La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il Portale della Comunità Ambrosiana Le potenzialità della Rete 10 maggio 2003 Corso di formazione base Web Animator Parrocchiali www.chiesadimilano.it.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il Portale della Comunità Ambrosiana Le potenzialità della Rete 10 maggio 2003 Corso di formazione base Web Animator Parrocchiali www.chiesadimilano.it."— Transcript della presentazione:

1 Il Portale della Comunità Ambrosiana Le potenzialità della Rete 10 maggio 2003 Corso di formazione base Web Animator Parrocchiali alberto porro Internet e pastorale

2 Il Portale della Comunità Ambrosiana WA/05/03 2 Premessa Tutto in un frigorifero: potenza Internet Archive - Luglio 2000 un miliardo di pagine per un totale di 33,5 terabyte (1 terabyte=1 milione di megabyte=1000gb), e cresce al 10% al mese. Un libro = 1 mb Biblioteca del Congresso USA, venti milioni di libri = 20 terabyte (B.Hubermann, Le leggi del web) Tutto il web in un server grande come un frigorifero Benvenuti nellera dellinformazione, accesso immediato e gratuito alle fonti del sapere più disparato e arcano. E cè chi lavora e cerca schemi tipici …

3 Il Portale della Comunità Ambrosiana WA/05/03 3 Insieme di linee e punti isolati rappresenta una vera fotografia, istantanea di una sezione del www, il complesso di siti e di link presenti in Finlandia circa un anno fa. Un foto della rete che rende bene lidea. Ma … Fonte: B.A.Huberman, Le leggi del Web

4 Il Portale della Comunità Ambrosiana WA/05/03 4 Il formaggio ammuffisce: la scatola vuota Oggi ci sono milioni di siti collegati alla rete. Posti bellissimi e posti inutili. Eccesso di informazioni e quindi indisponibilità delle stesse (Italia: 1 milione di domini registrati, forte flessione di quelli utilizzati; le PMI che offrono servizi ICT hanno perso tra il 15 e il 20% di posti di lavoro; qualità e quantità peggiorata; e-commerce: aumentano i buoni e gli insufficienti; la spesa per lICT non cresce; tutti sperano nella banda larga) (Fonte: VI Rapporto IBI, 2003) Alcuni siti di grande successo: dove qualcuno porta a casa qualcosa, si aggiunge valore allutente (P2P) Premessa

5 Il Portale della Comunità Ambrosiana WA/05/03 5 Perché un Portale?Portale Il primo sito fatto dalla comunità Dopo i siti di prima generazione ce ne voleva uno che partisse da questo principio: aggiungere qualcosa alla vita della comunità diocesana: esaltare la relazione e la comunicazione Perché questo corso: non basta la macchina Ora il portale cè. Bisogna usarlo ed è un lavoro che durerà anni. Obiettivi e Indice dei tre incontri Obiettivi: portare dentro la comunità, dal basso, per aggiungere valore, migliorare la relazione Premessa

6 Il Portale della Comunità Ambrosiana WA/05/03 6 Indice del Corso Primo Incontro: Internet e pastorale 1.Le potenzialità della Rete 2.La Chiesa in rete Secondo Incontro: Il nuovo Portale 1.Struttura 2.Utilizzo 3.Organizzazione Terzo Incontro: Il sito parrocchiale 1.Struttura 2.Organizzazione 3.Aspetti Giuridici

7 Il Portale della Comunità Ambrosiana WA/05/03 7 Primo Incontro: Internet e pastorale Le potenzialità della Rete 1.Internet: la storia 2.Internet: cosè 3.Le comunità virtuali 4.I numeri di Internet La Chiesa in Rete

8 Il Portale della Comunità Ambrosiana 1. Internet: la storia

9 Il Portale della Comunità Ambrosiana WA/05/03 9 Internet La terza rivoluzione della comunicazione La rivoluzione digitale Il passaggio dagli atomi ai bit (N. Negroponte, 1995): dopo la scrittura e la stampa, il computer segna la terza rivoluzione nelle comunicazioni.bit Lessenza della rivoluzione digitale è quella di trasformare qualsiasi elemento fisico che possa essere descritto in codice binario composto da 0 e da 1 bit, ovvero segnali in formato elettronico. In questo modo è possibile una fedele descrizione di diversi tipi di informazioni quali numeri e lettere, segnali audio, segnali video, ecc … La digitalizzazione permette la memorizzazione e il trasferimento replicato di segnali in modo particolarmente fedele. La differenza però delle altre tecnologie digitali (tv, compact disc, vhs, auto, domotica) è che Internet è completamente aperta al pubblico e consente il trasferimento di file multimediali attraverso un processo di telecomunicazione. 1. La storia

