La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

TEORIE E CULTURE DELLA PUBBLICITA Lezione 7. Prima regola La sintesi.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "TEORIE E CULTURE DELLA PUBBLICITA Lezione 7. Prima regola La sintesi."— Transcript della presentazione:

1 TEORIE E CULTURE DELLA PUBBLICITA Lezione 7

2 Prima regola La sintesi

3 Sintesi Motivi economici Motivi comunicazionali

4 Lo Slogan Dal gaelico sluagh ghairm (pron. slogorm) = grido di guerra Anche = motto v. O. Reboul, Le Slogan, Ed. Complexe, Bruxelles, 1975

5 Atto di parola Illocutorio – act in saying – ciò che si vuole significare Perlocutorio – act by saying – leffetto ottenuto

6 E una formula, come il motto, il proverbio, la massima ecc. Si presenta come una frase, una parola, un sintagma Il contenuto e la forma sono inseparabili In genere comporta una o più figure retoriche E concluso in sé stesso e non dovrebbe ammettere repliche

7 La sua funzione primaria è conativa Le sue funzioni secondarie sono quelle di giustificare, attirare e riassumere

8 E ripetibile: ripeterlo è facile e gradevole La sua efficacia può dipendere dai bisogni che pretende di soddisfare (Come natura crea, Cirio conserva) Oppure dal suo carattere di invenzione verbale (I like Ike) Oppure dalla sua parvenza di argomentazione (Dove cè Barilla cè casa) La concisione è un suo carattere essenziale

9 Può essere vero o falso (Star. Tutto il sapore di casa mia) La sua verità è sempre sommaria E polemico (La più amata dagli Italiani) E un pensiero preconfezionato che vanifica il pensiero e impedisce di riflettere (Ein Volk, ein Reich, ein Führer)

10 Un buono slogan dovrebbe Essere memorabile –Allitterazione –Ava. Come lava –Pillole Pink Per le Persone Pallide

11 Essere memorabile (2): Neologismi e solecismi: –Risparmioso –Barballegra –Fernet Branca. Digestimola –Chi Vespa mangia le mele –Tuborg. Farei tutto per tu Giochi di parole senza il brand name: –Y 10. Piace alla gente che piace. Giochi di parole con il brand name: –Esselunga, prezzi corti

12 Ricordare il brand name Magari mettendolo in rima: –Chi non mangia la Golia o è un ladro o è una spia

13 Suggerire il main benefit –Boario. Fegato centenario –Raid li ammazza stecchiti Differenziare la marca: –O li cogliete voi o li sceglie Arrigoni –O così o Pomì Convogliare atteggiamenti positivi sulla marca: –Dove cè Barilla cè casa –Non: Io ce lho profumato

14 Riflettere la brand personality: –Sagra. Buon olio non mente –Finché cè Eni ci sarà energia Essere strategico: –Un diamante è per sempre

15 Essere sviluppabile in campagna (campaignable): –Happiness is a cigar called Hamlet –Heineken refreshes tha parts other beers cannot reach –Liscia. Gassata. O Ferrarelle Essere destinato a vivere a lungo: –Ditelo con i fiori Poter vivere da solo: –Non: Chi mi ama mi segua (Jeans Jesus)

16 Essere concorrenziale: –Jesus. Non avrai altro Jeans allinfuori di me Essere originale: –Bud Ice: Extreme refreshment. –Budweiser: Refreshingly different. –Calders Cream Ale: Creamy, smooth, refreshing. –Hamm's: Hamm's the beer refreshing. –Pabst Blue Ribbon: For keener refreshment. –Pabst Blue Ribbon: Refresh! Rejoice! Remember! Pabst gets the call. –Heineken refreshes the parts other beers cannot reach.

17 Essere semplice: –Omsa. Che gambe! –Grazie, Candy. –Ma non: Y10. Finalmente una donna in mezzo a tante macchine Essere essenziale: –Omo lava più bianco –Con Aspro…passa Essere credibile: –Non: Camay seduce…seduce…seduce tre volte

18 Un buono slogan non dovrebbe Essere già usato da altri: American Legend: Simply the Best. Amiga: Simply the best. Aspen: Simply the best. Binatone: Simply the best. Bishop's Nissan: Simply the best. Duet: Simply the best. Edinburgh Woolen Mills: Simply the best. HME Firetrucks: Simply... the best. Jaystone & Associates: Simply the best. Kuoni: Simply, the best. Lee Lohman: Simply the best. MGM Auto Group:Simply the best. Northeast Sailplane: Simply the best. Radio Cambridgeshire: Simply the best. Sanderson Farms: Simply the best. Sunshine Flights: Simply the best! True Digital: Simply the best. Woolacombe Bay Hotel: Simply the best.

19 –Mio. Il formaggino dei bambini –Sangemini. Lacqua dei bambini

20 Essere debole o generico –Negroni. Il salame si giudica dal sapore Provocare risposte sarcastiche o negative: –Io? Clio. Io no. –Ho preso una cotta per Motta Bravo stupido –Chi ama, mette Irge il pigiama Mai provato a farlo nudo? –Baby Bel. Fatti con la mano sul cuore Ecco perché sono venuti male

21 Far dire: Vorrei vedere!: –Pasticcini Perugina, I dolci pieni di dolcezza Far dire E allora? (So what?) –Rosso Antico. Laperitivo che si beve in coppa –Lombardi. Xè bon! –Oro Pilla. Confidenzialmente O.P. Far dire: Ma va!: –Bisleri. Un fisico di ferro –Lanerossi. Nel corredo di ogni casa, nei sogni di ogni sposa

22 Esagerare eccessivamente (overclaim) –Lorologio Revue è sempre esatto Essere pretenzioso: –Yoplait. Lo yogurt che mancava adesso cè –Uno. Che passione Essere aziendalistico: –Permaflex. Il famoso materasso a molle –Vini dAbruzzo. In Abruzzo veritas

23 Essere privo di significato: –Fabia fa –Molinari è lì Essere troppo ricercato: –Atom. Il disintegratore dellinappetenza –Filetti di pesce Findus. Carne di mare

24 Un buono slogan Ti deve piacere Cfr. The Art and Science of the Advertising Slogan by Timothy R. V. Foster


Scaricare ppt "TEORIE E CULTURE DELLA PUBBLICITA Lezione 7. Prima regola La sintesi."

Presentazioni simili


Annunci Google