La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Sottoprogrammi e Unità di Compilazione Nicola Fanizzi Laboratorio - Corso di Programmazione (B) C.d.L. in Informatica DIB - Università degli Studi di Bari.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Sottoprogrammi e Unità di Compilazione Nicola Fanizzi Laboratorio - Corso di Programmazione (B) C.d.L. in Informatica DIB - Università degli Studi di Bari."— Transcript della presentazione:

1 Sottoprogrammi e Unità di Compilazione Nicola Fanizzi Laboratorio - Corso di Programmazione (B) C.d.L. in Informatica DIB - Università degli Studi di Bari

2 2 Sottoprogrammi n attività ripetitive (routine) all'interno di un programma possono essere fattorizzate n In Pascal si possono avere procedure e funzioni n intestazione in BNF procedure ( ); function ( ): ;

3 3 Parametri n la lista parametri è costituita da dichiarazioni separate da ; n passaggio parametri: –per valore: : –per indirizzo: VAR : – ::= {, } 0 n esempio: procedure insert_array (var A:vettore; var n:integer; MAX:integer); function restituisce un valore del tipo specificato: –una variabile con il nome della funzione fa da parametro formale

4 4 Chiamata Sottoprogrammi n la chiamata avviene scrivendo il nome del sottoprogramma seguito dalla lista dei parametri effettivi da passare: –per valore: del tipo indicato nella dichiarazione –per indirizzo: del tipo indicato nella dichiarazione esempio: insert_array(A,i,10*DIM); le funzioni restituiscono un valore da catturare in un'espressione: trovato := cerca(A,x,100); supponendo ad es. di aver dichiarato: function ricerca(V: vettore; x,n:integer): boolean;

5 5 Attivazione dei Sottoprogrammi ad ogni chiamata corrisponde un record di attivazione su una pila: n nome sottoprogramma e riferimento all'inizio del suo corpo n riferimento di catena statica gerarchia di dichiarazione n riferimento di ritorno istruzione successiva all'invocazione n parametri formali n variabili locali Nome P rif. corpo di P rif. catena statica di P rif. ritorno da P parametri formali di P variabili locali di P

6 6 Attivazione dei Sottoprogrammi Dimensioni del Record di Attivazione nome sottoprogramma e riferimento al corpo: 1 parola riferimento di catena statica: 1 parola riferimento di ritorno: 1 parola parametri formali: 100 (oppure 1 ) + 1 = = 101 (o 2 ) parole variabili locali: = 2 parole Totale: 106 (o 7) parole type vettore= array[1..100] of integer;... procedure P (var a:vettore; n: integer); var i, temp: integer; begin... end;

7 7 Effetti Collaterali n effetti (indesiderati) che modificano la semantica del programma, in genere dovuti a: –uso di variabili non locali –passaggio di parametri per riferimento a funzioni esempio: function doppio(var b:integer):integer; begin b := b * 2; doppio := b; end chiamata: x:=1; write(doppio(x)); stampa 2 x:=1; write(doppio(x)+doppio(x)) stampa 6 non 4

8 8 Visibilità Esempio program Visibilita (input, output); var a, b, c: integer; procedure p2; var a, d, e: integer; begin a := 2;b := 2;d := 2;e := 2; writeln('*** p2 : a = ', a : 1, ', b = ', b : 1, ', c = ', c : 1, ', d = ', d : 1, ', e = ', e : 1) end; procedure p3; var x: integer; begin x := 3; writeln('*** p3 : a = ', a : 1, ', b = ', b : 1, ', c = ', c : 1, ', x = ', x : 1) end; begin a := 1; b := 1; c := 1; writeln('*** main : a = ', a : 1, ', b = ', b : 1, ', c = ', c : 1); p2; p3; writeln('*** main : a = ', a : 1, ', b = ', b : 1, ', c = ', c : 1) end.

9 9 Visibilità output *** main : a = 1, b = 1, c = 1 *** p2 : a = 2, b = 2, c = 1, d = 2, e = 2 *** p3 : a = 1, b = 2, c = 1, x = 3 *** main : a = 1, b = 2, c = 1

10 10 Visibilità Esempio (2) program visibile (input, output); var x: integer; procedure p2; var x: integer; begin x := 1; writeln(x); end; procedure p1; var x: integer; begin x := 2; p2; writeln(x); end; {Corpo del programma principale} begin x := 3; p1; writeln(x); readln; end.

11 11 Array come Parametri n il passaggio di un array va fatto tenendo conto di: –minore efficienza del passaggio per valore a causa della copia –possibili effetti collaterali indesiderati nel passaggio per riferiento n esempio: –lettura: procedure leggi(var A:Tvettore; var N: Tindice); –scrittura: procedure stampa(A:Tvettore; N: Tindice); –elaborazione: procedure ordina(var A:Tvettore; N: Tindice);

12 12 Visibilità delle Variabili Parametri: n Tipo (dominio dei valori + operazioni definite) n Valore (tra quelli del dominio) n Ambito (dove è accessibile l'identificatore della variabile) n Durata (quando esiste memoria allocata per la variabile)

13 13 Ricerca Binaria Iterativa procedure bsit (v: vettore; x: real; a,z: integer; VAR esito:boolean); var m:integer; begin if a > z then esito := false else begin repeat m := (a+z) div 2; if x < v[m] then z := m-1 else a := m+1 until (a>z) or (v[m]=x); esito := (v[m]=x) end end; function bsit (v: vettore; x: real; a,z: integer): boolean; var m:integer; begin if a > z then bsit := false else begin repeat m := (a+z) div 2; if x < v[m] then z := m-1 else a := m+1 until (a>z) or (v[m]=x); bsit := (v[m]=x) end end;

