La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Giornata di studio sui provvedimenti legislativi del 2009 Panoramica sui provvedimenti legislativi emanati nel 2009 Pisa, 19 ottobre 2009 Dott. Ascenzo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Giornata di studio sui provvedimenti legislativi del 2009 Panoramica sui provvedimenti legislativi emanati nel 2009 Pisa, 19 ottobre 2009 Dott. Ascenzo."— Transcript della presentazione:

1 Giornata di studio sui provvedimenti legislativi del 2009 Panoramica sui provvedimenti legislativi emanati nel 2009 Pisa, 19 ottobre 2009 Dott. Ascenzo Farenti

2 Tutti i recenti provvedimenti in tema di pubblico impiego prendono le mosse dalle LINEE PROGRAMMATICHE SULLA RIFORMA DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE (PIANO INDUSTRIALE) Presentate dal Ministro Brunetta il 28 maggio 2008 Giornata di studio sui provvedimenti legislativi del 2009 Pisa, 19 ottobre 2009 Giornata di studio sui provvedimenti legislativi del 2009 Pisa, 19 ottobre 2009

3 LINEE PROGRAMMATICHE SULLA RIFORMA DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE – PIANO INDUSTRIALE Lobiettivo principale della riforma è lottimizzazione della produttività lavoro pubblico mediante le seguenti 5 direttrici : - riconoscimento del merito e premialità ; - Valutazione del personale ; - Ridefinizione dei diritti e dei doveri del dipendente pubblico; - Rivalutazione del ruolo e dei compiti del dirigente pubblico; contrattazione collettiva - Riorganizzazione della contrattazione collettiva e integrativa. Giornata di studio sui provvedimenti legislativi del 2009 Pisa, 19 ottobre 2009 Giornata di studio sui provvedimenti legislativi del 2009 Pisa, 19 ottobre 2009

4 Le prime attuazioni del piano industriale si sono avute con il DL 112/08 conv. L 133/08 attraverso lincremento dei poteri e della discrezionalità del datore di lavoro pubblico Si pensi ad esempio alle nuove discipline in tema di: - Part time del personale pubblico (art. 73); - Trattenimento in servizio oltre i raggiunti limiti di età e facoltà di risoluzione per raggiungimenti delletà massima contributiva (art. 72); - Assenze per malattia e permessi retribuiti (art. 71) Giornata di studio sui provvedimenti legislativi del 2009 Pisa, 19 ottobre 2009 Giornata di studio sui provvedimenti legislativi del 2009 Pisa, 19 ottobre 2009

5 I PROVVEDIMENTI ATTUATIVI DEL PIANO INDUSTRIALEDEL 2009 LEGGE N. 69/09 Introduce alcune norme in materia di trasparenza dellazione amministrativa D.L. 78/09 conv. L 102/09 E la manovra estivacontiene alcuni aggiustamenti rispetto alle recenti riforme LEGGE N. 15/09 E la legge delega per lottimizzazione della produttività del lavoro pubblico. E appena stato approvato ( Consiglio dei ministri del 9 ottobre 2009 ) il decreto legislativo delegato, alla fine di un processo di discussione dello schema, predisposto dal Ministro della Funzione pubblica, con la Conferenza Unificata e con le commissioni parlamentari competenti Giornata di studio sui provvedimenti legislativi del 2009 Pisa, 19 ottobre 2009 Giornata di studio sui provvedimenti legislativi del 2009 Pisa, 19 ottobre 2009

6 La legge 18 giugno 2009, n. 69 PROVVEDIMENTO DI CONTENUTO ETEROGENEO (Disposizioni per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività nonché in materia di processo civile) In tema di pubblico impiego: Lart.21 ha imposto alle amministrazioni pubbliche lobbligo di pubblicare nel proprio sito internet le retribuzioni annuali, i curricula vitae, gli indirizzi di posta elettronica e i numeri telefonici ad uso professionale dei dirigenti, nonché di rendere pubblici, con lo stesso mezzo, i tassi di assenza e di maggiore presenza del personale distinti per uffici di livello dirigenziale Giornata di studio sui provvedimenti legislativi del 2009 Pisa, 19 ottobre 2009 Giornata di studio sui provvedimenti legislativi del 2009 Pisa, 19 ottobre 2009

