La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Ministero dellInterno - Prefettura di Campobasso 1 Formazione di operatori di medio-alto profilo nel settore dellimmigrazione nella Regione Molise ricongiungimenti.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Ministero dellInterno - Prefettura di Campobasso 1 Formazione di operatori di medio-alto profilo nel settore dellimmigrazione nella Regione Molise ricongiungimenti."— Transcript della presentazione:

1 Ministero dellInterno - Prefettura di Campobasso 1 Formazione di operatori di medio-alto profilo nel settore dellimmigrazione nella Regione Molise ricongiungimenti familiari e cittadinanza Maria Nicolina Testa Campobasso 2 dicembre 2008

2 Ministero dellInterno - Prefettura di Campobasso 2 Prefettura. La Prefettura, organo periferico del Ministero dell'Interno e di rappresentanza del governo in ogni provincia. Principali aree tematiche di competenza: rapporti con enti ed istituzioni; affari economico-sociali e del lavoro; ordine e sicurezza pubblica; raccordo con gli enti locali e consultazioni elettorali; applicazione del sistema sanzionatorio amministrativo; protezione civile; diritti civili, condizione giuridica dello straniero, immigrazione, cittadinanza.

3 Ministero dellInterno - Prefettura di Campobasso 3 IMMIGRAZIONE Espressione sintetica indicativa oltre che del fenomeno relativo ai flussi dei migranti sul territorio nazionale, di una pluralita di procedimenti finalizzati, da un lato, a garantire la regolarita dell ingresso e del soggiorno dei cittadini stranieri extracomunitari sul territorio nazionale, dallaltro, la loro integrazione nel tessuto sociale. Ruolo della Prefettura nella materia dellimmigrazione: Sede dello Sportello Unico per lImmigrazione cui compete il rilascio del nullaosta al lavoro per gli stranieri extracomunitari e al ricongiungimento dei loro familiari. Sede del Consiglio Territoriale per l Immigrazione cui compete il coordinamento delle iniziative a livello provinciale finalizzate allintegrazione degli immigrati extracomunitari

4 Ministero dellInterno - Prefettura di Campobasso 4 RICONGIUNGIMENTO DEI FAMILIARI RESIDENTI ALLESTERO Principali fonti normative. Testo Unico sullImmigrazione n. 286/98 - Art.29 Direttiva Comunitaria , n.86 Decreto L.vo n. 5 dell Decreto L.vo n.160 del CONDIZIONI PER RICHIEDERE IL RICONGIUNGIMENTO FAMILIARE Titolari di permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo o di permesso di soggiorno in corso di validità, di durata non inferiore ad un anno, per i seguenti motivi: 1. lavoro subordinato; 2. lavoro autonomo; 3. studio; 4. motivi religiosi; 5. motivi di famiglia; 6. asilo politico riconosciuto dalla Commissione Centrale per il riconoscimento dello status di Rifugiato Politico; 7. protezione sussidiaria ( d. l.vo n. 251 del )

5 Ministero dellInterno - Prefettura di Campobasso 5 FAMILIARI PER I QUALI E POSSIBILE RICHIEDERE IL RICONGIUNGIMENTO coniuge maggiorenne non legalmente separato figli minori non coniugati, anche del coniuge o nati fuori del matrimonio. figli maggiorenni a carico, qualora non possano provvedere alle proprie indispensabili esigenze di vita in ragione del loro stato di salute che comporti invalidità totale; genitori a carico, qualora non abbiano altri figli nel Paese di origine o di provenienza, ovvero genitori ultrasessantacinquenni, qualora gli altri figli siano impossibilitati al loro sostentamento per gravi documentati motivi di salute.

