La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Un progetto consortile del Coordinamento Comuni per la Pace della Provincia di Torino.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Un progetto consortile del Coordinamento Comuni per la Pace della Provincia di Torino."— Transcript della presentazione:

1 Un progetto consortile del Coordinamento Comuni per la Pace della Provincia di Torino

2 Il 12 gennaio 2010 un sisma di forte intensità ha colpito Haiti. L'epicentro del terremoto e' stato localizzato a una ventina di chilometri da Port-au- Prince, la capitale.

3

4 Questo violento terremoto: ha causato la morte di circa 230 mila persone ed il ferimento, in parecchi casi molto grave, di oltre 300 mila abitanti ha causato la morte di circa 230 mila persone ed il ferimento, in parecchi casi molto grave, di oltre 300 mila abitanti ha acutizzato una situazione già in precedenza drammatica, caratterizzata da estrema povertà e numerose difficoltà sociali, politiche ed economiche. ha acutizzato una situazione già in precedenza drammatica, caratterizzata da estrema povertà e numerose difficoltà sociali, politiche ed economiche.

5 LAmministrazione Provinciale di Torino, tutto il Consiglio Provinciale e molti Comuni della provincia di Torino si sono mobilitati e hanno sollecitato il Coordinamento Comuni per la Pace (CO.CO.PA.) a progettare e programmare iniziative di solidarietà a favore della popolazione di Haiti e volte alla ricostruzione.

6 A seguito di numerosi incontri si sono discusse le linee dintervento, gli scopi e le azioni da intraprendere ed è nata liniziativa consortile denominata: HELP HAITI – un progetto oltre lemergenza, che vede come capofila il Comune di Ivrea.

7 Si è convenuto sul fatto che le enormi necessità del popolo haitiano rendano fondamentale agire oltre lemergenza, con progetti di medio- lungo periodo. In linea con tale obiettivo, liniziativa HELP HAITI ha definito gli ambiti sui quali si sarebbe voluti intervenire: tutela dellinfanzia e della salute ; formazione e istruzione; sostegno allimprenditoria femminile;salvaguardia dellambiente; e ha stabilito che i fondi raccolti sarebbero stati assegnati ad Organizzazioni, da tempo operanti sul territorio di Haiti, vincitrici del bando pubblicato.

8 Il Comune di Ivrea ha preparato, insieme allUfficio Intercomunale Pace, il bando per affidare i fondi raccolti e ha svolto la gara che ha permesso di individuare i progetti da realizzare. Il Comune di Ivrea ha preparato, insieme allUfficio Intercomunale Pace, il bando per affidare i fondi raccolti e ha svolto la gara che ha permesso di individuare i progetti da realizzare. Inoltre monitorerà, rendiconterà e informerà tutti gli Enti partecipanti riguardo alle diverse fasi di attuazione dei progetti finanziati. Inoltre monitorerà, rendiconterà e informerà tutti gli Enti partecipanti riguardo alle diverse fasi di attuazione dei progetti finanziati.

9 38 sono gli Enti che hanno aderito alliniziativa: Airasca, Alpignano, Andrate, Banchette, Barone, Beinasco, Brandizzo, Bruino, Caluso, Candia Canavese, Candiolo, Chiaverano, Collegno, Cumiana, Fiorano, Canavese, Grugliasco, Issiglio, Ivrea, Moncalieri, Nichelino, Nomaglio, None, Pavone Canavese, Pianezza, Pinerolo, Piossasco, Rivalta di Torino, Rivoli, Salerano Canavese, Samone, SettimoTorinese, Strambino, Torre Pellice, Venaria Reale, Vestignè, Vialfrè, Volvera e Provincia di Torino. e 22 sono quelli che hanno contribuito economicamente al progetto. Altri soggetti partecipanti sono: Fiera della Parola, Museo storico Carnevale di Ivrea, Società Canavesana Servizi, Scuola primaria di Chiaverano, Scuola Torre Balfredo (Ivrea), soggetti privati.

10 Questa iniziativa condivisa ha permesso: di sensibilizzare migliaia di persone della Provincia di Torino attraverso una campagna di comunicazione comune e per mezzo di molteplici iniziative ed eventi, a favore di Haiti, organizzati attraverso la collaborazione di tutte le realtà sociali dei Comuni coinvolti (cittadini, associazioni, pro-loco, imprese, ecc…). In tal modo, alla data del 12 gennaio giorno di uscita del bando - erano stati raccolti ,42 euro

11 Inoltre, successivamente alla data di pubblicazione del bando, sono ancora stati raccolti i seguenti fondi: 1.551,55 dal Comune di Settimo, 1.551,55 dal Comune di Settimo, 651 dal Comune di Rivoli, 651 dal Comune di Rivoli, dal Comune di Brandizzo, dal Comune di Brandizzo, che portano il budget complessivo a ,97 e che andranno ad aumentare proporzionalmente i finanziamenti erogati per la realizzazione dei progetti selezionati. che portano il budget complessivo a ,97 e che andranno ad aumentare proporzionalmente i finanziamenti erogati per la realizzazione dei progetti selezionati.