7 La legge 18 giugno 2009, n. 69 Il Dipartimento della Funzione pubblica con la circolare n. 3/2009 del 17 luglio 2009 ha dettato alcune indicazioni operative volte a facilitare lindividuazione dei dati da rendere pubblici e le più idonee modalità di pubblicazione sui siti internet di ciascuna amministrazione. Per quanto concerne i dirigenti la circolare riporta i dati elencati dallart.21, precisandone la portata applicativa: 1) le retribuzioni annuali, ossia tutti gli emolumenti afferenti al trattamento fondamentale ed a quello accessorio percepiti annualmente, secondo le voci retributive specificate nei contratti collettivi di comparto e nel contratto individuale; 2) i dati curriculari pertinenti rispetto allincarico svolto, previa verifica della coerenza degli stessi da parte dellamministrazione di appartenenza; 3) i riferimenti telefonici e di posta elettronica. Giornata di studio sui provvedimenti legislativi del 2009 Pisa, 19 ottobre 2009 Giornata di studio sui provvedimenti legislativi del 2009 Pisa, 19 ottobre 2009

8 La legge 18 giugno 2009, n. 69 Lart.22, comma 2 modifica per lennesima volta il dettato dellart.7, comma 6 del D.lgs. n. 165 del 2001, che disciplina il conferimento di incarichi da parte delle amministrazioni pubbliche a soggetti esterni. La norma fissa la regola generale, secondo cui non possono essere conferiti incarichi di lavoro autonomo a soggetti che non siano in possesso di particolare e comprovata specializzazione universitaria e di pregressa esperienza professionale nel settore oggetto dellincarico, prevedendo, però, alcune eccezioni per le quali si può prescindere dal requisito della particolare e comprovata specializzazione universitaria. Allelenco di tali eccezioni lart.22, comma 2 della legge n. 69 ha aggiunto anche le seguenti attività: lattività informatica, il supporto dellattività didattica e di ricerca (di particolare rilievo per il settore universitario), i servizi di orientamento. In tali casi il possesso del titolo di studio non è requisito necessario per il conferimento di incarico esterno, ma occorre che sussistano tutti gli altri requisiti di legittimità previsti dallart.7, comma 6 del D.lgs. n. 165 del 2001 (la rispondenza della prestazione alle competenze attribuite dall'ordinamento all'amministrazione conferente, l'impossibilità oggettiva di utilizzare le risorse interne, la temporaneità e lalta qualificazione della prestazione, che non deve avere ad oggetto funzioni amministrative ordinarie). Giornata di studio sui provvedimenti legislativi del 2009 Pisa, 19 ottobre 2009 Giornata di studio sui provvedimenti legislativi del 2009 Pisa, 19 ottobre 2009

9 DECRETO LEGGE N. 78/09 conv. in legge 102/09 E la c.d. Manovra estiva, ossia il provvedimento adottato con decreto legge che di fatto ha, nellultimo biennio, sostituito la legge finanziaria (come nel caso del d.l. 112/08 conv. in l 133/08) CON RIFERIMENTO AL PUBBLICO IMPIEGO SI SEGNALANO Lart.17, comma 23 ha modificato la disciplina delle assenze per malattia dettata dallart.71 del D.L. 25 giugno 2008, n. 112: 1)viene codificata dal legislatore lorientamento già espresso dalla Funzione pubblica secondo cui la certificazione dellassenza per malattia può essere rilasciata da medico convenzionato (era equivoca lespressione certificazione rilasciata da struttura medica pubblica); 2)Vengono ripristinate le fasce orarie di reperibilità per le visite fiscali previste dal D.M. 15 luglio 1986, ossia dalle ore 10 alle 12 e dalle 17 alle 19, abrogando quelle più estese (8-13, 14-20) previste dal DL 112/08) 3)Viene abrogato il comma 5 dellart.71 del DL 112/08 che prevedeva che le assenze dal servizio non fossero equiparate alla presenza in servizio ai fini della distribuzione delle somme dei fondi per la contrattazione integrativa (norma che aveva dato luogo a numerosi dubbi interpretativi) Giornata di studio sui provvedimenti legislativi del 2009 Pisa, 19 ottobre 2009 Giornata di studio sui provvedimenti legislativi del 2009 Pisa, 19 ottobre 2009

