La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

NUCLEO di V.I. UNIVERSITA di PISA Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 1 A P C D C D V I N NUCLEO di V.I. Questionari studenti a.a. 2001/02.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "NUCLEO di V.I. UNIVERSITA di PISA Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 1 A P C D C D V I N NUCLEO di V.I. Questionari studenti a.a. 2001/02."— Transcript della presentazione:

1

2 NUCLEO di V.I. UNIVERSITA di PISA Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 1 A P C D C D V I N NUCLEO di V.I. Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 1 A P C D C D V I N 1 … il contesto

3 NUCLEO di V.I. UNIVERSITA di PISA Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 2 A P C D C D V I N NUCLEO di V.I. Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 2 A P C D C D V I N 2 La riforma della didattica come occasione per un ripensamento sul ruolo dellUniversità Rapporto Martinotti 1997: obiettivi della riforma : 1.Contrattualità del rapporto studenti-ateneo 2.Differenziazione competitiva tra gli atenei 3.Flessibilità curriculare 4.Accreditamento dei corsi di studio 5.Adozione del sistema dei crediti educativi 6.Adozione di sistemi di valutazione 7.Trasparenza nell' indirizzamento del sistema

4 NUCLEO di V.I. UNIVERSITA di PISA Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 3 A P C D C D V I N NUCLEO di V.I. Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 3 A P C D C D V I N 3 Accreditamento dei corsi di studio valore culturale del titolo proposto, sua rispondenza a esigenze sociali o economiche, adeguatezza delle risorse messe a disposizione dagli Atenei ed efficienza /efficacia della loro gestione

5 NUCLEO di V.I. UNIVERSITA di PISA Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 4 A P C D C D V I N NUCLEO di V.I. Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 4 A P C D C D V I N 4 Adozione di sistemi di valutazione Autonomia – Responsabilità -Valutazione Autonomia: nella strutturazione dei curricula, con i soli vincoli derivanti dalle classi di laurea e laurea specialistica possibilità di modifiche, anche importanti, con strumenti giuridici interni allAteneo: Regolamento del Corso di Studio conferma dellimportanza centrale del processo di programmazione didattica, come adempimento dal lato della struttura didattica, della pluralità di contratti formativi conseguenti al perfezionamento delle iscrizioni

6 NUCLEO di V.I. UNIVERSITA di PISA Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 5 A P C D C D V I N NUCLEO di V.I. Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 5 A P C D C D V I N 5 Adozione di sistemi di valutazione Responsabilità: nei confronti innanzitutto degli studenti (clienti), che nella scelta del corso di studio danno fiducia ed investono in una proposta formativa, poi verso le cosiddette parti interessate: famiglie, imprese, infine società essa si estrinseca nel garantire un adeguato livello di qualità della didattica la qualità si ottiene attraverso il controllo sui processi di acquisizione, gestione, implementazione delle: - risorse umane - risorse materiali - allinterno di un sistema pianificato di progettazione ed erogazione, formato da elementi sostanzialmente correlati ed interagenti...in una ottica di miglioramento continuo

7 NUCLEO di V.I. UNIVERSITA di PISA Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 6 A P C D C D V I N NUCLEO di V.I. Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 6 A P C D C D V I N 6 Adozione di sistemi di valutazione Valutazione: interna, insita in ogni funzione di organizzazione e coordinamento – può estrinsecarsi anche attraverso procedure di riesame e autovalutazione, in collegamento a modelli di sistema esterna, nelle forme della peer review o dallaudit, sono stati interessati (o lo saranno): I 57 corsi di studio che hanno ricevuto laccreditamento provvisorio regionale (…i termini per la domanda di accreditamento sono riaperti) I (C.-like) corsi di studio, che hanno scelto la sperimentazione del modello CampusOne, dei quali un primo gruppo ha già ricevuto la peer review da parte dei valutatori CRUI

8 NUCLEO di V.I. UNIVERSITA di PISA Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 7 A P C D C D V I N NUCLEO di V.I. Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 7 A P C D C D V I N 7 Adozione di sistemi di valutazione nellambito degli elementi da tenere presenti in generale in materia di valutazione e controllo qualità, anche della didattica, è importante registrare il feedback proveniente dai clienti diretti delle attività sottoposte a valutazione. ciò introduce elementi – pur non essendo sicuramente i soli rilevanti - di confronto ad elevato valore aggiunto nel processo di progettazione e miglioramento continuo dellofferta didattica

9 NUCLEO di V.I. UNIVERSITA di PISA Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 8 A P C D C D V I N NUCLEO di V.I. Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 8 A P C D C D V I N 8 Adozione di sistemi di valutazione esigenze soddisfatte dalla iniziativa di raccolta delle opinioni degli studenti 2. 2.ma, principalmente momento di monitoraggio della customer satisfaction (cioè del livello di corrispondenza tra performance attesa – in relazione alle informazioni di orientamento diffuse in merito dal CdL - e percepita) ai fini di miglioramento continuo del servizio 1. 1.adempimento di una disposizione legislativa (art 1 L 370/99) che delega al NdV di ogni Ateneo lorganizzazione di tale attività, presidiata da sanzioni in tema di allocazione di risorse ministeriali

