La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Progetto D.I.E.S.I.S. Development and Innovation in Europe of a Social Inclusion System Laboratorio preparatorio alla visita di studio in tema di economia.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Progetto D.I.E.S.I.S. Development and Innovation in Europe of a Social Inclusion System Laboratorio preparatorio alla visita di studio in tema di economia."— Transcript della presentazione:

1 Progetto D.I.E.S.I.S. Development and Innovation in Europe of a Social Inclusion System Laboratorio preparatorio alla visita di studio in tema di economia sociale Lesperienza di Regione Lombardia sugli strumenti di ingegneria finanziari nel POR FSE a cura di Paolo Zaggia Dirigente Ufficio Programmi e Progetti Comunitari - Finlombarda Spa Milano, Palazzo Pirelli, 24 Settembre 2012

2 © 2012 Finlombarda S.p.A. 2 1.Introduzione allo strumento JEREMIE FSE in favore del sistema delle Cooperative sociali in Lombardia. 2.Elenco dei risultati: dalla concezione dello strumento ad oggi. 3.Punti di forza e di debolezza dello strumento finanziario Jeremie FSE secondo alcune chiavi di lettura. 4.Alcune anticipazioni verso il Sintesi grafica del processo Jeremie FSE. INDICE

3 © 2012 Finlombarda S.p.A. 3 Jeremie si configura come un intervento sperimentale allinterno dellAsse III Inclusione Sociale del POR FSE, con una dotazione pari a 20 Meuro (il 25% delle risorse dellAsse III e quasi il 3% delle risorse complessive del POR) a cui se ne aggiungono altrettanti (ca. 20 M) provenienti dal sistema privato; Jeremie è rivolto alle Cooperative sociali di tipo A e B e alle Cooperative produzione e lavoro (con 30% minimo di lavoratori svantaggiati). Jeremie finanzia interventi di capitalizzazione, attraverso micro- crediti di euro concessi a soci, o potenziali soci, che si impegnano a versare nuove quote di capitale sociale (massimo 50 soci a cooperativa, massimo quindi Euro di capitale sociale). Dei euro la metà è proveniente da capitale privato; le risorse finanziarie ricevute sono da rimborsare in 60 mesi (nelleventualità che il socio rimanga tale per 5 anni, una metà di esse possono non essere rimborsate a titolo di premialità). INTRODUZIONE ALLO STRUMENTO JEREMIE FSE in favore del sistema delle Cooperative Sociali in Lombardia

4 © 2012 Finlombarda S.p.A. 4 LEnte gestore del Fondo Jeremie FSE è Finlombarda, finanziaria in house di Regione Lombardia che ha proposto la modalità di intervento e selezionato gli intermediari finanziari con gare di evidenza pubblica. INTRODUZIONE ALLO STRUMENTO JEREMIE FSE in favore del sistema delle Cooperative Sociali in Lombardia Valori in Meuro POR FSE – LOMBARDIA – UEStatoRegioneAltri (*)Totale ASSE I - Adattabilità ASSE II - Occupabilità ASSE III - Inclusione Sociale34460,42080 (+ 20) ASSE IV - Capitale Umano ,20255 ASSE V - transnazionalità14180,2032 Totale , (+ 20) (*) In evidenza apporto di capitale privato (non indicato nel POR)

5 © 2012 Finlombarda S.p.A. 5 Lo strumento Jeremie è stato ideato per raggiungere due obiettivi: a)consolidare, mediante la ricapitalizzazione, lo sviluppo delle cooperative sociali; b)favorire e garantire il processo di stabilizzazione delloccupazione e inclusione sociale dei soggetti svantaggiati che già operano, in quanto soci, presso le cooperative o vengono per la prima volta assunti. Esso è stato concepito come strumento unitario di micro-credito organizzato in 3 componenti: la prima è rappresentata dalla quota di garanzia concessa dallo strumento a valere sul finanziamento rilasciato dalla Banca entro il limite massimo del 10% del valore del Lotto Finanziario (valore suscettibile di modifica al ribasso in fase di selezione dellintermediario finanziario); INTRODUZIONE ALLO STRUMENTO JEREMIE FSE in favore del sistema delle Cooperative Sociali in Lombardia

