La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

FLOGOSI - La vita compare 4 miliardi di anni fa. Dall origine le prime cellule devono fronteggiare FLOGOSI - La vita compare 4 miliardi di anni fa. Dall.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "FLOGOSI - La vita compare 4 miliardi di anni fa. Dall origine le prime cellule devono fronteggiare FLOGOSI - La vita compare 4 miliardi di anni fa. Dall."— Transcript della presentazione:

1 FLOGOSI - La vita compare 4 miliardi di anni fa. Dall origine le prime cellule devono fronteggiare FLOGOSI - La vita compare 4 miliardi di anni fa. Dall origine le prime cellule devono fronteggiare -insulti di natura fisica e chimica ( radiazioni ionizzanti e ultravioletti, composti citotossici - perossidi e superossidi) -forme di vita piu semplici ( batteri, virus, protozoi) Necessita di meccanismi difensivi e riparativi, con l evoluzione sempre piu sofisticati: - la risposta da stress - la flogosi o infiammazione - la difesa immunitaria aspecifica (genetica, o della specie) - la difesa immunitaria specifica (sistema anticorpale, dell individuo

2 FLOGOSI. FLOGOSI Flogosi: risposta omeostatica che si genera ad una perturbazione dello stato stazionario (dinamico, omeostasi) la cui finalita e il ripristino dello stato stazionario ottimale. Non e sinonimo di patologia, anche se puo originare situazioni patologiche e provocare malattia.

3 FLOGOSI FLOGOSI Celso ( Aulus Cornelius, 1° AD, De medicina ) : rubor, calor, tumor, dolor. // / / iperemia vasale, edema > compressione EDEMA: rigonfiamento di un tessuto da accumulo di un liquido acquoso R. Virchows: aggiunse: Functio lesa

4 FLOGOSI Quadri della reazione flogistica: dip. natura della perturbazione, tempo in cui agisce, grado di reattivita del soggetto, tessuto o organo interessato, … Il processo infiammatorio viene indicato con il suffisso ite: epatite, nefrite, sinovite, linfadenite,..: Il processo infiammatorio viene indicato con il suffisso ite: epatite, nefrite, sinovite, linfadenite,..: Es. di vari livelli di quadri prodotti dalle reazioni flogistiche: lieve riscaldamento della cute, bronchite, bronco- polmonite, polmonite lobare franca, tubercolosi. lieve riscaldamento della cute, bronchite, bronco- polmonite, polmonite lobare franca, tubercolosi.

5 FLOGOSI Si classificano: angioflogosi e istoflogosi, flogosi acuta e flogosi cronica. Avremo prevalentemente luna o laltra forma a seconda della natura dell agente flogogeno e dal grado di reattivita dell ospite.

6 FLOGOSI Angioflogosi: prevalgono i fenomeni vasculo- essudativi (dilatazione calibro vasi microcircolo, aumento flusso, aumento permeabilita dei capillari, migrazione PMN dai vasi all interstizio (connetti- vo). Sovente sono le infiammazioni acute. Istoflogosi: prevalgono i fenomeni cellulari-tissutali (migrazione di cellule mononucleate – monociti e linfociti – nell interstizio, loro moltiplicazione e differenziazione (monocita>macrofago > cellule giganti,cellule epitelioidi; linfoblasti, plasmacellule). Reazioni granulomatose. Sovente sono le infiammazioni croniche.

7 ANGIOFLOGOSI: Langioflogosi fu conosciuta per prima (Celso, 1°sec.AD): - rubor (arrossamento): dilatazione del letto vasco- lare periferico (arteriole, capillari, venule). - calor (aumento della temperatura locale): aumen- to del flusso ematico nel microcircolo - tumor ( rigonfiamento, turgore): accumulo nell interstizio di componenti del plasma, e di leucociti (essudato) per aumento permeabilita dell endotelio,venulare e capillare - dolor: stimolazione degli algocettori dai mediato- ri della reazione infiammatoria (serotonina, bradi- chinina, prostaglandine), dalla tensione prodotta nei tessuti dall essudato, rilascio di K+ dalle cellule e dall accumulo di H+.

8 ANGIOFLOGOSI: Nel XIX secolo Rudolf Virchow aggiunse: - functio lesa (perdita della funzione): inibizione riflessa dei movimenti muscolari causata dal dolore, limitazione meccanica dei movimenti locali per la tumefazione presente (edema).

9 ANGIOFLOGOSI: Coinvolge primariamente i vasi del microcircolo e gli elementi in esso contenuti. Si hanno 3 serie di fenomeni: - modificazioni vascolari - modificazioni degli scambi sangue-interstizio (formazione dell essudato) - migrazione degli elementi del sangue nell interstizio

10

11

12

13 Permeabilita capillare Le pressioni coinvolte sono le pressioni idrostatiche e le pressioni osmotiche (dovute alle proteine), la prima ha effetto di far fuoriuscire il fluido, la seconda di trattenere il fluido. La legge di Starling-Landis (fisiologia): Jw = Kf(Pc-Pt)-(IIc-IIt) dove c=intracapillare e t= interstiziale (il flusso di filtrazione e funzione della differenza tra le pressioni idrostatiche e quelle colloidoosmotiche).

14 Permeabilita capillare La P diminuisce lungo il microcircolo, la II rimane costante: la pressione risultante e positiva a livello dell estremita arteriolare, negativa a livello venulare: Capillare arterioso: Pc-Pt = + 40 mmHg (IIc-IIt) = - 25 mmHg > fuoriuscita di fluido Capillare venoso: Pc-Pt = +10 mmHg (IIc-IIt) = - 25 mmHg > richiamo di fluido. Risultante: diffusione sangue-interstizio di 120 l. di H 2 0 al minuto. Mentre solo 16 ml/minuto e la differenza che rimarrebbe nell interstizio: drenata dal letto linfatico.

15 Permeabilita capillare: Flogosi Nella flogosi mutano le caratteristiche della barriera (Kf), in quanto si ha: - effetto lesivo diretto su tutto il microcircolo - effetto lesivo indiretto, per azione dei fattori chimici rilasciati o prodotti durante il processo flogistico. Ottenendo cosi lallargamento delle giunzioni interendoteliali, per attivazione delle strutture contrattili del citoscheletro endoteliale, mediata dal flusso di Ca++ dalla membrana al citoplasma, prodotta da interazione dei mediatori (istamina,..) con gli specifici recettori di membrana. Si ha inoltre a concorrere: laumento della pressione idrostatica intravasale, l aumento della pressione osmotica interstiziale, lallargamento delle giunzioni dell endotelio linfatico. Risultato : edema

16 Migrazione dei leucociti: I leucociti per aderire all endotelio devono - vincere la forza di repulsione elettrostatica tra le cellule & - produrre una riduzione dell entropia, necessaria per realizzare la interdigitazione dei rispettivi glicocalix entrano in gioco specifici meccanismi molecolari basate sulla superfamiglia delle citoadesine.

17

18

19

20

21

22

23

24

25 Essudato Purulento. Meningite. Encefalo


Scaricare ppt "FLOGOSI - La vita compare 4 miliardi di anni fa. Dall origine le prime cellule devono fronteggiare FLOGOSI - La vita compare 4 miliardi di anni fa. Dall."

Presentazioni simili


Annunci Google