La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

PROGETTO TEAMNET LA MELA I.I.S. LEOPOLDO PIRELLI CLASSE I° F ECONOMICO & I.C. MARCELLO MASTROIANNI 3 a MEDIA SEZ. F.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "PROGETTO TEAMNET LA MELA I.I.S. LEOPOLDO PIRELLI CLASSE I° F ECONOMICO & I.C. MARCELLO MASTROIANNI 3 a MEDIA SEZ. F."— Transcript della presentazione:

1

2 PROGETTO TEAMNET LA MELA I.I.S. LEOPOLDO PIRELLI CLASSE I° F ECONOMICO & I.C. MARCELLO MASTROIANNI 3 a MEDIA SEZ. F

3 MELAMELA LALA

4 5 Ragioni per mettere nello zaino una mela

5 Tutte le qualità di mele sono ricche di vitamine e di sali minerali

6 Non contengo grassi e proteine che appesantiscono le funzioni gastriche e rendono spesso le ultime ore di scuola poco redditizie.

7 Eliminano la sensazione della sete e della fame, il tipico vuoto di stomaco attraverso il rapido riassorbimento degli zuccheri e la grande quantità di acqua di cui sono ricche

8 Per il pranzo di mezzogiorno lo stomaco sarà di nuovo vuoto. Secondo due medici svizzeri W. Hofman, di S. Gallo e O. Wilb di Basilio (ma anche secondo lesperienza di molti medici) mentre le merendine e le briosches provocano inappetenza, la mela stimola lappetito.

9 Puliscono i denti, rafforzano le gengive e favoriscono la masticazione.

10 Tutti la mangiano…Ma come è fatta?

11 Vari tipi di mela: Mela Annurca Braeburn Fuji Golden Delicious Granny Smith Renetta Grigia Royal Gala Stayman Winesap

12 La mela Annurca Un frutto di piccole dimensioni rispetto alle altre mele, di forma rotondeggiante con epidermide rossa striata. La polpa è bianca, compatta, croccante, succosa, dolce, gradevolmente acidula, di eccezionale sapore.

13 La Braeburn La buccia è di colore rosso scuro o scarlatto, polpa compatta e croccante e un sapore dolce-acidulo

14 La Fuji La sua forma è tondeggiante, buccia colore rosso-rosato, polpa croccante e succosa, sapore dolce, ricca di fruttosio

15 La Golden Delicious La sua forma è tondeggiante, buccia colore giallo, polpa croccante e compatta, sapore dolce leggermente acidulo, varietà di origine americana

16 La Granny Smith La sua buccia è di un verde intenso, polpa croccante, particolarmente ricca di magnesio

17 La Renetta Grigia È un prodotto tipico della zona di Barge, forma schiacciata, buccia ruvida e rugginosa, polpa grossolana dal colore bianco-crema, sapore dolce- acidulo

18 La Royal Gala La sua buccia è di un rosso intenso con venature giallo chiaro, polpa soda e croccante, sapore dolce leggermente aspro

19 La Stayman Winesap La buccia ruvida di colore giallo-verde punteggiata di rosso, polpa soda e croccante, sapore agrodolce

20 La mela è un frutto originario dellAsia centrale e occidentale, diffuso in Europa fin dai tempi più remoti. Le più famose qualità di mele sono: Fuji, Royal Gala, l Annurca e la Renetta.

21 Da cosa è composta una mela … Le mele sono composte dacqua, proteine, grassi, zuccheri di diverso tipo (fruttosio o glucosio), Sali minerali (zolfo, fosforo, calcio e magnesio. La mela è ricca anche di vitamine: C, PP, B1, B2, A e contiene inoltre acido malico. I contenuti di questo frutto sono equilibrati e dal punto di vista nutrizionale completi.

22 I Vari Marchi Per le mele il marchio di produzione è essenziale perché garantisce norme restrittive sulluso di sostanze chimiche; si può ricorrere a mele biologiche o a mele da marchi conosciuti, mentre è meglio diffidare di mele anonime rosse, gialle, verdi, croccanti e farinose, ma sempre preziose in cucina. Le mele sono protagoniste e la base perfetta per ricette da provare soprattutto in autunno.

