La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Modeling di profili attraverso lo Ionio utilizzando dati di sismica attiva e passiva 27°Convegno Nazionale GNGTS Autori: Emanuela Battistutti (*), Anna.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Modeling di profili attraverso lo Ionio utilizzando dati di sismica attiva e passiva 27°Convegno Nazionale GNGTS Autori: Emanuela Battistutti (*), Anna."— Transcript della presentazione:

1 Modeling di profili attraverso lo Ionio utilizzando dati di sismica attiva e passiva 27°Convegno Nazionale GNGTS Autori: Emanuela Battistutti (*), Anna Del Ben(*), Maria Flora Ferulano(^), Emilio Norelli(^), Michele Pipan(*) Trieste, 6-8 Settembre 2008 (*) Dipartimento di Scienze Geologiche, Ambientali e Marine, Trieste (^) ENI, divisione Exploration and Production

2 Introduzione Collaborazione Università di Trieste – ENI OBIETTIVO: analisi e interpretazione di alcuni sismogrammi che presentano una fase anomala, corrispondente a dei picchi dampiezza con un ritardo rispetto alle fasi P e S

3 1. Raccolta ed analisi dei dati Dataset Parametri di sorgente Differenze dei tempi darrivo Spettri di Fourier A MAX e lunghezza temporale della fase anomala

4 La rete microsismica ENI

5 La fase anomala Onde P Onde S Fase anomala

6 Osservazioni... Nessuna relazione tra M, distanza epicentrale ed A MAX della fase anomala Posizione dellepicentro Contenuto in frequenza Relazione ampiezza della fase anomala - posizione del ricevitore ONDE T 5

7 Le onde T Onde acustiche nel SOFAR Condizioni batimetriche e morfologia del fondale Meccanismo focale della sorgente Profondità della sorgente

8 2. Processing CROP M5 e analisi di velocità

9 Modello di velocità Velocità intervallari ricavate dal processing della linea CROP M5 Velocità già calcolate per CROP M34 e MS m/s = mantello 1500 m/s = acqua

10 3. Interpretazione profili sismici e inquadramento geologico Albania Isole Ioniche Crotone

11

12 4. Simulazione e sismogrammi sintetici Simulazione 1D Simulazione 2D

13 Simulazione 1D Modello di velocità semplificato 4 modelli a strati piano-paralleli Sorgente superficiale (10, 100 e 500 m); ricevitore sul fondomare

14 Modelli unidimensionali

15 Risultati della simulazione 1D Per le sorgenti interne allo strato di sedimenti inconsolidati, lenergia si trasmette lungo lo strato stesso, senza generare fase T Londa T viene registrata a prescindere dalla presenza del SOFAR La presenza del SOFAR ritarda la fase T

16 Simulazione 2D sorgente Interpolazione: 290 x x 593 celle

17 Sismogrammi sintetici 2D Con SOFAR Senza SOFAR 2 simulazioni: una con ed una senza SOFAR Onda P Onda T Onda P Onda T

18 CONCLUSIONI La presenza del SOFAR non pare necessaria alla formazione delle onde T Le condizioni batimetriche sembrano essere rilevanti Non è stato accertato leffetto del meccanismo focale e della profondità dellipocentro


Scaricare ppt "Modeling di profili attraverso lo Ionio utilizzando dati di sismica attiva e passiva 27°Convegno Nazionale GNGTS Autori: Emanuela Battistutti (*), Anna."

Presentazioni simili


Annunci Google