6 © 2012 Finlombarda S.p.A. 6 la seconda componente (componente bullet) di importo pari ad euro 2.000, è rappresentata da un finanziamento a tasso zero, di durata pari a 5 anni (60 mesi), rimborsabile in un'unica soluzione alla scadenza a titolo di premialità. la terza componente (componente amortizing), di importo pari ad euro 2.000, è rappresentata da un finanziamento a tasso fisso, di durata pari a 5 anni, rimborsabile con ammortamento su base mensile (e quindi continuamente tracciabile). Tale componente viene erogata dalla Banca a valere su risorse finanziarie proprie, garantite dalla prima componente. Nota Bene: le tre componenti sono inscindibili: la seconda e la terza, se separate, non avrebbero risolto il bisogno del destinatario ultimo (il socio), come pure della cooperativa; senza la prima e la seconda, si sarebbero riscontrate difficoltà di accesso al credito. Così operando, si è cercato di ripartire il rischio (quota bullet) e di mitigarlo (quota a garanzia), garantendo complessivamente un significativo effetto leva di partenza (2 volte) con lapporto di capitale privato, altrimenti difficile da raggiungere per uno strumento di micro-credito. INTRODUZIONE ALLO STRUMENTO JEREMIE FSE in favore del sistema delle Cooperative Sociali in Lombardia

7 © 2012 Finlombarda S.p.A. 7 I numeri ad oggi: –2 volte: raddoppio delle risorse pubbliche a disposizione; –7 tipologie di attori coinvolti (CE, Stato, Regione, Finanziaria regionale, Intermediari finanziari, Socio della Cooperativa, Cooperativa) rappresentativi di un approccio sussidiario, sia verticale (livelli istituzionali) che orizzontale (per livello territoriale); –8.000 domande ricevute; –6.000 prestiti concessi (più del 50% a soggetti svantaggiati); –400 cooperative capitalizzate (di cui il 50% di tipo A, il 30% di tipo B, il 20% di produzione lavoro) pari al 25% del totale delle cooperative sociali iscritti allalbo regionale; –2 bandi di gara di evidenza pubblica (2009 e 2010) per lotti finanziari di 2,5 – 3 M; –10 intermediari finanziari interessati alliniziativa; –4 Intermediari selezionati: Banca Popolare di Bergamo, Banca di Credito Cooperativo, Banca Popolare di Sondrio; Banca Etica; –40 giorni: tempo medio di gestione della pratica ELENCO DEI RISULTATI: dalla concezione dello strumento ad oggi

8 © 2012 Finlombarda S.p.A. 8 Dietro i numeri … –Effetto leva & Rotatività –Intervento «di sistema», in grado di influire un cambiamento culturale riguardo la gestione e lutilizzo del finanziamento pubblico. Viene infatti attuato in un tempo relativamente lungo: 5 anni; ampliandosi nello spazio attraverso il coinvolgendo di soggetti economici, sociali e radicati nei territori: con il coinvolgimento del sistema bancario si arriva al socio della cooperativa e quindi alla sua aggregazione, cioè la «cooperativa» stessa, che rilancia, gestisce e garantisce in modo più pertinente e duraturo, rispetto a quanto avrebbe potuto fare il singolo socio, il finanziamento pubblico ricevuto; –Attivazione di nuove tipologie di attori (banche e soggetti svantaggiati, altrimenti difficilmente coinvolgibili), coinvolti in modo corresponsabile e sussidiario affinché il settore cooperativistico, partendo dai suoi soci, possa trarne beneficio innescando anche un sistema di autoregolazione; –Obiettivi raggiunti e/o in fase di raggiungimento: capitalizzazione delle cooperative; mantenimento/stabilizzazione delloccupazione; maggiore inclusione sociale. ELENCO DEI RISULTATI: dalla concezione dello strumento ad oggi