10 DECRETO LEGGE N. 78/09 conv. In legge 102/09 Il comma 26 dellart.17 ha modificato lart.36 del D.lgs. n. 165 del 2001 In tema di lavoro flessibile: 1)Viene eliminata la limitazione temporale nelluso di diversi contratti di lavoro flessibile (tre anni nellultimo quinquennio); 2)Il nuovo comma 3 dellart.36 impone alle amministrazioni, al fine di combattere gli abusi nell'utilizzo del lavoro flessibile, di redigere entro il 31 dicembre di ogni anno un analitico rapporto informativo sulle tipologie di lavoro flessibile utilizzate da trasmettere, entro il 31 gennaio di ciascun anno, ai nuclei di valutazione o ai servizi di controllo interno, nonché al Dipartimento della funzione pubblica, che redige una relazione annuale al Parlamento Giornata di studio sui provvedimenti legislativi del 2009 Pisa, 19 ottobre 2009 Giornata di studio sui provvedimenti legislativi del 2009 Pisa, 19 ottobre 2009

11 DECRETO LEGGE N. 78/09 conv. In legge 102/09 Il comma 30 dellarticolo 17 ha aggiunto allelenco dei provvedimenti soggetti al controllo preventivo di legittimità della Corte dei Conti, riportato dallart.3, comma 1 della L. 14 gennaio 1994, n. 20, gli atti ed i contratti di cui lart.7, comma 6 del D.lgs. n. 165 del 2001 (lett. f- bis ), nonché gli atti e contratti concernenti studi e consulenze di cui allart.1, comma 9 della L. 23 dicembre 2005, n. 266 (lett. f- ter ). La norma tende sottoporre a controllo preventivo di legittimità il conferimento di incarichi esterni, che saranno così soggetti alla condizione sospensiva di efficacia del superamento positivo della fase di controllo. E dubbia la sua applicazione agli Atenei. Giornata di studio sui provvedimenti legislativi del 2009 Pisa, 19 ottobre 2009 Giornata di studio sui provvedimenti legislativi del 2009 Pisa, 19 ottobre 2009

12 DECRETO LEGGE N. 78/09 conv. In legge 102/09 Il comma 35 novies è nuovamente intervenuto sullart.72, comma 11 della L. n. 133 del 2008 sulla risoluzione anticipata del rapporto di lavoro allatto del compimento dellanzianità massima contributiva di quaranta anni, salvo il preavviso di sei mesi; La legge n. 15 del 2009 era intervenuta, sostituendo il requisito dellanzianità massima contributiva di quaranta anni con quello dellanzianità di servizio effettivo di quaranta anni. Tale modifica riduceva sensibilmente la platea dei possibili destinatari della norma, vanificando ne nella sostanza la portata. La legge di conversione del D.L. anticrisi ha nuovamente ripristinato il requisito dei 40 anni di contribuzione (e non di servizio effettivo) per lesercizio da parte delle amministrazioni pubbliche della facoltà di risoluzione anticipata del rapporto di lavoro. Lart.72, comma 11 della L. n. 133 del 2008 nella sua ultima stesura si applica limitatamente agli anni 2009, 2010 e 2011 Giornata di studio sui provvedimenti legislativi del 2009 Pisa, 19 ottobre 2009 Giornata di studio sui provvedimenti legislativi del 2009 Pisa, 19 ottobre 2009