23 Come deve essere coltivata la mela … Il Melo è la specie frutticola per eccellenza e viene coltivata praticamente in tutti i continenti soprattutto nelle zone con clima temperato e freddo-temperato senza essere esposti a forti venti. I terreni devono essere fertili, ben drenati, soleggianti. In Italia le principali regioni di produzione delle mele sono: Piemonte, Lombardia, Veneto, Trentino Alto Adige, Emilia Romagna, Campania.

24 La mela del peccato originale La mela è anche simbolo del peccato originale. La Genesi racconta che Eva prese la mela dallalbero in mezzo al giardino la mangiò e la fece mangiare anche a suo marito, la conseguenza di questo gesto fu che vennero cacciati entrambi dal paradiso

25 LA MELA La mela è il frutto del melo.fruttomelo Il melo ha origine in Asia centrale, l'evoluzione dei meli botanici risalirebbe al Neolitico. La specie è presente in Italia nominalmente con circa 2000 varietà, la definizione più precisa è difficile data la sovrapposizione storica delle denominazioni, e le specie estinte o irreperibili.Asia centraleNeolitico La mela è il frutto più destagionalizzato, ciò richiede la presenza di impianti che provvedono alla conservazione e ne distribuiscano la disponibilità su di un ampio arco di tempo. La maturazione naturale varia da fine agosto a metà ottobre.agosto ottobre La disponibilità alla conservazione naturale dei frutti è drasticamente diversa nelle diverse varietà, ma dato gli elevati contenuti in acidi organici di norma la conservazione va da uno a quattro mesi.

26 Mela San Giovanni o Mela Nana DENOMINAZIONE LATINA Malus domestica, varietà San Giovanni o Mela Nana PIANTA DI ORIGINE Antica varietà di origine sconosciuta, presente in un unico esemplare nel comune di Cernusco sul Naviglio (MI) e un altro nel comune di Cololziocorte (Lecco). L'albero appare di vigoria molto debole, alto circa 2 metri, caratterizzato da numerose branchie al posto di un unico tronco. UTILIZZAZIONE ALIMENTARE Frutto di pezzatura piccola (4-6 cm di diametro), di forma tondeggiante, spesso di diametro superiore all'altezza, leggermente costoluto e irregolare. La buccia è di colore verde chiaro di fondo tendente al giallo con la maturazione. La polpa è bianca, compatta, mediamente dolce, leggermente acidula, abbastanza succosa. E idoneo ad essere consumato fresco ma, data la scarsa durevolezza, utilizzato per prodotti trasformati.

27 COLTIVAZIONE Pianta esistente in soli due esemplari. La raccolta si effettua manualmente. La maturazione avviene a fine giugno - inizio luglio. E' poco conservabile. NOTE Ogni 100 grammi di prodotto commestibile sono mediamente contenute: circa 85 grammi dacqua, 0,2 grammi di proteine, 0,1 grammi di grassi, 11 grammi di zuccheri di diverso tipo, tra cui fruttosio, glucosio, e saccarosio, 2 grammi di fibre, per un totale di circa calorie, e circa 4 grammi di sali minerali tra cui potassio, zolfo, fosforo, calcio, magnesio, sodio, ferro, oltre a tracce di rame, iodio, zinco manganese, e silicio. La mela e ricca anche di vitamine: C, PP, B1; B2, A, e contiene inoltre acido malico (circa 0,6-1,3 grammi.

28 Platone e la teoria della mela Platone diceva che le anime gemelle sono rarissime da trovare perché divise a metà come una mela. Per quanto si cerchi di trovare laltra metà mancante cè sempre qualche lato che non combacia perché tutte sono simili ma nessuna rappresenta la metà perfetta.

29 gratifica i sensi a fine pasto è un eccellente pulizia per i denti arreca nutrimento vicino ad altri frutti acerbi ne facilita la maturazione una donna in gravidanza che mangia 4 mele alla settimana,protegge il bebè dallasma i centrifugati di mela unita ad altri frutti, allungati con acqua,prevengono i danni che linquinamento dellaria arreca allorganismo viene fermentata e se ne ricava una bevanda,ovvero il sidro.

