La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Firenze 01 Dicembre 2009 ARSIA - Settore Promozione e Gestione della Formazione – Animazione Rurale.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Firenze 01 Dicembre 2009 ARSIA - Settore Promozione e Gestione della Formazione – Animazione Rurale."— Transcript della presentazione:

1 Firenze 01 Dicembre 2009 ARSIA - Settore Promozione e Gestione della Formazione – Animazione Rurale

2 Questi i tre principali argomenti che tratteremo oggi: I documenti di programmazione e di attuazione relativi alle misure LEADER del PSR – Indicazioni procedurali Misura 431 Misure di competenza dei GAL le spese ammissibili, le modalità di pagamento, la rendicontazione delle spese determinate dal DAR Revisione dell11 novembre I manuali per la compilazione e le verifiche con il sistema informatico di Artea 2

3 Le misure di competenza dei GAL Le indicazioni procedurali, le spese ammissibili, le modalit à di pagamento, la rendicontazione delle spese determinate dal DAR Versione 11

4 MISURA 410 – Strategie di sviluppo locale Il PSR stabilisce che le misure dell asse 1 e 3 attuate mediante l approccio Leader rientrano nelle Strategie di sviluppo locale sulla base delle seguenti modalit à : La selezione, le caratteristiche e le strategie dei GAL Il PSR prevede che la Regione Toscana (AdG) selezioni i GAL con bando pubblico entro sei mesi dall approvazione del PSR. Il loro numero sar à compreso tra 6 e 8. Il territorio coperto dovr à essere omogeneo e rappresentativo con popolazione compresa tra e abitanti (salvo casi eccezionali). Complessivamente le aree coperte dai GAL saranno almeno il 60% del totale regionale. I criteri di selezione sono i seguenti: 1) struttura (rappresentativit à del partenariato, esperienza positiva, solidit à finanziaria e organizzativa); 2) strategia (conformit à alla normativa e al PSR, coerenza interna ed esterna, concentrazione delle risorse al livello tematico, chiarezza, eventuale presenza di cooperazione e di approcci innovativi); 3) territorio (ampiezza e omogeneit à ); 4) capacit à finanziaria e gestionale (autofinanziamento). I GAL selezionano i progetti da finanziare nell ambito della strategia attraverso procedure di evidenza pubblica, in modo da garantire la massima trasparenza. I GAL effettuano i controlli di primo livello sulle operazione finanziate e trasmettono ad ARTEA gli elenchi di liquidazione. I GAL restano responsabili e garanti del buon funzionamento del partenariato e della corretta gestione dei fondi pubblici. Il DAR stabilisce che le risorse assegnate alle misure leader degli assi 1 e 3 vengano assegnate ai GAL attraverso la Misura 410 Strategie di sviluppo locale in base alla popolazione e all estensione dei territori in base a una ponderazione per tipologia di area.

5 NMISUREDESCRIZIONE 1124Misura 124 Cooperazione per lo sviluppo di nuovi prodotti, processi e tecnologie nei settori agricolo e alimentare e in quello forestale 2133Misura 133 Sostegno alle associazioni di produttori per attività di informazioni e promozione riguardo ai prodotti che rientrano nei sistemi di qualità alimentare" (PARTE DI INTERESSE LOCALE) 3312.aMisura 312 Sostegno alla creazione ed allo sviluppo di microimprese Azione A Sviluppo delle attività artigianali 4312.bMisura 312 Sostegno alla creazione ed allo sviluppo di microimprese Azione B Sviluppo delle attività commerciali 5313.a.aMisura 313 Incentivazione di attività turistiche Sottomisura A -Creazione di infrastrutture su piccola scala e commercializzazione di servizi turistici ed agrituristici Sottoazione a) Creazione di infrastrutture su piccola scala 6313.a.b.Misura 313 Incentivazione di attività turistiche Sottomisura A -Creazione di infrastrutture su piccola scala e commercializzazione di servizi turistici ed agrituristici Sottoazione b) Commercializzazione di servizi turistici ed agrituristici 7313.bMisura 313 Incentivazione di attività turistiche Sottomisura B Sviluppo delle attività turistiche LE MISURE GESTITE CON APPROCCIO LEADER Considerando congiuntamente il PSR, il DAR e gli indirizzi operativi, oltre alle Misure 421 Cooperazione e alla Misura 431 Gestione, le misure dell Asse 1 e 3 di competenza dei GAL sono traducibili in sottomisure e azioni corrispondenti a 14 bandi attivabili da parte dei GAL.