10 Il Portale della Comunità Ambrosiana WA/05/ a.C. Homo Sapiens a.C. Pitture Caverne a.C. Scrittura d.C. Alfabeto d.C. Stampa NUOVE TECNOLOGIE Storia delle Comunicazioni dentro allorologio 24 Fonte: adattato da Williams, La storia

11 Il Portale della Comunità Ambrosiana WA/05/03 11 Fonte: I-Lab 2000

12 Il Portale della Comunità Ambrosiana WA/05/03 12 La breve storia di Internet La tecnologia alla base dellattuale Internet anni 60, Dipartimento della Difesa Americano, preservare i processi di comunicazione in caso di evento di natura nucleare che potesse distruggere i principali canali di comunicazione. Idea base: packet switching technology, tecnologia che consente ai file da trasmettere di essere smembrati a pacchetti, inviati a destinazione separatamente, riassemblati nella forma originale. Si sarebbero salvati. Fine anni 60, Rete Arpanet (Advance Research Project Agency Network) predisposta dal Dipartimento della Difesa a quello scopo. Anni 80. La rete si avvia e si diffonde grazie alla principali università americane e al personale militare. 1981: 213 calcolatori connessi La sua diffusione raddoppia ogni anno 1994: 3 milioni La Rete è aperta al pubblico e si espande velocemente 1. La storia

13 Il Portale della Comunità Ambrosiana WA/05/03 13 HostHost Internet Numero in milioni 1. La storia

14 Il Portale della Comunità Ambrosiana WA/05/03 14 Paesi con più di Host Primi 12 di 40, su 240 paesi Numero di host dicembre 2002 Crescita % in un anno % su totale Per 1000 abitanti Stati Uniti ,064,7369,6 Giappone ,85,472,9 Italia ,22,268,6 Olanda ,61,8196,2 Canada ,31,9104,3 Gran Bretagna ,21,748,9 Germania ,01,735,5 Australia ,01,5135,2 Brasile ,11,313,0 Taiwan ,71,397,1 Francia ,11,336,7 Spagna ,21,041,2 1. La storia

15 Il Portale della Comunità Ambrosiana WA/05/03 15 Più di 1,5 milioni di Host Primi 12 paesi 1. La storia

16 Il Portale della Comunità Ambrosiana WA/05/03 16 Di chi è Internet? 1. La storia

17 Il Portale della Comunità Ambrosiana WA/05/03 17 Gli ultimi del mondo: 166Chad11b010.0(.) 167Guinea-Bissau (.) 168Ethiopia340(.) 169Burkina Faso (.) 170Mozambique (.) 171Burundi Niger120(.)0.0(.) 173Sierra Leone (.) TELEFONOCELLULARIINTERNET HOST (Per 1000 abitanti) La storia

18 Il Portale della Comunità Ambrosiana WA/05/03 18 Host per 1000 abitanti 1. La storia

19 Il Portale della Comunità Ambrosiana WA/05/03 19 I protocolli Creazione dei protocolli TCP/IP che garantiscono la trasmissione dei dati attraverso lo smembramento dei pacchetti, la loro enumerazione, la ricomposizione giunti a destinazione secondo il codice prestabilito. Oggi di fatto Internet si definisce come un sistema globale di reti di computer che impiega i protocolli di comunicazione TCP/IP (…): TCP (Trasmission Control Protocol) trasporto dei dati IP (Internet Protocol)incanalarli / dirigerli 1. La storia

20 Il Portale della Comunità Ambrosiana WA/05/03 20 Gli standard Creazione di standard di linguaggio di comunicazione della rete: Il protocollo ipermediale HTTP (HyperText Transfer Protocol) Il formato degli indirizzi URL (Uniform Resource Locator) Il linguaggio di programmazione HTML (HyperText Marking Language) In pratica il www (World Wide Web) non è altro che un sottoinsieme della Rete Internet accessibile attraverso luso di HTTP, che unisce documenti presenti in diversi URL, composti prevalentemente in HTML.www 1. La storia

21 Il Portale della Comunità Ambrosiana WA/05/03 21 I browser Nasce nel 1993 il primo browser: Mosaic Browser: un interfaccia grafica legata a Internet che consente agli utilizzatori di computer con qualunque sistema operativo di accedere alle informazioni pubblicate sulla Rete in HTML. E importante osservare che tutte le informazioni (file di ogni tipo) non sono contenuti nel file HTML il quale invece contiene semplicemente gli hyperlink a quei distinti file. Il browser dellutilizzatore usa questi hyperlink per trovare e caricare i file del server, interpretarli e usarli in qualità di Webpage. 1. La storia