30 La casa del sidro in Normandia Il sidro è una bevanda antica ricavata dalla fermentazione delle mele e viene prodotta con caratteristiche diverse,in molte parti del mondo, anche se trova la sua patria di elezione presso il nord-ovest della Francia, Bretagna e Normandia. Anche in Italia si assiste da qualche anno alla riscoperta di questa bevanda,per la quale non di radono vengono utilizzate mele riconducibili a varietà locali. Il sidro di mela ha un colore intenso e un odore fine, ma persistente. Ha un gusto piacevolmente dolce e fresco, per questo si abbina bene con dolci di pasta frolla e crepes.

31 POESIE E CANZONI.. La mela è un frutto che si trova in tutte le case …. ma viene anche celebrata nelle poesie e canzoni ….. La buccia di mela (Helena Molinari) Piaceva a me la buccia di mela Tanto a inghirlandare mensole Il tuo pianificare storia medesima la voce Il gesto quotidiano a trottolare unico Della frutta a traboccar il mio nome timbrico La ciotola da padre a figlia.

32 COGLI LA PRIMA MELA Bella che così fiera vai non lo rimpiangerai cogli la prima mela cogli la prima mela-a bella che così fiera vai non aspettare mai. Cogli la prima mela cogli la prima mela cogli la prima mela-a danzava la tua vita al ritmo del tempo che va ridila la tua allegria cogli la prima mela-a (x2) bella che così fiera vai non ti pentire mai cogli la prima mela cogli la prima mela-a (x2) stringilo forte a te Lamico che ti sorriderà e fortuna a chi se ne va cogli la prima mela –a (x2) bella che così fiera vai non lo rimpiangerai cogli la prima mela cogli la prima mela –a

33 MELA-SUCCO DI MELA (PYRUS MALUS) IL succo di mela è ricchissimo di POLIFENOLI. Sono diversi gruppi di composti organici;essi comprendono flavonodi,isoflavonodi,antocianine procianidine. Sono costituenti naturali delle piante generalmente presenti nei frutti, fiori e semi. Essi, oltre ad avere spiccate proprietà antiossidanti, sviluppano delle tonalità di colori che vanno a caratterizzare fiori di molte piante. Da recenti studi si può constatare che i polifenoli agiscono sulla fase anagen (fase del ciclo del capello in cui si ha lallungamento del pelo) prolungandola. Inoltre sono in grado di ridurre danni casuati dallesposizione ai raggi UV e dai vari inquinanti atmosferici. VITAMINE. Presenti in particolar modo la vitamina A,E,B,C,PP. Sono sostanze organiche caratterizzate da molteplici funzioni. Nel prodotto del capilizio. SALI MINERALI. Da recenti studi si è potuto constatare che la perdita di Sali minerali( calcio, ferro, sodio, magnesio e rame) da parte del capello può provocare danni strutturali, indebolendolo e favorendone così la caduta. Grazie all uso prolungato e costante del prodotto si favorisce una rimineralizzazione della struttura del capello. ACIDI DELLA FRUTTA. Grazie alla loro attività cheratolitica, stimolano il processo di rinnovamento cellulare, migliorando così la fisiologia cutanea(cuoio capelluto). Laccoppiamento dello shampoo con la maschera per capelli alla mela verde va ad esaltarne le proprietà. EFFETI BENEFICI ….

