La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Argomenti trattati nel corso della riunione del 15.09.2004 svoltasi presso la DCRUO Direzione Centrale Tutela Aziendale Medico Competente Centrale Coordinatore.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Argomenti trattati nel corso della riunione del 15.09.2004 svoltasi presso la DCRUO Direzione Centrale Tutela Aziendale Medico Competente Centrale Coordinatore."— Transcript della presentazione:

1 Argomenti trattati nel corso della riunione del svoltasi presso la DCRUO Direzione Centrale Tutela Aziendale Medico Competente Centrale Coordinatore NOTE ESPLICATIVE PROTOCOLLI SANITARI DO-ISL N.34 PROCEDURA ORGANIZZATIVA N.4 PROCEDURA DI INFORMATIZZAZIONE E TRASMISSIONE DATI PRESCRIZIONI ASL MEDICI COMPETENTI TERRITORIALI OBIETTIVI PRINCIPALI ARGOMENTI TRATTATI

2 si raccomanda di definire e pianificare con i Responsabili territoriali (RU, PTA, Poli ) il programma degli interventi di Sorveglianza Sanitaria (sopralluoghi, visite mediche, riunioni, ecc. ); si raccomanda di assolvere regolarmente allinvio delle schede report consuntive dellattività sanitaria (ogni 3 mesi); si ribadisce la necessità di assolvere alle previsioni programmatiche, stabilite dai Responsabili Risorse Umane Regionali, circa lesecuzione delle visite mediche e, nel caso di problemi e/o criticità, non risolvibili con la collaborazione dei Responsabili locali, di darne sollecita informazione alla nostra struttura; si precisa, per quanto attiene i sopralluoghi, che dovrà essere redatto un verbale che ne attesti esclusivamente lavvenuta esecuzione, indicando sedi, data e partecipanti al sopralluogo. La scheda notizia da inviare alla struttura Centrale rappresenta un documento riservato interno che sarà valorizzato per attuare le necessarie misure di tutela; si ribadisce, Per quanto riguarda leventuale esecuzione di accertamenti sanitari integrativi,la facoltà per ogni Medico Competente di regolarsi discrezionalmente avendo come base di riferimento i protocolli recentemente riconfermati e badando che gli accertamenti sanitari siano mirati al rischio. Per lesecuzione degli esami di laboratorio ciascun Medico Competente disponga la scelta di laboratori di fiducia, possibilmente di Enti sanitari pubblici (ospedalieri e/o universitari), purché siano affidabili, accreditati da sistemi di qualità, facilmente accessibili e daccordo con la tariffe stabilite da Poste Italiane. Di norma ogni prelievo dovrà essere eseguito nel luogo di lavoro, evitando inutili e costosi spostamenti del lavoratore Comunicazione inviata da Medico Competente Centrale Coordinatore a Medici Competenti Territoriale NOTE ESPLICATIVE

3 Protocolli Sanitari Codice protocollo sanitario 01 - Rischio specifico da movimentazione manuale dei carichi[1][1] [1] Dovuto ad attività comportanti azioni manuali di sollevamento e deposizione, trasporto, spinta e traino, ecc. caratterizzate, nella generalità dei casi, dal superamento dellindice unitario di movimentazione carichi.

4 Protocolli Sanitari Codice protocollo sanitario 02 - Rischio specifico da esposizione ad attrezzature munite di videoterminale[1][1] [1] Riguarda il personale videoterminalista propriamente detto in quanto applicato alle seguenti attività che comportano, nella generalità dei casi, ladibizione ad attrezzature munite di VDT per almeno venti ore settimanali. Sono da ricomprendersi, inoltre, nel protocollo in esame, tutte le attività che, a seguito di misurazione del tempo di adibizione ad attrezzature munite di VDT, sono caratterizzate dal sistematico superamento del limite di venti ore settimanali

5 Protocolli Sanitari Codice protocollo sanitario 03 Lavoro notturno[1][1] Gli addetti esposti a rischio sono i lavoratori notturni propriamente detti così come individuati dal Decreto Legislativo n. 532 del 26 novembre 1999.

