La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Consolidato nazionale e trasparenza fiscale: sistemi opzionali di tassazione a confronto Dott. Gianfilippo Scifoni Agenzia delle Entrate - Direzione Centrale.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Consolidato nazionale e trasparenza fiscale: sistemi opzionali di tassazione a confronto Dott. Gianfilippo Scifoni Agenzia delle Entrate - Direzione Centrale."— Transcript della presentazione:

1 Consolidato nazionale e trasparenza fiscale: sistemi opzionali di tassazione a confronto Dott. Gianfilippo Scifoni Agenzia delle Entrate - Direzione Centrale Normativa e contenzioso - Ufficio imprese Treviso, 12 febbraio 2004

2 12 febbraio 2004Treviso2 CONDIZIONI PER LOPZIONE CONSOLIDATO NAZIONALE: Controllo conseguente ad un partecipazione, diretta o indiretta, per una percentuale > 50% del capitale sociale & degli utili di bilancio (considerato leventuale effetto demoltiplicativo) TRASPARENZA FISCALE: Partecipazione per una percentuale compresa tra il 10% e il 50% dei diritti di voto & degli utili di bilancio

3 12 febbraio 2004Treviso3 CARATTERISTICHE DELLOPZIONE CONSOLIDATO NAZIONALE: opzione bilaterale: esercizio congiunto dellopzione da parte di ciascuna società controllata & del soggetto controllante (TANTE OPZIONI A COPPIA quante sono le società controllate che si avvalgono della facoltà) TRASPARENZA FISCALE: opzione congiunta da esercitarsi da parte DI TUTTE le società (società trasparente e totalità dei soci partecipanti) ALL IN, ALL OUT

4 12 febbraio 2004Treviso4 REDDITO IMPUTABILE CONSOLIDATO NAZIONALE: COMPENSAZIONE INTEGRALE COMPENSAZIONE INTEGRALE dei risultati netti delle società che si sono avvalse dellopzione, a prescindere dalla quota di partecipazione in esse detenuta dal soggetto controllante TRASPARENZA FISCALE: COMPENSAZIONE PRO-QUOTA COMPENSAZIONE PRO-QUOTA: lintero reddito (positivo o negativo) della società partecipata è imputato per trasparenza a ciascun socio partecipante in proporzione alla rispettiva quota di partecipazione

5 12 febbraio 2004Treviso5 PRINCIPALI CARATTERISTICHE CONSOLIDATO NAZIONALE: UNICITA UNICITA del consolidato: tutte le società che hanno effettuato lopzione bilaterale adottano un consolidato UNICO con la controllante (NON vi sono tanti consolidati quante sono le opzioni) TRASPARENZA FISCALE: all in, all out IN CAPO ANCHE AD UNO SOLTANTO NEI CONFRONTI DI TUTTI Principio all in, all out: il venir meno dei requisiti prescritti IN CAPO ANCHE AD UNO SOLTANTO dei soci partecipanti determina linapplicabilità del regime NEI CONFRONTI DI TUTTI

6 12 febbraio 2004Treviso6 PRINCIPALI CARATTERISTICHE CONSOLIDATO NAZIONALE: LIMITE: impossibilità di partecipare a due opzioni in qualità di consolidante e di consolidata TRASPARENZA FISCALE: APPLICABILITA A CATENA del regime: il socio di una società trasparente può a propria volta imputare il reddito ricevuto (pro-quota) da questultima ai propri soci (qualora per ciascuno di questi ultimi ricorrano i requisiti richiesti dallarticolo 115)

7 12 febbraio 2004Treviso7 PRINCIPALI CARATTERISTICHE DIVIETO DI ACCESSO AL CONSOLID. NAZ. : IN QUALITA DI PARTECIPATE per le unità che hanno optato per il regime di trasparenza fiscale IN QUALITA DI PARTECIPATE Nel silenzio dellarticolo 115, il socio partecipante di una società trasparente potrebbe optare per il consolidamento degli imponibili su base nazionale.