10 NUCLEO di V.I. UNIVERSITA di PISA Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 9 A P C D C D V I N NUCLEO di V.I. Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 9 A P C D C D V I N 9 DECODIFICA DOMANDE STANDARD SULLA DIDATTICA FRONTALE 1- Autovalutazione della propria preparazione iniziale 2- Giudizio complessivo sul corso 3- Corrispondenza tra programma ufficiale ed effettivo svolgimento del corso 4- Adeguatezza del materiale didattico 5- Chiarezza ed efficacia del docente nellesposizione degli argomenti 6- Presenza e puntualità del professore ufficiale del corso 7- Presenza del docente agli orari di ricevimento 8- Disponibilità del docente verso gli studenti 9- Assiduità dello studente alle lezioni/attività 10- Adeguatezza delle attrezzature di supporto alla didattica 11- (domande personalizzate da inserire per singolo CdS)

11 NUCLEO di V.I. UNIVERSITA di PISA Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 10 A P C D C D V I N NUCLEO di V.I. Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 10 A P C D C D V I N 10 DECODIFICA DOMANDE STANDARD SUL CONTESTO ORGANIZZATIVO 1- Lorario delle lezioni è disponibile con sufficiente anticipo in merito al corso 2- Adeguatezza delle aule alle esigenze didattiche 3- Disponibilità ed adeguatezza delle sale studio 4- Accessibilità delle biblioteche (orari e materiale didattico) 5- Adeguatezza dei punti di accesso alla rete informatica situati allinterno delle strutture della Facoltà 6- Adeguatezza del supporto fornito per il passaggio dal vecchio al nuovo ordinamento 7- Adeguatezza del servizio di segreteria didattica 8- Adeguatezza dellorganizzazione didattica della Facoltà 9- (domande personalizzate da inserire per singolo CdS)

12 NUCLEO di V.I. UNIVERSITA di PISA Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 11 A P C D C D V I N NUCLEO di V.I. Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 11 A P C D C D V I N 11 Il sistema di valutazione della didattica adottato dalluniversità di Pisa è frutto di una riflessione del NdV basata sostanzialmente sulla necessità di raggiungere tre obiettivi principali: B- individuare una rosa di aspetti che definiscano in maniera il più possibile adeguata il microclima dei CdS, sia per quanto concerne lerogazione didattica, sia per i profili più legati allorganizzazione complessiva C- aumentare il coinvolgimento delle strutture, al fine soprattutto di evitare che lattività venga percepita come un mero adempimento burocratico, che si aggiunge alla mole di procedure delle quali non si percepisce leffettiva utilità A- incremento progressivo del numero di rispondenti

13 NUCLEO di V.I. UNIVERSITA di PISA Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 12 A P C D C D V I N NUCLEO di V.I. Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 12 A P C D C D V I N 12 Il sistema di valutazione della didattica adottato dalluniversità di Pisa è frutto di una riflessione del NdV basata sostanzialmente sulla necessità di raggiungere tre obiettivi principali: B- individuare una rosa di aspetti che definiscano in maniera il più possibile adeguata il microclima dei CdS, sia per quanto concerne lerogazione didattica, sia per i profili più legati allorganizzazione complessiva C- aumentare il coinvolgimento delle strutture, al fine soprattutto di evitare che lattività venga percepita come un mero adempimento burocratico, che si aggiunge alla mole di procedure delle quali non si percepisce leffettiva utilità A- incremento progressivo del numero di rispondenti La raccolta delle valutazioni è promossa dal NVI, ma il cliente primario dei risultati è lo stesso Corso di studio, che le utilizza come uno degli input per lattività di riesame del proprio modo di operare

14 NUCLEO di V.I. UNIVERSITA di PISA Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 13 A P C D C D V I N NUCLEO di V.I. Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 13 A P C D C D V I N 13 Caratteristiche del questionario anonimo cartaceo, sintetico, in relazione al non appesantimento della compilazione suddiviso in due parti (didattica frontale – 10 aspetti - ed organizzazione didattica – 8 aspetti -) item a risposta chiusa, con valutazione ordinale a quattro livelli 1 = completa insoddisfazione della condizione descritta o giudizio totalmente negativo 2 = più no che si 3 = più si che no 4 = completa soddisfazione o giudizio totalmente positivo possibilità per le strutture didattiche di integrare degli aspetti da sottoporre a valutazione da parte degli studenti presenza di un campo a testo libero per ognuna delle due parti del questionario