6 Protocolli Sanitari Codice protocollo sanitario 04 - Rischio specifico da agenti chimici

7 Codice protocollo sanitario 05 - Rischio specifico da esposizione professionale al rumore Protocolli Sanitari

8 DO-ISL n. 34 Emittente: Datore di lavoro – Igiene e Sicurezza del Lavoro Oggetto: Linee guida di politica sanitaria Prodotta da: Direzione Safety Verificata da: A. Bergamaschi (MCCC) A. Meola (RSPP) Approvata da: A. Magnocavallo Rev. Data emissione: Protocollo: DO – ISL n.34

9 Procedura organizzativa di Medicina del Lavoro n.4 Versione 2004 Gestione della Sorveglianza sanitaria, dei Sopralluoghi e Riunioni Periodiche di Prevenzione Procedura organizzativa di Medicina del Lavoro n. 4 Versione 2004

10 I N D I C E 1 - Obiettivi della procedura. 2 – Campo di applicazione della sorveglianza sanitaria. 3 - Obblighi di informazione. 4 - Disposizioni generali in relazione alla procedura. 4.1 – Archiviazione delle Cartelle sanitarie. 4.2 – Riservatezza sui dati personali sensibili. 5 – Accertamento dellidoneità sanitaria alla mansione e sorveglianza sanitaria periodica. 6 – Gestione dei sopralluoghi. 7– Gestione delle riunioni periodiche di prevenzione. Procedura organizzativa di Medicina del Lavoro n.4 Versione 2004

11 Procedura organizzativa di Medicina del Lavoro n.4 Versione 2004

12 Procedura organizzativa di Medicina del Lavoro n.4 Versione 2004

13 . Procedura organizzativa di Medicina del Lavoro n.4 Versione 2004

14 Procedura organizzativa di Medicina del Lavoro n.4 Versione 2004

15 Procedura organizzativa di Medicina del Lavoro n.4 Versione 2004

16 Procedura organizzativa di Medicina del Lavoro n.4 Versione 2004

17 Procedura organizzativa di Medicina del Lavoro n.4 Versione 2004

18 Procedura organizzativa di Medicina del Lavoro n.4 Versione 2004

19 Procedura organizzativa di Medicina del Lavoro n.4 Versione 2004

20 Procedura organizzativa di Medicina del Lavoro n.4 Versione – Gestione dei sopralluoghie di altri analoghi interventi

21 Procedura organizzativa di Medicina del Lavoro n.4 Versione – Gestione dei sopralluoghie di altri analoghi interventi

22 Procedura organizzativa di Medicina del Lavoro n.4 Versione 2004

23 PROCEDURE DI TRASMISSIONE DATI RELATIVI ALLA SORVEGLIANZA SANITARIA A.Gli elenchi delle persone da visitare, dei siti da ispezionare sono preparati dalle strutture territoriali B.I Medici Competenti Territoriali sono impegnati per lesecuzione di A. con il coordinamento del M.C.C.C. C.Ogni attività svolta viene rapportata Spedita al DCTA - M.C.C.C. Preparazione format per i rapporti: - visite mediche - sopralluoghi

24 Format per i rapporti inviati ai MCT: Scheda per il monitoraggio delle attività di sorveglianza sanitaria (dati biostatistici) svolte dal medico competente (protocollo 01, 02, 03, 04, 05) Sopralluogo negli ambienti di lavoro check - list di controllo Scheda per il il rilievo prestazioni rese

25 Pag. 1 di 5 Format per i rapporti inviati ai MCT: dati biostatistici

26 Pag 2 di 5 Format per i rapporti inviati ai MCT: dati biostatistici

27 Questa sezione è prevista soltanto per il protocollo n.02 Pag. 3 di 5 grado: 0: trascurabile, 1: lieve, 2: moderato, 3: intenso frequenza: 0:< 1 volta/settimana; 1: 1-2 volte/settimana; 2: 3 volte/settimana,3: 4-5 volte/settimana § grado: 0: fastidio; 1:rigidità; 2:parestesie; 3: dolore §§ frequenza: 0:< 1 volta/settimana; 1: 1-2 volte/settimana; 2: 3 volte/settimana,3: 4-5 volte/settimana Format per i rapporti inviati ai MCT: dati biostatistici