6 Ministero dellInterno - Prefettura di Campobasso 6 REQUISITI OGGETTIVI 1 ) ALLOGGIO 2 ) REDDITO NOTA BENE: ai fini della determinazione del reddito si tiene conto anche di eventuali familiari a carico precedentemente ricongiunti e di figli nati in Italia già inseriti sul permesso di soggiorno; 3) ASSICURAZIONE SANITARIA

7 Ministero dellInterno - Prefettura di Campobasso 7 COME RICHIEDERE IL RICONGIUNGIMENTO FAMILIARE Dal 10 aprile 2008 listanza di nullaosta al ricongiungimento familiare va inoltrata esclusivamente in via telematica, previa compilazione su modello elettronico. Come in occasione delle domande relative al decreto flussi 2007, è possibile avvalersi dellassistenza delle associazioni nazionali rappresentative dei datori di lavoro, delle organizzazioni sindacali, dei patronati e delle associazioni autorizzate ad accedere al sistema e quindi a presentare le domande.

8 Ministero dellInterno - Prefettura di Campobasso 8 COSA FARE UNA VOLTA OTTENUTO IL NULLA OSTA AL RICONGIUNGIMENTO FAMILIARE Entro sei mesi dal rilascio del nullaosta, richiesta visto dingresso alla competente autorità diplomatico-consolare italiana nello stato si residenza. Produzione, allautorità diplomatico-consolare suddetta, della certificazione attestante il rapporto di parentela, matrimonio, minore età, inabilità totale e ogni altro atto necessario o richiesto dallautorità consolare comprovante la condizione di a carico.

9 Ministero dellInterno - Prefettura di Campobasso 9 COSA FARE UNA VOLTA GIUNTI IN ITALIA I familiari ricongiunti entro 8 giorni dal loro ingresso in Italia devono presentarsi presso lo Sportello unico per limmigrazione della Prefettura di Campobasso in Piazza Pepe,24, e consegnare personalmente i documenti. L'Ufficio rilascerà, in duplice copia, il modello di richiesta del permesso di soggiorno e relativa busta.

10 Ministero dellInterno - Prefettura di Campobasso 10 Ricongimenti familiari ( al 20 nov )Totale CBISCBISCBISCBIS Domande Nulla osta rilasciati Familiari ricongiunti Con visto di ingresso CBIS 6620

11 Ministero dellInterno - Prefettura di Campobasso 11 FATTISPECIE N.1 RICONGIUNGIMENTI FAMILIARI Incidenza delle nuove norme sulle pratiche pendenti. Principio da applicare tempus regit actum. Situazioni che possono verificarsi alla data del 5 novembre 2008: Istanza già prodotta – nulla osta non ancora rilasciato; Istanza già prodotta – nulla osta rilasciato; Nulla osta rilasciato – visto dingresso non ancora rilasciato; Nulla osta rilasciato – visto dingresso rilasciato; QUESITO Quale norme trovano applicazione nelle singole fattispecie?

12 Ministero dellInterno - Prefettura di Campobasso 12 CITTADINANZA Espressione sintetica indicativa dell'appartenenza dei soggetti ad una comunità politica nonché dei diritti e dei doveri che ne conseguono. Ruolo della Prefettura: Interfaccia tra Amministrazione centrale e cittadino straniero in possesso dei requisiti per lacquisto o la concessione della cittadinanza italiana

13 Ministero dellInterno - Prefettura di Campobasso 13 CITTADINANZA ITALIANA Principali fonti normative legge , n.555. legge n. 123 del emanata a seguito della sentenza del , n.30 legge n. 91 del

14 Ministero dellInterno - Prefettura di Campobasso 14 ACQUISTO DELLA CITTADINANZA ITALIANA PER FILIAZIONE Il principio fondamentale accolto dalla normativa statuale per lacquisto della cittadinanza per filiazione è quello dello ius sanguinis. Art. 1 legge n.555/1912, punto 1 e 2; E cittadino per nascita: il figlio di padre cittadino; il figlio di madre cittadina se il padre è ignoto o non ha la cittadinanza italiana né quella di altro stato, ovvero se il figlio non segue la cittadinanza del padre straniero secondo la legge dello stato al quale questi appartiene; Art. 1 legge n. 91/92, punto 1; E cittadino per nascita: a) il figlio di padre o di madre cittadini. Art. 2 L. n. 555/1912 (riconoscimento e dichiarazione giudiziale). Art. 2 L. n 91/92(riconoscimento e dichiarazione giudiziale).