15 NUCLEO di V.I. UNIVERSITA di PISA Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 14 A P C D C D V I N NUCLEO di V.I. Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 14 A P C D C D V I N 14 studenti iscritti al primo anno e successivi, se attivati, frequentanti le AF del 2° periodo previste dalla programmazione didattica dei corsi di laurea riformati aprile-giugno 2002 – con richiesta di valutazioni su insegnamenti del 2° semestre o annuali ed in merito ad aspetti organizzativi Destinatari delliniziativa e periodo di somministrazione

16 NUCLEO di V.I. UNIVERSITA di PISA Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 15 A P C D C D V I N NUCLEO di V.I. Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 15 A P C D C D V I N 15 studenti iscritti al primo anno e successivi, se attivati, frequentanti le AF del 2° periodo previste dalla programmazione didattica dei corsi di laurea riformati aprile-giugno 2002 – con richiesta di valutazioni su insegnamenti del 2° semestre o annuali ed in merito ad aspetti organizzativi Destinatari delliniziativa e periodo di somministrazione questo il segmento principale di riferimento, integrabile – causa anche le modalità operative di distribuzione – di fatto da studenti ancora incardinati nei corsi ante riforma, comunque frequentanti attività formative previste dalla PD dei nuovi

17 NUCLEO di V.I. UNIVERSITA di PISA Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 16 A P C D C D V I N NUCLEO di V.I. Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 16 A P C D C D V I N 16 principalmente in aula, durante una lezione del corso maggiormente frequentato del 2° periodo/annuale, se possibile con ritiro immediato anche attraverso punti di distribuzione alternativi (biblioteche, dipartimenti….) distribuzione ad opera dei CD, accompagnati, se possibile, da rappresentanti degli studenti introduzione sul significato delliniziativa al momento della distribuzione Modalità di somministrazione previste

18 NUCLEO di V.I. UNIVERSITA di PISA Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 17 A P C D C D V I N NUCLEO di V.I. Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 17 A P C D C D V I N 17 Gestione dei risultati effettuazione, da parte dei CD, del data entry su SW ACCESS fornito dal NdV (metà luglio) con collaborazione SeSI; a tale SW è allegata una nota informativa, sia per gli aspetti strettamente tecnici, che per le stesura delle relazioni richieste dal NdV ai CdS, sulla base di un indice di base proposto dallo stesso NdV. trasmissione al NdV delle relazioni di analisi deliberate dai Consigli di CdS, con lo schema proposto come indice di base analisi comparata da parte del NdV delle evidenze statistiche delle valutazioni espresse dagli studenti, in relazione con le considerazioni contenute nelle relazioni pervenute dalle strutture didattiche, specialmente allo scopo di verificare lidentificazione di punti di forza o debolezza del CdS e la predisposizione di adeguate azioni correttive stesura di relazione di sintesi per il CNVSU e per il Senato accademico (Pisa) e valutazione del feedback da fornire ai CdS

19 NUCLEO di V.I. UNIVERSITA di PISA Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 18 A P C D C D V I N NUCLEO di V.I. Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 18 A P C D C D V I N 18

20 NUCLEO di V.I. UNIVERSITA di PISA Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 19 A P C D C D V I N NUCLEO di V.I. Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 19 A P C D C D V I N 19 Limpatto complessivo delliniziativa 10 Facoltà coinvolte per 56 CdL 6857 studenti partecipanti (a.a.2000/ , + 338%) 1209 att.formative/moduli valutati (nella forma di abbinamento insegnamento-docente), di cui 812 con almeno 5 record correlati oltre record di valutazione per abbinamenti att.formativa/modulo-docente oltre il 40% degli iscritti ai corsi riformati ( da considerare però la non presenza nel quest. 01/02 di un campo con lordinamento di attuale iscr., tale da permettere di stratificare precisamente il campione)

21 NUCLEO di V.I. UNIVERSITA di PISA Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 20 A P C D C D V I N NUCLEO di V.I. Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 20 A P C D C D V I N 20 Rispondenti per Facoltà

22 NUCLEO di V.I. UNIVERSITA di PISA Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 21 A P C D C D V I N NUCLEO di V.I. Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 21 A P C D C D V I N 21 Piero Paolicchi

23 NUCLEO di V.I. UNIVERSITA di PISA Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 22 A P C D C D V I N NUCLEO di V.I. Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 22 A P C D C D V I N 22 Parte prima del Questionario (did. front.) riferimento: ATENEO

24 NUCLEO di V.I. UNIVERSITA di PISA Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 23 A P C D C D V I N NUCLEO di V.I. Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 23 A P C D C D V I N 23

25 NUCLEO di V.I. UNIVERSITA di PISA Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 24 A P C D C D V I N NUCLEO di V.I. Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 24 A P C D C D V I N 24 Elementi interpretativi del quadro di riepilogo dei CdS A)% val. 1-2 (3-4): rappresenta la media aritmetica delle percentuali di risposte 1-2 e 3-4 sul totale, a livello di singolo CdS, per le 4 domande ritenute maggiormente correlate alla performance propria del docente (può essere anche un esercitatore o assistente di lab…) B) numero totale record valutativi: rappresenta il valore totale delle occorrenze di valutazione, che hanno correlazione univoca con un abbinamento COD.AF- DOC. uguale o superiore a 5 ( è quindi correlato al numero di rispondenti (studenti), tenendo conto che ognuno – è il caso normale – possa valutare più di una AF/modulo)