6 aMisura 321 Servizi essenziali per leconomia e la popolazione rurale Sottomisura A Reti di protezione sociale nelle zone rurali 9321.bMisura 321 Servizi essenziali per leconomia e la popolazione rurale Sottomisura B Servizi commerciali in aree rurali cMisura 321 Servizi essenziali per leconomia e la popolazione rurale Sottomisura C Strutture di approvvigionamento energetico con impiego di biomasse agro- forestali dMisura 321 Servizi essenziali per leconomia e la popolazione rurale Sottomisura D 'Reti tecnologiche' N.B. Mancano ancora gli indirizzi per i bandi 12322Misura 322 Sviluppo e rinnovamento dei villaggi aMisura 323 Tutela e riqualificazione del patrimonio rurale Sottomisura A 'Riqualificazione e valorizzazione del patrimonio naturale N.B. Mancano ancora gli indirizzi per i bandi bMisura 323 Tutela e riqualificazione del patrimonio rurale Sottomisura B Riqualificazione e valorizzazione del patrimonio culturale

7 Il DAR stabilisce che per le misure gestite con approccio Leader, ad eccezione della misura 431, i GAL sono competenti per l effettuazione delle seguenti fasi procedurali: Istruttoria delle domande Approvazione graduatoria Accertamento finale Elenchi di Liquidazione Alle strutture regionali referenti per misura dell asse 1 e 3 sono affidate le seguenti mansioni: produzione degli indirizzi per l attuazione delle misure/sottomisure/azioni di loro competenza; assistenza e supporto ai GAL delle procedure di selezione e gestione delle domande di sostegno; sorveglianza dell andamento delle misure/sottomisure/azioni di loro competenza per il coordinamento con le politiche regionali settoriali. Allorganismo pagatore Artea sono affidate le funzioni di pagamento e di controllo di secondo livello. La DGR 616 del 20/7/09 ha integrato il DAR nella parte relativa alle misure gestite nell ambito delle SISL. In particolare il GAL deve: operare secondo criteri di economicit à, efficienza, trasparenza e procedere con atti di evidenza pubblica per permettere a tutti di partecipare alla selezione delle richieste di aiuto e ai finanziamenti del PSR. Svolgere i controlli a campione sulle autocertificazioni e dichiarazioni come previsto dal DPR n. 445/00 in materia di semplificazione amministrativa

8 Modalità di attuazione della SISL - par. 5.3 del DAR I bandi La Regione produce gli INDIRIZZI contenenti le condizioni di accesso e le priorità di ciascuna misura (20 punti totali e un massimo di 4 punti per priorità). I GAL possono: individuare ulteriori limitazioni o esclusioni dove previsto dagli indirizzi; assegnare ulteriori 20 punti alle priorità previste negli indirizzi; inserire uno o due ulteriori criteri di selezione. Prima della pubblicazione della procedura per la selezione dei beneficiari, ai GAL è demandato il necessario raccordo con ARTEA per la messa a punto del sistema informatizzato di presentazione delle domande, predisposto a cura dellAgenzia per la ricezione e gestione delle domande di aiuto. Il GAL deve garantire trasparenza e pubblicità alle procedure di selezione oltre che una durata minima di 30gg di apertura dei termini per la presentazione delle domande. Deve accertare che i progetti selezionati non abbiano beneficiato di altri finanziamenti e rispettino la regola del de minimis. 8

