La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

V Edizione Forum Sanità Futura Workshop FISM - Cernobbio 09.11.05 Le Medicine Complementari: unoccasione per un confronto LO STATO DELLE MEDICINE NON CONVENZIONALI.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "V Edizione Forum Sanità Futura Workshop FISM - Cernobbio 09.11.05 Le Medicine Complementari: unoccasione per un confronto LO STATO DELLE MEDICINE NON CONVENZIONALI."— Transcript della presentazione:

1 V Edizione Forum Sanità Futura Workshop FISM - Cernobbio Le Medicine Complementari: unoccasione per un confronto LO STATO DELLE MEDICINE NON CONVENZIONALI IN ITALIA Paolo Roberti Comitato Permanente di Consenso e Coordinamento per le Medicine Non Convenzionali in Italia

2 COMPLEMENTARY AND ALTERNATIVE MEDICINE (CAM) CAM (Complementary and Alternative Medicine) è acronimo ampiamente diffuso nella letteratura internazionale ma non completamente accettato. Tale definizione è stata coniata nel 1997 alla Conferenza del United States Office for Alternative Medicine of the National Institutes of Health (successivamente eretto dal Governo Federale a National Center for Complementary and Alternative Medicine, NCCAM) e successivamente adottato dal Cochrane Collaboration e dal Ministerial Advisory Committee on Complementary and Alternative Medicine: Complementary and alternative medicine (CAM) is a broad domain of healing resources that encompasses all health systems, modalities, and practices and their accompanying theories and beliefs, other than those intrinsic to the politically dominant health system of a particular society or culture in a given historical period. CAM includes all such practices and ideas self-defined by their users as preventing or treating illness or promoting health and well- being.

3

4 Differences between the biomedical and holistic model ModelBiopsychosocialBiomedical Body/mind as a system interlinked with other systems Mind/body separation; body as an object EmphasisHealthDisease PriorityPreventionCurative Diagnostic focusWhole person in his/her social & psychological environment Localised tissue disruption & specific pathogen Treatment approachSupport vis medicatrix naturae; restoring balance to the whole psychosomatic system Intervention in disease pathway; symptomatic Individualization/standardizationIndividualization of careStandardization of care Long-term/short-termA long-term focus on creating and maintaining health and well- being Aggressive intervention with emphasis on short-term results Military metaphor for therapyStimulate the home forcesSearch and destroy the invader Patient/physician relationshipAuthority and responsibility inherent in each individual; co-operative partnership; empowering Authority and responsibility inherent in practitioner, not patient; paternalistic; disempowering [ Comparison of the Biopsychosocial and Biomedical model; adapted from Millenson and Davis-Floyd]

5 World Health Organization General Guidelines for Methodologies on Research and Evaluation of Traditional Medicine (Geneva, 2000) Traditional medicine – Definitions Traditional medicine has a long history. It is the sum total of the knowledge, skills and practices based on the theories, beliefs and experiences indigenous to different cultures, whether explicable or not, used in the maintenance of health, as well as in the prevention, diagnosis, improvement or treatment of physical and mental illnesses. The terms complementary/alternative/non-conventional medicine are used interchangeably with traditional medicine in some countries.

6

7 WHO Traditional Medicine Strategy 2002–2005 objectives, components and expected outcomes ObjectivesComponents Expected outcomes POLICY: Integrate TM/CAM with national health care systems, as appropriate, by developing and implementing national TM/CAM policies and programs 1. Recognition of TM/CAM Help countries to develop national policies and programmes on TM/CAM 1.1 Increased government support for TM/CAM, through comprehensive national policies on TM/CAM 1.2 Relevant TM/CAM integrated into national health care system services 2. Protection and preservation of indigenous TM knowledge relating to health Help countries to develop strategies to protect their indigenous TM knowledge 2.1 Increased recording and preservation of indigenous knowledge of TM, including development of digital TM libraries SAFETY, EFFICACY AND QUALITY: Promote the safety, efficacy and quality of TM/CAM by expanding the knowledge-base on TM/CAM, and by providing guidance on regulatory and quality assurance standards 3. Evidence-base for TM/CAM Increase access to and extent of knowledge of the safety, efficacy and quality of TM/CAM, with an emphasis on priority health problems such as malaria and HIV/AIDS 3.1 Increased access to and extent of knowledge of TM/CAM through networking and exchange of accurate information 3.2 Technical reviews of research on use of TM/CAM for prevention, treatment and management of common diseases and conditions 3.3 Selective support for clinical research into use of TM/CAM for priority health problems such as malaria and HIV/AIDS, and common diseases 4. Regulation of herbal medicines Support countries to establish effective regulatory systems for registration and quality assurance of herbal medicines 4.1 National regulation of herbal medicines, including registration, established and implemented 4.2 Safety monitoring of herbal medicines and other TM/CAM products and therapies 5. Guidelines on safety, efficacy and quality Develop and support implementation of technical guidelines for ensuring the safety, efficacy and quality control of herbal medicines and other TM/CAM products and therapies 5.1 Technical guidelines and methodology for evaluating safety, efficacy and quality of TM/CAM 5.2 Criteria for evidence-based data on safety, efficacy and quality of TM/CAM therapies ACCESS: Increase the availability and affordability of TM/CAM, as appropriate, with an emphasis on access for poor populations 6. Recognition of role of TM/CAM practitioners in health care Promote recognition of role of TM/CAM practitioners in health care by encouraging interaction and dialogue between TM/CAM practitioners and allopathic practitioners 6.1 Criteria and indicators, where possible, to measure cost- effectiveness and equitable access to TM/CAM 6.2 Increased provision of appropriate TM/CAM through national health services 6.3 Increased number of national organizations of TM/CAM providers 7. Protection of medicinal plants Promote sustainable use and cultivation of medicinal plants 7.1 Guidelines for good agriculture practice in relation to medicinal plants 7.2. Sustainable use of medicinal plant resources RATIONAL USE: Promote therapeutically sound use of appropriate TM/CAM by providers and consumers 8. Proper use of TM/CAM by providers Increase capacity of TM/CAM providers to make proper use of TM/CAM products and therapies 8.1 Basic training in commonly used TM/CAM therapies for allopathic practitioners 8.2 Basic training in primary health care for TM practitioners 9. Proper use of TM/CAM by consumers Increase capacity of consumers to make informed decisions about use of TM/CAM products and therapies 9.1 Reliable information for consumers on proper use of TM/CAM therapies 9.2 Improved communication between allopathic practitioners and their patients concerning use of TM/CAM

8 LINEE GUIDA PER LO SVILUPPO DI INFORMAZIONI PER IL CONSUMATORE PER UN USO APPROPRIATO DI MEDICINA TRADIZIONALE, COMPLEMENTARE E ALTERNATIVA

9 Riassunto dei punti salienti Le politiche che i governi potrebbero mettere in atto Fare in modo che siano offerte ai consumatori informazioni sufficienti sia sull'efficacia e la sicurezza dei prodotti che sulle controindicazioni. Fare in modo che siano offerte ai consumatori informazioni sufficienti sia sull'efficacia e la sicurezza dei prodotti che sulle controindicazioni. Creare e far conoscere i canali corretti utilizzabili dai consumatori per riportare gli effetti avversi. Creare e far conoscere i canali corretti utilizzabili dai consumatori per riportare gli effetti avversi. Organizzare campagne di comunicazione per dotare i consumatori della capacità di discernere la qualità del servizio ricevuto. Organizzare campagne di comunicazione per dotare i consumatori della capacità di discernere la qualità del servizio ricevuto. Assicurare che gli operatori siano propriamente qualificati e registrati. Assicurare che gli operatori siano propriamente qualificati e registrati. Incoraggiare l'interazione tra gli operatori tradizionali e convenzionali. Incoraggiare l'interazione tra gli operatori tradizionali e convenzionali. Offrire un'assicurazione per le terapie ed i prodotti non convenzionali il cui fondamento di evidenza è sicuro. Offrire un'assicurazione per le terapie ed i prodotti non convenzionali il cui fondamento di evidenza è sicuro.