26 NUCLEO di V.I. UNIVERSITA di PISA Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 25 A P C D C D V I N NUCLEO di V.I. Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 25 A P C D C D V I N 25 Valutazione singolo docente D5 Chiarezza ed efficacia del docente nellesposizione degli argomenti D6 Presenza e puntualità del professore ufficiale del corso D7 Presenza del docente agli orari di ricevimento D8 Disponibilità del docente verso gli studenti Aggregazione concettuale DOCENTE

27 NUCLEO di V.I. UNIVERSITA di PISA Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 26 A P C D C D V I N NUCLEO di V.I. Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 26 A P C D C D V I N 26 Aggregazione docente Stratificazione per facoltà

28 NUCLEO di V.I. UNIVERSITA di PISA Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 27 A P C D C D V I N NUCLEO di V.I. Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 27 A P C D C D V I N 27 Parte prima: indici posizionali sintetici del quadro di riepilogo dei CdS (% 3-4 aggreg. docente) Totale dei CdS monitorati a livello di Ateneo Mediana 79,00

29 NUCLEO di V.I. UNIVERSITA di PISA Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 28 A P C D C D V I N NUCLEO di V.I. Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 28 A P C D C D V I N 28 Aggregazione Docente (dom ) range min-33° percentile

30 NUCLEO di V.I. UNIVERSITA di PISA Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 29 A P C D C D V I N NUCLEO di V.I. Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 29 A P C D C D V I N 29 Aggregazione Docente (dom ) range 33°-66° percentile

31 NUCLEO di V.I. UNIVERSITA di PISA Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 30 A P C D C D V I N NUCLEO di V.I. Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 30 A P C D C D V I N 30 Aggregazione Docente (dom ) range 66° perc. - max

32 NUCLEO di V.I. UNIVERSITA di PISA Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 31 A P C D C D V I N NUCLEO di V.I. Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 31 A P C D C D V I N 31 Autovalutazione della propria preparazione iniziale in rapporto alle altre domande: records con autovalutazione 1 e 4 D1 1 n° rec = 6421 D1 4 n° rec = 1859

33 NUCLEO di V.I. UNIVERSITA di PISA Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 32 A P C D C D V I N NUCLEO di V.I. Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 32 A P C D C D V I N 32 Paolo Scapparone

34 NUCLEO di V.I. UNIVERSITA di PISA Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 33 A P C D C D V I N NUCLEO di V.I. Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 33 A P C D C D V I N 33 Parte seconda del Questionario (org. didatt.) riferimento: ATENEO

35 NUCLEO di V.I. UNIVERSITA di PISA Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 34 A P C D C D V I N NUCLEO di V.I. Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 34 A P C D C D V I N 34

36 NUCLEO di V.I. UNIVERSITA di PISA Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 35 A P C D C D V I N NUCLEO di V.I. Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 35 A P C D C D V I N 35 Lorario delle lezioni è disponibile con sufficiente anticipo Stratificazione per facoltà

37 NUCLEO di V.I. UNIVERSITA di PISA Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 36 A P C D C D V I N NUCLEO di V.I. Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 36 A P C D C D V I N 36 Adeguatezza delle aule alle esigenze didattiche Stratificazione per facoltà

38 NUCLEO di V.I. UNIVERSITA di PISA Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 37 A P C D C D V I N NUCLEO di V.I. Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 37 A P C D C D V I N 37 Disponibilità ed adeguatezza delle sale studio Stratificazione per facoltà

39 NUCLEO di V.I. UNIVERSITA di PISA Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 38 A P C D C D V I N NUCLEO di V.I. Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 38 A P C D C D V I N 38 Accessibilità delle biblioteche, orari e materiale didattico Stratificazione per facoltà

40 NUCLEO di V.I. UNIVERSITA di PISA Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 39 A P C D C D V I N NUCLEO di V.I. Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 39 A P C D C D V I N 39 Adeguatezza dei punti di accesso alla rete Stratificazione per facoltà

41 NUCLEO di V.I. UNIVERSITA di PISA Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 40 A P C D C D V I N NUCLEO di V.I. Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 40 A P C D C D V I N 40 Adeguatezza del supporto per il passaggio vecchio nuovo ordinamento Stratificazione per facoltà

42 NUCLEO di V.I. UNIVERSITA di PISA Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 41 A P C D C D V I N NUCLEO di V.I. Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 41 A P C D C D V I N 41 Adeguatezza del servizio di segreteria didattica Stratificazione per facoltà