34 STORIE E FILM … Chi non conosce la favola di Biancaneve, dove anche la mela è co-protagnonista?

35 IL succo di mela è ricchissimo di POLIFENOLI. Sono diversi gruppi di composti organici;essi comprendono flavonodi,isoflavonodi,antocianine procianidine. Sono costituenti naturali delle piante generalmente presenti nei frutti, fiori e semi. Essi, oltre ad avere spiccate proprietà antiossidanti, sviluppano delle tonalità di colori che vanno a caratterizzare fiori di molte piante. Da recenti studi si può constatare che i polifenoli agiscono sulla fase anagen (fase del ciclo del capello in cui si ha lallungamento del pelo) prolungandola. Inoltre sono in grado di ridurre danni casuati dallesposizione ai raggi UV e dai vari inquinanti atmosferici. VITAMINE. Presenti in particolar modo la vitamina A,E,B,C,PP. Sono sostanze organiche caratterizzate da molteplici funzioni. Nel prodotto del capilizio. SALI MINERALI. Da recenti studi si è potuto constatare che la perdita di Sali minerali( calcio, ferro, sodio, magnesio e rame) da parte del capello può provocare danni strutturali, indebolendolo e favorendone così la caduta. Grazie all uso prolungato e costante del prodotto si favorisce una rimineralizzazione della struttura del capello. ACIDI DELLA FRUTTA. Grazie alla loro attività cheratolitica, stimolano il processo di rinnovamento cellulare, migliorando così la fisiologia cutanea(cuoio capelluto). Laccoppiamento dello shampoo con la maschera per capelli alla mela verde va ad esaltarne le proprietà.

36 Omero – Odissea, canto VII Omero descrive il bellissimo giardino di Alcino …Alte vi crescon e verdeggianti piante, il pero e il melograno e di vermigli pomi carico il melo, e col soave fico nettareo la canuta oliva: né frutto qui, regni lo state o il verno, pare, o non esce fuori, quando sì dolce dogni stagione un zefir etto spira che mentre spenta lun, laltro matura: sovra la pera giovane e su luva, luva e la pera invecchia, e i pomi e i fichi presso ai fichi ed ai pomi…

37 Saffo – Frammento 116 Quale dolce mela Quale dolce mela Rosseggia sul ramo in alto ; se ne dimenticarono i coglitori, no, non se ne dimenticarono, ma non poterono giungervi. La poetessa consola con magiche parole una sua amica sposatasi in tarda età.

38 TRILUSSA – Peccato n.1 Dio chiese a Adamo Chi ha magnato er pomo ? Io! – fece lui – Ma me lha dato lei Eva? – Sicuro. Mica lo direi… E scappò fora er primo gentiluomo.

39 LA BELLA MELA Il bimbo guarda fra le dieci dita la bella mela che vi tiene stretta; indugia- tanto che è lucida e perfetta – a far coi denti quella gran fatica. Ma, dato il morso primo, ecco saffretta: e quel che morde par cosa scipita per locchio intento al morso che laspetta. E già la mela è per metà finita. Il bimbo morde ancora – e ad ogni morso sempre è lo sguardo che precede il dente – fin che sarresta al torso che già tocca. -Non sentii quasi il gusto e giunsi al torso! – pensa il bambino...Le pupille intente ogni piacere tolsero alla bocca. ( Guido Gozzano )

40 Questionario 1. Qual è il tipo di mela più venduta? 1.Golden, Stark e Fuji

41 2. In quale periodo dellanno vende più mele? 2. Inverno.

42 3. I clienti tendono a comprare sempre la stessa varietà di mela o variano nella scelta? 3. Variano.

43 4. Qual è il tipo di mela che costa di più? 4. Annurca.

44 5. Vendete molte o poche mele? 5. Molte.

45 6. Quali varietà di mele sono più vendute? 6. Delicious.

46 7. La vendita delle mele rimane costante o varia nel corso dellanno? 7. Varia.

47 8. Da dove provengono le mele: dallItalia o da altri paesi? 8. Emilia, Trentino e America

48 9. Chi le compra maggiormente: anziani o giovani? 9. Tutti.

49 10. Sono mele fatte maturare sullalbero o conservate in frigo? 10. Entrambe.

50 11. Quanti kg. Di mele vende al mese? kg.

51 12.Durante lanno, i prezzi delle mele cambiano? 12. Di poco si.

