La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Ricerca e Produzione nel settore dei dispositivi medici in Italia Carlo Castellano Vice Presidente Assobiomedica 2° Conferenza Nazionale sulla Ricerca.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Ricerca e Produzione nel settore dei dispositivi medici in Italia Carlo Castellano Vice Presidente Assobiomedica 2° Conferenza Nazionale sulla Ricerca."— Transcript della presentazione:

1 Ricerca e Produzione nel settore dei dispositivi medici in Italia Carlo Castellano Vice Presidente Assobiomedica 2° Conferenza Nazionale sulla Ricerca Sanitaria Cernobbio, 8 novembre 2011 Assobiomedica

2 Premessa Nel novembre 2010 abbiamo avviato il Progetto Ricerca e Produzione nel settore dei dispositivi medici in Italia. Assobiomedica Con questo progetto si vuole dar vita a un Osservatorio permanente sulla Produzione e Ricerca in Italia nel comparto dei dispositivi medici che consenta di elaborare proposte di policy tese a promuovere gli investimenti industriali in questione e a valorizzare le eccellenze della sanità italiana e dunque creare le migliori condizioni per lo sviluppo di queste tecnologie. LObiettivo è quindi promuovere lo sviluppo del comparto dei dispositivi medici puntando sulla valorizzazione del know-how italiano in sanità e specificatamente riferito alle tecnologie sanitarie, e degli investimenti in R&S e produzione fatti in Italia da imprese sia a capitale italiano che a capitale estero. 2

3 Comitato scientifico Carlo Castellano *Vice-Presidente Assobiomedica, presidente Esaote Paolo Gazzaniga ** Direttore Centro Studi Assobiomedica Gabriele CappelliniAmministratore Delegato Fondo Italiano di Investimento Gregorio De FeliceResponsabile Servizio Studi e Ricerche di Intesa Sanpaolo Luca Del VecchioConfindustria Franco MoscaPresidente Fondazione Arpa Fabio PammolliDirettore IMT di Lucca Riccardo PietrabissaPresidente Netval, direttore Dip. Sistemi di Produzione e Dip. ICT del CNR, prof. c/o Dip. Ingegneria Strutturale del Politecnico di Milano Riccardo VaraldoPresidente Scuola Superiore S. Anna di Pisa Note: *Project Leader; ** Responsabile operativo del progetto. Assobiomedica 3

4 Perché uno studio sui dispositivi medici? Il progressivo invecchiamento della popolazione e la crescente attenzione alla qualità della vita rendono le tecnologie medicali sempre più cruciali per favorire nuove metodologie di cura ed innalzare il benessere della popolazione. Nel generale contesto di riduzione delle risorse finanziarie pubbliche, i dispositivi medici possono contribuire a migliorare lefficienza dei sistemi sanitari, sostenendo in modo fondamentale le attività di prevenzione che sempre più spazio avranno alla luce degli sviluppi demografici. A fronte di una domanda mondiale in continua espansione, il settore riveste, infine, un ruolo significativo anche dal punto di vista della competitività del paese, contribuendo allinnalzamento del contenuto tecnologico delle esportazioni. Assobiomedica 4

5 Lo studio di Assobiomedica Per la prima volta è stata realizzata unapprofondita ricerca sul settore, comprensivo di tutte le tecnologie medico-sanitarie, esclusi i farmaci. La ricerca ha riguardato non solo lindustria in senso stretto, ma i principali protagonisti e le relative interazioni. Le imprese censite coprono i seguenti settori: Assobiomedica Biomedicale (vari dispositivi medici, impiantabili e non); Biomedicale strumentale (strumenti e apparecchiature per chirurgia, elettro- medicina, riabilitazione, supporto); Elettromedicale diagnostico (dispositivi radiologici per immagini e ad ultrasuoni; ECG, EEG; sistemi per la gestione informatizzata dellimaging ecc.); Diagnostica in vitro (di laboratorio, compresa la diagnostica molecolare*; bedside-testing; self-testing); Attrezzature tecniche (ospedaliere, di laboratorio, per studi medici e odontoiatrici); Servizi (di telemedicina; lavorazioni e altre attività connesse a dispositivi medici). 5

6 Lo studio di Assobiomedica Le imprese mappate sono state distinte per tipo: Assobiomedica azienda di distribuzione a capitale italiano filiale commerciale di multinazionale a capitale estero azienda di produzione a capitale italiano azienda di produzione multinazionale a capitale italiano azienda di produzione di multinazionale a capitale estero azienda di produzione per conto terzi azienda di servizi e per dimensioni: micro-imprese (fatturato annuo non > a 2 mil. e/o < a 10 occupati) piccole imprese (fatturato annuo = 2-10 milioni e/o occupati) medie imprese (fatturato annuo = milioni e/o occupati) grandi imprese (fatturato annuo non < 50 milioni) Il 27% delle imprese mappate sono aziende di produzione. Quasi il 90% delle imprese mappate sono micro-/piccole imprese. Fonte: Studio condotto da Centro Studi Assobiomedica 6

