/guides/chicagogd.html –CBE Scientific Style (Council of Biology Editors - –Vancouver Style or Uniform Requirements Style, è basato sullo standard ANSI adattato dalla National Library of Medicine (NLM) per database come Medline (http://www.nlm.nih.gov/bsd/uniform_requirements.html)http://www.nlm.nih.gov/bsd/uniform_requirements.html

8 Uso delle citazioni allinterno del testo La citazione è un tratto di testo preso da un altro contesto e riportato nella forma in cui compare. Si deve sempre riportare la fonte di derivazione del concetto. Evitare di fornire citazioni per nozioni di conoscenza universale Citazione diretta: Hippoliti (1990) ha suddiviso i terreni in cinque classi di accidentalità Citazione indiretta I terreni si suddividono in cinque classi di pendenza (Hippoliti, 1990)

9 Uso delle citazioni allinterno del testo La citazione del tratto di testo è compresa fra virgolette Esempio A questo proposito Pollini et al.(1990) affermano che i refili con corteccia sono sempre meno appetiti dallindustria cartaria a causa dei processi di lavoro per lasportazione della corteccia

10 Uso delle citazioni allinterno del testo Secondo il numero degli autori la citazione assume la forma seguente: un autore: Hippoliti, 1990 due autori: Baldini e Fabbri, 1985 tre o più autori: Pollini et al., 1990 Se si citano più opere dello stesso/degli stessi autori nello stesso anno: Piegai e Verani, 1989a Piegai e Verani, 1989b

11 Bibliografia Citazioni di libri Citazione del libro nel suo insieme: Cognome N. Anno. Titolo. Complemento del titolo. Città: Casa Editrice, anno. pp [o p ]. Es. Wright J.W Introduction to forest genetics. New York: Academic Press Citazione di un capitolo del libro Cognome N. Anno. Titolo. Complemento del titolo. In Titolo. Complemento del titolo, Cognome N, pp Città: Casa Editrice.

12 Bibliografia Citazioni da riviste (seriali) Citazione di un articolo in rivista con numerazione delle pagine continua dallinizio del volume Cognome N. Anno. Titolo. Complemento del titolo. Titolo rivista Volume: p Cetin O. e L. Bilgel Effects of different irrigation methods on shedding and yield of cotton. Agricultural water management 54: Citazione di un articolo in rivista con nuova numerazione delle pagine per ciascun fascicolo Cognome N. Anno. Titolo. Complemento del titolo. Titolo rivista Volume (fascicolo): p Tarocco C Varata la nuova direttiva sul benessere. Rivista di suinicoltura 43 (2):

13 Citazioni da atti di convegno. Preziosi P Valutazione farmacologica dei principi attivi del carciofo. In Atti del 1° Congresso internazionale di studi sul carciofo, , Bari novembre Torino: Edizioni Minerva Medica. Hall A.B. e B.A. Young Body heat content of dairy cows. In Energy metabolism of farm animals, ed. K.J. McCracken, E.F. Unsworth e A.R.G. Wylie. Proceedings of the 14th Symposium on Energy Metabolism, , Newcastel, Ireland, September Wallingford: CAB International.

14 Altre citazioni Bollettino Lantagne, D.O. e M.R. Koelling Tree planting in Michigan. MSU Extension Bulletin-771. East Lansing, MI: MSU Cooperative Extension Service Leggi e disposizioni Circolare n Prime direttive per lapplicazione del Decreto Legislativo 626/95. Gazzetta Ufficiale n. 194, serie generale, 21 agosto Decreto legislativo n Attuazione delle direttive 89/391/CEE, 89/655/CEE, 89/656/CEE, 90/269/CEE, 90/384/CEE e 90/679/CEE riguardanti il miglioramento della sicurezza e della salute dei lavoratori sul luogo di lavoro. Gazzetta Ufficiale n. 265, supplemento ordinario, 12 novembre