28 Pag. 4 di 5 Format per i rapporti inviati ai MCT: dati biostatistici

29 Pag 5 di 5 Format per i rapporti inviati ai MCT: dati biostatistici

30 Format per i rapporti inviati ai MCT: sopralluoghi Pag 1 di 3

31 Format per i rapporti inviati ai MCT: sopralluoghi Pag 2 di 3

32 Pag 3 di 3 Format per i rapporti inviati ai MCT: sopralluoghi

33 Format per i rapporti inviati ai MCT: prestazioni rese (visite mediche)

34 Format per i rapporti inviati ai MCT: prestazioni rese (Sopralluoghi)

35 La disposizione organizzativa relativa alla procedura da attuare a seguito di prescrizioni ASL è stata modificata, nel senso che attualmente prevede linformazione anche al Medico Competente Territoriale, quando levento in oggetto si verifichi. Comunicazione inviata da Medico Competente Centrale Coordinatore a Medici Competenti Territoriale e per conoscenza a Datore di Lavoro Responsabile SPP Prescrizioni ASL

36 Medici Competenti Territoriali EMILIA ROMAGNA dott. Guido LINGUITI dott. Ovidio BIOLCHI dott. Michele ARGENTI dott. Marco CASADEI LAZIO dott. Giuseppe BOCCIA dott. Mario FRONDUTO dott.ssa Anna Maria CATANIA CAMPANIA dott.ssa Paola GIANTURCO dott.ssa Alessandra PALMIERI dott.ssa Loredana ROMANO dott.ssa Marina RUSSOMANDO SICILIA dott. Fabio GAUDIOSO dott. Giuseppe SOLE dott.ssa Luisa GRIPPI dott.ssa Enza GIOMPAPA BASILICATA CALABRIA dott.ssa Gabriella DI MARO MARCHE dott. Teseo TESEI PIEMONTE VALLE DAOSTA dott. Luigi MARIONI SARDEGNA dott. Pierfranco CANALIS dott. Piero SCANO LOMBARDIA dott. Marco MOLINARI dott. Daniele GROSSO dott. Giacomo MICELI dott. Massimo BONACINA TOSCANA dott. Massimo GUERRI dott. Maurizio GATTO dott.ssa Leyla BIGDELI dott. Paolo CECIONI FRIULI VENEZIA GIULIA dott. Michelangelo FABRIS dott.ssa Katja POLH VENETO TRENTINO ALTO ADIGE dott. Girolamo PAVANELLO dott. Michele PADOAN PUGLIA dott. Raffaele DE METRIO dott. Piero LOVREGLIO dott. Luca CONVERTINI Sardegna Trentino Friuli Liguria Basilicata Sardegna Trentino Friuli Liguria Basilicata Calabria Sicilia Abruzzo Puglia Campania Lazio Toscana Veneto Emilia Piemonte Lombardia Umbria Marche UMBRIA dott.ssa Giovanna DE FRANCESCO ABRUZZO dott. Marino DI CARLANTONIO MOLISE dott. Nicola RINALDI LIGURIA dott. Giuseppe VERCELLINO

37 Medici Competenti Territoriali Nomina di Medici competenti ad integrazione delle strutture sanitarie territoriali Nominativi proposti: - dott. Roberto Giammattei per la Toscana - dott. Elisa Romeo per le Marche - dott. Stefania Macchiaroli per lUmbria - dott. Luca Coppetaper lAbruzzo - dott. Alessia Imperatoreper lEmilia - dott. Andrea Magrini per la Sardegna - dott. Barbara Sedper la Campania - dott. Emiliano Santacroceper il Piemonte- Valle dAosta - dott. Maria Rosaria De Rosa per il Piemonte- Valle dAosta

38 OBIETTIVI DA REALIZZARE Gruppi di lavoro: finalizzati allanalisi dei processi lavorativi allanalisi del DVR DPI ecc. Incontri periodici con verbali e consuntivi Ricerca clinica, epidemiologica, metodologica, ecc. Modalità di Rapporto con RLS, OO.SS., ASL Discussioni e confronto su casi particolari Adeguamento normativo Aggiornamento professionale Accreditamento ECM/SIMLII