10 Strutture del sistema sanitario e processi che aiuterebbero a promuovere una migliore qualità e sicurezza Sviluppo di standard di qualità e di linee guida sul trattamento per assicurare l'uniformità all'interno di un particolare sistema sanitario. Sviluppo di standard di qualità e di linee guida sul trattamento per assicurare l'uniformità all'interno di un particolare sistema sanitario. Creare standard dei requisiti di formazione e di conoscenza per promuovere la credibilità delle pratiche tradizionali ed alternative e per rafforzare la fiducia del consumatore. Creare standard dei requisiti di formazione e di conoscenza per promuovere la credibilità delle pratiche tradizionali ed alternative e per rafforzare la fiducia del consumatore. Collaborazione tra i fornitori di cure convenzionali e tradizionali o complementari per migliorare i risultati del trattamento ma anche per promuovere la riforma del sistema sanitario. Collaborazione tra i fornitori di cure convenzionali e tradizionali o complementari per migliorare i risultati del trattamento ma anche per promuovere la riforma del sistema sanitario. Organizzazione degli operatori di medicina tradizionale o alternativa al fine di offrire strutture migliori per i meccanismi di auto-controllo. Organizzazione degli operatori di medicina tradizionale o alternativa al fine di offrire strutture migliori per i meccanismi di auto-controllo.

11 Domande che i consumatori dovrebbero porre La terapia è adeguata alla sua malattia o al suo stato? La terapia è adeguata alla sua malattia o al suo stato? La terapia può potenzialmente prevenire, alleviare e/o curare i sintomi o in altro modo contribuire a migliorare la salute ed il benessere del consumatore? La terapia può potenzialmente prevenire, alleviare e/o curare i sintomi o in altro modo contribuire a migliorare la salute ed il benessere del consumatore? La terapia o i medicinali a base di erbe sono prescritti da operatori qualificati di TM/CAM o sanitari in generale, caratterizzati da un'adeguata formazione, buone competenze e conoscenze, preferibilmente registrati e certificati? La terapia o i medicinali a base di erbe sono prescritti da operatori qualificati di TM/CAM o sanitari in generale, caratterizzati da un'adeguata formazione, buone competenze e conoscenze, preferibilmente registrati e certificati? La qualità dei prodotti fitoterapici e dei materiali utilizzati è assicurata e quali sono le controindicazioni e le precauzioni di tali prodotti e materiali? La qualità dei prodotti fitoterapici e dei materiali utilizzati è assicurata e quali sono le controindicazioni e le precauzioni di tali prodotti e materiali? Le terapie ed i prodotti fitoterapici sono disponibili a un prezzo competitivo? Le terapie ed i prodotti fitoterapici sono disponibili a un prezzo competitivo?

12 World Health Organization: Global Atlas of Traditional, Complementary and Alternative Medicine. Centre for Health Development, Kobe, Japan, 2005

13 TRADITIONAL MEDICINE ACUPUNCTURE - 9 Documents GENERAL - 3 Documents GUIDELINES AND STANDARDS - 15 Documents HERBAL MEDICINE Assessment of safety and efficacy - 13 Documents Conservation - 4 Documents Medicinal plants - 7 Documents Quality control - 9 Documents NATIONAL POLICY - 4 Documents PRIMARY HEALTH CARE - 6 Documents RESEARCH AND TRAINING - 18 Documents

14 Parlamento Europeo Risoluzione n. 75 del Consiglio d'Europa Risoluzione n del

15 Legislazione sulle Medicine Non Convenzionali LEGISLAZIONE EUROPEA 1.Proposta di direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio che modifica la direttiva 2001/83/CE per quanto riguarda i farmaci vegetali tradizionali (Testo rilevante ai fini del SEE) Gazzetta ufficiale CE n. C 126 E del 28/05/2002 pag Risoluzione sullo statuto delle medicine non convenzionali. Gazzetta ufficiale CE n. C 182 del 16/06/1997 PAG Dir n. 83 (La Dir n. 2001/83 ha abrogato le direttive comunitarie 93/39/CEE, 92/73/CEE, 65/65/CEE, 75/319/CEE fatti salvi gli obblighi degli Stati membri relativi ai termini di attuazione) Direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio recante un codice comunitario relativo ai medicinali per uso umano. Pubblicata nella G.U.C.E. 28 novembre 2001, n. L 311. Entrata in vigore: 18 dicembre Reg. (CE) n Regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio che istituisce procedure comunitarie per l'autorizzazione e la sorveglianza dei medicinali per uso umano e veterinario, e che istituisce l'agenzia europea per i medicinali. Pubblicato nella G.U.U.E. 30 aprile 2004, n. L 136. Entrato in vigore il 20 maggio 2004.

16 Risalgono alle fine degli anni 80 i primi tentativi di far approdare in parlamento il problema delle MNC Dal 1996 ad oggi sono state presentate a vario livello 15 proposte di legge

17 Corte di Cassazione Sentenza n. 1735/ sulle Terapie Non Convenzionali costituisce esercizio abusivo della professione medica praticare lagopuntura e le altre attività riconducibili alle c.d. terapie non convenzionali da parte di soggetto che non abbia conseguito la laurea in medicina e chirurgia

18 Consiglio Nazionale FNOMCeO LE LINEE GUIDA MEDICINE E PRATICHE NON CONVENZIONALI Terni il 18 maggio 2002

19 …omissis Le medicine e le pratiche non convenzionali ritenute in Italia come rilevanti da un punto di vista sociale sia sulla base delle indicazioni della Risoluzione n. 75 del parlamento europeo del 29/5/97 e della Risoluzione n del Consiglio d'Europa del 4/11/99 che sulla base della maggiore frequenza di ricorso ad alcune di esse da parte dei cittadini oltre che degli indirizzi medici non convenzionali affermatisi in Europa, negli ultimi decenni, sono: AgopunturaFitoterapia Medicina Ayurvedica Medicina Antroposofica Medicina Omeopatica Medicina Tradizionale cinese OmotossicologiaOsteopatiaChiropratica L'esercizio delle suddette medicine e pratiche non convenzionali è da ritenersi a tutti gli effetti atto medico.. omissis

20 MEDICINA VETERINARIA AgopunturaFitoterapia Medicina Tradizionale Cinese Medicina Omeopatica Omotossicologia

21 MEDICINA VETERINARIA F.N.O.V.I. Linee Guida in Medicina Veterinaria Non Convenzionale, (protocollo N. 909/2003/F/Iaa)F.N.O.V.I. Linee Guida in Medicina Veterinaria Non Convenzionale, (protocollo N. 909/2003/F/Iaa) F.N.O.V.I. pronunciamento del 24 Settembre 2005: le MNC in Veterinaria sono considerate a tutti gli effetti atto medico veterinario e pertanto di sola pertinenza del medico veterinarioF.N.O.V.I. pronunciamento del 24 Settembre 2005: le MNC in Veterinaria sono considerate a tutti gli effetti atto medico veterinario e pertanto di sola pertinenza del medico veterinario

22 MEDICINA VETERINARIA Lallevamento biologico è regolamentato dalle seguenti direttive CEE:Lallevamento biologico è regolamentato dalle seguenti direttive CEE: Documento 391R2092Documento 391R2092 Documento 399R1804Documento 399R1804 Regolamento CE 2092/91Regolamento CE 2092/91 Regolamento CE 1804/99 (che integra e completa le precedenti direttive)Regolamento CE 1804/99 (che integra e completa le precedenti direttive) Al capitolo 5 dellAllegato I, Profilassi e Cure Veterinarie, si sottolineano chiaramente i seguenti punti:Al capitolo 5 dellAllegato I, Profilassi e Cure Veterinarie, si sottolineano chiaramente i seguenti punti: i prodotti fitoterapici, omeopatici, gli oligoelementi sono preferibili agli antibiotici o ai medicinali veterinari allopatici ottenuti per sintesi chimica;i prodotti fitoterapici, omeopatici, gli oligoelementi sono preferibili agli antibiotici o ai medicinali veterinari allopatici ottenuti per sintesi chimica; si fa divieto di impiegare medicinali veterinari allopatici ottenuti per sintesi chimica o di antibiotici per trattamenti preventivi;si fa divieto di impiegare medicinali veterinari allopatici ottenuti per sintesi chimica o di antibiotici per trattamenti preventivi; nel caso in cui gli animali siano sottoposti a più di due o massimo tre cicli di trattamenti con medicinali veterinari allopatici ottenuti per sintesi chimica o antibiotici nellarco di un anno, gli stessi animali o i prodotti da essi derivati non possono essere più commercializzati come conformi allallevamento biologico.nel caso in cui gli animali siano sottoposti a più di due o massimo tre cicli di trattamenti con medicinali veterinari allopatici ottenuti per sintesi chimica o antibiotici nellarco di un anno, gli stessi animali o i prodotti da essi derivati non possono essere più commercializzati come conformi allallevamento biologico.