9 9 La fase della selezione e ammissibilità Selezione dei beneficiari (DAR) Ai sensi della L.r. n. 45/07, i soggetti che intendono presentare domanda sulle misure del PSR incluse nella SISL sono tenuti a documentare la propria posizione anagrafica mediante la costituzione del fascicolo aziendale secondo le modalità previste dal decreto del Direttore di ARTEA n. 142/07, n. 191/2008 e s.m.i., le domande di aiuto sono presentate al GAL direttamente tramite il sistema informatizzato ARTEA con firma elettronica. Listruttoria di completamento riguarda: -la conformità della domanda ai requisiti previsti dal bando; - lammissibilità e la congruità degli investimenti e delle spese previste; -nel caso di regimi di aiuto alle imprese, il rispetto della normativa de minimis da verificarsi anche mediante la banca dati regionale. Listruttoria si conclude con la produzione del verbale di ammissibilità predisposto sulla modulistica configurata da ARTEA. A conclusione delliter, i GAL approvano con atto dellorgano decisionale la graduatoria definitiva dei singoli progetti ammessi a contributo e di quelli ammissibili ma non finanziati per esaurimento delle risorse. In seguito alla ratifica dellorgano decisionale, i GAL convocano i beneficiari finali per la definizione degli obblighi reciproci, mediante convenzioni da stipularsi secondo lo schema messo a disposizione dagli uffici regionali. Nella convenzione devono essere indicati chiaramente i termini perentori di inizio lavori e di presentazione della domanda di pagamento.

10 La fase dellaccertamento finale della spesa Le domande di pagamento (accertamento finale) sono presentate al GAL direttamente tramite il sistema informatizzato ARTEA con firma elettronica. I GAL utilizzano il sistema informativo ARTEA per la registrazione dellistruttoria di accertamento finale che consiste in sintesi nella: verifica della corrispondenza al progetto approvato di quanto realizzato e delle spese sostenute nonché la funzionalità dellintervento stesso e la presenza delle necessarie autorizzazioni previste dalle norme vigenti; verifica della presenza delle fatture e dei giustificativi di pagamento che attestano che le spese sono state effettivamente sostenute, anche tramite visita in sito; annullamento degli originali di tali fatture; verifica del rispetto degli obblighi di pubblicità. Al termine dellaccertamento, deve essere prodotto un verbale conclusivo, redatto secondo lo schema presente nel sistema informatico ARTEA. In base alle risultanze dellaccertamento il GAL determina gli importi riconosciuti ammissibili a contributo e lammontare degli importi da liquidare al beneficiario. 10

11 11 La fase della liquidazione ed autorizzazione al pagamento Il pagamento dei contributi può avvenire o sotto forma di anticipazione, di stato di avanzamento o0 di saldo finale. Le domande per le quali si conclude positivamente l istruttoria di accertamento finale sono inserite dai GAL in appositi elenchi di liquidazione generati dal sistema Artea e firmati digitalmente dal responsabile del GAL entro 30 giorni dalla conclusione dellaccertamento. Una volta firmati sono gestibili da Artea per il pagamento. L erogazione del saldo da parte di ARTEA avviene sulla base della disposizione di liquidazione, L eventuale fideiussione, a seguito di erogazione di anticipo e/o di stato di avanzamento, è svincolata a seguito del pagamento del saldo.

12 12 GLI INDIRIZZI PER L EMANAZIONE DEI BANDI ATTUATIVI Con DGR 963 del 2/11/09, come previsto nel DAR, la Regione ha definito gli indirizzi per l emanazione dei bandi attuativi delle misure gestite dai GAL ad eccezione della Sottomisura 321.d Servizi essenziali per l economia e la popolazione rurale - Reti tecnologiche' e della Sottomisura 323.a Tutela e riqualificazione del patrimonio rurale - Riqualificazione e valorizzazione del patrimonio naturale. La delibera al pari del PSR e del DAR ha carattere di obbligatoriet à. Tale Delibera ha inoltre approvato lo schema unico per la redazione dei bandi.

13 13 SCHEMA DI BANDO E RUOLO DI PROGRAMMAZIONE DEL GAL Come previsto dal DAR la DGR 963 del 2/11/09 stabilisce gli indirizzi dei bandi attuativi dei GAL e lo schema di bando dal quale risulta che i GAL, nell ambito di quanto disposto dal PSR, dal DAR e della stessa DGR, possono: BENEFICIARI attivare tutte o parte le tipologie di soggetti ammessi introdurre ulteriori specifiche introdurre ulteriori limitazioni SETTORI DI INTERVENTO attivare tutte o parte i settori di intervento ammessi introdurre ulteriori specifiche introdurre ulteriori limitazioni CONDIZIONI DI ACCESSO introdurre ulteriori condizioni di accesso TIPOLOGIE DI INVESTIMENTO attivare tutte o parte le tipologie di investimento introdurre ulteriori specifiche introdurre ulteriori limitazioni TIPOLOGIE DI SPESE AMMISSIBILI attivare tutte o parte le tipologie di spese ammissibili introdurre ulteriori specifiche (riferibilit à temporale delle spese) per i soggetti pubblici adeguarle parte o tutte introdurre ulteriori limitazioni

