La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

-S.T.Coleridge was born on October 21, 1772 -Was a major poet of the English Romantic period -In 1795, Coleridge married Sara Fricker -He knew William.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "-S.T.Coleridge was born on October 21, 1772 -Was a major poet of the English Romantic period -In 1795, Coleridge married Sara Fricker -He knew William."— Transcript della presentazione:

1

2 -S.T.Coleridge was born on October 21, Was a major poet of the English Romantic period -In 1795, Coleridge married Sara Fricker -He knew William Wordsworth and together wrote a collection of twenty- three poems called: Lyrical Ballads in In this collection the most famous poem is "The Rime of the Ancient Mariner." -He is noted for his works on literature, religion, and the organization of society. -Coleridge died on July 25, 1834

3 ̵ S.T.Coleridge nacque il 21 ottobre 1772 ̵ era uno dei maggiori poeti del periodo romantico inglese ̵ Nel 1795 sposò Sara Fricker ̵ conobbe William Wordsworth ed insieme scrissero nel 1798 una raccolta di 23 poesie chiamata: Ballate Liriche ̵ in questa collezione la poesia più conosciuta ed importante è: La Ballata del Vecchio Marinaio – The Rime of the Ancient Mariner ̵ lui è noto per il suo lavoro nellla letteratura, nella religione e nellorganizzazione della società ̵ Coleridge morì il 25 luglio 1834

4 Kubla Khan Kubla Khan is an important poem written in a Coleridge wrote this poem when he awoke from a dream. This is the story of an Ancient East world.

5 « In Xanadu did Kubla Khan A stately pleasure-dome decree: Where Alph, the sacred river, ran Through caverns measureless to man Down to a sunless sea. So twice five miles of fertile ground With walls and towers were girdled round: And here were gardens bright with sinuous rills Where blossomed many an incense- bearing tree; And here were forests ancient as the hills, Enfolding sunny spots of greenery. » « In Xanadu Kubla Khan volle porre, un divino palazzo del godere: e il fece dove Alfeo, il sacro, scorre, per le proibite alluomo, profonde forre fino a dellacque scure, sempre nere. Così assai miglia di dolci terre ambite, son dintorno da muri e torri rivestite. Vera nel campo il riflesso de ruscelli ed eran assai folti lalbero dincenso e le foreste, vecchie come monticelli che il verde circondavan, dElio accenso. » …

6 - A simple explanation of The Rime of the Ancient Mariner is that it tells the story of a mariner who is on a long voyage and runs into three men who are en route to a wedding. - He proceeds to tell him a story about the albatross that he killed and that he must continue to tell the story throughout eternity. - Though the three men find this amusing at first, they note that the mariners fellow sailors are dying, and that he has managed to outlive the young. - This offers some credibility to the notion that he must tell the story of his sin throughout eternity.

7 -La semplice spiegazione de la ballata del Vecchio Marinaio è che racconta la storia di un marinaio che fa un lungo viaggio e si imbatte in tre uomini che sono in rotta verso un matrimonio. -Lui inizia a raccontare loro una storia che parla di lui che uccide un albatro, e deve continuare a raccontargliela per tutta l'eternità. -Nonostante i tre uomini trovarono questa storia divertente all'inizio, notano che i compagni del marinaio stanno morendo mentre lui invece è riuscito a sopravvivere ai suoi ragazzi. -Questo offre una certa credibilità al concetto che deve raccontare la storia del suo peccato per tutta l'eternità.

8 First Part It is an ancient Mariner, And he stoppeth one of three. «By thy long grey beard and glittering eye, Now wherefore stoppst thou me? The Bridegrooms doors are opened wide, And I am next of kin ; The guests are met, the feast is set: Mayst hear the merry din.» He holds him with his skinny hand, «There was a ship,» quoth he. «Hold off ! unhand me, grey-beard loon !» Eftsoons his hand dropt he. He holds him with his glittering eye The Wedding-Guest stood still, And listens like a three years child: The Mariner hath his will È un vecchio marinaio, e ferma uno dei tre convitati: «Per la tua lunga barba grigia e il tuo occhio scintillante, e perchè ora mi fermi? Le porte dello Sposo son già tutte aperte, e io sono il più stretto parente; i convitati son già riuniti, la festa è pronta: tu puoi udirne di qui lallegro rumore.» Ma egli lo trattiene con mano di scheletro. «Cera una volta un bastimento …» comincia a dire. «Lasciami, non mi trattener più, vecchio vagabondo dalla barba brizzolata!» E quello immediatamente ritirò la sua mano. Ma con locchio scintillante lo attrae e lo trattiene. E il Convitato resta come paralizzato, e sta ad ascoltare come un bambino di tre anni: il vecchio Marinaro è padrone di lui. …………………………………………………….

