La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Lezione 20. Strategia di comunicazione Obiettivo di marketing: Aumentare il numero dei sottoscrittori della carta di credito Diners Club Obiettivi di.

Copie: 1
TEORIE E CULTURE DELLA PUBBLICITA Lezione 2. Situazione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Lezione 20. Strategia di comunicazione Obiettivo di marketing: Aumentare il numero dei sottoscrittori della carta di credito Diners Club Obiettivi di."— Transcript della presentazione:

1 Lezione 20

2

3 Strategia di comunicazione Obiettivo di marketing: Aumentare il numero dei sottoscrittori della carta di credito Diners Club Obiettivi di comunicazione: –Persuadere il target group che questa carta di credito è la più comoda per chi ha bisogno di fare grandi acquisti

4 Promessa materiale: comodità di gestione Promessa psicologica: ti sentirai una persona importante Reason why: perché non cè limite di spesa Supporting evidence: non cè Subsidiary appeal: non cè

5 Struttura retorica Entimema –Per avere una vita sociale comoda non bisogna avere limiti –La Diners Club non ti dà limiti –La Dinners Club ti rende la vita comoda

6 Idea creativa Catena associativa: –Spese senza limiti –Oggetti costosi –Calciatori costosi –Esempio iperbolicamente assurdo

7 A un lettura disattenta Testimonial advertising Ma Vieri – in questo caso – non è un testimone Si tratta di uniperbole O di qualcosaltro (vedremo alla fine)

8

9 Quadrato = Solidità Diagonale = Dinamismo (e soldo deriva da solido)

10

11

12

13

14

15

16 La diagonale ha anche unaltra funzione Largomentazione centrale

17

18 Lo Sguardo Elemento fondamentale nellimmagine pubblicitaria Lo sguardo abitualmente presuppone un pubblico

19 Gli occhi guardano verso di noi Ma la bocca non esprime rapporto – come in un manichino = oggetto in vetrina

20 Ivana Trump guarda ed esprime rapporto

21 Il Velluto Blu (Blu notte – Nero-blu)

22

23 Inserire gioiello

24

25 Lo scandalo visivo

26

27 Uomo-oggetto Uomo mercificato Uomo (donna) in vetrina Uomo pornografico

28 CENSURA

29 Fin qui Sembrerebbe che la lettura sia essenzialmente critica nei confronti di Vieri Uomo desiderabile ma anche Uomo Oggetto – Uomo Merce In realtà cè di più

30 Riflessi obliqui

31

32 Morale della Favola Con Diners Card International si può comprare proprio tutto Persino un campione da 90 miliardi di lire Persino la bellezza fisica Persino un essere umano (che dovrebbe essere senza prezzo)

33 Morale della Favola Non è uniperbole E un paradosso: Lessere umano non è comprabile – Il calciatore è comprabile – Grazie a Diners Card

34 Esempio di lettura tecnica

35 Situazione

36 Il Computer Calcolatori meccanici da sempre (abaco) 1642 – Blaise Pascal – calcolatrice meccanica a ruote dentate 1833 – Charles Babbage – calcolatore a motore con memoria (mai realizzato) 1890 – Herman Hollerit – calcolatore a schede perforate 1945 – John von Neumann – il computer con memoria per dati e programmi 1946 – ENIAC – primo calcolatore digitale elettronico 1948 – nasce il transistor Da allora solo potenziamenti e perfezionamenti in termini di dimensioni fisiche (sempre più piccolo), dimensioni di memoria (sempre più grande), velocità di elaborazione, interfaccia, ecc.

