La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Analizzare Progettare Valutare Realizzare Analizzare Progettare Valutare Realizzare VETRINA DELLE ECCELLENZE 2006 Antonio Calandriello Il piano triennale.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Analizzare Progettare Valutare Realizzare Analizzare Progettare Valutare Realizzare VETRINA DELLE ECCELLENZE 2006 Antonio Calandriello Il piano triennale."— Transcript della presentazione:

1 Analizzare Progettare Valutare Realizzare Analizzare Progettare Valutare Realizzare VETRINA DELLE ECCELLENZE 2006 Antonio Calandriello Il piano triennale di formazione del personale 2005/2007 del Comune di Palermo Gibellina - giovedì 23 marzo 2006

2 La costruzione del Piano Triennale della formazione 2005/2007 Il precedente piano di formazione 2002/2004 era stato caratterizzato soprattutto da interventi di formazione di base e da alcuni interventi di formazione specialistica effettuati senza utilizzare una specifica metodologia d analisi. Solamente nel 2003 si era effettuata la prima analisi dei fabbisogni formativi attraverso questionari rivolti a tutti i dirigenti. Il dato di partenza

3 Materie della formazione di base Corsi di 5 giornate: 1. Il nuovo volto della P.A.: dallorganizzazione per processi allorganizzazione per obiettivi. 2. Lorganizzazione del Comune di Palermo. 3. La privatizzazione del pubblico impiego – Contratti e responsabilità. 4. La comunicazione nellente locale – Il marketing dei servizi e lorientamento allutenza. 5. La sicurezza nei luoghi di lavoro.

4 Categoria D 2002 (n. 19 corsi) 2003 (n. 22 corsi) 2004 (n. 19 corsi) Categoria C 2002 (n. 15 corsi) 2003 (n. 22 corsi) 2004 (n. 25 corsi) Categoria B 2002 (n. 12 corsi) 2003 (n. 30 corsi) 2004 (n. 29 corsi) PIANO TRIENNALE FORMAZIONE DI BASE COMUNE DI PALERMO + 99 corsi di formazione specialistica per complessive 126 giornate formative

5 Rispondere con la leva formativa (ove possibile) alle problematiche e criticità evidenziate dai dirigenti nellambito dei propri settori/servizi che impediscono o ostacolano il raggiungimento degli obiettivi. Il miglioramento delle performances del personale in servizio, in alcuni casi, può essere fondamentale per migliorare lattività dei singoli servizi ed agevolare il raggiungimento degli obiettivi predetti. Obiettivi piano triennale di formazione 2005/2007

6 Analisi organizzativa effettuata, attraverso interviste presso tutti i settori dellAmministrazione, dal Gruppo Governance della Formazione, istituito in sede di Comitato di Direzione. Lanalisi ha tenuto conto del contesto di riferimento a livello di singola struttura e delle problematiche e delle ricadute organizzative gestionali segnalate dai dirigenti, valutando quali tra queste ricadute sono potenzialmente risolvibili attraverso interventi di formazione e con che priorità, nonché il personale interessato dalle problematiche evidenziate. Sperimentazione a livello nazionale nellambito di un progetto del Dipartimento della Funzione Pubblica Metodologia utilizzata

7 Direttore Generale Ufficio Sviluppo Organizzativo Gruppo Governance della formazione inter-aree (9) n. 46 formatori interni DIRIGENTI 3 centri formazione interni Rilevazione sul campo fabbisogni formativi Individuazione fabbisogno formativo formativo Predisposizione e gestione piano di formazione piano di formazione Organizzazione e gestione analisi fabbisogni formativi Analisi schede di rilevazione Organizzazione Funzione Formazione

8 Larticolazione in fasi Impostazione dellanalisi Impostazione dellanalisi Valutazione delle problematiche sul campo Valutazione delle problematiche sul campo Esplicitazione dei vincoli formativi Esplicitazione dei vincoli formativi Consolidamento dei risultati Consolidamento dei risultati

9 Limpostazione dellanalisi Presa datto delle priorità strategiche dellEnte attraverso lesame dei principali documenti dai quali siano desumibili gli indirizzi strategici. Rilevazione ed esplicitazione degli obiettivi di fondo della formazione dalla bozza di Piano Triennale. Stima dei risultati attesi (entro la fine dellanno) dal piano in corso.