7 Il settore dei dispositivi medici (1) Assobiomedica No. AziendeFatturato (mil. )Dipendenti Totale Aziende Censite di cui: Produttori Sub-fornitori* Imprese di servizi e commerciali** (1) Su dati 2009 Note: i dati di fatturato si riferiscono al mercato italiano; * non è stato possibile distinguere con esattezza tra produttori diretti e sub-fornitori: infatti, diversi produttori diretti sono altresì sub- fornitori di altri produttori, e viceversa; ** compresi i rivenditori locali. Fonte: elaborazioni Centro Studi Assobiomedica su dati Orbis TM 2009 (2011) 7

8 La struttura del settore (1) Assobiomedica (mil. ) % Mercato nazionale dispositivi medici di cui - Domanda Pubblica° - Domanda Privata Importazioni °° Produzione per il mercato nazionale Esportazioni Produzione totale Investimenti industriali in R&S R&S su Produzione nazionale Investimenti in indagini cliniche Totale investimenti ,8 Saldo bilancia commerciale Importazioni / Mercato nazionale Esportazioni / Produzione totale (1)Su dati 2009 Fonti: Centro Studi Assobiomedica (2011); ° elaborazioni Centro Studi Assobiomedica su dati enti sanitari 2009 (2011); °° elaborazioni Intesa Sanpaolo su dati Istat 2009 (2011). 8

9 I dati del settore Dallo studio emerge una fotografia del comparto che evidenzia una struttura ancora più complessa e delle dimensioni ancora più importanti di quanto non fossero immaginabili: imprese milioni di fatturato domestico dipendenti. Peraltro si tratta di unindagine ancora in itinere, soprattutto per quanto riguarda le intersezioni del settore dei dispositivi medici con altri settori dellhigh tech. Assobiomedica Fonte: Studio condotto da Centro Studi Assobiomedica 9

10 Le imprese di produzione, compresi i sub-fornitori, sono complessivamente 700. Di queste: Le aziende multinazionali rappresentano il 15% e sono concentrate nelle Regioni del Nord (77% contro il 20% delle Regioni del Centro e il restante 3-4% di quelle del Sud e insulari); il 13% è rappresentato da aziende che producono componenti per conto di terzi e che hanno una localizzazione nel Paese quasi sovrapponibile a quella delle multinazionali (98% nelle Regioni del Nord e del Centro e soltanto 2% in quelle del Sud e insulari). Le Regioni a maggior concentrazione di imprese di produzione del settore sono Lombardia, Emilia Romagna, e Veneto; seguono Lazio e Toscana. Assobiomedica Fonte: Studio condotto da Centro Studi Assobiomedica I dati del settore 10

11 I brevetti nelle tecnologie medicali ed elettromedicali rappresentano una quota significativa dei brevetti mondiali, leggermente superiore a quella dei prodotti farmaceutici. Il posizionamento dellItalia è – quale titolare di brevetti – al 15° posto e, quale inventore di brevetti, al 14° (viene dopo Germania, UK, Francia, Olanda, Svizzera e Svezia) La quota sulle esportazioni mondiali è stabile (inferiore a quanto si riscontra a livello complessivo) ed è più rilevante nel campo degli strumenti: lItalia nel 2010 era il 12simo esportatore (viene dopo Germania, Olanda, Francia, Belgio, Irlanda, UK e Svizzera) Il posizionamento italiano è ridotto nei Paesi grandi acquirenti: in particolare abbiamo una quota di mercato ridotta negli USA, in Germania ed in Cina (Paese che ha fortemente incrementato le importazioni negli ultimi anni). Allopposto il posizionamento italiano è buono in molte aree vicine come lAfrica e lEuropa dellEst. LItalia è il 9°mercato sulle importazioni mondiali, con un saldo nettamente negativo. Il ruolo internazionale dellItalia nel settore dei dispositivi medici Assobiomedica Fonte: Studio condotto da Servizio Studi e Ricerche di Intesa Sanpaolo 11

12 Assobiomedica Linnovazione nel settore è trainata dai Paesi avanzati I Paesi avanzati rivestono un ruolo rilevante nel campo della tecnologia: Stati Uniti, Giappone, Germania hanno depositato il 65%circa dei brevetti (sul totale dei brevetti depositati nel settore), nel periodo Spicca il ruolo degli Stati Uniti che sono leader in tutti i comparti. LItalia (quindicesima) con una quota pari all1,3% si posiziona dopo la Cina (1,4%). Brevetti PCT per paese, ( ) 1,3 1,4 1,6 1,8 1, ,3 3,4 4,5 9,4 11,5 44, Danimarca Italia Cina Australia Israele Corea del Sud Canada Svezia Svizzera Olanda Francia Regno Unito Germania Giappone Stati Uniti Fonte: elaborazioni Intesa Sanpaolo su dati Oecd Dati estratti da uno Studio condotto da Servizio Studi e Ricerche di Intesa Sanpaolo 12

