La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

EDUCAZIONE DEL PAZIENTE ASMATICO Alessia Verduri, Bianca Beghé Corso di Formazione al Personale Nycomed Modena 6-7/8-9 Settembre 2011 Modena 6-7/8-9 Settembre.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "EDUCAZIONE DEL PAZIENTE ASMATICO Alessia Verduri, Bianca Beghé Corso di Formazione al Personale Nycomed Modena 6-7/8-9 Settembre 2011 Modena 6-7/8-9 Settembre."— Transcript della presentazione:

1 EDUCAZIONE DEL PAZIENTE ASMATICO Alessia Verduri, Bianca Beghé Corso di Formazione al Personale Nycomed Modena 6-7/8-9 Settembre 2011 Modena 6-7/8-9 Settembre 2011 Clinica di Malattie dellApparato Respiratorio Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia

2 EDUCAZIONE DEL PAZIENTE ASMATICO Alessia Verduri, Bianca Beghé Corso di Formazione al Personale Glaxo Smith Kline Modena 20 – 21 luglio 2011 Clinica di Malattie delApparato Respiratorio Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia

3 Perché leducazione? Perché leducazione? Chi educare? Chi educare? Quali gli obiettivi ? Quali gli obiettivi ? Quali gli strumenti? Quali gli strumenti? Corso di Formazione al Personale Glaxo Smith Kline Modena 20 – 21 luglio 2011

4 Perché leducazione? Perché leducazione? Chi educare? Chi educare? Quali gli obiettivi ? Quali gli obiettivi ? Quali gli strumenti? Quali gli strumenti? Corso di Formazione al Personale Glaxo Smith Kline Modena 20 – 21 luglio 2011

5 Studio AIRE (Asthma Insights and Reality in Europe) Obiettivi del trattamento Rilievi studio AIRE % Nessuno/minimi sintomi Sintomi diurni 50Nessuno/minimi sintomi Sintomi diurni 50 Sintomi notturni 31 Sintomi notturni 31 Minimi episodi Episodi riferiti 57Minimi episodi Episodi riferiti 57 Nessuna visita urgente Visite urgenti 11Nessuna visita urgente Visite urgenti 11 Uso minimo di β2-agonisti Uso di β2-agonisti 64Uso minimo di β2-agonisti Uso di β2-agonisti 64 Normale attività lavorativa Ore di lavoro perse 17Normale attività lavorativa Ore di lavoro perse 17 Nessun limite allo sport Sport limitato 47Nessun limite allo sport Sport limitato 47 Rabe K F et al. 2000;16: Rabe K F et al. Eur Respir J 2000;16:

6 Studio AIRE (Asthma Insights and Reality in Europe) Il livello attuale di controllo dellasma in Europa mostra fallimento degli obiettivi per la gestione a lungo termine dellasma. La percezione di controllo dellasma da parte del paziente è diversa rispetto al loro effettivo controllo della malattia. E essenziale che le risorse della Sanità Pubblica e gli sforzi in ambito educazionale abbiano come obiettivi migliorare il controllo dellasma e ridurre limpatto della malattia sia sul sistema sanitario che sul costo sociale. Rabe K F et al. Eur Respir J 2000;16:

7 The control of asthma in Italy. A multicentre descriptive study on young adults with doctor diagnosed current asthma (ISAYA study) de Marco R et al. Allergy 2003;58: Attacchi di asma negli ultimi 12 mesi 012.7% % % > 10 > 107.6% Sintomi respiratori negli ultimi 12 mesi Nessun sintomo Nessun sintomo13.8% Sintomi diurni Sintomi diurni80.8% Sintomi notturni Sintomi notturni58.5% Conseguenze dello scarso controllo Visite demergenza Visite demergenza8.1% Ricoveri ospedalieri Ricoveri ospedalieri2.7% Giorni di lavoro persi il 15.6% ha perso in media 14.3 gg/lavoro/anno il 15.6% ha perso in media 14.3 gg/lavoro/anno il 20% ha riferito limitazioni delle attività quotidiane per 5.1 gg/mese il 20% ha riferito limitazioni delle attività quotidiane per 5.1 gg/mese

8 Studio ISAYA (Italian Study on Asthma in Young Adults) Lasma è una patologia ancora poco controllataLasma è una patologia ancora poco controllata Molti pazienti riportano sintomi frequenti che influiscono sulla qualità della vita e sui costi socialiMolti pazienti riportano sintomi frequenti che influiscono sulla qualità della vita e sui costi sociali I principali motivi dello scarso controllo sono:I principali motivi dello scarso controllo sono: inadeguatezza della terapia prescritta inadeguatezza della terapia prescritta bassa compliance da parte del paziente bassa compliance da parte del paziente de Marco R et al. Allergy 2003;58:

9 Global INitiative for Asthma 2010

10 Educazione del paziente Alcuni interventi di educazione del paziente, compresi i piani dazione scritti, si sono dimostrati in grado di ridurre la morbilità sia nei bambini sia negli adulti (A) Alcuni interventi di educazione del paziente, compresi i piani dazione scritti, si sono dimostrati in grado di ridurre la morbilità sia nei bambini sia negli adulti (A) La formazione del paziente è basata sulla collaborazione tra paziente e operatore sanitario, con frequenti revisioni e rafforzamenti La formazione del paziente è basata sulla collaborazione tra paziente e operatore sanitario, con frequenti revisioni e rafforzamenti Lobiettivo è lautogestione guidata – dare al paziente la capacità di tenere sotto controllo la propria asma Lobiettivo è lautogestione guidata – dare al paziente la capacità di tenere sotto controllo la propria asma

11 Unmeet needs in asthma: Global Asthma Physician and Patient (GAPP) Survey : global adult findings Canonica GW et al. Allergy 2007; 62 : 668 How much has your asthma limited your ability to do your daily activities?

12 Unmeet needs in asthma : Global Asthma Physician and Patient (GAPP) Survey : global adult findings Canonica GW et al. Allergy 2007; 62 : 668 Reasons for switching to other treatment of stopping therapy Have you ever switched from one to another asthma drug, because…..?

13 Unmeet needs in asthma : Global Asthma Physician and Patient (GAPP) Survey : global adult findings Canonica et al. Allergy 2007; 62 : 668 Consequences of treatment non compliance

14 Adherence to asthma management guidelines by middle-aged adults with current asthma R K Kandane RK et al. Thorax 2009:64: In questa popolazione di soggetti asmatici luso di In questa popolazione di soggetti asmatici luso di farmaci era inadeguato in particolare nei pazienti con farmaci era inadeguato in particolare nei pazienti con adult-onset asthma moderata e grave e senza adult-onset asthma moderata e grave e senza familiarità per asma familiarità per asma Questo implica non solo una scarsa qualità di vita, ma la Questo implica non solo una scarsa qualità di vita, ma la possibilità di sviluppare broncoostruzione fissa possibilità di sviluppare broncoostruzione fissa

15 Perché leducazione? Perché leducazione? Chi educare? Chi educare? Quali gli obiettivi ? Quali gli obiettivi ? Quali gli strumenti? Quali gli strumenti? Corso di Formazione al Personale Glaxo Smith Kline Modena 20 – 21 luglio 2011

16 GINA 2006 Educazione nellasma: chi educare? Il paziente ed il suo entourage Il paziente ed il suo entourage Le persone con le quali i pazienti hanno contatti abituali (a scuola, sul lavoro, nelle attività ludico-sportive) Le persone con le quali i pazienti hanno contatti abituali (a scuola, sul lavoro, nelle attività ludico-sportive) Gli operatori sanitari Gli operatori sanitari E da sottolineare limportanza della cooperazione tra gli operatori sanitari E necessaria linformazione e la sensibilizzazione di: Pubblico ed i mass media Pubblico ed i mass media Politici (le istituzioni politiche e gli amministratori nazionali e regionali) ed i pianificatori della Sanità Politici (le istituzioni politiche e gli amministratori nazionali e regionali) ed i pianificatori della Sanità

17 Perché leducazione? Perché leducazione? Chi educare? Chi educare? Quali gli obiettivi ? Quali gli obiettivi ? Quali gli strumenti? Quali gli strumenti? Corso di Formazione al Personale Glaxo Smith Kline Modena 20 – 21 luglio 2011

18 GINA 2006 Educazione nellasma: obiettivi Far conoscere la malattia ed i fattori di rischio Ridurre lesposizione ai fattori di rischio Ridurre lesposizione ai fattori di rischio Inquinanti ambientali e professionali Inquinanti ambientali e professionali Fumo attivo e passivo Fumo attivo e passivo Modificare abitudini di vita non corrette Modificare abitudini di vita non corrette Obesità Obesità Aumentare laderenza alla terapia e migliorare Aumentare laderenza alla terapia e migliorare lautogestione ed il controllo della malattia lautogestione ed il controllo della malattia Aumentare la soddisfazione e la sicurezza Aumentare la soddisfazione e la sicurezza