10 Analisi del contesto di riferimento a livello di singola struttura La valutazione delle problematiche sul campo Elementi di contesto Elementi di contesto Evoluzioni in corso Evoluzioni in corso Criticità/punti di debolezza Criticità/punti di debolezza Individuazione delle problematiche e delle ricadute organizzativo-gestionali a partire dalle possibili cause: Evoluzioni della domanda di servizi (volumi, qualità) Evoluzioni della domanda di servizi (volumi, qualità) Reingegnerizzazione/innovazione di processi Reingegnerizzazione/innovazione di processi Introduzione di nuove forme di gestione Introduzione di nuove forme di gestione Dinamica delle politiche/indirizzi Dinamica delle politiche/indirizzi

11 Schema per lanalisi del contesto

12 Schema per lanalisi delle ricadute organizzativo gestionali

13 Attività svolta dal Gruppo Governance della formazione Effettuazione di n. 44 interviste c/o tutti i Settori/Servizi. Effettuazione di n. 44 interviste c/o tutti i Settori/Servizi. Coinvolgimento di n. 79 dirigenti. Coinvolgimento di n. 79 dirigenti. Individuazione problematiche formative (macro). Individuazione problematiche formative (macro). Individuazione ricadute risolvibili con la formazione. Individuazione ricadute risolvibili con la formazione. Individuazione linee formative, competenze da formare e Individuazione linee formative, competenze da formare e definizioni. definizioni. Individuazione priorità di intervento. Individuazione priorità di intervento. Creazione data-base complessivo e caricamento dati. Creazione data-base complessivo e caricamento dati. Ritorno negli Uffici e conferma, da parte dei dirigenti, dei Ritorno negli Uffici e conferma, da parte dei dirigenti, dei numeri relativi al personale coinvolto suddiviso per categorie. numeri relativi al personale coinvolto suddiviso per categorie.

14 Macrolinee formative Manageriali Manageriali Informatica Informatica Giuridico amministrativo contabile Giuridico amministrativo contabile Comportamentali Comportamentali Aggiornamenti professionali tecnici Aggiornamenti professionali tecnici Vincoli normativi - regolamentari Vincoli normativi - regolamentari

15 Irregolarità atti amministrativi (40)/ Procedimento amministrativo (278): Esperto di procedimenti amministrativi Esperto di procedimenti amministrativi Gare e contratti (79): Esperto gare e contratti Esperto gare e contratti Lavori pubblici (112)/ Espropriazioni (20): Esperto lavori pubblici Esperto lavori pubblici Attività amministrativo contabili (16): Esperto di procedimenti contabili Esperto di procedimenti contabili Gestione contenzioso (118): Esperto nella gestione del contenzioso Esperto nella gestione del contenzioso Gestione giuridico amministrativa del personale (65) Esperto gestione giuridica del personale Esperto gestione giuridica del personale Giuridico amministrativo contabile Es. Sistema di competenze da sviluppare – linee formative

16 Comportamentali 518 Manageriali 220 Giuridico amministrativo contabili 728 Informatica 1064 Aggiornamenti professionali tecnici 1716 Vincoli 14 Problematiche formative e dipendenti interessati dipendenti interessati (analisi 2004)

17 Dipendenti segnalati dai dirigenti suddivisi per categoria (analisi 2004) Cat. D n Cat. D n Cat. C n Cat. C n Cat. B/A n Cat. B/A n Totale n

18 Modalità di individuazione degli interventi La costruzione del Piano triennale della formazione Al fine di predisporre il piano triennale sono state, innanzi tutto, raggruppate le linee formative/competenze scaturite dallanalisi dei fabbisogni formativi trasversali a più uffici, utilizzando dei codici precedentemente assegnati. Al fine di predisporre il piano triennale sono state, innanzi tutto, raggruppate le linee formative/competenze scaturite dallanalisi dei fabbisogni formativi trasversali a più uffici, utilizzando dei codici precedentemente assegnati. Le varie esigenze formative sono state valutate ed inserite nel piano dallUfficio Sviluppo Organizzativo, individuando le priorità con il Direttore Generale e privilegiando le linee formative trasversali che si sono evidenziate in maniera più rilevante, sottolineando, pertanto, lesistenza di un gap formativo comune a più rami dellAmministrazione.