23 RICORSO ALLE MNC NEI PAESI OCCIDENTALI Annali dellIstituto Superiore di Sanità, vol. 35, n.4, 1999

24 ANDAMENTO DEL RICORSO ALLE MNC IN OLANDA Annali dellIstituto Superiore di Sanità, vol. 35, n.4, 1999

25 ANDAMENTO DEL RICORSO ALLE MNC NEGLI USA Annali dellIstituto Superiore di Sanità, vol. 35, n.4, 1999

26 ANDAMENTO DEL RICORSO ALLE MNC IN ITALIA Rapporti ISTAT 1994 e 2000

27 per lo più: risiedono al Nord risiedono al Nord livello di cultura medio-alto (diploma o laurea) livello di cultura medio-alto (diploma o laurea) in maggior parte donne in maggior parte donne lomeopatia è più diffusa tra i pazienti giovani (media 27 anni) lomeopatia è più diffusa tra i pazienti giovani (media 27 anni) lagopuntura nella fascia tra i 45 ed i 69 (media 46) lagopuntura nella fascia tra i 45 ed i 69 (media 46) la fitoterapia nella fascia tra i 35 ed i 54 anni (media 42) la fitoterapia nella fascia tra i 35 ed i 54 anni (media 42) I FRUITORI DI M.N.C. IN ITALIA (Rapporto ISTAT 1994)

28 LE M.N.C. PIU DIFFUSE IN ITALIA (Rapporto ISTAT 1994) OMEOPATIA FRUITORI FITOTERAPIA FRUITORI AGOPUNTURA FRUITORI

29 Omeopatia, Fitoterapia e Agopuntura sono utili? Il 32% della popolazione risponde affermativamente (anche senza averle sperimentate) esprimendo, nellordine, una preferenza per: AgopunturaOmeopatiaFitoterapia

30 rifiuto dellatteggiamento coercitivo nella gestione della salute rifiuto dellatteggiamento coercitivo nella gestione della salute decadimento delletica medica decadimento delletica medica cattiva amministrazione del sistema sanitario cattiva amministrazione del sistema sanitario preminenza degli interessi economici su quelli del malato preminenza degli interessi economici su quelli del malato insoddisfazione nei confronti dellapproccio teorico al malato e alla malattia insoddisfazione nei confronti dellapproccio teorico al malato e alla malattia relazione medico-paziente relazione medico-paziente pericolosità dei medicamenti e dei trattamenti pericolosità dei medicamenti e dei trattamenti troppi fallimenti ed errori troppi fallimenti ed errori MOTIVI DEL RICORSO ALLE MNC IN ITALIA EURISPES – Rapporto Italia 2000

31 Università e MNC Università di Milano, Facoltà di Medicina e Chirurgia, Centro di Ricerche in Bioclimatologia Medica, Biotecnologie e Medicine Naturali, direttore prof. Umberto Solimene; coordinatore dei corsi di MNC dott. Emilio Minelli Università di Milano, Facoltà di Medicina e Chirurgia, Centro di Ricerche in Bioclimatologia Medica, Biotecnologie e Medicine Naturali, direttore prof. Umberto Solimene; coordinatore dei corsi di MNC dott. Emilio Minelli Università di Roma La Sapienza, I Facoltà di Medicina e Chirurgia, Master di II livello in Agopuntura, direttore prof. Walter Nicoletti Università di Roma La Sapienza, I Facoltà di Medicina e Chirurgia, Master di II livello in Agopuntura, direttore prof. Walter Nicoletti Università di Roma La Sapienza, I Facoltà di Medicina e Chirurgia, Master di II livello Agopuntura in Medicina Interna, direttore prof. Samuele Paparo Università di Roma La Sapienza, I Facoltà di Medicina e Chirurgia, Master di II livello Agopuntura in Medicina Interna, direttore prof. Samuele Paparo Università di Roma La Sapienza, I Facoltà di Medicina e Chirurgia, Master di II livello Medicina Integrata: Medicina Tradizionale Cinese e Riabilitazione, direttore prof. V. Santilli Università di Roma La Sapienza, I Facoltà di Medicina e Chirurgia, Master di II livello Medicina Integrata: Medicina Tradizionale Cinese e Riabilitazione, direttore prof. V. Santilli Università di Roma La Sapienza, I Facoltà di Medicina e Chirurgia, Master di II livello Agopuntura (terapie e tecniche antalgiche) Università di Roma La Sapienza, I Facoltà di Medicina e Chirurgia, Master di II livello Agopuntura (terapie e tecniche antalgiche) Università di Roma La Sapienza, I Facoltà di Medicina e Chirurgia, Corso di perfezionamento Psicofisiologia del dolore e tecniche antalgiche: dalla riflessoterapia-agopuntura ai trattamenti invasivi Università di Roma La Sapienza, I Facoltà di Medicina e Chirurgia, Corso di perfezionamento Psicofisiologia del dolore e tecniche antalgiche: dalla riflessoterapia-agopuntura ai trattamenti invasivi Università di Roma Tor Vergata, Facoltà di Medicina e Chirurgia, Master di II livello in Agopuntura Clinica, triennale, direttore del master prof. Renato Lauro Università di Roma Tor Vergata, Facoltà di Medicina e Chirurgia, Master di II livello in Agopuntura Clinica, triennale, direttore del master prof. Renato Lauro Università di Roma Tor Vergata, Facoltà di Medicina e Chirurgia, Master di I livello in Medicine Naturali, direttore prof. Saverio Giovanni Condò Università di Roma Tor Vergata, Facoltà di Medicina e Chirurgia, Master di I livello in Medicine Naturali, direttore prof. Saverio Giovanni Condò

32 Università e MNC Università di Bologna, Facoltà di Medicina e Chirurgia, Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia, Corso Elettivo in Agopuntura diretto dal dott. Carlo Maria Giovanardi Università di Bologna, Facoltà di Medicina e Chirurgia, Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia, Corso Elettivo in Agopuntura diretto dal dott. Carlo Maria Giovanardi Università di Chieti, Facoltà di Medicina e Chirurgia, Corso di Perfezionamento in Medicina Biointegrata, (quattro livelli), direttore prof. Giuseppe Martines; coordinatore prof. Franco Mastrodonato Università di Chieti, Facoltà di Medicina e Chirurgia, Corso di Perfezionamento in Medicina Biointegrata, (quattro livelli), direttore prof. Giuseppe Martines; coordinatore prof. Franco Mastrodonato Università di Verona, Facoltà di Medicina e Chirurgia, Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia,Corso Elettivo Introduzione alla conoscenza delle Medicine Complementari direttore prof. Paolo Bellavite. Università di Verona, Facoltà di Medicina e Chirurgia, Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia, Corso Elettivo Introduzione alla conoscenza delle Medicine Complementari direttore prof. Paolo Bellavite. Università di Brescia, Facoltà di Medicina e Chirurgia, Corso di Perfezionamento Agopuntura e Tecniche correlate, biennale; coordinatore prof. Claudio Maioli. Università di Brescia, Facoltà di Medicina e Chirurgia, Corso di Perfezionamento Agopuntura e Tecniche correlate, biennale; coordinatore prof. Claudio Maioli. Università di Firenze, Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia, V Anno di Corso, Corso su Evidence Based Medicine e Medicine Non Convenzionali Università di Firenze, Facoltà di Farmacia, Corso di Perfezionamento Fitoterapici della Medicina Tradizionale Cinese, annuale, direttore prof. Franco Francesco Vincieri Università di Padova, Facoltà di Medicina e Chirurgia, Dipartimento di Farmacologia ed anestesiologia, Corso di perfezionamento Riflessoterapia e tecniche complementari – elementi di agopuntura scientifica, direttore prof. Francesco Ceccherelli