22 Il Portale della Comunità Ambrosiana 2. Internet: cosè

23 Il Portale della Comunità Ambrosiana WA/05/03 23 La piazza del mercato Cosa cambia con Internet? One to One interpersonaletelefono, Internet One to Many broadcasting TV, stampa, Internet Many to Many networkInternet (chat, forum) SPAZIOglobalizzazione localizzazione personalizzazione ACCESSOinterattività multimedialità tempo reale 2. Internet Internet arricchisce le forme di comunicazione, riducendo al contempo i costi di trasferimento e organizzazione delle informazioni. E un mezzo di relazione a struttura decentrata e privilegia la dimensione partecipativa. Internet: tutto insieme

24 Il Portale della Comunità Ambrosiana WA/05/03 24 Cosa si può fare in Internet? I servizi nella Rete Lattività che si svolge in Internet è unattività di servizio agli utenti attraverso applicazioni standard disponibili in forma gratuita o a pagamento. SCAMBIARSI MESSAGGI Posta elettronica Gruppi di discussione Newsgroup Chat CONDIVIDERE INFORMAZIONI www archivi ftp gruppi e chat RICERCARE INFORMAZIONI www archivi ftp gruppi e chat 2. Internet

25 Il Portale della Comunità Ambrosiana WA/05/03 25 La ricerca delle informazione: i motori di ricerca e altri agenti Il problema principale in Rete è la ricerca delle informazioni e questo è ritenuto da tutti uno dei fattori più rilevanti di potenziale successo delle attività on line. Se conosci lindirizzo tutto bene. Se non lo conosci: agenti informativi Directories Motori di ricerca Directories - Ex. Organizzazione per categorie di argomenti Allinterno delle categorie, ricerche per parole chiave Motori di ricerca - Ex. Indicizzano il materiale rilevato secondo sofisticati algoritmi di classificazione Richieste effettuate attraverso parole chiave o combinazioni di parole chiave Ma resta la difficoltà di trovare subito ciò che serve: molte risposte possibili, molto materiale irrilevante 2. Internet

26 Il Portale della Comunità Ambrosiana WA/05/03 26 La battaglia contro lirrilevanza Logica di comunicazione push non è lutente che cerca le informazioni ma sono le informazioni che raggiungono lutente a partire da una descrizione del profilo personalizzato dei bisogni (www.infogate.com ex cnn) e la delega a operatori che possono essere editori specializzati o agenti intelligenti (software) (www.amazon.com) – Valutazione:www.infogate.comwww.pointcast.comwww.amazon.com eliminano la fase di raccolta attiva di dati e accorciano il processo di ricerca (+); grande capacità di classificazione e codifica delle informazioni (-) Passaparola e comunità di interesse (ex: newsgroup): ti serve qualcosa? Chiedi in giro! Qualcunaltro in rete ha avuto la nostra stessa necessità e ti può dare una mano. Valutazione: Richiesta di iscrizione Frequentazione 2. Internet

27 Il Portale della Comunità Ambrosiana WA/05/ Il sito che era POINTCAST oggi è INFOGATE e vende Informazione ai siti. Il pacchetto è personalizzabile e può essere inviato a diversi terminali. 2. Internet PUSH Costruisce linformazione sul profilo dellutente durante la Navigazione.

28 Il Portale della Comunità Ambrosiana WA/05/03 28 I siti alla prova Le persone che usano la rete in tutti i continenti non vogliono siti web spettacolari, ostentazioni ed esibizionismi. Vogliono siti funzionali, con contenuti utili e pagine che si scaricano rapidamente. Vogliono informazioni complete e bene organizzate. Vogliono sistemi efficienti di ricerca. Vogliono supporto di qualità, servizio, processi semplici e robusti. Gerry McGovern 10 dicembre Internet

29 Il Portale della Comunità Ambrosiana WA/05/03 29 Criteri di Analisi di un Sito Ogni sito web, solo per il fatto di richiedere un comportamento attivo del cliente, acquisisce una logica di servizio Un sito web deve perciò rispondere alla domanda: quale valore aggiunto viene generato per il cliente? Cosa può fare il mio cliente? Non si crea un sito per cimentarsi con la tecnologia o per dire Ci siamo anche noi! Solo un sito progettato sulla logica del servizio, qualità e ricerca della soddisfazione del cliente può avere successo e generare fedeltà. 2. Internet

30 Il Portale della Comunità Ambrosiana WA/05/03 30 Quali sono i servizi? SERVIZI PRIMARI Informazione (news, newsletter, daily me) Formazione (qualità contenuti, links) Relazione/socializzazione (community, chat, forum, bacheche, mailing list) Archivio e documentazione (banche dati, ricerca, download) e-Commerce (cluster, comparazione, acquisto sicuro, varietà, innovazione) SERVIZI SECONDARI Accessibilità (facilità accesso, mappe, motori, lingue, bottoni) Assistenza alla navigazione (interfaccia, help, faq) Mantenimento della relazione (post vendita, gratuito, newsletter) Sicurezza (filtri, warning, transazioni, monitoraggio ordini) 2. Internet