14 14 Ricerca Binaria Ricorsiva procedure bsr (v: vettore; x: real; a,z: integer; VAR esito:boolean); var m:integer; begin if a > z then esito := false else begin m := (a+z) div 2; if v[m]=x then esito := true else if x < v[m] then bsr(v,x,a,m-1,esito) else bsr(v,x,m+1,z,esito) end end; function bsr (v: vettore; x: real; a,z: integer): boolean; var m:integer; begin if a > z then bsr := false else begin m := (a+z) div 2; if v[m]=x then bsr := true else if x < v[m] then bsr:= bsr(v,x,a,m-1) else bsr:= bsr(v,x,m+1,z) end end;

15 15 Quicksort Ricorsivo program quicks(input,output); const N = 10; type lista = array[1..N] of integer; var v: lista; i: integer; procedure qs (sin,des:integer); var i,j,m: integer; procedure scambia (var a,b:integer); var aux: integer; begin aux := a; a := b; b := aux; end; begin {quicksort ricorsivo } m:=(v[sin]+v[des]) div 2; i := sin; j := des; repeat while v[i]j; if sin

16 16 Quicksort Versione Iterativa type Vet = array[1..100] of real; procedure Scambia (var a:Vet; i,j:integer); var temp: real; begin temp:=a[i]; a[i]:=a[j];a[j]:=temp end; procedure Quicksortit (var v:Vet; l,r:integer); var i, j, stacklen: integer; x: real; stackl, stackr: array[1..50] of integer; begin stacklen := 1; stackl[stacklen] := l; stackr[stacklen] := r; repeat l:=stackl[stacklen]; r:=stackr[stacklen]; stacklen:=stacklen-1; i:=l; j:=r; x:=v[(l+r) div 2]; repeat while x > v[i] do i:=i+1; while v[j] > x do j:=j-1; if i<=j then begin if v[i]<>v[j] then Scambia(vet, i, j); i:=i+1; j:=j-1 end until i > j; if l < j then begin stacklen:=stacklen+1; stackl[stacklen] := l; stackr[stacklen] := j end; if i < r then begin stacklen:=stacklen+1; stackl[stacklen] := i; stackr[stacklen] := r end; until stacklen = 0 end;

17 17 Mutua Ricorsione Direttiva Forward program Conversione; VAR num : integer; ancora : BOOLEAN; risposta : CHAR; PROCEDURE stamparesto(q,r: integer); FORWARD; PROCEDURE stampaB(x: integer); VAR q, r : integer; BEGIN q := x DIV 2; r := x MOD 2; stamparesto(q, r); END; PROCEDURE stamparesto (q,r: integer); BEGIN IF q > 0 THEN stampaB(q); write(r); END; BEGIN writeln('Conversione'); writeln('decimali -> binari'); REPEAT writeln; write('Immettere numero:'); readln(num); writeLn; write(num, 'decimale '); write('in binario e'':'); stampaB(num); writeLn; write('Ancora? S/N '); readln(risposta); ancora := (risposta = 'S') or (risposta = 's'); UNTIL NOT ancora; END.

18 18 Unità di Compilazione n estensione del Pascal standard unità compilabili separatamente (keyword unit ) si dividono in 2 parti: interfaccia (keyword interface ): dichiarazioni esportabili (globali a tutta l'unità) implementazione (keyword implementation ): definizioni dei sottoprogrammi dichiarati e di costanti, tipi, variabili e sottoprogrammi non esportabili (locali) opzionalmente può comparire una sezione di inizializzazione, racchiusa in un blocco begin-end

19 19 Unità di Compilazione Struttura unit interface implementation [begin {inizializzazioni} ] end.

20 20 Unità di Compilazione Funzioni di servizio su vettori unit Servizio_Vettori; interface procedure shell(var a:Tvettore; n:integer); procedure bubble(var a:Tvettore; n:integer); procedure leggi(var a:Tvettore; var n:integer); procedure stampa(a:Tvettore; n:integer); function cerca(x:Tbase; var a:Tvettore; n:integer): boolean; implementation procedure shell(var a:Tvettore; n:integer); begin... end; procedure bubble(var a:Tvettore; n:integer); begin... end; procedure leggi(var a:Tvettore; var n:integer); begin... end; procedure stampa(a:Tvettore; n:integer); begin... end; function cerca(x:Tbase; a:Tvettore; n:integer): boolean; begin... end; end.

21 21 Unità di Compilazione Somma usando solo succ() e pred() unit Somma; interface function SommaIt(a,b:integer):integer; function SommaR(a,b:integer):integer; implementation function SommaIt(a,b:integer):integer; begin while a > 0 do begin b := succ(b); a:=pred(a) end; SommaIt := b; end; function SommaR(a,b:integer):integer; begin if (a = 0) then SommaR := b else SommaR := succ(SommaR(pred(a),b)) end;


Scaricare ppt "Sottoprogrammi e Unità di Compilazione Nicola Fanizzi Laboratorio - Corso di Programmazione (B) C.d.L. in Informatica DIB - Università degli Studi di Bari."

Presentazioni simili


Annunci Google