33 Situazioni Regionali

34 I Centri di riferimento per la Omeopatia e il Centro di riferimento per lAgopuntura e la Medicina Tradizionale Cinese della Regione Toscana con la collaborazione del Comitato Permanente di Consenso e Coordinamento per le Medicine Non Convenzionali in Italia e della rivista Medicina Naturale hanno censiti al maggio centri pubblici ove prestazioni di MNC vengono erogate in ambito pubblico

35 Dal 1998 al marzo 2005 le seguenti Regioni hanno approvato vari documenti sulle MNC: Abruzzo: 1 Calabria: 1 Campania: 7 Emilia-Romagna: 3 Friuli Venezia Giulia: 2 Liguria: 2 Lombardia: 13 Piemonte: 8 Prov. Aut. Trento: 2 Puglia: 1 Toscana: 19 Valle dAosta: 1 Veneto: 2

36 REGIONE TOSCANA

37 La Regione Toscana ha istituito 3 Centri di Riferimento Regionale per le MNC, ciascuno con budget proprio Centro di riferimento per lAgopuntura e la Medicina Tradizionale Cinese, ASL 10 Firenze,con funzione di coordinamento (diretto dalla dott.ssa Sonia Baccetti) Centro di riferimento per lAgopuntura e la Medicina Tradizionale Cinese, ASL 10 Firenze, con funzione di coordinamento (diretto dalla dott.ssa Sonia Baccetti) Centro di riferimento per lOmeopatia, ASL 2 Lucca (diretto dal dott. Elio Rossi) Centro di riferimento per la Fitoterapia e Scuola Biennale di Fitoterapia e ANMFIT, ASL 11 Empoli (diretto dal dott. Fabio Firenzuoli)

38 Nella Regione Toscana al gennaio servizi pubblici su tutto il territorio regionale erogano 14 tipologie di prestazioni di MNC (negli ambiti territoriali delle ASL 1 Massa Carrara, ASL 2 Lucca, ASL 3 Pistoia, ASL 6 Livorno, Azienda Ospedaliera di Siena, ASL 7 Siena, ASL 10 Firenze, Azienda Ospedaliera di Careggi, Azienda Ospedaliera Mayer, ASL 11 Empoli, ASL 12 Versilia)

39 Le Medicine Non Convenzionali Il nuovo capitolo del Piano Sanitario Regionale 2005 – 2007 Le Medicine Non Convenzionali …occorrerà, pertanto, definire la strategia di fondo di questo processo, stabilendo, innanzitutto, un confine fra quelle medicine e pratiche che risultino caratterizzate da una sufficiente evidenza (per le quali si utilizzerà il termine di Medicine complementari) e quelle che, di contro, non hanno ancora raggiunto un idoneo livello di dimostrazione di efficacia (per le quali si continuerà a parlare di Medicine non Convenzionali). Sulla base dei dati della letteratura scientifica internazionale ed anche in considerazione dellesperienza accumulata dal lavoro dei numerosi centri pubblici che erogano prestazioni di MnC presso le Aziende sanitarie della Toscana, riteniamo di poter riconoscere la valenza di medicine complementari a quattro discipline: agopuntura, fitoterapia, omeopatia e medicina manuale. Per esse, al fine di consentire una effettiva integrazione nel sistema sanitario regionale, occorrerà procedere, in primo luogo, allinserimento dei rappresentati di queste tipologie di Medicine Complementari allinterno del Consiglio Sanitario Regionale (e delle relative sottocommissioni), al pari di quanto è già stato effettuato allinterno della CUF regionale; in secondo luogo sarà opportuno: valutare, nella stesura delle linee guida regionali, lappropriatezza di uso delle discipline su indicate in relazione alle diverse patologie, favorire la promozione di una adeguata formazione per gli operatori del settore, sostenendo la già avviata opera di collaborazione con le Università toscane e promuovendo la costituzione di appositi registri professionali da tenersi a cura degli Ordini professionali, e provvedere, infine, alladozione di ogni altro strumento che consenta di garantire la qualità delle prestazioni professionali...

40 Proposte per lapplicazione del nuovo PSR in tema di medicine complementari Inserimento delle medicine complementari (MC) nella specialistica ambulatoriale. Equiparazione del ticket per la visita alle altre specialità (18.15 Euro) per i residenti sul territorio regionale. Obbligo di prescrizione della visita di MC da parte del medico di famiglia Esenzioni previste per le altre specialità (bambini inferiori a 6 anni, anziani, patologie cronico degenerative, ecc.) Equiparazione dei medici esperti in MC agli altri specialisti della medicina convenzionale.

41 Medicine Complementari nel Nomenclatore Tariffario Regionale

42 Le immagini della campagna informativa sulle Medicine Complementari della Regione Toscana

43 XLIII Congresso Nazionale della Società Italiana di Psichiatria Bologna ottobre 2003 – Palazzo della Cultura e dei Congressi Conferenza di Consenso Medicine Non Convenzionali Medicine Non Convenzionali Lunedì 20 ottobre 2003 Coordinatore Dott. Paolo Roberti

44 Documento di Consenso sulle MNC in Italia 39 SIGLE FIRMATARIE

45 Documento di Consenso Premessa La Repubblica Italiana tutela la salute come fondamentale diritto dellindividuo, salvaguarda il principio del pluralismo scientifico e garantisce la libertà di scelta terapeutica da parte del cittadino e la qualificazione professionale degli operatori sanitari, valorizzando in particolar modo lautonomia del medico nelle scelte terapeutiche (Corte di Cassazione, IV Sezione Penale, Sentenza n. 301, 8/2/2001). Il diritto di scelta, riconosciuto ad ogni persona come punto focale di ogni moderna considerazione di rispetto della volontà individuale nei confronti del proprio stato di salute e malattia, è stato implicitamente già espresso e si è concretizzato con il ricorso, da parte di sempre più ampi strati della popolazione, ad alcune discipline e pratiche terapeutiche note con il termine complessivo di Medicine Non Convenzionali (MNC): Agopuntura, Omeopatia, Fitoterapia, Medicina Tradizionale Cinese, Medicina Antroposofica, Omotossicologia, Medicina Ayurvedica, Chiropratica e Osteopatia (Linee Guida su Medicine e Pratiche Non Convenzionali, FNOMCeO, Terni, 18/5/2002). Si conviene che tutte le metodiche terapeutiche e di intervento sanitario sulla persona non possono derogare dalla necessità di una preliminare diagnosi clinica, di esclusiva pertinenza del medico che ne abbia specifica competenza, il quale può utilizzarle come parte integrante della Medicina secondo scienza, coscienza, competenza e perizia.

46 Documento di Consenso Definizioni operative Lattributo non convenzionale, sebbene attualmente costituisca in Italia lappellativo più diffuso, sembra porre queste metodologie terapeutiche in contrapposizione alla medicina accademica, intesa come convenzionale. Ricordando a tale proposito che nel mondo anglosassone si utilizza il termine CAM (Complementary and Alternative Medicine), è indispensabile sottolineare la complementarietà dei diversi possibili approcci diagnostici e terapeutici che rientrano in questo ambito, per evidenziare lintegrazione in atto nel sistema sanitario e la possibilità di utilizzo pratico di tutte le informazioni provenienti dal paziente. È altresì di fondamentale importanza la ricerca, lindividuazione e ladozione di un linguaggio comune che, definendo in maniera univoca le rispettive peculiarità metodologiche, contribuisca a favorire lo scambio del maggior numero possibile di informazioni tra operatori sanitari e ricercatori, soprattutto in ambito accademico: lobiettivo è quello di comprendere i vantaggi e i limiti di ciascuna disciplina e di meglio identificare, tra unampia scelta di terapie e trattamenti e sulla base delle evidenze disponibili, quali siano i più appropriati per il paziente malato.