31 Il Portale della Comunità Ambrosiana WA/05/03 31 Provate ad analizzare Identità chi eroga il servizio Interfaccia usabilty Comunicazionecome si presenta Serviziquali, quanti, per chi Contenutiper chi è il sito Communityflussi comunicazione Ricerca nel sito, specifiche Assistenza help desk, faq 2. Internet

32 Il Portale della Comunità Ambrosiana WA/05/03 32 Misurare UNIQUE VISITORS Il numero di visitatori che vedono una pagina, al netto delle duplicazioni. Se vedo 25 volte lo stesso sito, conto come UV PAGE VIEW Il numero di pagine viste su cui compare un banner CTR (click-through ratio) Rapporto percentuale tra PV e il numero di volte che il banner/pagina viene cliccato. Se 100 persone vedono la pagina e 2 cliccano un banner, il ctr sarà del 2% 2. Internet

33 Il Portale della Comunità Ambrosiana WA/05/03 33 Posta elettronica Sistema di trasferimento elettronico di messaggi tra gli utenti in rete. Ogni host (calcolatore) in Internet può essere raggiunto in modo univoco, cosi come succede agli utenti che sono collegati con esso, disponendo di un indirizzo di posta elettronica. Chiocciola (si legge at) Identificativo dellUtente Identificativo dellHost server Dominio Dominio geografico organizzativo 2.

34 Il Portale della Comunità Ambrosiana 3. Le comunità virtuali

35 Il Portale della Comunità Ambrosiana WA/05/03 35 Rete di relazioni Internet nasce come mezzo di relazione, ancor prima che di comunicazione, a struttura decentrata Nella sua fase più recente di sviluppo favorisce laggregazione di risorse a grappolo, ovvero in cluster specializzati, denominate spesso comunità virtuali. La prima comunità virtuale nasce negli anni 80 con The Well, guidata da Howard Rheingold. Le comunità virtuali sono aggregazioni sociali che emergono dalla rete quando un numero sufficiente di persone si impegnano abbastanza a lungo in discussioni pubbliche, con un discreto feeling umano, creando delle ragnatele di relazioni personali nel ciberspazio. (Howard Rheingold, 1993) 3. Comunità

36 Il Portale della Comunità Ambrosiana WA/05/03 36 Territorio e conoscenza Le comunità virtuali hanno generato due nozioni di comunità: comunità spaziali: comunità che nasce su base geografica e che on line si trasforma tipicamente in Rete Civica (Bologna, prima in Italia); comunità di pratica: basate cioè sulla socializzazione delle esperienze individuali, entro i confini di una impresa e poi più ampia per creare conoscenza condivisa (la comunità dei riparatori delle fotocopiatrici Xerox) (Fiat, caterpillar, McDonnel Douglas Aerospace) 3. Comunità

37 Il Portale della Comunità Ambrosiana WA/05/03 37 Requisiti La nozione di comunità trova su Internet un terreno non solo favorevole ma addirittura privilegiato di sviluppo, innovando radicalmente il sistema della comunicazione Le comunità virtuali devono avere i seguenti requisiti: devono sentirsi parte di un insieme sociale unitario deve esistere una ragnatela ricca di relazioni scambio continuo di idee ed esperienze a cui attribuire un valore unitario devono durare nel tempo per dare luogo a storie condivise Sono comunità i vari MUD (giochi di ruolo Multi-User Dungeon), le versione aggiornate delle chat line, i conferencing system 3. Comunità

38 Il Portale della Comunità Ambrosiana WA/05/03 38 Differenze Le differenze tra comunità di consumo su base fisica e su base virtuale: COMUNITA TRADIZIONALICOMUNITA VIRTUALI Conoscenza concentrata e radicataConoscenza distribuita e in costruzione Confini definiti e staticiConfini dinamici in evoluzione Alta fiducia reciprocaFiducia più difficile da costruire Orientamento a consolidare le tradizioniOrientamento allinnovazione e alla e la conoscenza accumulata diffusione della conoscenza emergente Appartenenza anche non volontariaAppartenenza come adesione esplicita 3. Comunità

39 Il Portale della Comunità Ambrosiana WA/05/03 39 La nostra risorsa principale Lappartenenza, i contenuti comuni, le esperienze dei singoli e delle comunità, i riti, gli appuntamenti, i documenti, le persone: tutto ciò che costituisce la vita stessa della comunità, oggi può essere potenziato dal rapporto on-line. Non cambia il concetto di comunità; cresce e si sviluppa il modo di essere comunità, secondo tre linee: interattività, multimedialità, tempo reale. RELAZIONE - COMUNIONE - COMUNITA