9 © 2012 Finlombarda S.p.A. 9 Alcune considerazioni tratte dal «1°Rapporto tematico sul Fondo Jeremie FSE». Valutatore indipendente - Marzo 2012 … «Jeremie rappresenta a pieno titolo unesperienza di politica per il terzo settore significativa e da valorizzare; esso, inoltre, si integra con altre politiche presenti in Regione Lombardia, come la Legge Regionale 21/2003 che finanza programmi di investimento a tasso agevolato e a fondo perduto (12 Meuro nel triennio tra il 2005 ed il 2007 alle cooperative sociali) o la recente Delibera di Giunta Regionale 936/2010 che ha adottato nuove «Linee per la semplificazione amministrativa e la valorizzazione del terzo settore nellambito dei servizi alla persona e alla comunità, con la finalità di valorizzare il ruolo del Terzo settore nei servizi alla persona»….(pag.9) … «stante il livello di soddisfazione raggiunto e attesa per il futuro di uno strumento come Jeremie FSE, le strade da perseguire in futuro potrebbero essere due: 1)il trasferimento allinterno delle Politiche ordinarie regionali di interventi come Jeremie che incidono sugli asset di impresa (eg. allinterno di quelli previsti dalla LR 21/2003, art.5), magari da attivare non con cadenza annuale; 2)la riproposizione di un intervento simile nel prossimo ciclo dei Fondi strutturali, con gli opportuni aggiustamenti. In entrambi i casi lesperienza consolidata di Finlombarda (che gestisce anche gli interventi previsti della LR 21/2003) potrebbe essere valorizzata»… (pag.10) ELENCO DEI RISULTATI: dalla concezione dello strumento ad oggi

10 © 2012 Finlombarda S.p.A. 10 PUNTI DI FORZA E DEBOLEZZA dello strumento finanziario Jeremie FSE secondo alcune chiavi di lettura SOGGETTI COINVOLTI La numerosità e lautorevolezza dei soggetti coinvolti, ciascuno per la funzione che gli si riconosce, ha garantito la definizione e il successo delliniziativa, comunque sempre tracciata e quindi monitorabile e migliorabile. Resta la complessità delle regole e loro interpretazione tra i diversi attori, dovuta anche alla natura sperimentale delliniziativa. VARIABILE TEMPO Se da un lato lerogazione del finanziamento si conclude entro una tempistica accettabile (40 giorni), dallaltro i tempi di selezione dellintermediario finanziario da parte di Finlombarda si sono dimostrati eccessivamente dilatati (da 8 a 10 mesi). CAPACITY BUILDING La natura sperimentale delliniziativa, allinterno dellinterpretazione delle regole comunitarie sta sicuramente portando benefici nei processi di capacity building nei diversi livelli istituzionali per le diverse fasi di attività (es. monitoraggio strumenti finanziari/contributi). I progetti di rete internazionali in cui viene richiamata questa esperienza ne sono una riprova (COPIE, DIESIS, FIN-EN ecc..) POLICY Lo strumento finanziario ha un impatto prolungato nel tempo e distribuito tra più soggetti, favorendo azioni di sistema e di policy. Tanto più se si riescono a inserire elementi di premialità tali da rafforzare un approccio di tipo sussidiario già in qualche modo garantito dallimpostazione dello strumento.

11 © 2012 Finlombarda S.p.A. 11 Nella nuova proposta di Regolamento Generale sui Fondi Strutturali, Sviluppo rurale e Pesca per il periodo di Programmazione gli strumenti finanziari acquistano maggior peso. Un esempio lo si ritrova a partire dallarticolo 2 «Definizioni» della proposta di regolamento generale, dove è possibile ritrovare «specifiche ad hoc» per gli strumenti finanziari: «Intervento»: il contributo finanziario di un programma agli strumenti finanziari e dal successivo sostegno finanziario fornito da tali strumenti finanziari; «Beneficiario» l'organismo che attua lo strumento finanziario. «Destinatario finale»: una persona fisica o giuridica che riceve sostegno finanziario da uno strumento finanziario; … Alcune anticipazioni Verso il nuovo periodo di programmazione comunitaria

12 © 2012 Finlombarda S.p.A. 12 SINTESI GRAFICA DEL PERCORSO JEREMIE FSE Stretto legame tra esclusione dallaccesso al credito ed esclusione sociale Soluzioni di micro credito quale mezzo di creazione di lavoro e inclusione sociale per soggetti svantaggiati INIZIATIVA JEREMIE Incentiva lutilizzo dei Fondi Strutturali attraverso strumenti finanziari rotativi per facilitare laccesso al credito di micro, piccole e medie imprese FONDO SOCIALE EUROPEO (FSE) È uno dei Fondi Strutturali dedicato a facilitare laccesso alloccupazione e listruzione in favore di soggetti svantaggiati nellUE (disoccupati, donne, persone con basso livello di scolarità, etc.)