52 13. Quali mele non sono sempre in vendita perché difficili da trovare? 13. Annurca e Renetta

53 14. Vengono usati pesticidi? 14. Di penale dallazienda agricola, la UE la vieta

54 LA NATURA MORTA DI CEZANNE : Questa natura morta è considerata tra le più belle di Cézanne, una di quelle che riassumono meglio, secondo Michel Hoog, i tratti essenziali della sua arte del suo periodo più sereno. Il quadro, di una perfetta semplicità, presenta tre fasce orizzontali di egual larghezza: la parte anteriore di un baule di color giallo rossastro, il ripiano, tra il blu e il marrone e la parete di fondo, rivestita con una carta da parati dai toni verde-blu. Qualche mela rossa e gialla ed un piatto blu (che viene reciso dal bordo del quadro) sono disposti in un apparente disordine sopra il ripiano leggermente inclinato verso lo spettatore. Uno spazio divide in due gruppi le mele, che però sono riunite in una costruzione piramidale coronata dal motivo vegetale della carta da parati. Le mele, tema prediletto di Cèzanne nella sua ricerca della traduzione della forma mediante il colore, sono qui modellate con uno spessore della pasta maggiore di quella del resto della composizione.

55 BOTANICA La mela, è frutto di forma tondeggiante con polpa bianca soda, croccante e talvolta farinosa. Ha una fragranza ed una gustosità che il sapore acidulo rende ancor più gradita. Ha la buccia sottile di vario colore ed è un frutto che cresce sul melo, un albero delle Rosacee coltivato in innumerevoli varietà, alto sino 8 – 10 metri. Ha il tronco dritto, corto con corteccia bruno cinerea, rami inclinati od orizzontali, formanti una chioma ad emisfero o ad ombrello, ha foglie dentate, fiori bianchi o rossi.

56 ORIGINI E STORIA La mela è originaria dellAsia centrale e occidentale e sembra risalire allepoca del Neolitico. Era molto apprezzata dagli Egizi, dai Greci e dai Romani e proprio questi ultimi la introdussero in Gran Bretagna. Con il trascorrere del tempo, la mela semplice, ricca e innocente, si è diffusa in tutto il mondo fino a diventare il frutto per eccellenza. Oggi se ne coltivano migliaia di tipi e quindi ne esistono tantissime varietà, tutte di sapore diverso e con differenti colori e forme (gialle, rosse, verdi, piccole e grandi).

57 Golden Delicious È di origine americana, la Golden Delicious è una delle varietà tra le più diffuse e apprezzate dai consumatori. I suoi habitat naturali sono la collina e la montagna, dove può assumere le colorazioni di buccia ideali, mentre la polpa raggiunge la giusta consistenza e il perfetto equilibrio tra le componenti del gusto. Ha ottime caratteristiche di conservabilità.

58 DELIZIA (STAR DELICIOUS) E una mela da tavola con polpa bianca, dolce, profumata, succosa e lievemente farinosa,particolarmente ricca di carotene e retinolocaroteneretinolo Si trova da settembre a maggio

59 Stark RedDelicious Questa mela, più precoce della Golden, ha una buccia di colore rosso intenso con striature. La forma è leggermente allungata e il sapore è spiccatamente dolce con acidità ridotta. Anche per quanto riguarda la Red, le zone migliori per la coltivazione sono quelle collinari ma, differentemente dalla Golden, si possono ottenere produzioni di qualità anche in pianura.

60 Granny Smith è la classica mela verde, lucida allesterno e croccante con polpa bianca allinterno. Viene anche detta mela per diabetici in quanto è scarsa di zucchero. La coltivazione avviene quasi esclusivamente in fondovalle, questo perché in collina prende un colore rosato.

61 Renetta Con la buccia gialla leggermente verde, la polpa tenera e poco zuccherina, la mela renetta è uno dei frutti in grado di vantare una produzione piuttosto antica.

62 Fuji Selezionata nel 1939 nel distretto giapponese di Morioka, la varietà Fuji è oggi ampiamente coltivata in molte zone del mondo grazie alla sua alta produttività ed alle buone caratteristiche gustative. La buccia vira dal rosso chiaro allo scuro su fondo giallo verde. La polpa è croccante e succosa, il sapore dolce tendente allacidulo.