19 La costruzione del Piano triennale della formazione Tra le problematiche trasversali, per le quali più settori dellAmministrazione hanno richiesto lo sviluppo di specifiche competenze, e relativamente alle quali sono stati individuati idonei percorsi formativi nel piano 2005/2007, si segnalano: Irregolarità atti amministrativi (corsi in materia di tecniche Irregolarità atti amministrativi (corsi in materia di tecniche di redazione atti e procedimenti amministrativi); di redazione atti e procedimenti amministrativi); Gare e contratti (corsi in materia di forniture beni e servizi); Gare e contratti (corsi in materia di forniture beni e servizi); Gestione del front office (corsi destinati a personale in Gestione del front office (corsi destinati a personale in rapporto diretto con lutenza) rapporto diretto con lutenza) Contenzioso (corsi destinati al personale amministrativo che Contenzioso (corsi destinati al personale amministrativo che cura i rapporti con il Settore servizi Legali per il contenzioso) cura i rapporti con il Settore servizi Legali per il contenzioso)

20 Linee formative segnalate dal Direttore Generale Lavoro per obiettivi e sistemi incentivanti Lavoro per obiettivi e sistemi incentivanti Rispetto dei tempi Rispetto dei tempi Capacità di valutazione (Dirigenti) Capacità di valutazione (Dirigenti) Rapporto con il cittadino Rapporto con il cittadino Capacità di programmazione (Dirigenti) Capacità di programmazione (Dirigenti) Esternalizzazione di servizi Esternalizzazione di servizi Interventi sul sociale Interventi sul sociale Programmazione strategica Programmazione strategica Altri interventicorsi di base e per neo assunti, corsi per progressioni di carriera, corsi su vincoli formativi, Altri interventi: corsi di base e per neo assunti, corsi per progressioni di carriera, corsi su vincoli formativi,

21 Soluzioni gestionali adottate nel piano Formazione esterna (in outsourcing). Formazione interna (in economia). Formazione finanziata con fondi esterni. Formazione a catalogo. Tenuto conto che è intendimento dellAmministrazione effettuare un costante monitoraggio centrale delle iniziative di formazione, la formazione a catalogo, che non risulta pianificata, verrà valutata di volta in volta dal Direttore Generale in raccordo con lUfficio Sviluppo Organizzativo per individuare i corsi realmente rispondenti alle esigenze rappresentate dagli uffici in sede di analisi dei fabbisogni. La costruzione del Piano triennale di formazione

22 Assestamento ed integrazione dei piani annuali La costruzione del Piano triennale di formazione Nel secondo semestre di ciascun anno viene effettuata, da parte del Gruppo Governance, un ulteriore attività di rilevazione ed aggiornamento dei fabbisogni formativi, propedeutica ad ulteriori integrazioni da effettuarsi nel piano annuale di formazione immediatamente successivo, sia rispetto al numero dei destinatari degli interventi di formazione, sia con riguardo ad eventuali ulteriori esigenze formative che si dovessero manifestare nei settori/servizi/uffici.

23 ANALISI ORGANIZZATIVA - AGGIORNAMENTO 2005 AREA EDILIZIA, MANUTENZIONE E AMBIENTE NUOVE PROBLEMATICHE ORGANIZZATIVO/GESTIONALI E DESCRIZIONE DEL TIPO DI COMPETENZA DA SVILUPPARE E/O MIGLIORARE SETTORE/ UFFICIO/SERVIZIO Personale potenzialmente coinvolto CAMPO RISERVATO ALL'UFFICIO SVILUPPO ORGANIZZATIVO A-BCD RILEVANZA (A - M - B) FATTIBILITA' (A - M - B) Mod. GAP/ 05