39 PRINCIPALI ARGOMENTI TRATTATI 1 di 5 IGIENE AMBIENTALE SOPRALLUOGHI AMBIENTI DI LAVORO (report nazionali) INCONVENIENTI IGIENICI UFFICI POSTALI POLVERI SOTTILI DIVIETO DI FUMO IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO QUALITÀ DELLARIA AMIANTO RADON SERVIZI IGIENICI PER UTENTI UFFICI POSTALI MALATTIE INFETTIVE (scabbia, sars, antrace) SUPERAMENTO BARRIERE ARCHITETTONICHE PROGETTAZIONE BANCONI, CASELLARI POSTALI IGIENE DEGLI ALIMENTI (sopralluoghi, realizzazione mensa aziendale)

40 PRINCIPALI ARGOMENTI TRATTATI 2 di 5 INFORTUNI - MALATTIE PROFESSIONALI DATI STATISTICI INCIDENTI STRADALI CON CERTIFICAZIONI MALATTIE PROFESSIONALI SORVEGLIANZA SANITARIA GESTIONE DATI BIOSTATISTICI NAZIONALI PROTOCOLLI SORVAGLIANZA SANITARIA REPORT NAZIONALE ATTIVITA DI SORVEGLIANZA SANITARIA GESTIONE CARTELLE SANITARIE PRIVACY VISITE MEDICHE ART. 17/626 GESTIONE INIDONEITA

41 PRINCIPALI ARGOMENTI TRATTATI 3 di 5 RISCHI LAVORATIVI MMC VDT (inconvenienti igienici, censimento, proposta protocolli di valutazione…) VIBRAZIONI RAPINA MANUALE OPERATIVO PROCEDURE ORGANIZZATIVE IGIENE E SICUREZZA LAVORO (VRPL) DPI SCARPE ANTINFORTUNISTICHE DIVISA/INDUMENTI DA LAVORO PRESCRIZIONI A.S.L. CONTENZIOSO LEGALE E QUESITI PER IL MINISTERO DEL LAVORO PRONTO SOCCORSO FORMAZIONE ADDETTI CASSETTA PRONTO SOCCORSO (contenuto, fornitura, dislocazione) INDIVIDUAZIONE PRESIDI

42 PRINCIPALI ARGOMENTI TRATTATI 4 di 5 CONTRATTO - MANSIONI - ORARIO DI LAVORO PROTOCOLLO DINTESA RSU-RLS CONTRATTI LAVORO INTERINALE LAVORO NOTTURNO LAVORI ATIPICI TUTELA MATERNITA/PATERNITA – FLESSIBILITA MANSIONI DROGA - ALCOL E ATTIVITA LAVORATIVA CONSULENZE - CONTENZIOSI LEGALI VALUTAZIONE IDONEITA ALLA MANSIONE SPECIFICA RISOLUZIONE CONTRATTI DI LAVORO VERIFICA CONGRUITA FATTURE PER PRESTAZIONI MEDICOLEGALI

43 PRINCIPALI ARGOMENTI TRATTATI 5 di 5 ORGANIZZAZIONE AZIENDALE IMPLEMENTAZIONE STRUTTURE E RETI INFORMATICHE RAZIONALIZZAZIONE PROCEDURE AZIENDALI CODICE ETICO UFFICIO DEL MEDICO COMPETENTE CENTRALE COORD. PIANO SANITARIO 2004 RIORGANIZZAZIONE STRUTTURA DEL MEDICO COMPETENTE C. E DEI M.C.TERITORIALI BUDGET 2004 NUOVI LOCALI MODULISTICA INIZIATIVE IN ATTO TAVOLO DELLA SICUREZZA COLLABORAZIONE CON ENTI E ISTITUTI DI RICERCA (ISPESL…) ALLESTIMENTO AMBULATORIO DI MEDICINA DEL LAVORO


Scaricare ppt "Argomenti trattati nel corso della riunione del 15.09.2004 svoltasi presso la DCRUO Direzione Centrale Tutela Aziendale Medico Competente Centrale Coordinatore."

Presentazioni simili


Annunci Google