15 Ministero dellInterno - Prefettura di Campobasso 15 ACQUISTO DELLA CITTADINANZA ITALIANA PER COMMUNICATIO IURIS Art. 14 L. n. 91/92 I figli minori di chi acquista o riacquista la cittadinanza italiana, se convivono con esso, acquistano la cittadinanza italiana, ma divenuti maggiorenni, possono rinunciarvi, se in possesso di altra cittadinanza. Art.12 del regolamento di esecuzione …lacquisto della cittadinanza italiana si verifica se i figli minori convivono con il genitore alla data in cui questultimo acquista o riacquista la cittadinanza e che la convivenza deve essere stabile ed effettiva ed opportunamente attestata con idonea documentazione.

16 Ministero dellInterno - Prefettura di Campobasso 16 ACQUISTO DELLA CITTADINANZA ITALIANA PER NASCITA NELLO STATO (iure soli) Art. 1 lett. b L. n.91/92: E cittadino per nascita: b) chi è nato nel territorio della Repubblica se entrambi i genitori sono ignoti o apolidi, ovvero se il figlio non segue la cittadinanza dei genitori secondo la legge dello Stato al quale questi appartengono.

17 Ministero dellInterno - Prefettura di Campobasso 17 ACQUISTO DELLA CITTADINANZA ITALIANA PER ADOZIONE Art. 3 L.n.91/92 Il minore straniero adottato da un cittadino italiano acquista, automaticamente, la cittadinanza italiana. Non è richiesta la rinuncia alla cittadinanza straniera né lopzione tra le due cittadinanze al raggiungimento della maggiore età.

18 Ministero dellInterno - Prefettura di Campobasso 18 ACQUISTO DELLA CITTADINANZA ITALIANA PER OPZIONE Art.4 L. n.91/92 Lo straniero o lapolide, anche se nato allestero, del quale il padre o la madre o uno degli ascendenti in linea retta di secondo grado, siano stati italiani per nascita, possono acquistare la cittadinanza: 1)se prestano effettivo servizio militare in Italia e dichiara preventivamente di voler acquistare la cittadinanza italiana; 2)se accettano un impiego dallo Stato italiano, anche allestero e dichiara di voler acquistare la cittadinanza italiana; 3)se risiedono legalmente in Italia da almeno due anni al compimento della maggiore età e dichiarano entro un anno di voler acquistare la cittadinanza italiana.

19 Ministero dellInterno - Prefettura di Campobasso 19 ACQUISTO DELLA CITTADINANZA ITALIANA PER EFFETTO DEL MATRIMONIO Art. 144 c.c. (Decreto leg.vo ) Potestà maritale- il marito è capo della famiglia; la moglie segue la condizione civile di lui, ne assume il cognome ed è obbligata ad accompagnarlo ovunque egli crede opportune di fissare la sua residenza,

20 Ministero dellInterno - Prefettura di Campobasso 20 ACQUISTO DELLA CITTADINANZA ITALIANA PER EFFETTO DEL MATRIMONIO LEGGE 13 GIUGNO 1912 N. 555 Art °) la donna maritata non può assumere una cittadinanza diversa da quella del marito anche se esista separazione personale tra i coniugi. 2°) La donna straniera che si marita ad un cittadino acquista la cittadinanza italiana. La conserva anche vedova salvochè, ritenendo o trasportando allestero la sua residenza, riacquisti la cittadinanza di origine. 3°)La donna cittadina che si marita a uno straniero perde la cittadinanza italiana, sempreché il marito possieda una cittadinanza che pel fatto del matrimonio a lei si comunichi. In caso di scioglimento del matrimonio ritorna cittadina se risiede nel regno o vi rientri e dichiari in ambedue i casi di voler riacquistare la cittadinanza. Art ° comma, punto 3 - La cittadinanza italiana..può essere conceduta per decreto reale, sentito il Consiglio di Stato:…….allo straniero che risieda da due anni nel Regno ed abbia contratto matrimonio con una cittadina italiana.