14 14 LOCALIZZAZIONE DELL INVESTIMENTO / TERRITORIO ELIGIBILE introdurre ulteriori specifiche introdurre ulteriori limitazioni IMPEGNI SPECIFICI introdurre ulteriori specifiche introdurre ulteriori impegni TASSI DI CONTRIBUZIONE fissare tassi di contribuzione inferiori in base alla: tipologia di beneficiario tipologia di spesa localizzazione dell intervento MINIMALI / MASSIMALIDI CONTRIBUZIONE Indicare i minimali Indicare i massimali se non presenti nel PSR, nel DAR e negli indirizzi ULTERIORI SPECIFICHE Minimali per domanda e massimali per beneficiario, misura e periodo di programmazione possono variare in base a: tipologia di azione tipologia di beneficiario tipologia di spesa localizzazione dell intervento PRIORITA Inserire uno o pi ù priorit à e i relativi punteggi inerenti: Il territorio in cui è localizzato l investimento la tipologia di investimento INFORMAZIONE E PUBBLICITA Integrare quanto stabilito nel DAR e negli indirizzi

15 15 I Controlli delle Misure gestite con approccio Leader Gli art del Reg. 1975/06 sui controlli del PSR stabiliscono che nel caso delle Misure degli Assi 1 e 3 attivate mediante la Misura 410 e per la Misura 421 (reg. 1698/05 art. 63 lett. A e B) si applicano i controlli amministrativi delle misure a investimento effettuati dai GAL nell ambito di una delega formale, verificando che i GAL possiedano le capacit à amministrative e di controllo necessarie. Dovranno pertanto essere effettuati i seguenti controlli: controlli amministrativi sul 100% delle domande (GAL) visita in loco in fase di accertamento finale della spesa (GAL) Controllo in loco del 4% della spesa (ARTEA) Controllo ex post dell 1% (ARTEA) Il DAR stabilisce inoltre che la Regione Toscana mediante le Province competenti verifica il possesso da parte dei GAL della capacit à amministrativa e i controllo. Il Reg. 1975/06 stabilisce inoltre che deve essere predisposto un idoneo sistema di supervisione dei GAL che includa controlli regolari del loro operato, compresi controlli della contabilit à e la ripetizione a campione di controlli amministrativi (controllo di secondo livello). Il DAR stabilisce inoltre che la Regione Toscana garantisce un idoneo sistema di supervisione dei GAL.

16 Le risorse finanziarie, le spese ammissibili, le modalità di pagamento, la rendicontazione delle spese determinate dal DAR

17 17 Al capitolo 2.1 del DAR sono definite le risorse per il funzionamento dei Gal, che sono state aggiornate portando la prima annualità dal 2007 al Aldilà delle Varie tabelle riportiamo le più indicative, la 14 e la 14.1: ASSEGNAZIONE RISORSE PER GAL E PER ANNO GAL Totale Consorzio Appennino Aretino GAL Etruria S.c.r.l GAL Fabbrica Ambiente e Rurale Maremma S.c.r.l GAL Garfagnana Ambiente E Sviluppo S.c.r.l GAL L.E.A.D.E.R. Siena s.r.l GAL START S.R.L GAL Sviluppo Lunigiana LEADER S.c.r.l Totale

18 18 ASSEGNAZIONE RISORSE MISURA 41 PER GAL E PER ANNO GAL Totale Consorzio Appennino Aretino 0, , , , ,00 GAL Etruria S.c.r.l.0, , , , ,00 GAL Fabbrica Ambiente e Rurale Maremma S.c.r.l. 0, , , , ,00 GAL Garfagnana Ambiente E Sviluppo S.c.r.l. 0, , , , ,00 GAL L.E.A.D.E.R. Siena s.r.l.0, , , , ,00 GAL START S.R.L.0, , , , ,00 GAL Sviluppo Lunigiana LEADER S.c.r.l. 0, , , , ,00 Totale0, , , , ,00