13 © 2012 Finlombarda S.p.A. 13 FONDO JEREMIE FSE per favorire laccesso al credito per microimprese, e imprese individuali operanti in Lombardia, instituzioni no-profit e istituzioni del settore sociale (ad es. Cooperative sociali) Costituito nel luglio 2008 tramite legge regionale Inclusione Sociale Capitale Umano Occupabilità Adattabilità Asse 1 Asse 2 Asse 3 Asse 4 per facilitare laccesso al lavoro per persone escluse o a rischio di esclusione sociale POR Occupazione Limplementazione di JEREMIE in Lombardia

14 © 2012 Finlombarda S.p.A. 14 circa cooperative sociali in Lombardia di cui 400 cooperative di tipo B soggetti svantaggiati impiegati soggetti svantaggiati impiegati dallesclusione allinclusione Opportunità di supportare le cooperative sociali per combattere disoccupazione ed esclusione sociale Persone a rischio di esclusione sociale in Lombardia: alcuni dati

15 © 2012 Finlombarda S.p.A. 15 INTERMEDIARI FINANZIARI SELEZIONATI INTERMEDIARI FINANZIARI SELEZIONATI REGIONE LOMBARDIA REGIONE LOMBARDIA FONDO JEREMIE Finlombarda GESTORE Finlombarda GESTORE costituisce incarica gestisce seleziona Micro crediti BENEFICIARI In favore di accredita Capitale Sociale COOPERATIVE sottoscrivono e versano Fase 1 Fase 2 Fase 3 garantisce concedono Fondo Jeremie FSE: caratteristiche principali

16 © 2012 Finlombarda S.p.A. 16 Accredita- mento Proposta Procedimento per la selezione Controllo di requisiti formali Aggiudicazione e Accreditamento di Lotti finanziari Valutazione proposte di investimento Valutazione di elementi organizzativi, tecnici e finanziari INTERMEDIARI FINANZIARI SELEZIONATI INTERMEDIARI FINANZIARI SELEZIONATI REGIONE LOMBARDIA REGIONE LOMBARDIA FONDO JEREMIE Finlombarda GESTORE Finlombarda GESTORE seleziona accredita costituisce incarica gestisce Fase 1: Costituzione del Fondo e selezione degli Intermediari Finanziari Intermediario Finanziario convenzionato Lotto finanziario

17 © 2012 Finlombarda S.p.A. 17 INTERMEDIARI FINANZIARI SELEZIONATI INTERMEDIARI FINANZIARI SELEZIONATI REGIONE LOMBARDIA REGIONE LOMBARDIA FONDO JEREMIE Finlombarda GESTORE Finlombarda GESTORE costituisce incarica gestisce seleziona accredita BENEFICIARI concedono In favore di hanno accesso allintervento finanziario tutti coloro che prestano o intendono prestare attività in qualità di SOCI COOPERATORI presso COOPERATIVE SOCIALI e di PRODUZIONE E LAVORO (assimilabili alle cooperative sociali) esistenti e attive da almeno un esercizio sociale MICROCREDITI garantisce fino all80% del valore dei microcrediti (per circa il 10% del portafoglio erogato) Fase 2: la concessione degli interventi finanziari

18 © 2012 Finlombarda S.p.A. 18 COOPERATIVE Cooperative Sociali di Tipo A (ai sensi L. 381/1991) Servizi sanitari, sociali ed educativi Cooperative di Tipo B (ai sensi L. 381/1991) Servizi di integrazione di Soggetti Svantaggiati (*) nel mercato del lavoro Cooperative di produzione e lavoro La cui forza lavoro è costituita anche da Soggetti Svantaggiati (*) per almeno il 30% della forza lavoro residua (*) vedi pagina successiva Fase 2: la concessione degli interventi finanziari