21 Ministero dellInterno - Prefettura di Campobasso 21 ACQUISTO DELLA CITTADINANZA ITALIANA PER EFFETTO DEL MATRIMONIO Art. 143 c.c. (L ): Con il matrimonio il marito e la moglie acquistano gli stessi diritti e assumono I medesimi doveri Art.144 c.c. I coniugi concordano tra loro lindirizzo della vita familiare e fissano la residenza della famiglia secondo le esigenze di entrambi e quelle preminenti della famiglia stessa. A ciascuno dei coniugi spetta il potere di attuare lindirizzo concordato. LEGGE 5 FEBBRAIO 1992, N.91 Art. 5 Il coniuge, straniero o apolide, di cittadino italiano acquista la cittadinanza italiana quando risiede legalmente da almeno sei mesi nel territorio della repubblica, ovvero dopo tre anni dalla data del matrimonio, se non vi è stato scioglimento, annullamento o cessazione degli effetti civili e se non sussiste separazione legale.

22 Ministero dellInterno - Prefettura di Campobasso 22 ACQUISTO DELLA CITTADINANZA ITALIANA PER EFFETTO DEL MATRIMONIO Art Precludono lacquisto della cittadinanza ai sensi dellart.5: la condanna per uno dei delitti previsti nel libro secondo, titolo I, capi I, II e III, del codice penale; la condanna per un delitto non colposo per il quale la legge preveda una pena edittale non inferiore nel massimo a tre anni di reclusione; ovvero la condanna per un reato non politico ad una pena detentiva superiore ad un anno da parte di una autorità giudiziaria straniera, quando la sentenza sia stata riconosciuta in Italia; la sussistenza, nel caso specifico, di comprovati motivi inerenti alla sicurezza della Repubblica. Art.7 L. n. 91/92 - Ai sensi dellart.5, la cittadinanza si acquista con decreto del Ministro dellInterno, a istanza dellinteressato, presentata al Prefetto competente per territorio in relazione alla residenza (D.P.R N.362/1994) o alla competente autorità consolare.

23 Ministero dellInterno - Prefettura di Campobasso 23 ACQUISTO DELLA CITTADINANZA ITALIANA PER EFFETTO DEL MATRIMONIO Disegno di legge 4 agosto 2006 presentato dal Ministro Amato Art.3 Lart.5 della legge n.91/92 è sostituito dal seguente:Il coniuge, straniero o apolide, di cittadino italiano acquista la cittadinanza italiana quando, dopo il matrimonio, risieda legalmente da almeno due anni nel territorio della Repubblica, ovvero dopo tre anni, qualora al momento delladozione del decreto di cui allart.7, comma 1, non sia intervenuto scioglimento, annullamento o cessazione degli effetti civili e se non sussiste separazione personale dei coniugi.

24 Ministero dellInterno - Prefettura di Campobasso 24 ACQUISTO DELLA CITTADINANZA ITALIANA PER EFFETTO DEL MATRIMONIO Procedimento: Istanza: la domanda, in bollo, va presentata dallo straniero alla Prefettura del luogo di residenza sullapposito mod.A. Alla domanda vanno allegati i seguenti certificati: Estratto dellatto di nascita completo di tutte le generalità, debitamente tradotto e legalizzato secondo le indicazioni contenute nel modello di domanda; Certificato penale del Paese di origine, debitamente tradotto e legalizzato secondo le indicazioni contenute nel modello di domanda;

25 Ministero dellInterno - Prefettura di Campobasso 25 ACQUISTO DELLA CITTADINANZA ITALIANA PER EFFETTO DEL MATRIMONIO Procedimento: Possono essere autocertificati, compilando i riquadri predisposti nello stesso modello di domanda, i seguenti documenti: (legge n. 127 del e D.P.R. 20 ottobre 1998 n.403) Residenza anagrafica; (sei mesi/tre anni); Composizione del nucleo familiare; Posizione giudiziaria dellistante sul territorio italiano; Può essere presentata dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, predisposta nello stesso modello di domanda, che potrà essere sottoscritta dallistante, in luogo dei seguenti certificati: Cittadinanza italiana del coniuge; Condizioni di validità del matrimonio.