47 Documento di Consenso Ricerca scientifica Riconosciuta leticità dellintegrazione terapeutica offerta da queste discipline, è necessario e opportuno prevedere la possibilità di accreditare e realizzare programmi di studio e ricerca scientifica che, nel rispetto delle peculiarità di ogni disciplina, consentano di validarne lefficacia valorizzandone leffettivo ruolo medico terapeutico. A tal fine è auspicabile, accanto alla ricerca pubblica istituzionale, il concorso di una finalizzata e proficua collaborazione tra Industrie, Aziende e Società medico- scientifiche del settore per idonei progetti di ricerca da realizzare mediante apposite forme di accreditamento e finanziamento. Si auspica anche un maggiore contributo di istituzioni sanitarie pubbliche e facoltà mediche al processo in corso di validazione scientifica delle Medicine Non Convenzionali.

48 Documento di Consenso Riconoscimento legislativo Riconoscimento legislativo Liter legislativo in corso per adeguare la legislazione italiana a quanto sollecitato dallUnione Europea (Direttive Europee n. 92/73 e 92/74; Ris. n. 75 del Parlamento Europeo del 29 maggio 1997: Statuto delle Medicine Non Convenzionali; Ris. n del Consiglio dEuropa del 4 novembre 1999), dovrà consentire ai medici idoneamente preparati nelle singole discipline di fregiarsi della propria qualifica, competenza e preparazione professionale.

49 Documento di Consenso Informazione e media Linformazione sanitaria deve essere finalizzata alleducazione sanitaria della popolazione verso abitudini e comportamenti utili alla conservazione della salute intesa non solo come assenza di malattia ma anche come benessere psicofisico (secondo quanto stabilito dallOMS), oltre che alla prevenzione delle patologie e alla loro cura e trattamento in caso di necessità. Per le MNC si propone listituzione di appositi Osservatori Regionali, sia per la verifica costante dellinformazione utile e necessaria per la diffusione di notizie corrette e complete per la popolazione, sia per la documentazione e la ricerca riguardanti ogni singola disciplina, prevalentemente attraverso un coordinamento tra le società scientifiche del settore. Lobiettivo è quello di mettere a disposizione di cittadini e operatori sanitari analisi indipendenti e qualificate sulla situazione delle MNC sul proprio territorio. I risultati di tali verifiche potranno essere raccolti da un Osservatorio Nazionale come punto di riferimento e coordinamento per una valutazione complessiva che consenta di evitare duplicazioni di interventi e con economia di costi per la ricerca. A tutela dellutenza e nelle more del riordino legislativo del settore, si riconosce e si auspica ladozione, da parte di tutti gli Ordini Provinciali dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di opportune modalità di riconoscimento della specifica preparazione in materia del proprio iscritto le quali, sulla base inderogabile di criteri concordati con le scuole e le associazioni scientifiche più autorevoli di ogni disciplina, siano di garanzia per la popolazione assistita.

50 Documento di Consenso Consenso informato Nel rispetto delle norme del Codice di Deontologia Medica, è giusto ricordare il dovere della concreta applicazione, allinterno di un libero rapporto consensuale ed informato, dei principi della libertà di scelta terapeutica da parte del paziente e della libertà di cura da parte del medico. Si conferma, pertanto, la necessità di una completa, corretta e comprensibile informazione alla persona, finalizzata allo sviluppo di un rapporto tra medico e paziente in grado di utilizzare la Medicina nella sua accezione più ampia, intesa come professione esercitata con piena libertà del medico di porre in atto ogni mezzo ritenuto utile ed eticamente valido nell'interesse della persona assistita e con il suo consenso.

51 Documento di Consenso Formazione e competenza Riconoscendo alle Università il ruolo storico nella formazione, si deve comunque constatare negli atenei italiani la carenza di docenti e risorse dedicate allinsegnamento e alla ricerca nel campo delle MNC. Attualmente i percorsi formativi disponibili sono prevalentemente forniti dagli Istituti privati che da anni operano nel settore: si auspica quindi che le Università, nello sforzo di colmare questa carenza formativa, concorrano ad individuare e realizzare convenzioni e accordi di collaborazioni con associazioni e scuole già operanti nella ricerca, nellinsegnamento e nella verifica dellapprendimento di queste discipline, come contributo utile a valorizzarne lesperienza accumulata. Si auspica che tale processo di integrazione formativa arrivi progressivamente ad un regime di libera concorrenza tra Istituti privati e Università prevedendo, nelle fasi iniziali, linserimento di nozioni informative generali nei corsi di laurea delle facoltà mediche e, dove questo sia possibile, lattivazione di corsi elettivi di introduzione alla conoscenza delle MNC.

52 Documento di Consenso Farmacoeconomia e integrazione sul territorio Lelevato numero di pazienti che si affida alle MNC in piena libertà terapeutica e senza gravare sulleconomia del SSN, evidenzia un fenomeno che coinvolge tutti i protagonisti dello scenario sanitario sul territorio. Ne consegue una necessaria incentivazione di collaborazioni e/o convenzioni tra le diverse figure coinvolte a vario titolo nella problematica (medici di Medicina Generale, specialisti ospedalieri, aziende sanitarie locali, personale parasanitario, etc.) per la diffusione di un corretto percorso integrato e di unadeguata informazione dei vantaggi e dei limiti di tali discipline.

53 Documento di Consenso Rapporti con le istituzioni Medici esperti per ogni disciplina, opportunamente indicati dalle Associazioni scientifiche più rappresentative per ogni disciplina, devono essere presenti e partecipare a pieno titolo con parità di ruolo e di funzioni nelle Commissioni e Organi consultivi della Professione, del Ministero della Salute, del Ministero dellUniversità e della Ricerca Scientifica, di Associazioni di pazienti e consumatori, per numerose finalità: riconoscimento dei titoli di studio conseguiti allestero, allocazione di risorse dirette a progetti di ricerca, adeguamento ed integrazione con strutture e ordinamenti già esistenti, etc.

54 Documento di Consenso Prescrizione e strumenti di cura Allo scopo di evitare istanze di tipo limitativo e spesso attuate in assenza di una reale conoscenza del problema, è necessario stabilire in maniera univoca i criteri di qualità, sicurezza ed efficacia necessari per lautorizzazione allimmissione in commercio dei medicinali e degli strumenti di cura impiegati nei diversi indirizzi terapeutici. Lindividuazione di tali criteri, specifici per ogni indirizzo terapeutico, dovrà avvenire su indicazioni delle rispettive Società scientifiche e/o Associazioni professionali più rappresentative e autorevoli.

