La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

UN VIAGGIO TRA I RISCHI E LE OPPORTUNITÀ DI INTERNET E DEI SOCIAL NETWORK.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "UN VIAGGIO TRA I RISCHI E LE OPPORTUNITÀ DI INTERNET E DEI SOCIAL NETWORK."— Transcript della presentazione:

1 UN VIAGGIO TRA I RISCHI E LE OPPORTUNITÀ DI INTERNET E DEI SOCIAL NETWORK

2 Internet: una opportunità! Internet è la grande rete globale di comunicazione che fornisce laccesso a tantissimi servizi e contenuti. Una grande opportunità che annulla le distanze, accorcia i tempi, rende sempre presenti. Internet è un aiuto prezioso in molti campi, lavorativi e privati. La nostra società è fortemente connotata da internet e i nostri figli sono pienamente inseriti in questa nuova cultura digitale.

3 Internet per… Principali servizi e contenuti: WWW World Wide Web, linsieme di tutti gli ipertesti e ipermedia che sono presenti nella rete. (anche certificata) La modalità di comunicazione più veloce e completa di internet. Usenet Le prime forme di comunicazione sociale (news group). VOIP La possibilità di trasmettere la voce e il video da un utente ad un altro utente della rete. Il telefono in internet. Social Network Dalla comunicazione mediante i forum si è passati alle chat e si è giunti ora alla comunicazione sociale che crea comunità virtuali, tra cui Facebook.

4 … ma anche… Musica Lo scaricamento della musica e dei film ha raggiunto livelli enormi negli ultimi anni, mettendo in crisi lindustria della discografia e rendendo necessaria una conversione dei mercati tradizionali dando origine ai mercati elettronici (iTunes). (legale/illegale) Giochi Giochi online. (dipendenza) Download giochi (legale/illegale). Giochi dazzardo. (dipendenza)

5 … per finire Immagini Condivisione, scaricamento, ricerca, creatività, documentazione eventi. Software Scaricamento (open source, freeware, shareware, demo). Acquisto Aggiornamento (antivirus) Notizie Tutti i grandi network dellinformazione hanno le versioni online. Wikileaks Commercio

6 Educare nelletà di internet Non si può evitare il confronto con questa tematica. Leducazione è una questione di relazione. Chiarezza, dialogo, competenza: leducatore che non ha paura e che cerca il confronto. Educare nellesperienza: saper dire dei no, saperli motivare. Capire il significato al di là delle tecnologie: perché i nostri figli cercano Facebook e i social network.

7 Cosa cercano? Chi sono? Prima domanda: chi sono i nostri figli? Seconda domanda: cosa cercano i nostri figli? Non è una risposta facile da dare, pensando al carattere, alle qualità e ai limiti, ai desideri, ai progetti, alle preoccupazioni e alle paure degli adolescenti di 13/14 anni. Inoltre non è una risposta che posseggono i soli genitori: man mano che un figlio cresce, sempre meno i genitori possono ritenere di conoscerlo in modo completo. Molti padri e madri, che dicono di conoscere i figli «come le proprie tasche» in realtà si illudono, perché non riescono a pensare a un figlio come separato da sé, portatore di un suo mondo interno, non sempre accessibile

8 La ricerca dellamicizia Lamore dei genitori, ancora necessario, non è più sufficiente. Si gioca una partita importante: il bene degli adulti fa sentire sempre garantiti, in un modo o nellaltro si sa che non verrà mai a mancare. Lamore dei genitori, ancora necessario, non è più sufficiente. Si gioca una partita importante: il bene degli adulti fa sentire sempre garantiti, in un modo o nellaltro si sa che non verrà mai a mancare.

9 Oltre lamore dei genitori Quello dei coetanei no, non è così certo. Si gode della sintonia e dellintimità della compagnia e dellamicizia. Del divertirsi insieme, cercando di evitare i conflitti. Ma non sempre si riesce: con gli amici occorre accettare la sfida di essere sempre un po precari sul piano affettivo.

10 Un nuovo cordone ombelicale Chi teme maggiormente di dover fare i conti con una quota di solitudine va in cerca magari del grande amore, dellamicizia totale. Tutti i giorni ci si deve vedere, e quando ci si lascia ci si sente su msn o facebook, o messaggiando di continuo fino a notte fonda. Chi teme maggiormente di dover fare i conti con una quota di solitudine va in cerca magari del grande amore, dellamicizia totale. Tutti i giorni ci si deve vedere, e quando ci si lascia ci si sente su msn o facebook, o messaggiando di continuo fino a notte fonda.

11 Per non restare soli Un modo per eludere la noia di dover stare qualche volta da soli. Come se non si fosse contenti di ritrovarsi a tu per tu con se stessi. Come se la propria identità fosse un po liquida, e gli altri facessero da contenitore, da garanzia e conferma della propria solidità interiore.

12 Sempre con gli amici… L'amicizia con i coetanei è divenuto il rapporto più significativo degli adolescenti attuali. Questa non è più l'età caratterizzata dalla rivolta nei confronti del padre e dalla separazione dalla madre, ma la fase della vita in cui vengono allacciati profondi legami col gruppo di pari età.