63 Stark Ha colore rosso con sfumature verdi; polpa molto profumata. Si trova da ottobre a marzo ed è ottima a tavola.

64 Mela Ruggine Ha buccia marrone-giallognola con polpa soda e acidula; ha forma rotonda o un po' schiacciata. E' particolarmente adatta alla cottura e la si trova in autunno-inverno.

65 Johnathan Ha buccia rosso brillante con polpa giallognola, soda, profumata e un po' acidula. La si trova da settembre ad aprile.

66 Morgenduft E di grandi dimensioni, con buccia rossa macchiata di giallo.

67 Royal Gala Ha colore rosso con sfumature arancioni, ha polpa gialla, succosa e un po' acidula. La si trova da fine agosto.

68 Annurca E piccola e schiacciata, coltivata soprattutto in Campania. Ha polpa bianca, profumata e croccante; ideale a tavola.

69 Mela Cotogna Ha superficie bitorzoluta e buccia giallo-verde, con polpa dura e molto profumata; si mangia prevalentemente cotta e viene usata anche in marmellate e cotognate. La si trova nei mesi autunnali.

70 I PROVERBI La mela è anche oggetto di proverbi e quello più conosciuto è sicuramente: una mela al giorno toglie il medico di torno Questo significa che è necessario mangiare la mela, perché è ricca di vitamine, di fibre, di sali minerali, ma soprattutto contengono sostanze antiossidanti, utili contro i tumori, i problemi circolatori e linvecchiamento.

71 Allestremità della mela troviamo il picciolo, un piccolo filetto che ci permette di afferrare la mela in modo più comodo. Esso è posizionato dentro una specie di fossetta, la cavità peduncolare. Al centro della mela è posizionato un seme, allinterno del pericarpo. Vicino al seme la polpa, la parte che mangiamo e che arricchisce il nostro corpo di vitamine. Lelemento che protegge la polpa da batteri è la buccia che spesso viene tolta per gustare al meglio il frutto. Troviamo una fossetta anche sotto, la calicina. … Come è fatta una mela …

72 Il melo è una pianta da frutto appartenente alla famiglia delle Rospcea. La mela è il suo frutto,originario dell'Asia centrale la cui comparsa risale Neolitico, ed attualmente è presente con circa 2000 varietà. La mela possiamo trovarla tutto lanno. La sua naturale maturazione varia da fine agosto a metà ottobre. Dopo la raccolta, i frutti sono conservati a temperature da 0 a -4 °C. Per conservazioni prolungate si ricorre a conservazioni in celle con atmosfera controllata. Le mele sono destinate prevalentemente al consumo fresco Altre destinazioni per le mele in industria sono: produzione di sidro, succhi limpidi, molto richiesti nei paesi del nord Europa, creme, fette di mela essiccate, produzione di alcol. … Storia e Caratteristiche

73 La torta di mele è un dolce classico, preparato in tutto il mondo, che ha assunto nel corso del tempo le caratteristiche tipiche dei luoghi in cui viene preparato. Lutilizzo delle mele nei dolci è praticamente diffuso ovunque: così possiamo trovare l apple pie americana oppure il più vicino strudel; la torta di mele rustica, è molto semplice e rapida da preparare e il risultato è un dolce che rimane soffice e cremoso per qualche giorno. Come utilizzarla in Cucina …

74 LE MELE E' il frutto più diffuso in tutto il mondo e in cucina; in Europa la metà del totale della frutta consumata sono mele. L'Italia è leader in Europa insieme alla Francia in fatto di produttività; le principali zone di produzione si trovano in Trentino, Veneto ed Emilia, mentre la qualità Annurca e Renetta sono coltivate in Campania. Oramai si trovano in tutte le stagioni anche se le varietà autunnali sono le migliori. Nel mondo ne sono catalogate oltre 1500 tipi di sapore diverso e con colori e dimensioni diverse; anche se le profonde selezioni negli ultimi anni hanno fissato i caratteri in circa una decina di qualità principali che sono anche quelle che si trovano più comunemente in commercio.