12 FONDI MESSI A DISPOSIZIONE DAGLI ENTI ADERENTI, A FRONTE DI RACCOLTE FONDI O STANZIAMENTI PROPRI: FONDI MESSI A DISPOSIZIONE DAGLI ENTI ADERENTI, A FRONTE DI RACCOLTE FONDI O STANZIAMENTI PROPRI: ALPIGNANO 1.724,60 BARONE CANAVESE 70,00 BRANDIZZO 2.820,60 BRUINO 300,00 CALUSO 300,00 CANDIOLO 1.505,43 CHIAVERANO 1.000,00 COLLEGNO 3.000,00 CUMIANA 1.000,00 FIORANO CANAVESE 827,20 GRUGLIASCO 3.900,00 IVREA 2.430,02 MONCALIERI 4.879,00 NOMAGLIO 300,00 RIVALTA DI TORINO 1.933,90 RIVOLI 4.251,00 SALERANO CANAVESE 54,20 SAMONE 587,98 SETTIMO TORINESE 7.600,00 VIALFRÈ 521,50 VOLVERA 3.095,32 PROVINCIA DI TORINO

13 ALTRI SOGGETTI IMPORTO SCUOLA PRIMARIA DI CHIAVERANO 700,00 BAMBINI DI TORRE BALFREDO 230,00 SOCIETÀ CANAVESANA SERVIZI 500,00 RACCOLTA FONDI DURANTE FIERA DELLA PAROLA 28,22 MUSEO STORICO CARNEVALE DI IVREA 500,00 SOGGETTI PRIVATI 200,00 ALTRI SOGGETTI IMPORTO SCUOLA PRIMARIA DI CHIAVERANO 700,00 BAMBINI DI TORRE BALFREDO 230,00 SOCIETÀ CANAVESANA SERVIZI 500,00 RACCOLTA FONDI DURANTE FIERA DELLA PAROLA 28,22 MUSEO STORICO CARNEVALE DI IVREA 500,00 SOGGETTI PRIVATI 200,00

14 Questa iniziativa condivisa ha inoltre permesso di: assumere una responsabilità diretta nelluso dei fondi che verranno raccolti, senza delegare ma svolgendo un ruolo attivo nelle diverse fasi;

15 sensibilizzare i cittadini piemontesi, informandoli sia sui criteri di assegnazione dei fondi, sia sulle azioni concretamente realizzate. sensibilizzare i cittadini piemontesi, informandoli sia sui criteri di assegnazione dei fondi, sia sulle azioni concretamente realizzate.

16 Progetti Presentati Madian Orizzonti Onlus: Salute per tutti- Cliniche mobili nella grande Anse. Missione Lakay Mwen: Haiti, Progetto di assistenza e istruzione. ProgettoMondo Mlal Piemonte Léogane: Scuole per la rinascita, appoggio psico-pedagogico. V.I.S. – Volontariato Internazionale per lo Sviluppo: Azioni di ricostruzione e supporto a favore della popolazione colpita dal terremoto di Haiti per favorire un graduale ritorno a normali condizioni di vita.

17 La commissione di valutazione dei progetti, su indicazione del direttivo Cocopa, era composta da 5 funzionari di Enti Locali: Dott.ssa Giuliana Reano (Ivrea) presidente Dott. Giorgio Garelli (Regione Piemonte) Dott.ssa Silvana Scarfato (Provincia di Torino) Dott.ssa Gabriella Quaglia (Rivoli) Dott.ssa Claudia Durando (Settimo Torinese) Commissione di valutazione

18 Madian Orizzonti Onlus Titolo del progetto: Salute per tutti- Cliniche mobili nella grande Anse. Luogo di attuazione:Dipartimento delle grandi Anse, in particolare i villaggi e le case isolate dei comuni di Roseaux, Laurie, Pestel Point Sable e Castache. Ambiti: sanitario e della formazione. Tempi di realizzazione: 18 mesi. Quota di autofinanziamento: 35% dellimporto complessivo. Risultati previsti: visitare circa 800 persone a missione (3 volte al mese), coinvolgendole anche in azioni di educazione sanitaria.