19 GINA 2006 Educazione nellasma: punti chiave Caratteristiche della malattia (cronicità ed infiammazione) Caratteristiche della malattia (cronicità ed infiammazione) Controllo dei fattori di rischio ambientali Controllo dei fattori di rischio ambientali Riconoscimento dei sintomi Riconoscimento dei sintomi Monitoraggio con PEF Monitoraggio con PEF Ruolo dei farmaci e le tecniche di assunzione dei farmaci Ruolo dei farmaci e le tecniche di assunzione dei farmaci Gestione dellattacco dasma Gestione dellattacco dasma Come e quando richiedere lintervento medico Come e quando richiedere lintervento medico Piano di gestione scritto Piano di gestione scritto Visite mediche periodiche programmate Visite mediche periodiche programmate

20 GINA 2006 Educazione del paziente: aderenza alla terapia Laderenza del paziente al piano terapeutico è particolarmente bassa, sia nelle fasi intercritiche che nel periodo immediatamente successivo ad una riacutizzazione Laderenza del paziente al piano terapeutico è particolarmente bassa, sia nelle fasi intercritiche che nel periodo immediatamente successivo ad una riacutizzazione Tra i motivi della scarsa aderenza, sono compresi Tra i motivi della scarsa aderenza, sono compresi Paura dei farmaci Paura dei farmaci Scarsa conoscenza della cronicità della malattia Scarsa conoscenza della cronicità della malattia Scarsa conoscenza sulla modalità di uso degli inalatori e degli effetti terapeutici dei farmaci Scarsa conoscenza sulla modalità di uso degli inalatori e degli effetti terapeutici dei farmaci

21 Molimard et al. Aerosol Med 2003; 16: Percentage of patients making at least one error in using their inhaler

22 Molimard et al. Aerosol Med 2003; 16: Percentage of patients making at least one error in using their inhaler Failure to exhale before inhalation Failure to exhale before inhalation Failure to hold their breath for a few seconds after inhalation Failure to hold their breath for a few seconds after inhalation 40 – 47 % of patients Device-independent errors

23 Scelta del device GINA 2006 Il medico deve considerare molti fattori nella scelta del device (B): La capacità del paziente di utilizzare correttamente il device La capacità del paziente di utilizzare correttamente il device La preferenza del paziente verso un particolare device La preferenza del paziente verso un particolare device La disponibilità della combinazione farmaco/device La disponibilità della combinazione farmaco/device Il tempo necessario per istruire adeguatamente il paziente all uso del device e per monitorarne luso appropriato Il tempo necessario per istruire adeguatamente il paziente all uso del device e per monitorarne luso appropriato Il costo della terapia Il costo della terapia

24 Perché leducazione? Perché leducazione? Chi educare? Chi educare? Quali gli obiettivi ? Quali gli obiettivi ? Quali gli strumenti? Quali gli strumenti? Corso di Formazione al Personale Glaxo Smith Kline Modena 20 – 21 luglio 2011

25 Educazione nellasma: le aspettative del paziente Per un efficace dialogo con il paziente è necessario Per un efficace dialogo con il paziente è necessario: saper ascoltare il paziente saper ascoltare il paziente saper valutare le capacità di controllo dellasma saper valutare le capacità di controllo dellasma sviluppate dal paziente sviluppate dal paziente conoscere il corretto utilizzo dei device prescritti conoscere il corretto utilizzo dei device prescritti saper motivare il paziente alla compliance saper motivare il paziente alla compliance saper rispettare il paziente saper rispettare il paziente

26 Educazione nellasma: gli strumenti Colloquio o lezione frontale Libri, opuscoli, videocassette o audiocassette Libri, opuscoli, videocassette o audiocassette Questionario di verifica Questionario di verifica Corsi strutturati di educazione sullasma Corsi strutturati di educazione sullasma Frequenza a un gruppo di supporto di asmatici Frequenza a un gruppo di supporto di asmatici Giochi Giochi Articoli su riviste o giornali Articoli su riviste o giornali Programmi televisivi o programmi radio Programmi televisivi o programmi radio Internet Internet

27 Che cosè lasma bronchiale? Riunione per i pazienti asmatici Dott.ssa Bianca Beghé Dott.ssa Elisabetta Rovatti 6 Aprile 2011, ore Aula Mariani Clinica di Malattie dellApparato Respiratorio Largo del Pozzo, 71 Modena Clinica di Malattie dellApparato Respiratorio Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia


Scaricare ppt "EDUCAZIONE DEL PAZIENTE ASMATICO Alessia Verduri, Bianca Beghé Corso di Formazione al Personale Nycomed Modena 6-7/8-9 Settembre 2011 Modena 6-7/8-9 Settembre."

Presentazioni simili


Annunci Google