13 LA LEGGE N. 15/09 NON E SOLO UNA LEGGE DELEGA LARTICOLO 1 E IMMEDIATAMENTE EFFICACE - SOSTITUISCE IL SECONDO PERIODO DEL DELLARTICOLO 2 COMMA 2 DEL D.LGS. 165/01 Eventuali disposizioni di legge, regolamento o statuto, che introducano discipline dei rapporti di lavoro la cui applicabilità sia limitata ai dipendenti delle amministrazioni pubbliche, o a categorie di essi, possono essere derogate da successivi contratti o accordi collettivi e, per la parte derogata, non sono ulteriormente applicabili, solo qualora ciò sia espressamente previsto dalla legge Viene rovesciata la gerarchia delle fonti del diritto nel pubblico impiego: laddove era previsto che la contrattazione potesse derogare alle disposizioni di legge, regolamento e statuto, salvo che la legge non disponesse in senso contrario, è ora previsto che i contratti collettivi possono derogare a legge, regolamento o statuto solo se ciò sia espressamente previsto dalla legge Giornata di studio sui provvedimenti legislativi del 2009 Pisa, 19 ottobre 2009 Giornata di studio sui provvedimenti legislativi del 2009 Pisa, 19 ottobre 2009

14 LA LEGGE N. 15/09 Il governo è delegato a riformare il lavoro pubblico al fine di: - omogeneizzare il lavoro pubblico con il lavoro privato; - migliorare lefficienza delle procedure di contrattazione; - attuare una moderna valutazione del personale; - garantire la trasparenza; - valorizzare il merito; - ridefinire le responsabilità dei dipendenti pubblici; - affermare il principio del pubblico concorso per le progressioni di carriera; - ridefinire la dirigenza. Giornata di studio sui provvedimenti legislativi del 2009 Pisa, 19 ottobre 2009 Giornata di studio sui provvedimenti legislativi del 2009 Pisa, 19 ottobre 2009

15 LA LEGGE N. 15/09 IL DECRETO LEGISLATIVO DI ATTUAZIONE (Approvato dal Consiglio dei ministri il 9 ottobre 2009) Il Decreto si articolo in 5 titoli di cui si evidenziano: - TITOLO II – MISURAZIONE, VALUTAZIONE E TRASPARENZA DELLA PERFORMANCE; - TITOLO III – MERITO E PREMI; - TITOLO IV – NUOVE NORME GENERALI SULLORDINAMENTO DEL LAVORO ALLE DIPENDENZE DELLE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE; La trattazione che segue si concentrerà soprattutto sulle novità contenute nel titolo IV del decreto legislativo; Giornata di studio sui provvedimenti legislativi del 2009 Pisa, 19 ottobre 2009 Giornata di studio sui provvedimenti legislativi del 2009 Pisa, 19 ottobre 2009

16 LA LEGGE N. 15/09 - IL DECRETO LEGISLATIVO ATTUATIVO LE NUOVE NORME GENERALI SULLORDINAMENTO DEL LAVORO ALLE DIPENDENZE DI PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI IL DECRETO ATTUATIVO INTERVIENE CON UNA VASTA OPERAZIONE DI MODIFICA DEL TESTO DEL DECRETO LEGISLATIVO 165/2001 QUELLI CHE SEGUONO SONO CENNI SOLO AD ALCUNE DELLE NUMEROSE NOVITA CONTENUTE NEL DECRETO LEGISLATIVO APPENA APPROVATO Giornata di studio sui provvedimenti legislativi del 2009 Pisa, 19 ottobre 2009 Giornata di studio sui provvedimenti legislativi del 2009 Pisa, 19 ottobre 2009

17 LA LEGGE N. 15/09 - IL DECRETO LEGISLATIVO ATTUATIVO PROGRESSIONI ECONOMICHE (MOBILITA ORIZZONTALE) (Nuovo articolo 52 comma 1 bis del d.lgs. 165/01) Le progressioni dovranno essere necessariamente selettive e limitate ad una quota di dipendenti. Sarà titolo preferenziale la collocazione del dipendente per 3 anni consecutivi, o per 5 anni non consecutivi, nella fascia di merito alta delle graduatorie per la valutazione individuale di cui all'art. 19 del decreto (ossia tra il 25% dei dipendenti con valutazione massima) ARTICOLO 23 DEL DECRETO (titolo III del decreto, dedicato a merito e premi Giornata di studio sui provvedimenti legislativi del 2009 Pisa, 19 ottobre 2009 Giornata di studio sui provvedimenti legislativi del 2009 Pisa, 19 ottobre 2009

