La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 Controllo strategico nella Regione Abruzzo Illustrazione di un caso tipo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 Controllo strategico nella Regione Abruzzo Illustrazione di un caso tipo."— Transcript della presentazione:

1 1 Controllo strategico nella Regione Abruzzo Illustrazione di un caso tipo

2 2

3 3 La BSC come strumento di misura, di pianificazione e management in una pubblica amministrazione regionale La Balanced scorecard (scheda di valutazione bilanciata) rappresenta uno strumento per lanalisi, per lanalisi, il monitoraggio, il monitoraggio, la gestione strategica. la gestione strategica.

4 4 La BSC come strumento di misura, di pianificazione e management in una pubblica amministrazione regionale La BSC analizza i risultati non esclusivamente da un punto di vista finanziario ma, da molteplici prospettive, ossia: 1) utenti; 2) finanziaria; 3) processi interni; 4) sviluppo e crescita del sistema organizzativo.

5 5 Per avere un equilibrio economico come dovremmo presentarci ai nostri utenti? Finanziaria Finanziaria Obiettivi specifici Indicatori Risultati attesi Azioni intraprese Per realizzare la nostra visione come incrementa re la nostra capacità di migliorare e cambiare? Sviluppo-Crescita Obiettivi specifici Indicatori Risultati attesi Azioni intraprese Per realizzare la nostra visione come dovremmo apparire ai nostri utenti? Utenti Obiettivi specifici Indicatori Risultati attesi Azioni intraprese Come soddisfare le esigenze finanziarie e i nostri utenti, in quali processi dovremmo eccellere? Processi Obiettivi specifici Indicatori Risultati attesi Azioni intraprese Visione e strategi a

6 6 gli obiettivi specifici gli obiettivi specifici gli indicatori da misurare gli indicatori da misurare i risultati attesi (target) i risultati attesi (target) le azioni che devono essere intraprese per realizzarli le azioni che devono essere intraprese per realizzarli La BSC definisce:

7 7 correggere le azioni correggere le azioni modificare le strategie modificare le strategie distribuire in maniera diversa risorse distribuire in maniera diversa risorse rivedere i tempi di sviluppo delle azioni rivedere i tempi di sviluppo delle azioni Le misure degli indicatori della BSC permettono di:

8 8 Balanced Scorecard Chiarire e tradurre la visione in strategia Chiarire la visione Formare il consenso Feedback e apprendimento strategico Articolare la visione condivisa Fornire il feedback strategico Facilitare la revisione e lapprendimento della strategia Pianificazione aziendale e definizione degli obiettivi Definire gli obiettivi Allineare le iniziative strategiche Ripartire le risorse Stabilire delle pietre miliari Comunicare e correlare Comunicare ed educare Definire gli obiettivi Collegare le ricompense alle misure di performance

9 9 rappresenta un sistema di misura, un sistema di comunicazione, informazione e apprendimento. rappresenta un sistema di misura, un sistema di comunicazione, informazione e apprendimento. descrive la visione del futuro a tutta la realtà organizzativa, creando una visione condivisa. descrive la visione del futuro a tutta la realtà organizzativa, creando una visione condivisa. La BSC…

10 10 crea un modello olistico della strategia che consente a tutti gli attori del processo di capire in che modo contribuisce al suo successo. crea un modello olistico della strategia che consente a tutti gli attori del processo di capire in che modo contribuisce al suo successo. focalizza lo sforzo necessario per raggiungere un certo cambiamento. focalizza lo sforzo necessario per raggiungere un certo cambiamento.

11 11 Le quattro prospettive della BSC permettono un bilanciamento fra obiettivi a medio e lungo termine e tra misure oggettive e soggettive.

12 12 Ipotesi di indicatori per la BSC nella Direzione Sanità della Regione Abruzzo Quello che segue è unipotesi di caso- studio per individuare un set di indicatori costruiti sullobiettivo strategico assegnato alla Direzione Sanità. Quello che segue è unipotesi di caso- studio per individuare un set di indicatori costruiti sullobiettivo strategico assegnato alla Direzione Sanità. Si tratta di una sperimentazione, in considerazione di una recente implementazione del controllo strategico; Si tratta di una sperimentazione, in considerazione di una recente implementazione del controllo strategico; Macroarea (Obiettivo globale): Riforma della P.A. Regionale Macroarea (Obiettivo globale): Riforma della P.A. Regionale