24 Mod. GAP/ 04 AREA EDILIZIA, MANUTENZIONE e AMBIENTE FABBISOGNI FORMATIVI SEGNALATI NELL'ANNO 2004 E CORSI PROGRAMMATI Settore/ Ufficio segnalante Problematiche organizzativo\gestionali segnalate nel 2004 TIPO di CORSO Aut. Edilizia ScolasticaDifficoltà legate alla recezione ed interpretazione del corpus normativo relativo ai lavori ed alle opere pubbliche. Problematiche legate alla conoscenza e applicazione della normativa in materia di espropriazioni per p.u. Normativa Relativa ai Lavori ed Opere Pubbliche (in programmazione 2006) Aut. Edilizia Scolastica - Manutenzione - Verde ed Arredo Urbano Difficoltà legate alla gestione giuridica di gare e contratti Le Forniture dei Beni e Servizi (Cat.D) Aut. Edilizia Scolastica - Manutenzione Difficoltà di governare i rapporti con i fornitori, assenza di sistemi di controllo quanti- qualitativi delle forniture di beni e servizi. Difficoltà nella programmazione dei fabbisogni/approvvigionamento. Difficoltà di controllo dei vincoli, dei risultati Contratti di Esternalizzazione di Servizi (Cat.D) Aut. Edilizia Pericolante e Protezione Civile - Impianti Sportivi Problematiche legate alla definizione degli atti amministrativi Problematiche legate alla gestione giuridica delle varie fasi del procedimento amministrativo Procedimento Amministrativo e Redazione Atti (Cat.D1) Edilizia Privata - Aut. Edilizia Scolastica - Verde ed Arredo Urbano Problematiche legate alla gestione del contenzioso e ai rapporti con il Settore Servizi Legali IN PROGRAMMAZIONE Ulteriori corsi trasversali a più aree: - - Privacy cat. C/D - - Direzione per obiettivi (cat. C) /94 addetti emergenza - - Redazione atti amministrativi (cat. D3)

25 ULTERIORI FABBISOGNI SEGNALATI NELL'ANNO 2004 RITENUTI NON PRIORITARI AREA EDILIZIA, MANUTENZIONE e AMBIENTE Settore/ Ufficio segnalante Problematiche organizzativo\gestionali segnalate nel 2004 Edilizia PrivataDifficoltà relative all'impiego dei pacchetti software di base Edilizia PrivataProblematiche specifiche dell'Edilizia Privata Aut. Edilizia ScolasticaDifficoltà relative all'impiego di sistemi e applicativi informatici nuovi o già in uso ManutenzioneProblematiche specifiche delle Manutenzioni Mod. GAP/ 04/bis

26 Dati statistici Totale Totale Giornate formazione uomo

27 2005

28 2006 (piano triennale)

29 2006 ( piano annuale, dopo analisi fabbisogni 2005)

30 2007

31 Dirigenza e formazione al Comune di Palermo Interventi diretti di formazione manageriale tesi allo sviluppo di capacità trasversali, effettuati attraverso corsi residenziali e convention. Posizione centrale nel processo di individuazione dei fabbisogni formativi del personale gestito. Collegamento diretto tra gli interventi di formazione ed il raggiungimento degli obiettivi.

32 Dirigenza e formazione al Comune di Palermo Per i dirigenti, nel 2003, nel 2004 e nel 2005, sono stati previsti corsi residenziali in materia di Direzione per obiettivi, di Competenze manageriali trasversali e di Valutazione del personale. I corsi sono stati svolti suddividendo i dirigenti in gruppi di circa 35 unità, nellambito di tre week end consecutivi, in località site al di fuori della provincia di Palermo (Agrigento, Acireale, Taormina). Corsi residenziali: cementano la cultura di gruppo abbinando lefficacia formativa al benessere dei partecipanti.


Scaricare ppt "Analizzare Progettare Valutare Realizzare Analizzare Progettare Valutare Realizzare VETRINA DELLE ECCELLENZE 2006 Antonio Calandriello Il piano triennale."

Presentazioni simili


Annunci Google