La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LANALISI S.W.O.T. Carla Bruschelli Luisa Mastrobattista SIMG Istituto Superiore di Sanità

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LANALISI S.W.O.T. Carla Bruschelli Luisa Mastrobattista SIMG Istituto Superiore di Sanità"— Transcript della presentazione:

1 LANALISI S.W.O.T. Carla Bruschelli Luisa Mastrobattista SIMG Istituto Superiore di Sanità

2 LANALISI SWOT Lanalisi SWOT è uno strumento di pianificazione strategica usata per valutare: i punti di forza (Strengths) i punti di debolezza (Weaknesses) le opportunità (Opportunities) le minacce (Threats) di un progetto o di ogni situazione in cui occorre prendere una decisione per raggiungere un obiettivo

3 COSÈ LANALISI SWOT È unanalisi ragionata del contesto in cui si realizza un programma di intervento Lo scopo è definire le opportunità di sviluppo di un ambito di intervento, che derivano da una valorizzazione dei punti di forza e da un contenimento dei punti di debolezza alla luce del quadro di opportunità e rischi che dipendono dallesterno

4 COSÈ LANALISI SWOT I punti di forza, debolezza, le opportunità e le minacce: vengono determinati sulla base dei dati di contesto vengono messi a fuoco mediante luso di tecniche partecipate

5 FASI DELLA SWOT Ricognizione del contesto interno e identificazione delle problematiche Identificazione delle possibili azioni Analisi del contesto esterno e identificazione di opportunità e minacce Analisi del programma e identificazione de fattori che favoriscono o ostacolano lo sviluppo

6 VANTAGGI/PERICOLI DELLA SWOT VANTAGGI definizione delle strategie in base al contesto verifica corrispondenza tra strategie e fabbisogni ottenimento del consenso sulle strategie flessibilità PERICOLI rischio soggettivita descrizone semplicistica scollamento tra le componenti

7 Si è deciso di applicare lanalisi SWOT per valutare la migliore strategia per coinvolgere il medico di medicina generale nella presa in carico e cura della dipendenza Sono state attentamente valutate forze, debolezze, opportunità e minacce di tale processo

8 FORZE Conoscenza del paziente, del suo ambiente, storia e famiglia Relazione di cura continuativa Rapporto fiduciale Incontro personale Presenza capillare sul territorio Facile contatto Controllo delle prescrizioni Protocolli da utilizzare come modello Esperienze di riferimento positive

9 DEBOLEZZE Mancanza di un ruolo definito Formazione carente Mancanza di riferimenti Estensione del carico lavorativo Resistenza al cambiamento Mancanza di un progetto in rete Imbarazzo anamnestico (riservatezza) Concentrazione su patologie croniche

10 Disponibilità degli specialisti a collaborare con i MMG Sensibilità delle istituzioni ad inserire la MG nella rete della dipendenza Ricaduta positiva sulle istituzioni di esperienze specifiche in materia di dipendenza Sensibilità sempre maggiore di mass-media al fenomeno Disponibilità alla presa in carico condivisa OPPORTUNITA

11 Stigmatizzazione del tossicodipendente Disturbo nelle sale dattesa Eccessiva attenzione alla Privacy Risvolti giuridici penali Scarso interesse verso le sperimentazioni Mancata abitudine al feed back Percezione di prestazione aggiuntiva MINACCE


Scaricare ppt "LANALISI S.W.O.T. Carla Bruschelli Luisa Mastrobattista SIMG Istituto Superiore di Sanità"

Presentazioni simili


Annunci Google