55 Documento di Consenso Associazioni, Enti, Istituti, Scuole e Società Scientifiche firmatari 1.Ambulatorio di Omeopatia, Centro di riferimento per l'Omeopatia della Regione Toscana, Ospedale Campo di Marte, ASL 2 Lucca Dott. Elio Rossi 2.Anthropos & Iatria, Associazione Scientifica Internazionale per la Ricerca, lo Studio e lo Sviluppo delle Medicine Antropologiche e Accademia Europea per le Discipline di Frontiera, Genova Prof. P.A. Rossi 3.Associazione Atah Ayurveda, Bologna Dott. Guido Sartori 4.Associazione di Medicine Complementari del Friuli Venezia Giulia, Belenos, Bagnaria Arsa (UD) Dott. Fabio Burigana 5.Associazione Italiana di Omeopatia di Risonanza, AIOR, Piacenza Dott.ssa Giuliana Rapacioli 6.Associazione Italiana Pazienti della Medicina Antroposofica, AIPMA, Milano Adelina Ansante 7.Associazione Medica Italiana di Omotossicologia, AIOT, Milano Dott. Ivo Bianchi 8.Associazione Lycopodium-Homeopathia Europea- Scuola di Omeopatia Classica "Mario Garlasco, Firenze Dott.ssa Pia Barilli 9.Associazione per le Medicine Non Convenzionali in Odontoiatria, AMNCO, Roma Dott. S. Bardaro 10.Associazione Nazionale Medici Fitoterapeuti, ANMFIT, Empoli Dott. Fabio Firenzuoli 11.Associazione Pazienti Omeopatici, APO, Napoli Vega Palombi Martorano 12.Associazione per lUniversalità della Medicina, ASSUM, Roma Prof. Francesco Macrì 13.Associazione di Ricerche e Studi per la Medicina Antroposofica, ARESMA, Milano Dott. Angelo Franzini 14.Centro Clinico di Medicina Naturale, Centro di riferimento per la Fitoterapia della Regione Toscana, Ospedale S. Giuseppe, ASL 11 Empoli, Dott. Fabio Firenzuoli

56 Documento di Consenso Associazioni, Enti, Istituti, Scuole e Società Scientifiche firmatari 15.Centro Italiano di Studi e Documentazione in Omeopatia, CISDO, Milano Dott. Ennio Masciello 16.Centro di Medicina Tradizionale Cinese Fior di Prugna, Centro di riferimento per le Medicine Non Convenzionali e la Medicina Tradizionale Cinese della Regione Toscana, ASL 10 Firenze Dott.ssa Sonia Baccetti 17.Federazione Italiana delle Associazioni e dei Medici Omeopati, FIAMO, Terni Dott.ssa Antonella Ronchi 18.Federazione Italiana dei Medici Omeopati, FIMO, Roma Dott. Marco Lombardozzi 19.Federazione Italiana delle Società di Agopuntura, FISA, Bologna Dott. Carlo Maria Giovanardi 20.Gruppo Medico Antroposofico Italiano, GMAI, Milano Dott. Giuseppe Leonelli 21.Homoeopathia Europea-Internationalis, HEI, Bruxelles Dott. Carlo Cenerelli 22.Istituto delle Scienze Bioenergetiche onlus, ISBE, Roma Dott.ssa Maria Teresa Elia 23.Istituto di Studi di Medicina Omeopatica, ISMO, Roma Dott. Gino Santini 24.Istituto di Studi di Medicina Omeopatica, ISMO, Reggio Calabria Dott.ssa Rosa Femia 25.Istituto Superiore di Medicina Olistica e di Ecologia, ISMOE, Urbino Prof. Corrado Bornoroni 26.Liga Medicorum Homoeopathica Internationalis, LMHI, Berna Dott. Renzo Galassi 27.Nobile Collegio Omeopatico, NCO, Roma Dr.ssa Anna Maria Rigacci

57 Documento di Consenso Associazioni, Enti, Istituti, Scuole e Società Scientifiche firmatari 28.Società Italiana di Ecologia, Psichiatria e Salute Mentale, SIEPSM, Imperia Dott. Giuseppe Spinetti 29.Società Italiana di Farmacoterapia Cinese e Tradizionale, SIFCeT, Roma Dott. Giulio Picozzi 30.Società Italiana di Floriterapia, SIF, Bologna Dott. Ermanno Paolelli 31.Società Italiana di Medicina Integrata, SIMI, Bettona (PG) Dott.ssa Simonetta Marucci 32.Società Italiana di Medicina Omeopatica, SIMO, Palermo Dott. Ciro DArpa 33.Società Italiana di Omeopatia e Medicina Integrata, SIOMI, Milano Dott.ssa Simonetta Bernardini 34.Società Italiana di Omotossicologia e Omeopatia, SIOOM, Carsoli (Aq) Dott. Luigi Minonzio 35.Società Italiana di Psichiatria Olistica, SIPOl, Bologna Dott. Ermanno Paolelli 36.Società Scientifica Italiana di Medicina Ayurvedica onlus, SSIMA, Milano Dott. Antonio Morandi 37.Unione di Floriterapia, UF, Milano Dott.ssa Maria Antonietta Balzola 38.Unione di Medicina Non Convenzionale Veterinaria, UMNCV, Bologna Dr. Francesco Longo, Dr.ssa Antonella Carteri, Dr. Andrea Malgeri 39.World Psychiatric Association, Section on "Ecology, Psychiatry and Mental Health", Imperia Dott. Giuseppe Spinetti

58 Costituzione del Comitato Permanente di Consenso e Coordinamento per le MNC in Italia Bologna, 5 dicembre 2003

59 COMPOSIZIONE32 Associazioni, Enti, Federazioni, Istituti, Scuole e Società Scientifiche

60 Censimento al Associazioni di Pazienti (APO, AIPMA e APA) 3 Centri di riferimento del Servizio Sanitario Regione Toscana 4 Federazioni (FISA, FIAMO, LIGA, UMNCV) 1 Sezione della World Psychiatric Association 1 Sezione Speciale della Società Italiana di Psichiatria 20 Associazioni e Società Scientifiche

61 Censimento medici chirurghi e odontoiatri 177veterinari

62 Ambulatorio di Omeopatia, Centro di riferimento per lOmeopatia della Regione Toscana, Ospedale Campo di Marte, ASL 2 Lucca Anthropos & Iatria, Associazione Scientifica Internazionale per la Ricerca, lo Studio e lo Sviluppo delle Medicine Antropologiche e Accademia Europea per le Discipline di Frontiera, Genova Associazione di Medicine Complementari del Friuli Venezia Giulia, BELENOS, Bagnaria Arsa (UD) Associazione Italiana di Omeopatia di Risonanza, AIOR, Piacenza Associazione Italiana Pazienti della Medicina Antroposofica, AIPMA, Torino Associazione Lycopodium-Homeopathia Europea, Firenze. Collegata alla Scuola Triennale di Omeopatia Classica Mario Garlasco di Firenze Associazione Medica Italiana di Omotossicologia, AIOT, Milano. Collegata alla Scuola Triennale di Omotossicologia per Medici Chirurghi, Odontoiatri, Veterinari, Biennale per Odontoiatri, Triennale di Omeopatia Classica COMPOSIZIONE DEL COMITATO

63 Associazione per le Medicine Non Convenzionali in Odontoiatria, AMNCO, Roma Associazione Nazionale Medici Fitoterapeuti, ANMFIT, Empoli. Collegata alla Scuola Biennale di Fitoterapia dell ASL 11 Empoli Associazione Pazienti Ayurvedici, ATAH, Bologna Associazione Pazienti Omeopatici, APO, Napoli Associazione di Ricerche e Studi per la Medicina Antroposofica, ARESMA, Milano Centro Clinico di Medicina Naturale, Centro di riferimento per la Fitoterapia della Regione Toscana. Scuola Biennale di Fitoterapia. Ospedale S. Giuseppe, ASL 11 Empoli Centro di Medicina Tradizionale Cinese Fior di Prugna, Centro di riferimento per le Medicine Non Convenzionali e la Medicina Tradizionale Cinese della Regione Toscana, ASL 10 Firenze Federazione Italiana delle Associazioni e dei Medici Omeopati, FIAMO, Terni. Ha il coordinamento di 14 Scuole indipendenti aderenti al Dipartimento Scuola Formazione Insegnamento

64 Federazione Italiana delle Società di Agopuntura, FISA, Bologna. Sono federate 21 Associazioni con 15 Scuole Quadriennali con medesimo piano di studi. Homoeopathia Europea-Internationalis, HEI, Bruxelles Istituto delle Scienze Bioenergetiche onlus, ISBE, Roma Istituto Superiore di Medicina Olistica e di Ecologia, ISMOE, Urbino Liga Medicorum Homoeopathica Internationalis, LMHI, Berna Nobile Collegio Omeopatico, NCO, Roma. Scuola Triennale Società Italiana di Ecologia, Psichiatria e Salute Mentale, SIEPSM, Imperia. Sezione Speciale della Società Italiana di Psichiatria. Società Italiana di Farmacoterapia Cinese e Tradizionale, SIFCeT, Roma. Collegata alle Scuole: Fondazione Matteo Ricci di Bologna e MediCina di Milano