18 LA LEGGE N. 15/09 - IL DECRETO LEGISLATIVO ATTUATIVO PROGRESSIONI DI CARRIERA (MOBILITA VERTICALE) (Nuovo articolo 52 comma 1 bis del d.lgs. 165/01) Addio alle mobilità interne. Il passaggio tra categorie sarà possibile solo per pubblico concorso. Viene ammessa una riserva di posti per gli interni fino al 50%. Tutti dovranno fare il medesimo concorso: interni ed esterni. Anche in questo caso sarà titolo preferenziale (per gli interni) la collocazione del dipendente per 3 anni consecutivi, o per 5 anni non consecutivi, nella fascia di merito alta delle graduatorie per la valutazione individuale di cui all'art. 19 del decreto ARTICOLO 24 DEL DECRETO Giornata di studio sui provvedimenti legislativi del 2009 Pisa, 19 ottobre 2009 Giornata di studio sui provvedimenti legislativi del 2009 Pisa, 19 ottobre 2009

19 LA LEGGE N. 15/09 - IL DECRETO LEGISLATIVO ATTUATIVO RIFORMA DELLA DIRIGENZA PUBBLICA Viene completamente riscritta la disciplina degli articoli da 13 a 29 del d.lgs. 165/01. Per il momento essa si applica solo parzialmente alla dirigenza delle università, ma contiene norme di principio che sicuramente avranno un impatto sul personale dirigente delle università (vengono ridefiniti, in particolare, la responsabilità dirigenziale nonché i parametri delle indennità di risultato, nonché le modalità di accesso alle qualifiche dirigenziali) ARTICOLI DEL DECRETO Giornata di studio sui provvedimenti legislativi del 2009 Pisa, 19 ottobre 2009 Giornata di studio sui provvedimenti legislativi del 2009 Pisa, 19 ottobre 2009

20 LA LEGGE N. 15/09 - IL DECRETO LEGISLATIVO ATTUATIVO RIFORMA DELLA DIRIGENZA PUBBLICA SI APPLICANO A TUTTE LE AMMINISTRAZIUONI LE SEGUENTI NOVITA: - esclusività del potere decisionale dei dirigenti nella gestione delle risorse umane (nuovo articolo 5 comma 2 del d.lgs. 165/01); - Competenza dei dirigenti a proporre la programmazione triennale del fabbisogno di personale e ad individuare i profili professionali necessari (nuovo art. 6 comma 4 bis del d.lgs. 165/01) Giornata di studio sui provvedimenti legislativi del 2009 Pisa, 19 ottobre 2009 Giornata di studio sui provvedimenti legislativi del 2009 Pisa, 19 ottobre 2009

21 LA LEGGE N. 15/09 - IL DECRETO LEGISLATIVO ATTUATIVO MOBILITA INTERCOMPARTIMENTALE (Nuovo articolo 29 bis del d.lgs. 165/2001) Con DPCM, su proposta del Ministro per la pubblica amministrazione, previo parere della Conferenza Unificata Stato Regioni e Autonomie Locali e delle Organizzazioni sindacali, è definita una tabella di equiparazione tra i livelli di inquadramento previsti dai contratti collettivi relativi ai diversi comparti (la prima versione del decreto prevedeva non un DPCM ma un contratto collettivo quadro) ARTICOLO 48 DEL DECRETO Giornata di studio sui provvedimenti legislativi del 2009 Pisa, 19 ottobre 2009 Giornata di studio sui provvedimenti legislativi del 2009 Pisa, 19 ottobre 2009