40 Il Portale della Comunità Ambrosiana 4. I numeri di Internet

41 Il Portale della Comunità Ambrosiana WA/05/03 41 I numeri di internet quanti navigano cosa fanno dove sono chi sono 4. I numeri

42 Il Portale della Comunità Ambrosiana WA/05/03 42 Utenti Italia 4. I numeri

43 Il Portale della Comunità Ambrosiana WA/05/03 43 Ma quanti sono? Dipende … ISTAT maggio ml. DOXA settembre ,8 ml. EURISKO novembre ,2 ml. IPOSA ,5 ml. CENSIS gennaio ,9 ml. NIELSEN ,5 ml. 4. I numeri Ultimissimo dato aggiornato a ieri, 9 maggio 2003: CNEL - EURISKOmaggio ,7 ml. CENSISmaggio ml. + 49% ultimi 3 anni

44 Il Portale della Comunità Ambrosiana WA/05/03 44 Utenti Italia: connessi da dove Il 70% ha un pc a casa, ma solo il 43% si collega a Internet La penetrazione è oggi al 43% del potenziale, circa 23 milioni 4. I numeri

45 Il Portale della Comunità Ambrosiana WA/05/03 45 Utenti Europa Crescita continua ma non accelerata, rallentano Germania e Italia Penetrazione: 45% Svezia, 36% Olanda, 27% GB, 21 Germania, 19% Italia 4. I numeri

46 Il Portale della Comunità Ambrosiana WA/05/03 46 Famiglie con accesso a Internet Europa Italia ancora arretrata rispetto agli altri paesi Percentuale sul totale della popolazione 4. I numeri

47 Il Portale della Comunità Ambrosiana WA/05/03 47 Utenti da casa Italia La parte rossa delle barre indica il cambiamento in un anno Il 50% delle persone che dispongono di un collegamento, lo usano almeno una volta al mese Percentuale sul totale della popolazione 4. I numeri

48 Il Portale della Comunità Ambrosiana WA/05/03 48 Utenti Internet Italia per età Afflusso massiccio dei giovani nel 2000/ 2001 La fascia più forte (35/44) è la metà del totale Pochi iniziano ad usare la Rete in età avanzata 4. I numeri

49 Il Portale della Comunità Ambrosiana WA/05/03 49 Utenti Internet Italia per età da dove I giovani si collegano più spesso da casa Età adulte soprattutto dal lavoro 4. I numeri

50 Il Portale della Comunità Ambrosiana WA/05/03 50 Utenti Internet Italia per livello scolastico Maggior diffusione nei livelli medi Continuo miglioramento al livello media inferiore 4. I numeri

51 Il Portale della Comunità Ambrosiana WA/05/03 51 Utenti Internet Italia in base al reddito Tendenza allequilibrio tra i livello medi e alti Uso più frequente ai livelli alti 4. I numeri

52 Il Portale della Comunità Ambrosiana WA/05/03 52 Utenti Internet Italia per tipo di attività Allargamento a categorie più ampie, notevole diffusione tra impiegati e insegnanti. Gli studenti si connettono si da casa che da scuola. Crescente presenza delle casalinghe 4. I numeri

53 Il Portale della Comunità Ambrosiana WA/05/03 53 Utenti Internet Italia conoscenza Inglese La conoscenza dellinglese rimane più alta rispetto alla popolazione In generale 4. I numeri

54 Il Portale della Comunità Ambrosiana WA/05/03 54 % donne in Rete Percentuale sul totale utenti internet in ciascuna categoria Dopo una forte crescita negli anni precedenti, oggi è invariata. 4. I numeri

55 Il Portale della Comunità Ambrosiana WA/05/03 55 Utenti Internet Italia: anzianità Percentuali sul totale di utenti internet Il 30% è in rete da tre anni, più esperti L80% dei nuovi arrivati impara in fretta e si basa sui consigli degli anziani 4. I numeri

56 Il Portale della Comunità Ambrosiana WA/05/03 56 Risorse informazione e comunicazione famiglie Percentuale sul totale della popolazione Strumenti disponibili, che non significa utilizzati

57 Il Portale della Comunità Ambrosiana WA/05/03 57 USO OCCASIONALE USO ABITUALE Risorse informazione e comunicazione famiglie Cambia la gerarchia; Internet è tra le meno usate Salgono computer, radio, libri; Internet è tra le meno usate.