15 Altre citazioni Programmi per computer e documentazione relativa (l'anno di pubblicazione e il marchio di registrazione non sono necessari) –MapInfo for Windows Rel Troy, New York: MapInfo Corporation –SAS User's Guide: Statistics Ver. 5, pp Cary, N.C.: SAS Institute, Inc. Tesi di Laurea –Tavella, E Prova di inserimento di una gru a cavo leggera ad antenna e verricello su stazione motrice semovente nei trasporti forestali in ambiente alpino. Tesi di laurea, Istituto di Selvicoltura, Facoltà di Agraria, Università degli Studi, Padova

16 Altre citazioni Brevetti Boulart, J Processo per la protezione di un prodotto fluido e installazione per la realizzazione del processo. Brevetto francese No (in francese) Comunicazioni personali Hellrigl, B Comunicazione personale Dati non pubblicati Uzielli, L Dati non pubblicati Informazioni da Internet Andreas Stihl Chain saw safety manual.

17 Altre citazioni Una situazione particolare si verifica con la citazione di fonti di seconda mano, ossia nel caso in cui alcune affermazioni di un autore, del quale non si dispone dell'opera originale, siano citate da un altro autore, del quale invece è disponibile l'opera, e risultino importanti per il lavoro di tesi. In questa situazione è corretto citare nel testo il primo autore riportando nella bibliografia finale il riferimento bibliografico nel modo seguente: Baker, F Principles of sylviculture. New York: McGraw Hill (citato da Cappelli, M Elementi di selvicoltura generale. Bologna: Edagricole - Edizioni Agricole della Calderini s.r.l.)

18 Gestione delle citazione e creazione automatica delle bibliografie

19 REFWORKS RefWorks è un programma per gestire le bibliografie con cui si può creare un archivio personale di citazioni, sempre accessibile in Internet sia dalla rete di Ateneo che da casa via proxyproxy

20 Chi può accedere Se sei studente o dipendente dell'Università di Padova puoi usare RefWorks gratuitamente. Consulta RefWorks dai computer collegati alla rete di Ateneo o da casa indentificandoti via Auth-Proxy oppure da qualsiasi postazione Internet autenticandoti col Group Code RWUNIPD (senza accesso però alla tua area personale) Anche i laureati dell'Università di Padova possono continuare ad utilizzare RefWorks nell'ambito del progetto Biblioteca Alumni

21 Cosa si può fare con Refworks Importare i dati in Refworks Importare le citazioni dalle principali banche dati Aggiungere citazioni in Refworks tramite feed RSS Ref Grab-it: per catturare le citazioni che si trovano navigando in Internet

22 Cosa si può fare con Refworks Importare in Refworks bibliografie da file word, excel, access o di testo Strumenti per convertire le bibliografie da un formato ad un altro Inserire le citazioni nei documenti Write-N-Cite: per inserire automaticamente le citazioni e le bibliografie nei testi mentre si scrive

23 Accesso a Refworks

24

25 Per accedere a Refworks bisogna registrarsi

26 Per registrarsi Immettere il proprio nome e cognome, scegliere un login name e una password a scelta, e immettere il proprio indirizzo

27 Come usare Refworks Per lutilizzo di Refworks cè unottima guida in linea: e lausilio della pagina Web del CAB:

28 Prima di cominciare… Prima di cominciare ad utilizzare Refworks è consigliato installare alcuni strumenti che completano e integrano il programma: –Write-N-Cite inserisce automaticamente le citazioni e le bibliografie nei testi mentre scriviWrite-N-Cite –Ref-Grab-It: cattura le citazioni che scopri navigando in InternetRef-Grab-It

29 …e per cominciare Per utilizzare RefWorks collegarsi al seguente indirizzo: https://www.refworks.com/Refworks/login.as p?WNCLang=false o utilizzare i collegamenti sul sito della Biblioteca Arduino e/o del Centro di Ateneo per le Biblioteche (CAB)


Scaricare ppt "Biblioteca Centrale di Agripolis P. Arduino Università degli Studi di Padova GUIDA ALLA STESURA DELLA BIBLIOGRAFIA Prof. Raffaele Cavalli Sig.ra Dilva."

Presentazioni simili


Annunci Google