19 19 Principi generali relativi allammissibilità delle spese Tali principi sono contenuti nel DAR al punto di seguito ne riportiamo alcuni che riteniamo di maggiore importanza: ° In generale, per giudicarla ammissibile, una spesa deve essere: - riferibile temporalmente al periodo di vigenza del finanziamento; - imputabile, pertinente e congrua rispetto ad azioni ammissibili; - verificabile e controllabile; - legittima e contabilizzata. ° In caso di investimenti sostenuti da soggetti privati, lammissibilità delle attività (inizio dei lavori per le opere o acquisto del bene per gli investimenti mobili), e delle relative spese decorre dalla data di ricezione della domanda di aiuto, eccezione fatta per le spese propedeutiche alla stessa (progettazione, acquisizione di autorizzazioni, visure catastali ecc.), che comunque non possono essere antecedenti i 12 mesi dalla ricezione della domanda. Nel caso di domanda inserita in più graduatorie, fa fede la data della prima domanda di aiuto. ° Le spese, per risultare ammissibili, devono essere connesse allattuazione di operazioni che sono state riconosciute ammissibili a finanziamento e rientranti in una delle misure declinate nel PSR. Devono inoltre risultare congrue e ragionevoli con lofferta del mercato e il loro valore in corretto rapporto di comparazione alle necessità progettuali ed aziendali.

20 20 °Le spese ammissibili a contributo sono quelle effettivamente e definitivamente sostenute dal beneficiario finale; ai fini della loro verificabilità e controllabilità, queste devono corrispondere a pagamenti effettivamente effettuati, comprovati da fatture e relativi giustificativi di pagamento oppure, ove ciò non sia possibile, da documenti contabili aventi forza probante equivalente. ° Per giustificativo di pagamento si intende il documento che dimostra lavvenuto pagamento del documento di spesa; la sua data è compatibile con il periodo di eligibilità delle spese definita nellatto di assegnazione del contributo. Il documento che dimostra il pagamento rappresenta la quietanza del documento di spesa. Qualora il pagamento di un singolo documento di spesa sia effettuato con diversi mezzi, per ciascuno di essi deve essere presentato il giustificativo di pagamento corrispondente. °Per documento contabile avente forza probante equivalente, ammissibile solo nei casi in cui le norme fiscali contabili non rendano pertinente lemissione di fattura, si intende ogni documento comprovante che la scrittura contabile rifletta fedelmente la realtà, in conformità alla normativa vigente in materia di contabilità.

21 21 Per dimostrare lavvenuto pagamento delle spese inerenti un progetto approvato possono essere utilizzati i seguenti metodi di pagamento: Bonifico o ricevuta bancaria (Riba). Bollettino postale effettuato tramite conto corrente postale. Vaglia postale. Mandato di pagamento. Carta di credito: deve essere intestata direttamente al beneficiario e deve essere impiegata per effettuare pagamenti non effettuabili con gli strumenti sopra elencati. Assegno circolare: deve essere utilizzato esclusivamente per il pagamento di beni immobili e deve riportare la dicitura non trasferibile. In nessun caso è ammesso il pagamento in contanti. In nessun caso sono ammesse forme di pagamento diverse da quelle indicate. E espressamente esclusa lammissibilità di spese per acquisto di materiale usato (macchine ed attrezzature).

22 22 I manuali per la compilazione e le verifiche con il sistema informatico di Artea Tali manuali saranno disponibili nella home page del sito di Artea allindirizzo: Servizi on line/Normativa Comunitaria/PSR 2007_2013/Misura 431/Argomenti/Manuali Che adesso andremo a vedere ed al quale seguirà una prima esercitazione Per la rendicontazione delle spese in una domanda di pagamento.


Scaricare ppt "Firenze 01 Dicembre 2009 ARSIA - Settore Promozione e Gestione della Formazione – Animazione Rurale."

Presentazioni simili


Annunci Google