13 Le esportazioni mondiali di dispositivi medici (quote %, 2010) Assobiomedica Le esportazioni mondiali di dispositivi medici (quote %, 2010) Fonte: elaborazioni Intesa Sanpaolo su dati UNCTAD LItalia è 12° tra gli esportatori Dati estratti da uno Studio condotto da Servizio Studi e Ricerche di Intesa Sanpaolo 13

14 Export: crescono soprattutto Germania e Cina... Le esportazioni mondiali di dispositivi medici (quote %) Assobiomedica Fonte: elaborazioni Intesa Sanpaolo su dati UNCTAD Dati estratti da uno Studio condotto da Servizio Studi e Ricerche di Intesa Sanpaolo 14

15 ...ma emergono anche altre realtà Nota: lordine dei paesi nella tabella corrisponde al livello delle quote sui mercati mondiali registrato in media nel Le esportazioni mondiali di dispositivi medici (variazione quote / %) Oltre a Germania e Cina, emergono anche altri paesi sia di nuova industrializzazione (Corea, Rep.Ceca, Messico, Sud Africa) che avanzati come la Francia (biomedicale, IVD) lOlanda (elettromedicale), lIrlanda (IVD), il Belgio (biomedicale, IVD). Assobiomedica Fonte: elaborazioni Intesa Sanpaolo su dati UNCTAD Dati estratti da uno Studio condotto da Servizio Studi e Ricerche di Intesa Sanpaolo 15

16 Italia: una quota stabile... Le esportazioni italiane di dispositivi medicali (valori e quote %) Assobiomedica Fonte: elaborazioni Intesa Sanpaolo su dati UNCTAD Dati estratti da uno Studio condotto da Servizio Studi e Ricerche di Intesa Sanpaolo 16

17 …e concentrata su mercati minori Quote di mercato dellItalia sui mercati mondiali (media ) Quote di mercato inferiori alla media (< 2,5%)Quote di mercato superiori alla media (> 2,5%) Assobiomedica Fonte: elaborazioni Intesa Sanpaolo su dati UNCTAD Dati estratti da uno Studio condotto da Servizio Studi e Ricerche di Intesa Sanpaolo 17

18 Quote di mercato e posizionamento qualitativo (media ) Assobiomedica Centro Studi Fonte: Studio condotto da Servizio Studi e Ricerche di Intesa Sanpaolo Fonte: elaborazioni Intesa Sanpaolo su dati UNCTAD 18

19 Le importazioni mondiali di dispositivi medici (quote %, 2010) Assobiomedica Dati estratti da uno Studio condotto da Servizio Studi e Ricerche di Intesa Sanpaolo Le importazioni mondiali di dispositivi medici (quote %, 2010) Fonte: elaborazioni Intesa Sanpaolo su dati UNCTAD LItalia è 9° tra gli importatori 19

20 Importazioni elevate e saldo commerciale negativo Le importazioni ed il saldo italiano di dispositivi medicali (valori e quote %) Le importazioni italiane di dispositivi medicali sono elevate e portano a un saldo costantemente negativo Assobiomedica Fonte: elaborazioni Intesa Sanpaolo su dati UNCTAD Dati estratti da uno Studio condotto da Servizio Studi e Ricerche di Intesa Sanpaolo 20

21 Conclusioni Assobiomedica Il quadro internazionale mostra che il comparto dei dispositivi medici è vitale: è tra quelli high-tech, offre un approdo a processi di innovazione provenienti da innumerevoli altri comparti industriali, e soprattutto è ad alto potenziale di sviluppo nei prossimi decenni. Il settore dei dispositivi medici può dunque assolvere un ruolo strategico nel qualificare il nostro Paese nella divisione internazionale del lavoro. Lattuale posizionamento dellItalia però non è allaltezza delle potenzialità del Paese, in termini di competenze ed eccellenze presenti nel nostro sistema sanitario. Occorre puntare su questo settore, valorizzandone i punti di forza, sui quali intendiamo aprire un confronto ed elaborare proposte. 21

22 Con questa presentazione prende avvio lOsservatorio permanente sulla Produzione e la Ricerca nel settore dei dispositivi medici in Italia. Un Osservatorio attraverso il quale Assobiomedica intende approfondire sempre meglio i dati strutturali di questo comparto, così articolato e caratterizzato da importanti interazioni con gli altri settori dellhigh tech. Lobiettivo è offrire dati sulle imprese che producono e forniscono queste tecnologie sanitarie ed elaborare proposte di policy tese a promuovere gli investimenti industriali in questione e la valorizzazione delle eccellenze della sanità italiana. Assobiomedica Conclusioni 22


Scaricare ppt "Ricerca e Produzione nel settore dei dispositivi medici in Italia Carlo Castellano Vice Presidente Assobiomedica 2° Conferenza Nazionale sulla Ricerca."

Presentazioni simili


Annunci Google