43 NUCLEO di V.I. UNIVERSITA di PISA Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 42 A P C D C D V I N NUCLEO di V.I. Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 42 A P C D C D V I N 42 Elementi interpretativi del quadro di riepilogo dei CdS A)% val. 1-2 (3-4): rappresenta la media aritmetica delle percentuali di risposte 1-2 (3-4) sul totale, a livello di singolo CdS, per le 4 domande ritenute maggiormente correlate ai profili organizzativi ed amministrativi B) numero totale rispondenti: rappresenta il valore totale delle occorrenze di valutazione sulla parte seconda del questionario, registrato a livello di CdS

44 NUCLEO di V.I. UNIVERSITA di PISA Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 43 A P C D C D V I N NUCLEO di V.I. Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 43 A P C D C D V I N 43 Valutazione di alcuni aspetti di amministrativi ed organizzativi D1 Lorario delle lezioni è disponibile con sufficiente anticipo in merito al corso D2 Adeguatezza delle aule alle esigenze didattiche D6 Adeguatezza del supporto fornito per il passaggio dal vecchio al nuovo ordinamento D7 Adeguatezza del servizio di segreteria didattica Aggregazione concettuale Segreteria ed organizzazione

45 NUCLEO di V.I. UNIVERSITA di PISA Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 44 A P C D C D V I N NUCLEO di V.I. Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 44 A P C D C D V I N 44 Aggregazione Segreteria ed organizzazione Stratificazione per facoltà

46 NUCLEO di V.I. UNIVERSITA di PISA Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 45 A P C D C D V I N NUCLEO di V.I. Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 45 A P C D C D V I N 45 Parte seconda: indici posizionali sintetici del quadro di riepilogo dei CdS (% 3-4 aggreg. segr.-org.) Totale dei CdS monitorati a livello di Ateneo Mediana 42,60

47 NUCLEO di V.I. UNIVERSITA di PISA Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 46 A P C D C D V I N NUCLEO di V.I. Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 46 A P C D C D V I N 46 Aggregazione Segreteria ed organizzazione (dom ) range min - 33° percentile

48 NUCLEO di V.I. UNIVERSITA di PISA Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 47 A P C D C D V I N NUCLEO di V.I. Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 47 A P C D C D V I N 47 Aggregazione Segreteria ed organizzazione (dom ) range 33°-66° percentile

49 NUCLEO di V.I. UNIVERSITA di PISA Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 48 A P C D C D V I N NUCLEO di V.I. Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 48 A P C D C D V I N 48 Aggregazione Segreteria ed organizzazione (dom ) range 66° perc. - max

50 NUCLEO di V.I. UNIVERSITA di PISA Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 49 A P C D C D V I N NUCLEO di V.I. Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 49 A P C D C D V I N La valutazione delle analisi effettuate dai corsi di studio Roberto Dvornicich

51 NUCLEO di V.I. UNIVERSITA di PISA Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 50 A P C D C D V I N NUCLEO di V.I. Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 50 A P C D C D V I N 50 Scopi della relazione 1.Scambio di informazioni tra NdV, coordinatori didattici e presidenti CdS per: individuare i problemi che si sono manifestati nella somministrazione del questionario e nella raccolta dei dati individuare i lati positivi/negativi della tipologia del questionario individuare i lati positivi/negativi dello schema di relazione proposto dal NdV sollecitare proposte di interventi migliorativi 2.Analizzare in che modo le relazioni pervenute hanno risposto alle domande poste dal NdV e in particolare: se sono stati individuati con sufficiente chiarezza i punti di forza e di debolezza dei CdS emersi dal questionario se il corso di studio ha svolto unanalisi per individuare le ragioni delle situazioni critiche se e indicato luso che si intende fare del questionario (pubblicita dei dati, sono state adottate o sono previste azioni correttive?)

52 NUCLEO di V.I. UNIVERSITA di PISA Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 51 A P C D C D V I N NUCLEO di V.I. Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 51 A P C D C D V I N 51 Quante relazioni sono pervenute? Hanno somministrato il questionario 56 corsi di studio

53 NUCLEO di V.I. UNIVERSITA di PISA Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 52 A P C D C D V I N NUCLEO di V.I. Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 52 A P C D C D V I N 52 1.Le segnalazioni ricevute, le proposte del NdV - -Difficolta tecnica di somministrazione dei questionari (troppo a ridosso della fine delle lezioni) NdV: 3 settimane prima della fine delle lezioni? -Difficolta nellelaborazione manuale dei dati NdV: il prossimo anno, lettura ottica e sistema di conversione elettronica dei dati -Alcune domande poco chiare (es. Autovalutazione) NdV: tentativo di test preliminare presso gli studenti - -Alcune domande poco pertinenti per la valutazione delle AF (es. frequenza studenti o la stessa autovalutazione) Ndv: autovalutazione -> CNVSU; no frequenza, si adeguatezza dei crediti; probabile inserimento di domande ex-post (dopo lesame)