58 Il Portale della Comunità Ambrosiana WA/05/03 58 I migliori in Italia NetRatings febbraio 2003 – Report NetRatings febbraio 2003 – Tabella

59 Il Portale della Comunità Ambrosiana WA/05/03 59 La Chiesa in Rete Il 31/12/02 censiva 7094 links: parrocchie 20%, associazioni 20%, ordini religiosi 10%, santi e beati 5%, istituzioni culturali 5%, radio e Tv 5%, altro 45% Nel 2002 sono "nati" 1683 nuovi siti e ne sono stati cancellati 363. Nel 2001 sono "nati" 1766 nuovi siti mentre quelli "morti" sono stati 215.

60 Il Portale della Comunità Ambrosiana WA/05/03 60 Utenti Internet Diocesi di Milano Utenti nel territorio Diocesi: oltre 2 ml. Praticanti (stima 20%) oltre 500 mila

61 Il Portale della Comunità Ambrosiana WA/05/03 61 Diocesi di Milano - Parrocchie in Rete ZONANUMERO PARROCCHIENUMERO PARROCCHIE CON SITO Milano17038 Varese23521 Lecco1838 Rho16014 Monza Melegnano1416 Sesto 6619 Totale

62 Il Portale della Comunità Ambrosiana WA/05/03 62 Dunque … Internet: alto potenziale La logica del valore: relazione e comunicazione Un ambiente favorevole alla comunità Unoccasione storica, di fatto E necessario prepararsi: sapere condiviso

63 Il Portale della Comunità Ambrosiana WA/05/03 63 Il Forum: cosa osservare Identità chi eroga il servizio Interfaccia usabilty Comunicazionecome si presenta Serviziquali, quanti, per chi Contenutiper chi è il sito Communityflussi comunicazione Ricerca nel sito, specifiche Assistenza help desk, faq

64 Il Portale della Comunità Ambrosiana WA/05/03 64 DIZIONARIO Bit: BInary digiT - cifre binarie, l'unità base dell'informazione per tutti i computer. Poiché i calcolatori capiscono solo due condizioni ossia il passaggio o meno della corrente elettrica, questi due stati di sollecitazione (p.e. 5 volt o 0 volt) vengono tradotti nel linguaggio aritmetico come un insieme di 0 e 1 cioe' di bit. L'intuizione di eseguire operazioni logiche e manipolare l'informazione con i circuiti del computer utilizzando i soli bit è da attribuirsi a Claude Shannon. Il bit viene indicato anche con la lettera minuscola b, mentre la B, in maiuscolo, indica il byte.binarieinformazionecomputer Claude Shannonbyte Byte: gruppo di 8 bit, indicato anche con la lettera maiuscola B, per non confonderla con la b di bit.bit Berners Lee, Tim: Fisico inglese, realizzatore del www nel 1990 al CERN di Ginevra. Ha scritto il primo client WWW ( Browser-editor per macchine NeXTStep) e il primo server WWW definendo URL, HTTP e HTML. Precedentemente a questo lavoro al CERN, Tim e' stato il direttore della Image Computer Systems, consulente per l'hardware e il software system design, per le comunicazioni grafiche real-time e del processing di testo, ingegnere capo per la Plessey Telecommunications in Poole (Inghilterra). Si e' laureato all'universita' di Oxford. Tim nel 1997 e' il Direttore dell'W3C e primo ricercatore del MIT Laboratory for Computer SciencewwwclientBrowserNeXTStepserverURLHTTPHTMLComputerhardwaresoftwareW3CMIT

65 Il Portale della Comunità Ambrosiana WA/05/03 65 DIZIONARIO Modem, (modulatore – demodulatore) converte i bit digitali in segnali analogici e viceversa e permette la connessione fisica alla rete telefonica ISDN Integrated Services Digital Network, rete digitale integrata nei servizi. Termine introdotto nel 1971 dall'ITU (International Telecomunication Union, Organizzazione delle Nazioni unite per la standardizzazione). Professionisti utilizzano la doppia linea, fornita con l'ISDN, una per la telefonia e l'altra per garantire velocita' nelle trasmissioni in rete. Questo sistema di trasmissione digitale dell'informazione avviene sulla normale linea telefonica; e' comunque necessario installare un terminal adapter (p.e. NT1Plus) nella propria abitazione od ufficio, per completare il collegamento digitale nel tratto che separa il terminal adapter dalla centrale telefonica. Inoltre e' necessario installare sul proprio computer una scheda di rete. La velocita' di trasmissione fornita dall'accesso base e' di due canali da bps ciascuno ed uno a 16Kbps.ITUreteterminal adaptercomputerschedabps