75

76 La conquista della città, secondo la leggenda dell'Iliade omerica, sembra sia avvenuta da parte di una confederazione di principi greci, guidata dal re di Micene Agamennone. Secondo la leggenda al banchetto per le nozze tra Peleo e Teti (i genitori di Achille) tutti gli dei dell'Olimpo erano stati invitati, tranne Eris, la dea della discordia, che per vendetta raggiunse il luogo del banchetto e gettò una mela d'oro con l'iscrizione "alla più bella".

77 Le tre dee che la pretesero, scatenando litigi furibondi, furono Era, Atena e Afrodite. Esse parlarono con Zeus per convincerlo a scegliere la più bella tra loro, ma il padre degli dèi, forse consapevole di essere imparziale e non sapendo a chi consegnarla, stabilì che a decidere chi fosse la più bella non potesse essere che il più bello dei mortali, cioè Paride, principe inconsapevole di Troia, il quale era anche prediletto dal dio Ares.

78 Ermes fu incaricato di portare le tre dee dal giovane troiano, che ancora viveva tra i pastori e conduceva al pascolo le pecore, e ognuna di loro gli promise una ricompensa in cambio della mela : Atena, grazie al dono della sapienza, lo avrebbe reso imbattibile in guerra, consentendogli di superare ogni guerriero; Era promise ricchezza e poteri immensi talché a un suo gesto interi popoli si sarebbero sottomessi e tanta gloria che il suo nome avrebbe riecheggiato fino alle stelle; Afrodite avrebbe appagato i suoi desideri amorosi concedendogli l'amore di Elena, la donna più bella della terra. Paride favorì quest'ultima, scatenando l'ira delle altre due.

79 In seguito Paride fu inviato a Sparta dal padre come ambasciatore e conosciuta Elena nacque subito l'amore. La dea dell'amore aiutò quindi Paride a rapire Elena, moglie di Menelao, re di Sparta. Per riprendere Elena i greci organizzano una grande spedizione militare sotto il comando del fratello di Menelao, il re di Micene Agamennone, ma i Troiani rifiutano di restituire la donna. Furioso, Menelao chiamò a raccolta tutti i greci per formare un grande esercito. Dopo un lungo assedio la città fu distrutta e data completamente alle fiamme. In ragione di questa vicenda il pomo d'oro fu detto pomo della discordia.

80

81 elstar La cultivar della mela Elstar si è sviluppata nei Paesi Bassi negli anni 50 dall'incrocio Golden delicious e Ingrid Marie mele. È diventata rapidamente popolare, specialmente in Europa, è stata introdotta in America nel Molto popolare nel Regno Unito.

82 Il Elstar è una mela di medie dimensioni di cui la pelle è principalmente rossa con la rappresentazione gialla. La carne è bianca ed ha una struttura morbida e croccante. Può essere usata per la cottura ed è particolarmente buona per fare composta di mele. Generalmente, tuttavia, è usata in dessert grazie al suo sapore dolce. La coltivazione avviene secondo metodiche tradizionali. La raccolta avviene manualmente a partire dalla fine di agosto.

83 FUJI Selezionata nel 1939 nel distretto giapponese di Morioka, la varietà Fuji è oggi ampiamente coltivata in molte zone del mondo (Giappone, Corea, Nuova Zelanda, Stati Uniti, Brasile, Argentina, Francia ed Italia) grazie alla sua alta produttività ed alle buone caratteristiche gustative. Una delle particolarità di questa cultivar è che esprime ottime performances qualitative anche nelle aree di pianura, normalmente meno vocate alla melicoltura.

84 La mela Fuji, disponibile sul mercato da ottobre a giugno, è apprezzata dal consumatore per la dolcezza e succosità della polpa. Aspetto :Frutti di calibro medio-grande. Possibile comparsa sulla buccia di rugginosità ed imbrunimenti Colorazione: Buccia: da rosso chiaro a scuro, più o meno uniforme, con colorazione di fondo giallo- verde Polpa: biancastra Forma:Globosa o tronco-conica più o meno allungata Qualità organolettiche:Polpa consistente, croccante e succosa. Buone caratteristiche gustative: polpa dolce-acidula ed aromatica

85 Grado rifrattometrico: Raccolta: >14 Periodo di commercializzazione: Dal 1 ottobre al 30 giugno Conservazione: La mela Fuji presenta ottime caratteristiche di conservabilità. La temperatura di conservazione per lungo periodo varia da 1 a 2 °C.