54 NUCLEO di V.I. UNIVERSITA di PISA Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 53 A P C D C D V I N NUCLEO di V.I. Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 53 A P C D C D V I N Lo schema di relazione predisposto dal NdV (sintesi) 1. 1.Modalita e tempi di distribuzione 2. 2.Dati generali sulle risposte (commenti) 3. 3.Risultati sulla valutazione della didattica: - distribuzione dei corsi secondo le valutazioni ottenute - identificazione di aspetti specifici che hanno prodotto il risultato 4. 4.Risultati della valutazione dellorganizzazione generale (commenti) 5. 5.Sintesi dei risultati - tendenze prevalenti - punti di forza e punti deboli - uso dei risultati ed azioni correttive

55 NUCLEO di V.I. UNIVERSITA di PISA Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 54 A P C D C D V I N NUCLEO di V.I. Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 54 A P C D C D V I N 54 Adeguatezza delle relazioni: impressioni generali Considerato che si tratta di una prima esperienza, si puo essere abbastanza soddisfatti della qualita generale delle relazioni. In particolare, vi sono alcune relazioni che il NdV ha trovato eccellenti, complete in ogni parte e tali da suggerire implicitamente un miglioramento al formato predisposto dal NdV. In molte relazioni, pero, pur se ladeguamento al formato e risultato soddisfacente, le parti relative alle analisi dei dati, al commento ai risultati ottenuti e allindicazione di azioni correttive sono risultate carenti. Vediamo in maggiore dettaglio alcuni aspetti. NB. Le tabelle che seguono sono il risultato di valutazioni da parte dei membri del NdV, e dunque hanno unineliminabile componente soggettiva. I valori espressi vanno dunque intesi come approssimativi.

56 NUCLEO di V.I. UNIVERSITA di PISA Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 55 A P C D C D V I N NUCLEO di V.I. Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 55 A P C D C D V I N 55 Aspetti opzionali, o comunque non richiesti esplicitamente

57 NUCLEO di V.I. UNIVERSITA di PISA Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 56 A P C D C D V I N NUCLEO di V.I. Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 56 A P C D C D V I N 56 Ci sono domande aggiuntive ? (soprattutto corsi di esercitazione/laboratori)

58 NUCLEO di V.I. UNIVERSITA di PISA Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 57 A P C D C D V I N NUCLEO di V.I. Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 57 A P C D C D V I N 57 Analisi fine: aggregazioni, disaggregazioni e confronti incrociati

59 NUCLEO di V.I. UNIVERSITA di PISA Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 58 A P C D C D V I N NUCLEO di V.I. Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 58 A P C D C D V I N 58 Le risposte aperte sono state analizzate?

60 NUCLEO di V.I. UNIVERSITA di PISA Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 59 A P C D C D V I N NUCLEO di V.I. Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 59 A P C D C D V I N 59 Aspetti obbligatori, e comunque richiesti esplicitamente

61 NUCLEO di V.I. UNIVERSITA di PISA Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 60 A P C D C D V I N NUCLEO di V.I. Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 60 A P C D C D V I N 60 Enucleazione dei punti di forza e di debolezza

62 NUCLEO di V.I. UNIVERSITA di PISA Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 61 A P C D C D V I N NUCLEO di V.I. Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 61 A P C D C D V I N 61 Qualita dellanalisi complessiva

63 NUCLEO di V.I. UNIVERSITA di PISA Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 62 A P C D C D V I N NUCLEO di V.I. Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 62 A P C D C D V I N 62 Sono state individuate delle azioni correttive?

64 NUCLEO di V.I. UNIVERSITA di PISA Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 63 A P C D C D V I N NUCLEO di V.I. Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 63 A P C D C D V I N 63 Riassunto Punti prevalentemente positivi: Buona risposta sia in termini di organizzazione della somministrazione del questionario che in termini di completezza di informazioni inserite nelle relazioni Buona personalizzazione del questionario Suffficiente evidenziazione, nella maggior parte dei casi, dei punti di forza e di debolezza Consapevolezza (rassegnata) dei problemi legati allinsufficienza delle strutture

65 NUCLEO di V.I. UNIVERSITA di PISA Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 64 A P C D C D V I N NUCLEO di V.I. Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 64 A P C D C D V I N 64 Riassunto Punti prevalentemente negativi : 1. 1.Scarsa influenza delle strutture nella stesura delle relazioni (relazioni redatte prevalentemente a cura del coordinatore didattico) 2. 2.Scarsa criticita relativamente ai problemi legati allorganizzazione e alla comunicazione 3. 3.Oscuramento di alcuni problemi legati a singole attivita formative (soprattutto: docenti) 4. 4.Da migliorare in generale la qualita delle analisi degli aspetti critici, soprattutto per quanto riguarda lindividuazione delle cause Scarsa lindicazione delle azioni correttive da apportare (quali le azioni da intraprendere, quali sono i soggetti incaricati di farlo)

66 NUCLEO di V.I. UNIVERSITA di PISA Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 65 A P C D C D V I N NUCLEO di V.I. Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 65 A P C D C D V I N 65 Auspici per il futuro: 1. La pubblicita dei dati La questione di rendere pubblici i dati relativi ai singoli docenti e spinosa e pone dei problemi di privacy. Si auspica pero: - -la pubblicizzazione dei dati generali sui siti internet dei vari cds, sia quelli relativi alla valutazione della didattica che quelli relativi allorganizzazione; tali dati dovrebbero essere accessibili con un collegamento dal sito delluniversita; - -linvio di una informazione personalizzata a tutti i docenti dei dati relativi ai loro corsi.