22 LA LEGGE N. 15/09 - IL DECRETO LEGISLATIVO ATTUATIVO MOBILITA COMPARTIMENTALE E INTERCOMPARTIMENTALE (Nuovo articolo 30 del d.lgs. 165/01) Le amministrazioni devono rendere pubbliche le disponibilità in organico mediante mobilità, fissando preventivamente i criteri di scelta. Vengono anche previsti (comma 2 bis) meccanismi per incentivare la mobilità tra diverse amministrazioni ARTICOLO 49 DEL DECRETO Giornata di studio sui provvedimenti legislativi del 2009 Pisa, 19 ottobre 2009 Giornata di studio sui provvedimenti legislativi del 2009 Pisa, 19 ottobre 2009

23 LA LEGGE N. 15/09 - IL DECRETO LEGISLATIVO ATTUATIVO ECCEDENZE DI PERSONALE (Nuovo articolo 33 comma 1 bis del d.lgs. 165/01) Viene stabilita la responsabilità erariale del dirigente che non rilevi le eccedenze di personale ARTICOLO 50 DELLO SCHEMA DI DECRETO Giornata di studio sui provvedimenti legislativi del 2009 Pisa, 19 ottobre 2009 Giornata di studio sui provvedimenti legislativi del 2009 Pisa, 19 ottobre 2009

24 LA LEGGE N. 15/09 - IL DECRETO LEGISLATIVO ATTUATIVO MANDATO POLITICO E SINDACALE E INCARICHI DI DIREZIONE (Nuovo articolo 53 comma 1 bis e 16 bis del d.lgs. 165/01) Vieta il conferimento di incarichi di direzione del personale a coloro che siano stati dirigenti o collaboratori di organizzazioni sindacali o politiche negli ultimi due anni ARTICOLO 52 DELLO SCHEMA DI DECRETO Giornata di studio sui provvedimenti legislativi del 2009 Pisa, 19 ottobre 2009 Giornata di studio sui provvedimenti legislativi del 2009 Pisa, 19 ottobre 2009

25 LA LEGGE N. 15/09 - IL DECRETO LEGISLATIVO ATTUATIVO RIFORMA DELLA CONTRATTAZIONE COLLETTIVA (Nuovo articolo 40 del d.lgs. 165/01) Viene rovesciato il rapporto legge - contratto. La competenza del contratto non è più generale ma negli ambiti specifici stabiliti dalla legge, ossia: 1) diritti ed obblighi pertinenti al rapporto di lavoro; 2) relazioni sindacali; 3) sanzioni disciplinari, valutazione ed accessorio, mobilità e progressioni, negli stretti vincoli imposti dalla legge Si segnala il nuovo comma 3 ter dellarticolo 40 che consente alle amministrazioni qualora non si raggiunga l'accordo integrativo di adottare discipline unilaterali provvisorie. Altre novità di rilievo: - ridefinizione dei comparti dagli attuali 12 a massimo 4 (più 4 per i dirigenti); - contratti collettivi di durata triennale sia per la parte giuridica che economica ARTICOLO 54 DEL DECRETO Giornata di studio sui provvedimenti legislativi del 2009 Pisa, 19 ottobre 2009 Giornata di studio sui provvedimenti legislativi del 2009 Pisa, 19 ottobre 2009

26 LA LEGGE N. 15/09 - IL DECRETO LEGISLATIVO ATTUATIVO RIFORMA DELLA CONTRATTAZIONE COLLETTIVA (Nuovo articolo 41 del d.lgs. 165/01) Come novità di rilievo si segnala che la CRUI cessa di essere comitato di settore per il personale tecnico amministrativo delle Università Il nuovo comitato di settore sarà il Presidente del Consiglio che opera per mezzo del Ministro per la funzione pubblica. Residua un mero parere della CRUI. Si tenga conto che i comparti saranno ridotti a 4 e il personale delle università sarà accorpato ad altri comparti a cui afferivano altri comitati di settore. In definitiva la scomparsa di alcuni comitati di settore è leffetto della prossima riduzione dei comparti. ARTICOLO 56 DEL DECRETO Giornata di studio sui provvedimenti legislativi del 2009 Pisa, 19 ottobre 2009 Giornata di studio sui provvedimenti legislativi del 2009 Pisa, 19 ottobre 2009