26 Ministero dellInterno - Prefettura di Campobasso 26 ACQUISTO DELLA CITTADINANZA ITALIANA PER EFFETTO DEL MATRIMONIO Procedimento I cittadini comunitari possono autocertificare anche la loro posizione giudiziaria nel Paese di origine. E incluso un apposito riquadro nello stesso modello di domanda. I rifugiati politici, in luogo della documentazione richiesta, potranno produrre dichiarazione sostitutiva dellatto di notorietà per quanto attiene alle esatte generalità ed alla posizione giudiziaria dellistante nel Paese di origine, nonché copia dellattestato dal quale risulti il riconoscimento dello status di rifugiato politico.

27 Ministero dellInterno - Prefettura di Campobasso 27 ACQUISTO DELLA CITTADINANZA ITALIANA PER EFFETTO DEL MATRIMONIO Fase istruttoria Prefettura: Istruttoria conclusa positivamente: trasmissione telematica al Ministero dellstanza con relativa documentazione; Istruttoria conclusa negativamente: decreto di inammissibilità.

28 Ministero dellInterno - Prefettura di Campobasso 28 ACQUISTO DELLA CITTADINANZA ITALIANA PER EFFETTO DEL MATRIMONIO Fase istruttoria Ministero dellInterno 1.Istruttoria conclusa positivamente: decreto di concessione della cittadinanza italiana a firma del Ministro dellInterno; Trasmissione del decreto al Prefetto della Provincia; Consegna Allinteressato; Giuramento presso il Comune entro sei mesi dalla consegna a pena di decadenza o in un termine successivo in presenza di documentati motivi; Art 8 L. n.91/92 2. Istruttoria conclusa negativamente, per la sussistenza di motivi ostativi: decreto di rigetto: Tale decreto non può essere adottato trascorsi due anni dalla produzione di regolare e completa istanza.

29 Ministero dellInterno - Prefettura di Campobasso 29 TRADUZIONE I documenti in originale o in fotocopia autenticata redatti in lingua straniera dovranno essere muniti di traduzione ufficiale in lingua italiana, certificata conforme al testo straniero dalla competente Autorità diplomatica o consolare ovvero da un traduttore ufficiale. In particolare per traduzione ufficiale in lingua italiana deve intendersi : Quella redatta dallAutorità consolare dello Stato estero rilasciante il certificato accreditata presso il Governo italiano; Quella redatta dallAutorità consolare italiana accreditata presso lo Stato estero che ha rilasciato il certificato; Quella redatta da un perito traduttore,che non può essere mai linteressato così come chiarito dalla Corte dei Conti, ed asseverata presso la Cancelleria del Tribunale competente.

30 Ministero dellInterno - Prefettura di Campobasso 30 LEGALIZZAZIONE Gli atti ed i documenti devono, altresì, essere in regola con le norme sulla legalizzazione di cui alla legge 4,1,1968,n.15 –modificata ed integrata dalla legge , n.390. La "legalizzazione" consiste nell'attestazione della qualità legale del pubblico ufficiale che ha apposto la propria firma su un documento, nonché dell'autenticità della firma stessa. Le firme sugli atti e documenti formati in Italia da una rappresentanza diplomatica o consolare estera residente nello Stato italiano devono essere legalizzate affinché abbiano valore in Italia. Gli atti e i documenti sono soggetti all'imposta di bollo pari a 14,62 Euro. (Prefettura) Le firme sugli atti e sui documenti formati in Italia devono essere legalizzate affinché abbiano valore all'estero. (Prefettura) Dopo la legalizzazione della Prefettura il certificato va presentato al Consolato, in Italia, del Paese ricevente che a sua volta legalizza la firma del funzionario della Prefettura. Le firme sugli atti e documenti formati all'estero da autorità estere e da valere nello Stato sono legalizzate dalle rappresentanze diplomatiche o consolari italiane all'estero.

