La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

III DECLINAZIONE Alla III declinazione appartiene la maggior parte dei sostantivi latini di tutti e tre i generi: maschili, femminili, neutri. Caratteristica.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "III DECLINAZIONE Alla III declinazione appartiene la maggior parte dei sostantivi latini di tutti e tre i generi: maschili, femminili, neutri. Caratteristica."— Transcript della presentazione:

1 III DECLINAZIONE Alla III declinazione appartiene la maggior parte dei sostantivi latini di tutti e tre i generi: maschili, femminili, neutri. Caratteristica comune a tutti i sostantivi della III declinazione è la terminazione della desinenza del genitivo singolare che è -is. Essi si suddividono in tre gruppi.

2 I GRUPPI DELLA III DECLINAZIONE I gruppi della III declinazione sono: I GRUPPO: nomi imparisillabi (cioè che presentano una sillaba in più al genitivo rispetto al nominativo singolari ad es. con/sul, con/su/lis) con una sola consonante prima della desinenza -is del genitivo. (DI TUTTI E TRE I GENERI)

3 I GRUPPI DELLA III DECLINAZIONE II GRUPPO a) Nomi imparisillabi con due consonanti prima della desinenza -is del genitivo, ad es. fons, fon/tis prima di -is presenta le due consonanti nt. (DI TUTTI E TRE I GENERI) b) Nomi parisillabi (SOLO MASCHILI E FEMMINILI) ad es. imber, imbris; pellis, pellis.

4 I GRUPPI DELLA III DECLINAZIONE III GRUPPO : Nomi neutri che al nominativo singolare escono in -al, -ar, -e. ad es. animal, animalis mare, maris exemplar, exemplaris

5 CARATTERISTICHE GENERALI DELLA III DECLINAZIONE CASISING.PLUR. masch. e femm. neutro masch. e femm. neutro NOM.vario -es-a (-ia) GEN.-is -um (-ium) DAT.-i -ibus ACC.-em (-im) come nom. -es -a (-ia) VOCcome nom. -es -a (-ia) ABL.-e (-i)-e (.i)-ibus

6 IL PRIMO GRUPPO Al primo gruppo appartengono i nomi imparisillabi con una sola consonante prima della desinenza -is del genitivo. (DI TUTTI E TRE I GENERI). Essi presentano queste caratteristiche: a) Ablativo singolare in -e b) Genitivo plurale in -um c) Casi retti del neutro plurale in -a

7 Declinazione di consul, consulis CASISINGOLAREPLURALE NOMINATIVO consulconsules GENITIVO consulisconsulum DATIVO consuliconsulibus ACCUSATIVO consulemconsules VOCATIVO consulconsules ABLATIVO consuleconsulibus

8 Declinazione di virtus, virtutis CASISINGOLAREPLURALE NOMINATIVO virtusvirtutes GENITIVO virtutisvirtutum DATIVO virtutivirtutibus ACCUSATIVO virtutemvirtutes VOCATIVO virtusvirtutes ABLATIVO virtutevirtutibus

9 Declinazione di corpus, corporis (neutro) CASISINGOLAREPLURALE NOMINATIVO corpuscorpora GENITIVO corporiscorporum DATIVO corporicorporibus ACCUSATIVO corpuscorpora VOCATIVO corpuscorpora ABLATIVO corporecorporibus

10 LA RICERCA DEL NOMINATIVO La difficoltà maggiore per i nomi della III declinazione è la ricerca del nominativo sul vocabolario dal momento che esso è vario. Per i nomi imparisillabi (sia con una sia con due consonanti prima di -is) basta seguire queste regole. 1) Guardare la consonante immediatamente precedente la desinenza. 2) Se essa è una dentale (t o d), gutturale (c o g), labiale (p o b) la parola avrà un nominativo sigmatico.

11 L'aggiunta di -s comporta mutamenti fonetici per cui avremo: 1) Le dentali cadono: Es. fontis togliamo -is e otteniamo font, aggiungiamo -s e la t cade, per cui il nominativo singolare sarà fons. Fontis font fonts fons 2) Le gutturali si trasformano in x: Es. ducem togliamo -em e otteniamo duc, aggiungiamo -s e c diventa x, per cui il nominativo singolare sarà dux. Ducem duc ducs dux

12 3) Le labiali rimangono invariate. Es. plebem pleb plebs. Talvolta succede che la vocale i finale del tema della parola (ad es. peditis, tema pedit), si trasformi in e al nominativo singolare per cui: Peditis pedit pedits pedis pedes

13 1) Se la consonante precedente la desinenza è una liquida (l) si avrà un nominativo asigmatico e generalmente il nominativo coincide col puro tema. Es. consul, consulis. 5)Se la consonante precedente la desinenza è una liquida (r) si avrà un nominativo sigmatico (PER TUTTI E TRE I GENERI); concretamente bisogna togliere la desinenza e sostituire -r con -s per ottenere il nominativo singolare. Es. honorem honor honos Tellure tellur tellus

14 Bisogna prestare particolare attenzione ai sostantivi neutri, perché essi spesso presentano -us al nominativo singolare. Perciò per ottenere il nominativo singolare si deve togliere la desinenza e sostituire le ultime due lettere con -us. Es. corpore corpor corp corpus Tempora tempor temp tempus

15 6) Se la consonante precedente la desinenza è una nasale (m o n) hanno un nominativo asigmatico e per ottenere il nominativo singolare bisogna operare così: Se il gen. sing. esce in –onis il nom. sing. esce in –o: per ottenere il nom. sing. si deve levare tutto il gruppo -onis e aggiungere -o Es: centurio, centurionis; ratio, rationis. Se il gen. sing. esce in –inis il nom. sing. esce in –en ( se il termine è neutro) oppure in –o (negli altri generi): Es: homo, hominis (maschile); certamen, certaminis (neutro); nomen, nominis (neutro).


Scaricare ppt "III DECLINAZIONE Alla III declinazione appartiene la maggior parte dei sostantivi latini di tutti e tre i generi: maschili, femminili, neutri. Caratteristica."

Presentazioni simili


Annunci Google