67 NUCLEO di V.I. UNIVERSITA di PISA Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 66 A P C D C D V I N NUCLEO di V.I. Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 66 A P C D C D V I N 66 Auspici per il futuro: 2. Le prossime relazioni - Una piu esplicita evidenza dellintervento delle strutture interessate nella stesura delle relazioni -evidenziati i punti di forza/debolezza, un individuazione delle possibili cause delle criticita piu forti (sia per le attivita formative che per le questioni logistiche ed organizzative) -uno spazio per le risposte aperte degli studenti; -una breve analisi di tendenza: in rapporto allanno precedente la situazione e migliore/peggiore e perche; -unindividuazione piu esplicita sulluso dei dati: la loro pubblicita e quali sono le azioni correttive intraprese o previste (e le loro modalita)

68 NUCLEO di V.I. UNIVERSITA di PISA Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 67 A P C D C D V I N NUCLEO di V.I. Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 67 A P C D C D V I N 67 I commenti liberi degli studenti Ilaria Barrani

69 NUCLEO di V.I. UNIVERSITA di PISA Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 68 A P C D C D V I N NUCLEO di V.I. Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 68 A P C D C D V I N 68 Sono state utilizzate dagli studenti come: rafforzamento e specificazione dei giudizi negativi espressi nelle domande a punteggio rafforzamento e specificazione dei giudizi negativi espressi nelle domande a punteggio occasione per suggerire possibili soluzioni alle problematiche sollevate occasione per suggerire possibili soluzioni alle problematiche sollevate LE DOMANDE LE DOMANDE IN CAMPO APERTO

70 NUCLEO di V.I. UNIVERSITA di PISA Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 69 A P C D C D V I N NUCLEO di V.I. Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 69 A P C D C D V I N 69 LE DOMANDE LE DOMANDE IN CAMPO APERTO Focalizzano in particolare lattenzione su 3 target: 1.Problematiche su singoli docenti 2.Inefficienza dellorganizzazione della didattica 3.Inadeguatezza delle strutture di supporto alla didattica

71 NUCLEO di V.I. UNIVERSITA di PISA Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 70 A P C D C D V I N NUCLEO di V.I. Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 70 A P C D C D V I N Problematiche su singoli docenti 1. Problematiche su singoli docenti Le domande aperte evidenziano singoli docenti i cui corsi vengono percepiti di scarsa qualità in termini di: Disponibilità del docenteDisponibilità del docente Non coerenza del carico didattico assegnato rispetto ai crediti attribuitiNon coerenza del carico didattico assegnato rispetto ai crediti attribuiti Obsolescenza del materiale didattico (mancato adeguamento alle esigenze del Nuovo Ordinamento)Obsolescenza del materiale didattico (mancato adeguamento alle esigenze del Nuovo Ordinamento)

72 NUCLEO di V.I. UNIVERSITA di PISA Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 71 A P C D C D V I N NUCLEO di V.I. Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 71 A P C D C D V I N Inefficienza dellorganizzazione didattica 2. Inefficienza dellorganizzazione didattica Sono messe in risalto soprattutto le carenze in termini di: Non organicità dei percorsi didattici (parti di programma ripetute in più corsi)Non organicità dei percorsi didattici (parti di programma ripetute in più corsi) Ritardi e difficoltà di reperimento dei programmi dei corsiRitardi e difficoltà di reperimento dei programmi dei corsi Sovrapposizione degli orari di lezione e degli appelliSovrapposizione degli orari di lezione e degli appelli Ritardi nella comunicazione delle date di appelloRitardi nella comunicazione delle date di appello Carenze di esperienze professionalizzanti (grosse lacune su tirocini e stages)Carenze di esperienze professionalizzanti (grosse lacune su tirocini e stages)

73 NUCLEO di V.I. UNIVERSITA di PISA Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 72 A P C D C D V I N NUCLEO di V.I. Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 72 A P C D C D V I N Inadeguatezza delle strutture di supporto alla didattica 3. Inadeguatezza delle strutture di supporto alla didattica Sono messe in risalto soprattutto le carenze in termini di: Insufficienze o totali mancanze di laboratori, aule informatiche, stampanti, plotter.Insufficienze o totali mancanze di laboratori, aule informatiche, stampanti, plotter. Assenza di corsi di lingua (soprattutto inglese) ed informaticaAssenza di corsi di lingua (soprattutto inglese) ed informatica Staticità e non aggiornamento dei siti internet delle FacoltàStaticità e non aggiornamento dei siti internet delle Facoltà Assenza di Aule StudioAssenza di Aule Studio