13 13 Ipotesi di indicatori per la BSC nella Direzione Sanità della Regione Abruzzo Obiettivo Strategico Contenimento della spesa sanitaria e potenziamento del sistema di monitoraggio; Obiettivo Strategico Contenimento della spesa sanitaria e potenziamento del sistema di monitoraggio; Obiettivo Gestionale : razionalizzazione delle strutture e dei servizi ai fini del contenimento della spesa sanitaria; Obiettivo Gestionale : razionalizzazione delle strutture e dei servizi ai fini del contenimento della spesa sanitaria;

14 14 Ipotesi di indicatori per la BSC nella Direzione Sanità della Regione Abruzzo Progetto identificato : Individuazione delle forme associative in medicina generale in rapporto alle caratteristiche territoriali, demografiche e di mobilità della Regione Abruzzo in area montana articolato in 5 fasi di avanzamento: Progetto identificato : Individuazione delle forme associative in medicina generale in rapporto alle caratteristiche territoriali, demografiche e di mobilità della Regione Abruzzo in area montana articolato in 5 fasi di avanzamento: 1^ fase Ricerca riferimenti normativi e documentali; 1^ fase Ricerca riferimenti normativi e documentali;

15 15 Ipotesi di indicatori per la BSC nella Direzione Sanità della Regione Abruzzo 2^ fase Indagine conoscitiva su caratteristiche geomorfologiche e demografiche 2^ fase Indagine conoscitiva su caratteristiche geomorfologiche e demografiche 3^ fase Rilevazione dei servizi e delle strutture sanitarie nelle aree di interesse 3^ fase Rilevazione dei servizi e delle strutture sanitarie nelle aree di interesse 4^ fase Analisi delle varie forme di associazionismo esistenti in medicina generale 4^ fase Analisi delle varie forme di associazionismo esistenti in medicina generale 5^ fase Individuazione e progettazione di forme associative in medicina generale più adeguate alle esigenze degli assistiti residenti in area montana 5^ fase Individuazione e progettazione di forme associative in medicina generale più adeguate alle esigenze degli assistiti residenti in area montana

16 16 Prospettiva finanziaria: Indicatore Oggetti da misurare Spesa per la gestione finanziaria nel rispetto del limite delle risorse assegnate - Risorse strumentali e umane - Spese aggiuntive eventuali Spesa miglioramento servizio pubblico Acquisto nuove attrezzature rispetto ai nuovi servizi avviati (n° utenti interessati ai nuovi servizi) Spesa sistemi di controllo Spese per predisposizione Piano dei controlli Spese per monitoraggio della rete di assistenza e delle liste di attesa Spese per il monitoraggio del ciclo di vita del farmaco e dellimpiego dei medicinali

17 17 Indicatore Oggetti da misurare Immagine globale della sanità - Crescita qualitativa dei servizi offerti - Incremento numero di pazienti che prediligono le strutture sanitarie pubbliche alla sanità privata Soddisfazione degli utenti - Gradimento dei servizi sanitari offerti in termini di riduzione del numero dei reclami presentati - Tempestività e completezza delle indagini relative ai tempi di diagnosi e di attesa per visite specialistiche - Riduzione dei tempi di degenza - Dislocazione dei servizi sul territorio (capillarizzazione dei distretti sanitari allo scopo di ridurre gli spostamenti degli utenti) Prospettiva dellutente:

18 18 Prospettiva Sviluppo-Crescita: Indicatore Oggetti da misurare Acquisizione di conoscenze Coinvolgimento nelle scelte Condivisione della strategia Certificazione sul clima organizzativo

19 19 Prospettiva processi: Indicatore Oggetti da misurare Miglioramenti Predisposizione piano dei controlli negoziati tra AUSL e Regione Numero di accessi di controllo Gestione dei servizi - Tempi di attesa - Giorni di degenza media - Giorni di diagnosi media - Numero posti letto - Monitoraggio della spesa farmaceutica

20 20 Effetti: Indicatore Oggetti da misurare Impatto sul sistema di riferimento Equilibrio tra livello dei servizi sanitari, spesa pubblica e grado di soddisfacimento degli utenti

21 21 Indicatore Indicatore di performance Prospettiva finanziaria Spesa per la gestione finanziaria nel rispetto del limite delle risorse assegnate 15% 15% Spesa miglioramento servizio pubblico 10% 10% Spesa sistemi di controllo 10% 10% Prospettiva dellutente Immagine globale della sanità 10% 10% Soddisfazione degli utenti 15% 15% Prospettiva sviluppo- crescita Acquisizione di conoscenze 20% 20% Prospettiva processi Miglioramenti 10% 10% Gestione dei servizi 10% 10% Totale100%

22 22 Effetti Impatto sul sistema di riferimento 100% 100%

23 23


Scaricare ppt "1 Controllo strategico nella Regione Abruzzo Illustrazione di un caso tipo."

Presentazioni simili


Annunci Google