9 And through the drifts the snowy clifts Did send a dismal sheen: Nor shapes of men nor beasts we ken The ice was all between. The ice was here, the ice was there, The ice was all around : It cracked and growled, and roared and howled, Like noises in a swound! At length did cross an Albatross, Thorough the fog it came; As if it had been a Christian soul, We hailed it in Gods name. E traverso il turbine delle valanghe, le rupi nevose mandavano sinistri bagliori: non si vedeva più forma o di bestia ghiaccio solo da per tutto. Il ghiaccio era qui, il ghiaccio era là, il ghiaccio era tutto allintorno: scricchiolava e muggiva, ruggiva ed urlava., come i rumori che si odono in una sincope. Alla fine un Albatro passò, venne a noi traverso la nebbia. Come se fosse stato unanima cristiana, lo salutammo nel nome di Dio.

10 Mangiò del cibo che non aveva mai mangiato, e ci volava e rivolava dintorno. Il ghiaccio a un tratto si ruppe, e il pilota potè passare in mezzo. E un buon vento di sud ci soffiò alle spalle, lAlbatro ci seguiva; e ogni giorno veniva a mangiare o scherzare, chiamato e salutato allegramente dai marinai. It hate the food in neer had eat, And round and round it flew. The ice did split with a thunder-fit; The heilmsman steered us through! And a good south wind sprung up behind; The Albatross did follow, And every day, for food or play, Came to the mariners hollo!

11 Part II Down dropt the breeze, the sails dropt down Twas sad as sad could be; And we did speak only to break The silence of the sea! All in hot and copper sky, The bloody Sun, at noon, Right up above the mast did stand, No bigger than the Moon. A un tratto, il vento cessò, e caddero le vele; fu una desolazione ineffabile: si parlava soltanto per rompere il silenzio del mare. Solitario in un soffocante cielo di rame, il sole sanguigno, non più grande della luna, si vedeva a mezzogiorno pender diritto sullalbero maestro.

12 Day after day, day after day, We stuck, nor breath nor motion; As idle as a painted ship Upon a painted ocean. Water, water, everywhere, And all the boards did shrick; Water, water, everywhere, Nor any drop to drink. Per giorni e giorni di seguito, restammo come impietriti, non un alito, non un moto; inerti come una nave dipinta sopra un oceano dipinto. Acqua, acqua da tutte le parti; e lintavolato della nave si contraeva per leccessivo calore; acqua, acqua da tutte le parti; e non una goccia da bere!

13 Part III ……………… One after one, by the star-dogged Moon, Too quick for groan or sigh, Each turned his face with a ghastly pang, And cursed me withe his eye. Four times fifty living men, (And I heard nor sigh nor groan) With heavy tump, a lifeless lump, They dropped down one by one. The souls did from their bodies fly, They flied to bliss or woe! And every soul it passed me by Like the whizz of my cross-bow. Lun dopo laltro, al lume della luna che pareva inseguita dalle stelle, senza aver tempo di mandare un gemito o un sospiro, ogni marinaro torse la faccia in una orribile angoscia, e mi maledisse con gli occhi. Duecento uomini viventi (e io non udii nè un sospiro nè un gemito), con un grave tonfo, come una inerte massa, caddero giù lun dopo laltro. Le anime volaron via dai loro corpi, volarono alla beatitudine o alla dannazione; ed ogni anima mi passò daccanto sibilando, come il fischio della mia balestra.

14 Part IV …………….. Alone, alone, all, all alone, Alone on a wide, wide sea! And never a saint took pity on My soul in agony. The many men, so beatiful! And they all dead did lie: And a thousand thousand slimy things Lived on; and so did I. Solo, solo, completamente solo solo in un immenso mare! E nessun santo ebbe compassione di me, della mia anima agonizzante. Tutti quegli uomini così belli, tutti ora giacevano morti! e migliaia e migliaia di creature brulicanti e viscose continuavano a vivere, e anchio vivevo.

15 I looked upon the rotting sea, And drew my eyes away; I looked upon the rotting deck And there the dead men lay. I looked to heaven, and tried to pray; But or ever a prayer had gushed, A wicked whisper came, and made My heart as dry as dust. Guardavo quel putrido mare, e torcevo subito gli occhi dallorribile vista; guardavo sul ponte marcito, e là erano distesi i morti. Alzai gli occhi al cielo, e tentai di pregare; ma appena mormoravo una prece, udivo quel maledetto sibilo, e il mio cuore diventava arido come la polvere.

16 We think that this story is very compelling, and that S.T. Coleridge is a fantastic poet! He writes poetry, receiving inspiration from the simple things of everyday life. He is able to accompany the reader into a fantastic world.

17 By -Sara Tassinari -Elena Arduini -Teresa Adinolfi


Scaricare ppt "-S.T.Coleridge was born on October 21, 1772 -Was a major poet of the English Romantic period -In 1795, Coleridge married Sara Fricker -He knew William."

Presentazioni simili


Annunci Google