66 Il Portale della Comunità Ambrosiana WA/05/03 66 DIZIONARIO ADSL Asymmetric Digital Subscriber Line. E' la tecnologia che sfrutta le normali linee telefoniche. Con ADSL la trasmissione dei dati nelle due direzioni presenta questa asimmetria poiche' per l'utente e' importante una larghezza di banda piu' grande in ricezione piuttosto che in trasmissione. Tale tecnologia viene utilizzata nel cosiddetto "ultimo miglio" poiche' opera non tra le centraline telefoniche ma tra centralina e chiamante. Tramite doppino nella comunicazione telefonica vocale si utilizza un intervallo di frequenze significative (banda base) comprese tra i 300 Hz (toni bassi) e 3500 Hz (toni alti). Con xDSL il segnale digitale va ad occupare frequenze piu' elevate (quindi maggiore transfer rate) a partire dai 32 KHz. Per l'ADSL le centraline telefoniche devono essere attrezzate di un concentratore multiplexer denominato DSLAM (Digital Subscriber Line Access Multiplexer) che pone su una singola linea le diverse linee xDSL in entrata.Hz Ex: kb – tempo download 48 minuti e 45 secondi a 56.6 Kbps 42 minuti e 40 secondi a 64.4 Kbps(ISDN) 4 minuti e 16 secondi a 640 Kbps(ADSL)

67 Il Portale della Comunità Ambrosiana WA/05/03 67 DIZIONARIO Wireless Termine che identifica una rete di computer in cui non e' presente alcun tipo di cablaggio (sia esso in fibra ottica, doppino o cavo coassiale), bensi' la trasmissione dei dati tra DTE avviene via etere (onde radio, vd. Hertz). Host: Termine generico che identifica un computer connesso ad una rete (p.e. LAN, Internet, Intranet) e quindi capace di comunicare con altri computer della rete (host).computerLAN InternetIntranet FTP: File Transfer Protocol, protocollo di trasferimento file in Internet (RFC 959). L'FTP anonimous é il metodo convenzionale grazie al quale ci si può collegare ad un computer nella rete Internet e importare una copia dei programmi in esso pubblici con scopo di divulgare notizie e programmi, solitamente tramite un accesso Telnet (rfc 854) oppure tramite Web. A volte si chiede di indicare come password (pwd) il proprio ove la parola d'ordine generica solitamente è "anonymous".protocollofileInternetRFC computerprogrammiTelnetWeb DNS: Domain Name System, sistema di denominazione del dominio. Un server dedicato con un database effettua il mapping del nome dell'host in un indirizzo IP, in altri termini lo sostituisce con il numero IP. Quando i navigatori scrivono un URL del tipo: il resolver (speciale procedura di libreria presente in un'applicazione, p.e. nel nostro Browser) invia un pacchetto al server DNS per conoscerne l'indirizzo IP. Il Server restituira' il corrispondente indirizzo: dominioserverdatabasehostIPURLlibreriaapplicazioneBrowserpacchetto

68 Il Portale della Comunità Ambrosiana WA/05/03 68 DIZIONARIO Domain Name System ovvero il sistema di denominazione del dominio.E' un database distribuito che viene utilizzato in ambiente TCP/IP per creare una corrispondenza tra indirizzo numerico e nome mnemonico assegnato alla macchina. E' distribuito perché nessuno dei computer collegati ad Internet ha una situazione completa dell'intera rete, ma deve usare il particolare protocollo previsto dal DNS per comunicare con gli altri sistemi e procurarsi le informazioni. La definizione dei nomi per i vari domini segue una struttura gerarchica ad albero rovesciato, partendo dal generale per scendere nel particolare. In questo modo e' possibile delegare a livello locale parte del controllo della rete, seguendo un approccio Client/Server (il gestore di un particolare dominio puo' determinare in modo indipendente i nomi e gli indirizzi delle risorse che saranno disponibili all'interno di quel dominio). Il sistema e' in uso dal Ogni computer collegato a Internet dispone di un proprio indirizzo che viene letto e utilizzato dal protocollo di comunicazione Internet Protocol (IP) per convogliare pacchetti di dati da una macchina all'altra. Ad ogni macchina e ad ogni utente, tuttavia, viene anche assegnato un nome distintivo e univoco, tale nome viene poi attribuito a un particolare dominio di appartenenza. Ad esempio l'indirizzo indica che l'ufficio commerciale e' identificato presso una macchina chiamata info-2000 che fa parte di un dominio geografico Italia. Le indicazioni di corrispondenza tra i nomi delle reti, dei gateway (router) e degli host con i relativi indirizzi IP vengono memorizzati all'interno di un file che si chiama hosts.txt. I sette domini gerarchici che identificano il tipo di organizzazione collegata ad Internet sono:databaseTCP/IPcomputerInternetprotocolloinformazioni Client/ServerdominioInternetIPpacchettigatewayrouterhostfile com - per le aziende; edu - per le scuole e le universita'; gov - per gli enti governativi; int - per le organizzazioni internazionali; mil - per le organizzazioni militari; net - per i fornitori di accesso e di servizi in rete; org - per le altre forme di organizzazione non comprese nelle categorie di cui sopra.