19 © 2012 Finlombarda S.p.A. 19 i soggetti di cui alla Legge n. 381 del 1991 (Disciplina delle cooperative sociali) … Invalidi fisici, Invalidi psichici e sensoriali, Ex degenti di istituti psichiatrici, Soggetti in trattamento psichiatrico, Tossicodipendenti, Alcolisti, Minori in età lavorativa in situazioni di difficoltà familiare, Condannati ammessi alle misure alternative alla detenzione. …. sono altresì considerati soggetti svantaggiati Giovani con età compresa tra 16 e 25 anni e Diritto-Dovere di Istruzione e Formazione assolto, Donne di età superiore a 40 anni, Uomini di età superiore a 50 anni, Immigrati, Persone con titolo di studio inferiore al diploma, Persone in cerca di occupazione da oltre 12 mesi, Famiglie monoparentali (genitore con almeno un figlio a carico). SOGGETTI SVANTAGGIATI Fase 2: la concessione degli interventi finanziari

20 © 2012 Finlombarda S.p.A. 20 Durata: 60 mesi Rimborso: mensile Tasso: IRS 5 anni (*) + spread MICROCREDITO 2a quota = euro Durata: 60 mesi Rimborso: in unica soluzione alla scadenza Tasso: zero Tale quota non dovrà essere rimborsata se il socio cooperatore presta la propria attività presso la cooperativa di riferimento per lintera durata dellintervento finanziario si compone di (*) Quotazione 10/11/2009 = 1,84% euro FONDO JEREMIE FONDI BANCARI 1a quota = euro Fase 2: la concessione degli interventi finanziari

21 © 2012 Finlombarda S.p.A. 21 INTERMEDIARI FINANZIARI SELEZIONATI INTERMEDIARI FINANZIARI SELEZIONATI REGIONE LOMBARDIA REGIONE LOMBARDIA FONDO JEREMIE Finlombarda GESTORE Finlombarda GESTORE costituisce incarica gestisce MICROCREDITI BENEFICIARI erogano In favore di accredita CAPITALE SOCIALE COOPERATIVE sottoscrivono e versano limite massimo di 50 soci per singola cooperativa (capitalizzazione massima pari a euro). seleziona garantisce fino all80% del valore dei microcrediti (per circa il 10% del portafoglio erogato) Fase 3: la capitalizzazione delle Cooperative

22 © 2012 Finlombarda S.p.A. 22 Conclusioni: limpegno finanziario per il Socio Cooperatore (esempio) (*) Il tasso è stimato sulla base dellIRS vigente e dello spread proposto dalle banche in sede di partecipazione al bando di gara; è utilizzato a solo titolo esemplificativo. Durata: 60 mesi Tasso: 5% (*) Rata stimata: 38 euro/mese QUOTA CAPITALE (Q.C.) = euro 1a quota = euro 2a quota = euro Durata: 60 mesi Tasso: 0% Rata stimata: 0 euro/mese se il socio cooperatore presta la propria attività presso la cooperativa di riferimento per lintera durata dellintervento finanziario, alla scadenza del 60° mese: ESBORSO FINANZIARIO (E.F.) = euro ca. Δ Q.C. – E.F. = circa euro

23 © 2012 Finlombarda S.p.A. 23 Conclusioni: la capitalizzazione delle Cooperative Fondo di garanzia = euro 1,5 M Quote Fondo Jeremie = euro 17,5 M n Microcrediti n Soci cooperatori Quote Banche = euro 17,5 M Capitale cooperative + euro 35 M Fondo JEREMIE FSE Fondo JEREMIE FSE Erogazione microcrediti Garanzia microcrediti

24 © 2012 Finlombarda S.p.A. 24 Grazie per lattenzione


Scaricare ppt "Progetto D.I.E.S.I.S. Development and Innovation in Europe of a Social Inclusion System Laboratorio preparatorio alla visita di studio in tema di economia."

Presentazioni simili


Annunci Google