31 Ministero dellInterno - Prefettura di Campobasso 31 ACQUISTO DELLA CITTADINANZA ITALIANA PER NATURALIZZAZIONE Art. 9 L. n.91/ La cittadinanza italiana può essere concessa con decreto del Presidente della Repubblica, sentito il Consiglio di Stato, su parere del Ministro dellInterno: a) allo straniero del quale il padre o la madre o uno degli ascendenti in linea retta di secondo grado sono stati cittadini per nascita, o che è nato nel territorio della Repubblica e, in entrambi i casi, vi risieda legalmente da almeno tre anni, comunque fatto salvo quanto previsto dallart. 4, comma 1, lettera c), b) allo straniero maggiorenne adottato da cittadino italiano che risiede legalmente nel territorio della Repubblica da almeno cinque anni successivamente alla adozione*; c) allo straniero che ha prestato servizio, anche allestero, per almeno cinque anni alle dipendenze dello Stato; d) al cittadino di uno Stato membro della Comunità europea se risiede legalmente da almeno quattro anni nel territorio della Repubblica; e) allapolide che risiede legalmente da almeno cinque anni nel territorio della Repubblica; f) allo straniero che risiede legalmente da almeno dieci anni nel territorio della Repubblica.

32 Ministero dellInterno - Prefettura di Campobasso 32 ACQUISTO DELLA CITTADINANZA ITALIANA PER NATURALIZZAZIONE Art. 9 L. n.91/ ) Con decreto del Presidente della Repubblica, sentito il Consiglio di Stato e previa deliberazione del Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro dellInterno, di concerto con il Ministro degli Affari esteri, la cittadinanza può essere concessa allo straniero quando questi abbia reso eminenti servizi allItalia, ovvero quando ricorra un eccezionale interesse dello Stato.

33 Ministero dellInterno - Prefettura di Campobasso 33 ACQUISTO DELLA CITTADINANZA ITALIANA PER NATURALIZZAZIONE La regola generale è prevista dalla lettera f dellart.9 che riguarda la naturalizzazione degli stranieri che risiedono legalmente in Italia da dieci anni. Il periodo rilevante è stato raddoppiato rispetto alla disciplina previgente, nellintento di rendere più difficile lacquisto della cittadinanza italiana. Negli altri casi previsti dallo stesso articolo è sufficiente un periodo inferiore secondo la situazione che il legislatore ha inteso privilegiare.

34 Ministero dellInterno - Prefettura di Campobasso 34 ISTANZE PER LA CONCESSIONE DELLA CITTADINANZA ITALIANA N. DOMANDE Totale di cui: ALBANIA ARGENTINA REP.DOMENICANA POLONIA REP.MOLDAVIA ROMANIA RUSSIA VENEZUELA CUBA 3 3 MAROCCO 4 4 UCRAINA BRASILE 358 BULGARIA 112 CINA 314 ALTRI PAESI /11/08 63

35 Ministero dellInterno - Prefettura di Campobasso 35 Istanze per la concessione della cittadinanza italiana Motivi della richiesta Totale richieste di cui art. 5 ( matrimonio ) art. 9 ( residenza ) per matrimonio Totale richieste di cui Maschi2765 Femmine per residenza Totale richieste di cui Maschi Femmine /11/08 art.545 art.918

36 Ministero dellInterno - Prefettura di Campobasso 36 Istanze per la concessione della cittadinanza italiana COMUNI DI RESIDENZA Totale BOIANO CAMPOBASSO MONTENERO DI B S.CROCE DI M TERMOLI CAMPOMARINO 2215 LARINO PETACCIATO 314 ALTRI Totale di cui Maschi Femmine