19 Madian Orizzonti Onlus Contenuti: Migliorare le condizioni sanitarie nel dipartimento delle grandi Anse e facilitare laccesso alla prevenzione e alleducazione sanitaria. In particolare, per mezzo di un ambulatorio mobile (da acquistare e allestire) che con missioni di 2 giorni raggiungerà 3 volte al mese ciascuno dei comuni coinvolti, si vuole: fornire cure primarie alle comunità, particolarmente ai bambini e alle donne in gravidanza; facilitare laccesso alle cure non disponibili in loco, portando medici specialisti che possano visitare e curare determinate patologie (cataratta, glaucoma, cure dentali); somministrare e distribuire medicinali; somministrare vaccinazioni per via intradermica e orale; garantire, per casi particolarmente gravi e urgenti, il trasporto del paziente dal villaggio allospedale pubblico di Jérémie; intraprendere azioni di prevenzione ed educazione sanitaria.

20 Missione Lakay Mwen Haiti Titolo del progetto: Haiti, Progetto di assistenza e istruzione Luogo di attuazione: Port au Prince Ambito: formativo e sanitario Contenuti : Sostegno alla i struzione professionale per ragazzi frequentanti la scuola della Missione; Monitoraggio della condizione sanitaria

21 ProgettoMondo Mlal Piemonte Titolo del progetto: Léogane: Scuole per la rinascita, appoggio psico-pedagogico. Luogo di attuazione: Léogane Ambiti: formazione e infanzia. Tempi di realizzazione: 18 mesi. Quota di autofinanziamento: 48,2% dellimporto complessivo. Risultati previsti: 54 insegnanti formati, 1350 bambini che partecipano alle attività psico-pedagogiche, 6 scuole con un programma educativo approvato.

22 ProgettoMondo Mlal Piemonte Contenuti : contribuire al ripristino dei servizi educativi di base nelle zone rurali di Léogane, con lavvio di un processo di formazione per gli insegnanti e di supporto alla didattica, adeguati ai bisogni della popolazione scolastica. In particolare si intende sostenere il rafforzamento psico- pedagogico, mediante la formazione, laggiornamento e il supporto agli insegnanti di almeno 8 scuole rurali, con lo scopo di predisporre e attuare un nuovo programma scolastico.

23 V.I.S. Volontariato Internazionale per lo s viluppo Titolo del progetto: Azioni di ricostruzione e supporto a favore della popolazione colpita dal terremoto di Haiti per favorire un graduale ritorno a normali condizioni di vita. Luogo di attuazione: Municipalità di Carrefour – Thorland. Ambiti: sanitario e della formazione. Tempi di realizzazione: 12 mesi. Quota di autofinanziamento: 47,4% dellimporto complessivo. Risultati previsti: almeno 66 bambini, ad oggi esclusi, potranno frequentare la scuola primaria; almeno 20 famiglie saranno sostenute economicamente nel riavvio di attività generatrici di reddito; almeno 21 famiglie beneficeranno di monitoraggio e assistenza sanitaria; almeno 100 persone saranno impegnate in attività di utilità comune.

24 V.I.S. Volontariato Internazionale per lo s viluppo Contenuti : Realizzare un programma complessivo di sostegno e monitoraggio delle condizioni socio economiche delle famiglie beneficiarie dellintervento e provenienti dal campo sfollati dellarea di Thorland – Carrefour. In particolare si intende mettere in atto azioni volte: al miglioramento delle opportunità educative e al contrasto del drop out scolastico; al sostegno economico e al riavvio di attività generatrici di reddito; al monitoraggio a allassistenza sanitaria delle famiglie coinvolte; alla realizzazione di interventi e lavori di utilità comune; allo svolgimento di attività di sensibilizzazione sul territorio piemontese, che coinvolgano soprattutto i giovani.

25 GRADUATORIA FINALE CON INDICAZIONE DEL CONTRIBUTO ASSEGNATO AD OGNI PROGETTO RITENUTO FINANZIABILE SINO ALLA CONCORRENZA DELLIMPORTO MESSO A DISPOSIZIONE ,00) S OGGETTO FINANZIABILE Madian Mlal V.I.S. TOTALE PUNTEGGIO PROGETTO IMPORTO COMPLESSIVO DEL PROGETTO CONTRIBUTO RICHIESTO CONTRIBUTO ASSEGNATO CONTRIBUTO ASSEGNATO IMPORTO RIMODULATO Ulteriori fondi reperiti saranno suddivisi ai soggetti finanziabili, fino ad esaurimento degli stessi, con le stesse percentuali di assegnazione del bando.

26 Monitoraggio dei progetti I progetti finanziati saranno oggetto di missioni di monitoraggio da parte di un funzionario degli Enti Locali aderenti allintervento integrato nei periodi corrispondenti alla fase iniziale e conclusiva del progetto. Tali missioni verranno realizzate utilizzando le risorse reperite con le iniziative territoriali dei soggetti promotori del bando fino ad un massimo di 5.000,00 complessivi.


Scaricare ppt "Un progetto consortile del Coordinamento Comuni per la Pace della Provincia di Torino."

Presentazioni simili


Annunci Google