69 Il Portale della Comunità Ambrosiana WA/05/03 69 DIZIONARIO Assegnazione di indirizzi e proprietà con storia italiana: - fino allinizio del 1994 in Italia era presente solo la rete GARR (commissione del Ministero per lUniversità e la Ricerca scientifica e Tecnologica che ha reso disponibile una infrastruttura di rete accessibile dalle università e dagli istituti di ricerca per ricerche di tipo accademico e scientifico). Dalla fine del 1995 gli ISP erano qualche centinaio. - Internet è di tanti proprietari, ma nessuno controlla lintera infrastruttura. Esistono organismi internazionali creati per coordinare la gestione e lo sviluppo della rete nel mondo. - La massima autorità per lassegnazione degli indirizzi è lInternet Assigned Numbers Authority (IANA), la quale delega a registri regionali (Internic – USA, Ripe NCC – Europa, AP-NIC in Asia) - Italia: ITA-PE, gruppo di lavoro aperto, gestito dal Consiglio Nazionale dellel Ricerche e si occupa dei registri e del naming

70 Il Portale della Comunità Ambrosiana WA/05/03 70 DIZIONARIO SMTP: Simple Mail Transport Protocol, protocollo semplice per il trasporto di posta, presente nel modello TCP/IP al Livello Applicazione.protocolloTCP/IPLivello Applicazione PPP: Point-to-Point Protocol: E' un protocollo punto a punto byte oriented operante al livello Data Link (come HDLC e l'obsoleto SLIP). Stabilisce un metodo d'accesso ad Internet in cui il computer dell'utente tramite modem, si collega al server del provider (anch'esso provvisto di modem) tramite linea telefonica. Il protocollo e' adatto anche per le connessioni punto punto tra due router p.e. su linea CDN.protocollopunto a puntobyte oriented livello Data LinkHDLCSLIP InternetcomputermodemserverproviderCDN Spam: spiced pork and ham, carne di maiale in scatola. Con il termine spam si intende la posta elettronica indesiderata, come gli invasivi messaggi pubblicitari. Lo spammer e' colui che effettua lo spamming, ossia l'invio di posta non richiesta, nota anche con il termine junk mail (junk, cianfrusaglie). Vedi anche UCE e UBE.UCEUBE

71 Il Portale della Comunità Ambrosiana WA/05/03 71 DIZIONARIO Wireless Termine che identifica una rete di computer in cui non e' presente alcun tipo di cablaggio (sia esso in fibra ottica, doppino o cavo coassiale), bensi' la trasmissione dei dati tra DTE avviene via etere (onde radio, vd. Hertz). Portale: Un portale o web portal e' un sito che offre generalmente una serie di servizi quali: ultime notizie della giornata, posta elettronica via browser, chat, motori di ricerca, shopping on line. Alcuni web portal offrono il servizio di invio delle notizie tramite , anche secondo un'argomento scelto dall'utente, oppure viene inviato, sempre tramite , l'avviso di qualche appuntamento. Per facilitare la ricerca, gli argomenti in un web portal sono raccolti per categorie: viaggi, meteo, politica, cinema, TV, computer, educazione, musica, cultura, finanza, lavoro, scienze, sport, salute, divertimenti (giochi on line), attualita', ecc. Quali sono i web portal in Internet? Andate su qualsiasi noto motore di ricerca e li' troverete un web portal. Vedi anche Vortal.sitobrowserchatwebcomputerInternet Vortal

72 Il Portale della Comunità Ambrosiana WA/05/03 da una ricerca effettuata da Giorgio Stabile, docente di storia della scienza dell'università "La Sapienza" di Roma, si ricava che nel mondo anglosassone del secolo scorso il carattere ('chiocciola', 'at') assume il significato di "at price of", al prezzo di. Da questo indizio Giorgio Stabile ha seguito un percorso a ritroso, fino a scoprire che rappresentava un'icona dei mercanti italiani (più precisamente veneziani), che la utilizzavano come abbreviazione commerciale dell'anfora, unita' di peso e capacita'. Il motivo per cui ne viene fatto l'uso nei moderni indirizzi di posta elettronica e' dovuto al fatto che Ray Tomlison (ingegnere americano e uno dei padri di Internet), dovendo scegliere un simbolo della tastiera che separasse il nome del destinatario e il percorso per arrivare al server, dove questo era ospitato, scelse proprio DIZIONARIO

73 Il Portale della Comunità Ambrosiana WA/05/03 73 links


Scaricare ppt "Il Portale della Comunità Ambrosiana Le potenzialità della Rete 10 maggio 2003 Corso di formazione base Web Animator Parrocchiali www.chiesadimilano.it."

Presentazioni simili


Annunci Google