27 LA LEGGE N. 15/09 - IL DECRETO LEGISLATIVO ATTUATIVO TRATTAMENTO ECONOMICO (Nuovo articolo 45 del d.lgs. 165/01) Vengono riscritte le voci del trattamento accessorio sulla base del nuovo sistema di valutazione della performance ARTICOLO 57 DEL DECRETO Giornata di studio sui provvedimenti legislativi del 2009 Pisa, 19 ottobre 2009 Giornata di studio sui provvedimenti legislativi del 2009 Pisa, 19 ottobre 2009

28 LA LEGGE N. 15/09 - IL DECRETO LEGISLATIVO ATTUATIVO ARAN E PROCEDIMENTO DI CONTRATTAZIONE COLLETTIVA (Nuovi articolo 46, 47 e 47 bis del d.lgs. 165/01) Viene riformata lorganizzazione dellARAN e riscritto il procedimento di contrattazione nel senso già individuato dal DL 112/08 (maggiore influenza del governo) Si stabilisce che decorsi 60 giorni dall'approvazione della Legge finanziaria che determina le risorse per gli incrementi retributivi, con delibera del comitato di settore, possono essere erogati gli incrementi previsti, salvo conguaglio dopo il contratto ARTICOLI 58 e 59 DELLO SCHEMA DI DECRETO Giornata di studio sui provvedimenti legislativi del 2009 Pisa, 19 ottobre 2009 Giornata di studio sui provvedimenti legislativi del 2009 Pisa, 19 ottobre 2009

29 LA LEGGE N. 15/09 - IL DECRETO LEGISLATIVO ATTUATIVO ARAN E PROCEDIMENTO DI CONTRATTAZIONE COLLETTIVA (Nuovi articoli 46, 47 e 47 bis del d.lgs. 165/01) A partire dal mese di aprile dellanno successivo alla scadenza del contratto collettivo, è riconosciuta in ogni caso ai dipendenti una "copertura economica" nei limiti delle risorse disposte in finanziaria che costituisce anticipazione dei benefici del futuro contratto. La misura e le modalità della "copertura" sono stabilite dal CCNL. (vecchia indennità di vacanza contrattuale) ARTICOLI 58 e 59 DEL DECRETO Giornata di studio sui provvedimenti legislativi del 2009 Pisa, 19 ottobre 2009 Giornata di studio sui provvedimenti legislativi del 2009 Pisa, 19 ottobre 2009

30 LA LEGGE N. 15/09 - IL DECRETO LEGISLATIVO ATTUATIVO MANSIONI (Nuovo articolo 52 del d.lgs. 165/01) Si stabilisce il principio (nuovo comma 1 dellarticolo 50) secondo cui laccesso alla qualifica superiore può avvenire solo ed esclusivamente per concorso pubblico. Il principio è rafforzato dallintroduzione del comma 1 bis per cui le progressioni economiche devono seguire principi di selettività e, si ribadisce, quelle di carriera possono avvenire solo per pubblico concorso. Il nuovo comma 1 bis stabilisce che i dipendenti pubblici devono essere inquadrati in almeno 3 aree funzionali. ARTICOLO 62 DELLO SCHEMA DI DECRETO Giornata di studio sui provvedimenti legislativi del 2009 Pisa, 19 ottobre 2009 Giornata di studio sui provvedimenti legislativi del 2009 Pisa, 19 ottobre 2009