74 NUCLEO di V.I. UNIVERSITA di PISA Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 73 A P C D C D V I N NUCLEO di V.I. Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 73 A P C D C D V I N 73 Vantaggi Vantaggi Le domande aperte permettono utili approfondimenti rispetto a: Motivazioni qualitative dei giudizi quantitativi precedentemente espressiMotivazioni qualitative dei giudizi quantitativi precedentemente espressi Determinazione delle criticitàDeterminazione delle criticità Spunti di interventi di miglioramenti da parte degli studentiSpunti di interventi di miglioramenti da parte degli studenti Focalizzazione di problematiche importanti non affrontate nel questionarioFocalizzazione di problematiche importanti non affrontate nel questionario miglioramento dellefficacia dellindagine miglioramento dellefficacia dellindagine

75 NUCLEO di V.I. UNIVERSITA di PISA Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 74 A P C D C D V I N NUCLEO di V.I. Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 74 A P C D C D V I N 74 Svantaggi/Rischi Svantaggi/Rischi Si evidenziano alcuni rischi in tali domande: Talvolta sono utilizzate come mero sfogo dallo studente (es: attacchi personali al docente)Talvolta sono utilizzate come mero sfogo dallo studente (es: attacchi personali al docente) Spesso mancano di costruttivitàSpesso mancano di costruttività

76 NUCLEO di V.I. UNIVERSITA di PISA Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 75 A P C D C D V I N NUCLEO di V.I. Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 75 A P C D C D V I N 75 Svantaggi/Rischi (2) Svantaggi/Rischi (2) I rischi presentati sorgono soprattutto da 2 ragioni prevalenti: Convinzione diffusa che i questionari siano irrilevanti sul piano pratico (SCARSA EFFICACIA PERCEPITA)Convinzione diffusa che i questionari siano irrilevanti sul piano pratico (SCARSA EFFICACIA PERCEPITA) Scarso tempo per la compilazioneScarso tempo per la compilazione le domande aperte necessitano di maggiore ragionamento le domande aperte necessitano di maggiore ragionamento

77 NUCLEO di V.I. UNIVERSITA di PISA Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 76 A P C D C D V I N NUCLEO di V.I. Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 76 A P C D C D V I N 76 Giudizio complessivo I questionari presentano notevoli spunti di giudizio sullattuale situazione dellUniversità, ma sono necessari alcune osservazioni in particolare in merito a: Pubblicizzazione e raccoltaPubblicizzazione e raccolta InterpretazioneInterpretazione EfficaciaEfficacia

78 NUCLEO di V.I. UNIVERSITA di PISA Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 77 A P C D C D V I N NUCLEO di V.I. Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 77 A P C D C D V I N 77 Giudizio complessivo (2) Occorre quindi: Una maggiore pubblicizzazione delliniziativa e dei risultatiUna maggiore pubblicizzazione delliniziativa e dei risultati Una valutazione/interpretazione da parte delle commissioni didattiche competenti e non solo dei manager didatticiUna valutazione/interpretazione da parte delle commissioni didattiche competenti e non solo dei manager didattici Un passaggio dai giudizi di merito a reali risultati operativi (MAGGIORE EFFICACIA REALE)Un passaggio dai giudizi di merito a reali risultati operativi (MAGGIORE EFFICACIA REALE)

79 NUCLEO di V.I. UNIVERSITA di PISA Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 78 A P C D C D V I N NUCLEO di V.I. Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 78 A P C D C D V I N 78 Proposte operative In relazione alla formulazione dei questionari si evidenzia la necessità di inserire voci riguardanti le attività professionalizzanti (tirocini e stages). In relazione alla formulazione dei questionari si evidenzia la necessità di inserire voci riguardanti le attività professionalizzanti (tirocini e stages). occorre prevedere appositi questionari per tali attività per valutarne lEFFICACIA oggettiva occorre prevedere appositi questionari per tali attività per valutarne lEFFICACIA oggettiva In relazione allefficacia dei questionari è necessario prevedere un sistema che incentivi la correzione delle carenze, come laggancio dei sistemi di incentivo alla didattica ai risultati dei questionari In relazione allefficacia dei questionari è necessario prevedere un sistema che incentivi la correzione delle carenze, come laggancio dei sistemi di incentivo alla didattica ai risultati dei questionari (es: Veterinaria) (es: Veterinaria)


Scaricare ppt "NUCLEO di V.I. UNIVERSITA di PISA Questionari studenti a.a. 2001/02 (art. 1 l. 370/99) 1 A P C D C D V I N NUCLEO di V.I. Questionari studenti a.a. 2001/02."

Presentazioni simili


Annunci Google