37 Ministero dellInterno - Prefettura di Campobasso 37 Decreti di naturalizzazione italiana Motivi della naturalizzazione Totale di cui art. 5 ( matrimonio ) art. 9 ( residenza ) per matrimonio Totale di cui Maschi Femmine per residenza Totale40307 di cui Maschi10304 Femmine30003

38 Ministero dellInterno - Prefettura di Campobasso 38 Decreti di naturalizzazione italiana Distribuzione dei nuovi cittadini sul territorio del Molise Totale BOIANO CAMPOBASSO MONTENERO DI B TERMOLI ALTRI Totale di cui Maschi Femmine

39 Ministero dellInterno - Prefettura di Campobasso 39 Decreti di naturalizzazione italiana N. decreti TotaleAMERICAEST di cui ALBANIA ARGENTINA REP.DOM POLONIA MOLDAVIA ROMANIA RUSSIA VENEZUELA CUBA UCRAINA 4913 COLOMBIA 2355 ALTRI /11/08 137

40 Ministero dellInterno - Prefettura di Campobasso 40 FATTISPECIE N.1 Acquisto cittadinanza per matrimonio: Data istanza: 1° luglio 2008; Documenti prodotti: Certificato di residenza in un comune della Provincia, con provenienza da uno stato estero, da cui risulta iscritta in anagrafe dal ; Estratto per riassunto del registro degli atti di matrimonio da cui risulta che la richiedente ha contratto matrimonio con un cittadino italiano il 26 maggio 2005; Sentenza di omologazione della separazione consensuale: 11 ottobre QUESITO. Sussistono in capo allinteressata le condizioni richiesta dall art. 5 per acquistare la cittadinanza italiana? Quale provvedimento dovrà essere adottato dallAmministrazione? Da quale Ufficio dellAmministrazione?

41 Ministero dellInterno - Prefettura di Campobasso 41 FATTISPECIE N.2 Concessione della cittadinanza italiana per residenza decennale Art 9 Lettera F: Data istanza: 3 giugno 2008; Documenti prodotti: Certificato di residenza rilasciato dal comune X della provincia da cui risulta che il richiedente risiede in quel comune dal Liscrizione anagrafica, come precisato dal predetto Ente è stata effettuata per ricomparsain quanto cancellato per irreperibilità dal comune Y in data Certificato di residenza rilasciato dal Comune Y da cui risulta che il richiedente ha risieduto in quel comune dal , proveniente da un Paese extracomunitario, sino al , data di cancellazione per irreperibilità. QUESITO. Sussistono in capo allinteressata le condizioni richiesta dall art. 9 per la concessione della cittadinanza italiana? Quale provvedimento dovrà essere adottato dallAmministrazione? Da quale Ufficio dellAmministrazione?

42 Ministero dellInterno - Prefettura di Campobasso 42 FATTISPECIE N.3 Acquisto cittadinanza per adozione: Art. 3 L.n.91/92 Il minore straniero adottato da un cittadino italiano acquista la cittadinanza italiana. Art.9 L.n..91/92 1 La cittadinanza italiana può essere concessa con decreto del Presidente della Repubblica, sentito il Consiglio di Stato, su parere del Ministro dellInterno: allo straniero maggiorenne adottato da cittadino italiano che risiede legalmente nel territorio della Repubblica da almeno cinque anni successivamente alla adozione; Caso concreto: Istanza di adozione presentata il 1° febbraio 2007 in favore di TIZIO, nato il 1° febbraio Procedura conclusa con sentenza di adozione del 1° marzo 2008 QUESITO. Quale delle due fattispecie normative trova applicazione al caso concreto? Sulla base di quale principio?


Scaricare ppt "Ministero dellInterno - Prefettura di Campobasso 1 Formazione di operatori di medio-alto profilo nel settore dellimmigrazione nella Regione Molise ricongiungimenti."

Presentazioni simili


Annunci Google