8 12 febbraio 2004Treviso8 PRINCIPALI CARATTERISTICHE SOGGETTI NON RESIDENTI: possono optare per il regime di trasparenza fiscale esclusivamente in qualità di partecipanti E a condizione di essere residenti in Stati membri dellUnione Europea; possono optare per il consolidato nazionale solo se risiedono in Paesi con cui sono in vigore trattati contro le DD.II. e se svolgono attività dimpresa in Italia per il tramite di una S.O.

9 12 febbraio 2004Treviso9 UTILIZZABILITA DELLE PERDITE 1) PREGRESSE CONSOLIDATO NAZIONALE: (Articolo 118, comma 2) Utilizzabili ESCLUSIVAMENTE dalle società cui si riferiscono ogni società dovrà, pertanto: 1)compensare in via preliminare le proprie perdite pregresse con gli eventuali imponibili positivi di periodo; 2)trasferire il saldo positivo o, alternativamente, la perdita (ma esclusivamente quella desercizio) alla controllante.

10 12 febbraio 2004Treviso10 UTILIZZABILITA DELLE PERDITE 1) PREGRESSE TRASPARENZA FISCALE: (Assenza di disposizioni specifiche) SOCIETA TRASPARENTE: le proprie perdite pregresse riducono il reddito di periodo imputabile ai soci; Leventuale eccedenza rispetto a questultimo RESTA IN CAPO alla società medesima, potendo essere utilizzata nei successivi esercizi - sempre entro il limite temporale max. dellarticolo 84 - con modalità analoghe.

11 12 febbraio 2004Treviso11 UTILIZZABILITA DELLE PERDITE 1) PREGRESSE TRASPARENZA FISCALE: (Assenza di disposizioni specifiche) SOCI PARTECIPANTI: le perdite pregresse di spettanza sono utilizzabili in compensazione SIA della quota di reddito ricevuto per trasparenza SIA di propri eventuali altri redditi.

12 12 febbraio 2004Treviso12 UTILIZZABILITA DELLE PERDITE 2) DI PERIODO CONSOLIDATO NAZIONALE: SOCIETA CONSOLIDATE: perdite desercizio INTERAMENTE TRASFERIBILI al soggetto controllante; CONTROLLANTE: perdite desercizio interamente computabili in sede di determinazione del reddito complessivo globale di gruppo.

13 12 febbraio 2004Treviso13 UTILIZZABILITA DELLE PERDITE 2) DI PERIODO TRASPARENZA FISCALE: SOCIETA TRASPARENTE: IMPUTABILI ai soci: 1)PRO QUOTA ed 2)ENTRO IL LIMITE della rispettiva quota di P.N. contabile della società partecipata risultante prima della copertura della perdita.

14 12 febbraio 2004Treviso14 UTILIZZABILITA DELLE PERDITE 2) DI PERIODO TRASPARENZA FISCALE: (Articolo 115, comma 3) PROBLEMA: PERDITA eventualmente ECCEDENTE il P.N. della partecipata 2 ALTERNATIVE: -inutilizzabilità tout court delleccedenza; -riportabilità delleccedenza al futuro, in diminuzione degli eventuali redditi realizzati dalla partecipata

15 12 febbraio 2004Treviso15 UTILIZZABILITA DELLE PERDITE 2) DI PERIODO TRASPARENZA FISCALE: (Articolo 115, comma 3) SOLUZIONE: Per la quota di perdita eccedente il limite del P.N. di spettanza non è ammessa alcuna imputazione in capo al socio (cfr. relaz. di accompagnamento) CONSEGUENZA: Gli eventuali versamenti dei soci partecipanti a copertura delle perdite eccedenti innalzano il costo fiscale riconosciuto delle rispettive partecipazioni.


Scaricare ppt "Consolidato nazionale e trasparenza fiscale: sistemi opzionali di tassazione a confronto Dott. Gianfilippo Scifoni Agenzia delle Entrate - Direzione Centrale."

Presentazioni simili


Annunci Google