65 Società Italiana di Floriterapia, SIF, Bologna. Scuola di Floriterapia Clinica collegata al Nobile Collegio Omeopatico Società Italiana di Medicina Omeopatica, SIMO, Palermo. Collegata a 7 Scuole. Società Italiana di Omotossicologia e Omeopatia, SIOOM, Carsoli (Aq) Società Italiana di Medicina Antroposofica, SIMA, Milano. Scuola Triennale. Società Italiana di Medicina Integrata, SIMI, Bettona (PG) Società Italiana di Psichiatria Olistica, SIPOl, Bologna. Scuola di Bioterapie collegata al Nobile Collegio Omeopatico. Società Scientifica Italiana di Medicina Ayurvedica onlus, SSIMA, Milano. Collegata alla Scuola di Medicina Ayurvedica Ayurvedic Point di Milano Unione di Medicina Non Convenzionale Veterinaria, UMNCV, Bologna. Sono federate le sezioni di Medicina Veterinaria di 14 Associazioni e Scuole di MNC. World Psychiatric Association, Section on "Ecology, Psychiatry and Mental Health", Imperia.

66 Scopo del Comitato Il Comitato, realtà indipendente no-profit, multidisciplinare e integrata, nasce con lo scopo di concretizzare con tutte le iniziative del caso quanto sottoscritto col Documento di Consenso e di sensibilizzare l'opinione pubblica sulle MNC e di costituirsi come interlocutore rappresentativo delle MNC di area medica nei confronti delle Istituzioni, grazie anche alla presenza delle associazioni dei pazienti delle medicine non convenzionali.

67 Proposte del Comitato Il Comitato è impegnato a livello medico, sociale e nei confronti delle istituzioni operando negli ambiti: educazione alla salutogenesi, riconoscimento legislativo, informazione e rapporti con i media, consenso informato per una libera scelta dei percorsi di salute, formazione di medici, odontoiatri e veterinari e di tutti gli operatori della sanità, farmacoeconomia e integrazione sul territorio per i problemi dell'equilibrio sostenibile, criteri di qualità, sicurezza ed efficacia delle terapie e dei farmaci nelle varie discipline mediche rappresentate, sostegno e confronto con le associazioni dei pazienti; è aperto a tutte le componenti sanitarie, nelle sedi rappresentative della professione medica, alle Istituzioni della Repubblica sia nazionali che regionali e territoriali, nonché nei confronti delle associazioni dei cittadini.

68 Panels per discipline Medicina Omeopatica Corrado Bornoroni, ISMOE Corrado Bornoroni, ISMOE Giuseppina Bovina, SIMO Giuseppina Bovina, SIMO Maurizio Cannarozzo, Belenos Maurizio Cannarozzo, Belenos Carlo Cenerelli, Ass. Lycopodium – Carlo Cenerelli, Ass. Lycopodium – Scuola M. Garlasco, HEI Renzo Galassi, LIGA Renzo Galassi, LIGA Angelo Micozzi, NCO Angelo Micozzi, NCO Giuliana Rapacioli, AIOR Antonella Ronchi, FIAMO Antonella Ronchi, FIAMO Elio Rossi, ASL 2 Lucca Elio Rossi, ASL 2 Lucca Agopuntura e Medicina Tradizionale Cinese Sonia Baccetti, ASL 10 Firenze Sonia Baccetti, ASL 10 Firenze Carlo Maria Giovanardi, FISA Carlo Maria Giovanardi, FISA Giulio Picozzi, SIFCeT Giulio Picozzi, SIFCeT Medicina Antroposofica Giancarlo Buccheri, SIMA Giancarlo Buccheri, SIMA Angelo Franzini, ARESMA Angelo Franzini, ARESMA Medicina Ayurvedica Antonio Morandi, SSIMA onlus Antonio Morandi, SSIMA onlus Guido Sartori, Atah Guido Sartori, AtahOmotossicologia Salvatore Bardaro, AMNCO Salvatore Bardaro, AMNCO Ivo Bianchi, AIOT Ivo Bianchi, AIOT Maria Teresa Elia, ISBE Maria Teresa Elia, ISBE Simonetta Marucci, SIMI Simonetta Marucci, SIMI Luigi Minonzio, SIOOM Luigi Minonzio, SIOOM Ermanno Paolelli, SIF, SIPOl Ermanno Paolelli, SIF, SIPOlFitoterapia Fabio Firenzuoli, ASL 11 Empoli Fabio Firenzuoli, ASL 11 Empoli Fabio Firenzuoli, ANMFIT Medicina Veterinaria Francesco Longo, UMNCV

69 ATTIVITA dal 5 dicembre 2003 al 31 dicembre eventi tra documenti, comunicati, congressi, convegni, interviste, conferenze

70 1.Documento sulle deliberazioni della Commissione Nazionale ECM sulle MNC 2.Lettera aperta alla Conferenza Stato-Regioni 3.Proposta di mozione per la Conferenza degli Assessori alla Salute e dei Presidenti delle Regioni 4.Parere legale sulle deliberazioni della Commissione Nazionale ECM sulle MNC 5.Campagna contro l'esclusione delle MNC dalla Formazione Continua in Medicina 6.Commenti e proposte di emendamenti alla P.d.L. "Lucchese per FNOMCeO 7.Ammissione nel Comitato Consultivo Misto dell'AUSL di Bologna 8.Incontro con lon. F. P. Lucchese, Firenze Il Sole24Ore, , articolo 10.Fahreneit, Radio Rai Tre, , dibattito 11.Radio Capital, intervista 12.Corriere della Sera, , intervista 13.SkyTG24, Mia Economia, Roma , dibattito 14.Lettera aperta ai candidati alle elezioni del Parlamento Europeo 15.Lettera aperta ai Deputati e Senatori della XIV legislatura del Parlamento Italiano 16.La Radio a Colori, Radio Rai Uno, , dibattito COMITATO PERMANENTE DI CONSENSO E COORDINAMENTO PER LE MEDICINE NON CONVENZIONALI IN ITALIA attività dal al attività dal al /5

71 17.Documento sulla mozione del Comitato Nazionale per la Bioetica sulle MNC 18.Comunicato stampa sulla sentenza del processo a Piero Angela 19.XVIII Congresso Internazionale di Agopuntura, Fondazione Matteo Ricci, Bologna Radio AnchIo, Radio Rai Uno, , dibattito 21.Il Sole 24Ore Sanità, La Repubblica Salute, Audizione col Comitato Nazionale per la Bioetica, Roma, Comunicato stampa sull'audizione col Comitato Nazionale per la Bioetica 24.Convegno sulle MNC, Ordine dei Medici di Forlì-Cesena, Forlì Rai Tre Regione Emilia-Romagna, intervista, Forlì Formazione Continua in Medicina e Medicine Non Convenzionali 27.Obiettivi formativi di interesse nazionale per la Commissione ECM 28.Radio Capital, intervista Convegno sulle MNC, SANA, Bologna Fondazione dellEuropean Research Initiative on Complementary and Alternative Medicine, EURICAM, Vienna Congresso XX Anniversario della Rivista Italiana di Medicina Tradizionale Cinese Fondazione Matteo Ricci, Civitanova Marche, COMITATO PERMANENTE DI CONSENSO E COORDINAMENTO PER LE MEDICINE NON CONVENZIONALI IN ITALIA attività dal al attività dal al /5