13 La super amicizia… L'amicizia in adolescenza è un'esperienza cruciale: ha potere formativo, ma può anche deformare. È necessario che gli adulti che hanno delle responsabilità educative conoscano bene la sua dinamica profonda. I timori sono tutt'altro che infondati: il gruppo di amici è infatti una superpotenza affettiva alla quale gli adolescenti difficilmente sanno dire di no, anche a costo di adottare dei comportamenti rischiosi per la salute e la socialità.

14 Facebook e lamicizia… Strumento potente di contatto e condivisione. Il fascino e lambiguità delle parole (Amici, Mi piace, Cosa pensi, Condividi, Commenta, Profilo, Le foto, i giochi, Applicazioni). Multimedialità Foto (bisogno di riconoscersi e di essere riconosciuti) Musica (la propria playlist passa nella rete degli amici) Video (sia propri che condivisi da Youtube) Frasi (più o meno celebri, espressive degli stati danimo) Applicazioni (il gioco e la curiosità)

15 I rischi educativi Il rischio di confondere la realtà con il virtuale. Lequivoco dellamicizia facile. Tante parole, molte banalità, spesso volgarità. Il confronto non è mediato e non vi sono valori di riferimento. I valori familiari rimessi in discussione implicitamente. Nuovi valori e disvalori incontrati e accettati in una dinamica di gruppo/amicizia che è più importante di quella della relazione parentale. Dalletica dei valori alletica del valore autoreferenziale (individualismo).

16 Dentro uno specchio Ladolescente guarda al suo mondo di Facebook e dei social network come ad uno specchio dove lui si sente rappresentato liberamente. Emozioni in libertà: dire tutto il mondo interiore. Un mondo che evita leducativo. Si supera il limite del pudore senza rendersene conto. Facebook come riscatto relazionale, ma anche come luogo di cyberbullismo. Sexyting: un fenomeno mondiale. Effetto vetrata a specchio.

17 I rischi «tecnici» Privacy Furto dellidentità. Mancanza di capacità tecniche di produrre password solide. Tendenza a condividere tutto. Una sola chiave per cento serrature. Percezione carente dei rischi. Impostazione dei livelli di riservatezza. Scarsa conoscenza del funzionamento di facebook. Evoluzione rapida e mutazione sostanziale dei social network. Fiducia eccessiva negli amici (salvo scoprire la delusione del tradimento).

18 Gli elementi «caldi» Le immagini Problema della condivisione. Privacy. Problema dellopportunità. Sexyting. Problema della «disponibilità». Disseminazione. Proprietà e diritti sulle immagini. Gruppo e amici che fotografano.

19 Altri elementi «caldi» I video Problematiche simili a quelle delle immagini Dimensione del parlato: la voce e le parole. Porno Diritti dautore e Youtube.

20 Elementi «critici» Le applicazioni Accedono a dati legati allaccount di facebook senza specificare, al momento della sottoscrizione, quali siano questi dati. Applicazioni che leggono i nostri log e da dove ci connettiamo: problemi di tracciabilità. Applicazioni malevole che inviano dati a terzi senza il nostro consenso. Applicazioni che si comportano da virus informatici e che possono interferire con il funzionamento dei computer con cui ci si connette.

21 Ma applicazioni per? Svago Gioco Lettura implicita degli interessi e delle curiosità Trasmissione di messaggi codificati e subliminali Modelli interpretativi della realtà Goliardia sulla scuola e demotivazione Approccio light ai temi del sesso e delle sostanze Condivisione di cause nobili a livello sociale Musica

22 I gruppi Gruppi per lidentità. Amici, scuola, tifo sportivo ecc. Lappartenenza come forma di emancipazione. Gruppi buoni per cause buone. Condivisione di cause sociali nobili. Condivisione interessi ed hobby. Gruppi cattivi e finalità cattive. Razzismo Bullismo Deviazione sociale Sostanze Idee politiche estremiste

23 Un mondo complesso… Non malvagio, ma che presenta i pericoli che esistono anche nella vita reale di ogni giorno! Che esige competenze relazionali e tecniche: non si può cercare di educare ad un uso consapevole se non si conosce! Si inserisce nelle dinamiche evolutive dei preadolescenti di oggi e non si risolve il problema solo proibendo o con strumenti tecnici. Gli strumenti tecnici come aiuti e come strumenti da condividere, almeno in parte.

24 Spunti finali Costruire il dialogo. Accettare i tempi dei figli. Cercare il confronto. Non rinunciare ad un ruolo educativo autorevole (non autoritario). Conoscere questo mondo e la sua evoluzione: dalla moda di MSN, a quella di facebook, a ??? Educare con lesempio!

25 Un consiglio per… La lettura: Educare ai tempi di internet, AA. VV., ElleDiCi, ,50, 96 pp. I software di parental control. Lascio la parola ai tecnici che sapranno illustrare al meglio i migliori prodotti sul mercato. Scegliere un software flessibile, adeguato alle proprie problematiche. Un computer sicuro o computer blindato: attenzione alla sete del proibito.


Scaricare ppt "UN VIAGGIO TRA I RISCHI E LE OPPORTUNITÀ DI INTERNET E DEI SOCIAL NETWORK."

Presentazioni simili


Annunci Google