31 LA LEGGE N. 15/09 - IL DECRETO LEGISLATIVO ATTUATIVO RESPONSABILITA DISCIPLINARE (Nuovi articoli 55 – 55 octies del d.lgs. 165/01) Viene ridefinita la responsabilità disciplinare del dipendente pubblico e, in particolare attraverso : - la previsione della imperatività delle norme di legge in materia disciplinare (nuovo art. 55); - lo snellimento delle forme e la dilatazione dei termini del procedimento disciplinare (art. 55 bis); - lindipendenza tra procedimento disciplinare e procedimento penale che possono svolgersi parallelamente senza che il secondo sospenda il primo (art. 55 ter). ARTICOLI 67 E 68 DEL DECRETO Giornata di studio sui provvedimenti legislativi del 2009 Pisa, 19 ottobre 2009 Giornata di studio sui provvedimenti legislativi del 2009 Pisa, 19 ottobre 2009

32 LA LEGGE N. 15/09 - IL DECRETO LEGISLATIVO ATTUATIVO RESPONSABILITA DISCIPLINARE (Nuovi articoli 55 – 55 octies del d.lgs. 165/01) VENGONO PREVISTE, PER LEGGE, VIOLAZIONI A CUI CONSEGUE IL LICENZIAMENTO DISCIPLINARE (art. 55 quater del d.lgs. 165/01): a)Falsa attestazione presenza in servizio o di assenza con certificazione medica falsa; b)Assenza non giustificata per tre giorni anche non continuativi nellarco di un biennio; c)Ingiustificato rifiuto al trasferimento per motivate esigenze di servizio dellamministrazione; d)Falsità documentali nei concorsi; e)Reiterate condotte aggressive o moleste; f)Condanna penale in cui è prevista linterdizione perpetua dai pubblici uffici ARTICOLO 68 DEL DECRETO Giornata di studio sui provvedimenti legislativi del 2009 Pisa, 19 ottobre 2009 Giornata di studio sui provvedimenti legislativi del 2009 Pisa, 19 ottobre 2009

33 LA LEGGE N. 15/09 - IL DECRETO ATTUATIVO IN VIA DI APPROVAZIONE RESPONSABILITA DISCIPLINARE (Nuovi articoli 55 – 55 octies del d.lgs. 165/01) INOLTRE IL NUOVO ARTICOLO 55 QUATER DEL D.LGS. 165/01 PREVEDE IL LICENZIAMENTO PER SCARSO RENDIMENTO Si ha scarso rendimento quando al dipendente venga formulata dallamministrazione una valutazione di insufficiente rendimento dovuto a reiterata violazione degli obblighi connessi alla prestazione lavorativa, nellarco di un periodo non inferiore a un biennio ARTICOLO 68 DEL DECRETO Giornata di studio sui provvedimenti legislativi del 2009 Pisa, 19 ottobre 2009 Giornata di studio sui provvedimenti legislativi del 2009 Pisa, 19 ottobre 2009

34 LA LEGGE N. 15/09 - IL DECRETO LEGISLATIVO ATTUATIVO RESPONSABILITA DISCIPLINARE (Nuovi articoli 55 – 55 octies del d.lgs. 165/01) VIENE INTRODOTTO (ART. 55 QUINQUIES) IL DELITTO DI FALSE ATTESTAZIONI O CERTIFICAZIONI Contro chiunque attesti falsamente la propria presenza in servizio, anche mediante i dispositivi di rilevamento automatico, ovvero giustifichi mediante certificati falsi uno stato di malattia. E PREVISTA UNA PENA DA 1 A 5 ANNI DI RECLUSIONE E DA 400 A 1600 EURO DI MULTA, ANCHE PER IL MEDICO CHE CONCORRA NEL REATO E PREVISTA LA RADIAZIONE DALLALBO DEL MEDICO CHE ABBIA PRODOTTO LA FALSA ATTESTAZIONE ARTICOLO 68 DEL DECRETO Giornata di studio sui provvedimenti legislativi del 2009 Pisa, 19 ottobre 2009 Giornata di studio sui provvedimenti legislativi del 2009 Pisa, 19 ottobre 2009


Scaricare ppt "Giornata di studio sui provvedimenti legislativi del 2009 Panoramica sui provvedimenti legislativi emanati nel 2009 Pisa, 19 ottobre 2009 Dott. Ascenzo."

Presentazioni simili


Annunci Google