72 32.Convegno Regione Marche e Regione Toscana, Eco & Equo, Ancona Radio Città del Capo, Neon Metrò, Bologna, intervista Congresso Nazionale AMNCO, Roma Convegno Istituto Italo Latino Americano, Roma Radio Città del Capo, Neon Metrò, Bologna, intervista VI Congresso Nazionale FIAMO, Roma Fondazione dellEuropean Forum on Complementary and Alternative Medicine, EFCAM, Bruxelles Patrocinio alla Campagna Nazionale "Giù Le Mani Dai Bambini, gennaio Partecipazione alla ricerca dellUniversità Bocconi sulle MNC nel Servizio Sanitario Nazionale, gennaio RAI UTILE, digitale terrestre, intervista, Roma Incontro con lon. Lucchese, Roma SANIT, Mostra convegno sui servizi sanitari, Roma, Agenzia DIRE, Dossier sulle MNC, Roma 45.Convegno Salute della donna: Agopuntura e Omeopatia per una Medicina Integrata, AUSL di Bologna Comunicato stampa sul documento del CNB, Bologna Intervista a Nuova Agenzia Radicale, Roma COMITATO PERMANENTE DI CONSENSO E COORDINAMENTO PER LE MEDICINE NON CONVENZIONALI IN ITALIA attività dal al attività dal al /5

73 48.Intervista a Il Sole 24Ore suppl. Centro-Nord pag. 4, Dibattito RAI UTILE, digitale terrestre, Roma Partecipazione II Edizione Terra Futura, Firenze II Congresso Nazionale di Fitoterapia in Urologia e Andrologia, Castrocaro Terme Convegno La Medicina e i Nuovi Paradigmi della Scienza, Associazione PINUS, Ravenna XIX Congresso Internazionale di Agopuntura, Fondazione Matteo Ricci, Bologna Convegno Medicina Convenzionale e Medicine Non Convenzionali, Università di Bologna, Facoltà di Medicina e Chirurgia, Bologna Convegno sulle MNC, Ordine dei Medici di Bergamo, Bergamo Convegno Psicofarmaci e bambini: nuova emergenza sanitaria, Comitato Giù le Mani dai Bambini; Patrocinio e Sottoscrizione del Consensus Internazionale: ADHD e abuso nella prescrizione di psicofarmaci ai minori, Ospedale Molinette, Torino Accordo di partenariato tra il Comitato e il Registro degli Osteopati dItalia, Bologna Comunicato stampa su Lancet e Omeopatia, Bologna Convegno La formazione nelle Medicine Complementari: Convenzionale, Alternativa o Complementare. Esigenze e normativa, SANA, Bologna, Convegno Healthy Aging, invecchiare in salute, Associazione Medicina Integrata,Spoleto, Convegno Healthy Aging, invecchiare in salute, Associazione Medicina Integrata, Spoleto, Convegno Psicofarmaci e Bambini, MacroFestival, Forlimpoli, COMITATO PERMANENTE DI CONSENSO E COORDINAMENTO PER LE MEDICINE NON CONVENZIONALI IN ITALIA attività dal al attività dal al /5

74 62.Richiesta di incontro al Ministro della Salute circa la Direttiva 2001/83/CE inerente la registrazione dei farmaci omeopatici e antroposofici. 63.Convegno Le Medicine Non Convenzionali in Italia: situazione attuale prospettive future, E.O. Ospedali Galliera, Genova Conferenza. Settimana della Fitoterapia e della Medicina Naturale, Assessorati alla Cultura, Comune di Alfonsine e Provincia di Ravenna, Alfonsine Incontro tra il Comitato e il Presidente della Federazione dei Verdi, Fondazione Matteo Ricci, Bologna, Comunicato stampa sullincontro col Presidente della Federazione dei Verdi 67.Conferenza stampa ANIPRO e Comitato, Milano European Commission Open Forum 2005 Health Challenges and Future Strategy, Bruxelles Workshop FISM La Medicina Complementare: unoccasione per un confronto, V Forum Sanità Futura, Cernobbio Congresso Olismo e complessità: il nuovo e lantico nel sistema di salute, Regione Friuli Venezia Giulia; Associazione Belenos di Medicine Complementari del Friuli Venezia Giulia, Monfalcone, I Congresso di MNC dellUniversità di Tor Vergata e II Congresso Nazionale AMNCO, Dipartimento di Scienze Odontostomatologiche, Università degli Studi di Roma di Tor Vergata, Roma II Congresso Regionale AMNCO, Montecassino, COMITATO PERMANENTE DI CONSENSO E COORDINAMENTO PER LE MEDICINE NON CONVENZIONALI IN ITALIA attività dal al attività dal al /5

75 Il Comitato ha partecipato nel 2004 al processo di discussione sulle Politiche per la Salute nell Unione Europea (Reflection process on EU health policy) lanciato dall allora Commissario per la Salute e la Protezione del Cittadino, David Byrne. Il Documento di Consenso sulle MNC è stato recepito come contributo italiano. R-038

76 Il Comitato Permanente di Consenso e Coordinamento per le Medicine Non Convenzionali in Italia è partner costituente di: EURICAM, European Research Initiative on Complementary and Alternative Medicine, con sede a Vienna EFCAM, European Forum on Complementary and Alternative Medicine, con sede a Bruxelles

77 Il Comitato è partner costituente di: Campagna Giù le Mani dai Bambini

78 Bologna, 19 luglio 2005 ACCORDO

79 Richiesta, inviata il , al Ministro della Salute di un incontro con una delegazione congiunta per discutere del recepimento della Direttiva 2001/83/CE inerente la registrazione dei farmaci omeopatici e antroposofici.

80 E.O. Ospedali Galliera Ospedale di rilievo nazionale e di alta specializzazione Convegno Le Medicine Non Convenzionali in Italia: situazione attuale e prospettive future Genova,

81 European Commission Health & Consumer Protection Directorate-General EU Open Health Forum for Stakeholders Health Challenges and Future StrategyHealth Challenges and Future Strategy Charlemagne Building of the European Commission Bruxelles

82 MANIFESTO ON COMPLEMENTARY AND ALTERNATIVE MEDICINE SIGNED AT THE EUROPEAN OPEN FORUM CONFERENCE FOR STAKEHOLDERS, Bruxelles, This morning we have been talking about subjects such as putting patients concerns higher on the agenda and protecting them from health threats. If we realise that: there is a growing demand among the European citizens for Complementary and Alternative Medicine (CAM) there is a growing demand among the European citizens for Complementary and Alternative Medicine (CAM) clinical effectiveness of CAM is, in many cases, at least as high as the effectiveness of conventional medicine, as showed by several long-term studies involving many thousands of patients clinical effectiveness of CAM is, in many cases, at least as high as the effectiveness of conventional medicine, as showed by several long-term studies involving many thousands of patients CAM is not only effective but also very safe, and that, therefore, CAM can belp to reduce the enormous burden of mortality and morbidity caused by the adverse effects of conventional prescription drugs CAM is not only effective but also very safe, and that, therefore, CAM can belp to reduce the enormous burden of mortality and morbidity caused by the adverse effects of conventional prescription drugs it is high time that the European Union includes CAM in its policy. This document was signed by: Dr Ton Nicolai – European Committee for Homeopathy Dr Giancarlo Buccheri – International Federation of Anthroposophical Medical Associations Dr Wolfgang Schmitz-Harbauer – European Council of Doctors for Plurality in Medicine Dr Norbert Missel – Zentralverband der Ärzte für Naturheilverfahren und Regulationsmedizin Dr Walburg Masic-Oehler – Deutsche Ärztegesellschaft für Akupunktur Dr Madeleen Winkler – International Federation of Anthroposophical Medical Associations Mr Michel Pradelle – European Federation of Patients Associations for Anthroposophical Medicine Dr Paolo Roberti – Comitato Permanente di Consenso e Coordinamento per le Medicine Non Convenzionali In Italia Mr Colette Pradelle – European Federation of Patients Associations for Anthroposophical Medicine Mrs Alexsandra Hodgson – European Forum for Complemenatry and Alternative Medicine Mr Rainhard Schübel – Association of Natural Medicine in Europe Dr François Beyens – International Council for Medical Acupuncture and Related Techniques Mr Stephen Gordon – European Council for Classical Homeopathy Mr Seamus Connolly – European Shiatsu Federation


Scaricare ppt "V Edizione Forum Sanità Futura Workshop FISM - Cernobbio 09.11.05 Le Medicine Complementari: unoccasione per un confronto LO STATO DELLE MEDICINE NON CONVENZIONALI."

Presentazioni simili


Annunci Google