37 Il Personal Computer 1964 – Primi modelli sperimentali della Sperry Univac – poi moltissimi tentativi 1977 – Apple lancia Apple II – primo microcomputer di successo commerciale – lavora con sistema CP/M 1981 – Primo PC-IBM – lavora con sistema MS-DOS

38 Ai PC-IBM si affiancano anche molti PC detti IBM-compatibili che usano lMS-DOS E un linguaggio poco amichevole Tutte le aziende (Xerox, Apple, la stessa Microsoft) stanno studiando un linguaggio più amichevole con interfaccia grafica 1983

39 Dopo vari tentativi, la Apple arriva per prima a proporre Macintosh nel gennaio 1984 – è il primo computer a interfaccia grafica Obiettivo di Marketing: soppiantare i PC-IBM grazie al nuovo linguaggio

40 Problema di comunicazione Lobiettivo di marketing non viene raggiunto spontaneamente perché i consumatori potenziali non conoscono il nuovo linguaggio e pensano che IBM sia la massima autorità in fatto di PC

41 Obiettivo di comunicazione Persuadere i consumatori potenziali che Mac è facilissimo da usare e che IBM non è migliore, è solo più forte

42 Due passi preparatori Il Posizionamento La Definizione del Target Group

43 Il posizionamento non ha nulla a che vedere con lintervento sul prodotto, bensì riguarda lintervento da effettuarsi sulla mente del possibile acquirente. Il posizionamento, cioè, riguarda il modo in cui un prodotto trova collocazione nella mente del potenziale consumatore. – A. Ries e J. Trout, Positioning, The Battle for your Mind, 1982 Il Posizionamento

44 Loperazione che ha come obiettivo il fare in modo che il consumatore differenzi il nostro marchio da quelli dei concorrenti in maniera favorevole a noi. Occorre individuare un elemento differenziante: –interessante per un numero ampio di consumatori –non proposto dai concorrenti –o sensibilmente superiore a quello proposto dai concorrenti –comunicabile e percepibile dai consumatori Il Posizionamento (segue)

45 Product plus Benefit Tipologia dei consumatori Contrapposizione a un concorrente Settore di mercato Tipi di Posizionamento

46 Mappe Percettive Mappe di come la mente del consumatore percepisce il settore di mercato e le marche operanti Piani cartesiani costruiti su due (o più) assi che rappresentano i fattori importanti per il consumatore DiagnosiProgetto

47 Facilità Tecnologia PrezzoQualità IBM IBM comp. Cloni MAC Amstrad

48 Il target group di Mac Potenzialmente tutti gli utilizzatori attuali e potenziali di PC Ma, soprattutto I nuovi, che non ci si sono ancora accostati Con una forte percentuale di giovani e di donne Che utilizzano poco il PC sul lavoro Che non amano i giganti dellindustria Che vorrebbero utilizzare il PC per la grafica Indipendenti di spirito

49 Psicografia degli Statunitensi nel 1983 Arnold Mitchell, The Nine American Lifestyles, New York N.Y., Macmillan, 1983 Livello Socio-culturale OmologazioneAutonomia

50 Survivors Sustainers Belongers Emulators Achievers Integrated I Am Me Experiential Societally Conscious Area IBM Area Apple

51 Strategia di Comunicazione Promessa materiale: Facilità duso Promessa psicologica: Libertà Reason why: Perché il linguaggio Mac è amichevole Supporting evidence In questo caso non cè Subsidiary appeal: Efficienza anche a casa

52 Idea creativa George Orwell, 1984, Londra, Secker & Warburg, 1949

53 Erano circa le undici e, nellArchivio, gli impiegati stavano tirando fuori le sedie dai cubicoli e le stavano raggruppando nel centro della sala, davanti al grande teleschermo … [apparve la faccia del] Grande Fratello, coi suoi capelli neri, coi suoi baffi neri, spirante insieme somma potenza e misteriosa calma, e così grande da riempire completamente lo schermo. Nessuno udì quello che il Grande Fratello diceva. Poche parole dincoraggiamento, quel genere di parole che si dicono nellinfuriare della battaglia, che non si sanno riconoscere una per una, ma che infondono nuova fiducia per il solo fatto di essere pronunciate. Quindi la faccia del Grande Fratello disparve e i tre slogan del Partito apparvero a lettere cubitali: LA GUERRA E PACE LA LIBERTA E SCHIAVITU LIGNORANZA E FORZA


Scaricare ppt "Lezione 20. Strategia di comunicazione Obiettivo di marketing: Aumentare il numero dei sottoscrittori della carta di credito Diners Club Obiettivi di."

Presentazioni simili


Annunci Google