86 CRIPPS PINK Cripps Pink è una varietà di mela i cui frutti che soddisfano determinati standard di qualità possono essere venduti sotto il nome commerciale registrato di Pink Lady. La varietà Cripps Pink fu selezionata originariamente da John Cripps presso lallora Ministero dellAgricoltura dellAustralia Occidentale, ibridando la mela australiana Lady Williams con una Golden Delicious per combinare insieme le caratteristiche migliori di entrambe le mele. Questa mela è al tempo stesso dolce e croccante.

87 La mela ha una forma ellissoidale ed ha una caratteristica colorazione rosa su uno sfondo verde, mentre il gusto è acidulo. La varietà Cripps Pink richiede un lungo periodo di crescita di 200 giorni e un clima caldo, perciò non può essere coltivata alle latitudini più temperate. È coltivata estesamente in Australia. Cresce anche in Nuova Zelanda, Cile, Canada, Francia, Italia, Spagna e negli USA dalla fine degli anni 90.

88 STAYMAN WINESAP E' una delle mele più antiche del Nord America, coltivata già nel 1917 e tuttora moto diffusa nel New Jersey e in Pennsylvania. La buccia è giallo verde largamente macchiata di rosso intenso e la polpa è bianco crema. Questa varietà si presenta di forma globosa e irregolare ed ha un gusto croccante, leggermente acidula e aromatica. La buccia ruvida presenta una leggera butteratura ed è poco elastica per cui i frutti, in annate particolari, si crepano e perdono il valore commerciale; tale caratteristica è stata migliorata nelle piante più recenti. E conservabile nei magazzini fino alla fine di marzo.

89 PINOVA Pinova è una mela nuovissima di origine tedesca, deriva da un incrocio di Golden Delicious con Clivia ed è in coltivazione dal Ad oggi è diffusa nellEst della Germania e, ancora in piccoli quantitativi, in Alto Adige. Il frutto è di media grandezza, di forma affusolata, si presenta con ampie striature rosse fiammanti su uno sfondo giallo o verde. La polpa della varietà è molto compatta, succosa e croccante di sapore dolciastro-asprigno.

90 GOLDEN DELICIUS La Golden Delicious è una varietà selezionata casualmente negli Stati Uniti attorno al E la varietà più diffusa in Europa, rappresenta circa il 40% della produzione europea di mele. La forma leggermente oblunga e la buccia di colore giallo intenso la rendono esteticamente gradevole e appetitosa. È interessante notare che questa varietà assume una sovra-colorazione rossa sulla parte che risulta maggiormente esposta al sole indice evidente di una maturazione ottimale e dellequilibrio dei componenti interni.

91 Questa varietà si è diffusa contemporaneamente alla Golden, anche perché è un buon impollinatore di quest'ultima. Anche questa proviene dall'America, rappresenta oggi circa il 10% delle mele prodotte in Europa, se si sommano alle tante cultivar che fanno parte della famiglia delle 'Red Delicious' cui la Stark ha dato origine. Oggi la produzione delle varietà rosse è in aumento dal momento che la richiesta dei consumatori si va orientando verso di queste. Anche per questa varietà le zone più adatte alla coltivazione sono quelle collinari, dove può assumere una colorazione più intensa. Dal momento però che la sua fioritura, come la raccolta, sono anticipate rispetto alla Golden, soffre degli abbassamenti termici che possono avvenire in collina ed in montagna in primavera, durante la fioritura.

92 La Stark Dekicious da noi coltivata con il metodo biologico ha assunto una straordinaria capacità di conservazione. Di norma queste varietà prodotte in Europa devono essere vendute entro aprile-maggio, dopodiché maturano e rischiano di diventare 'farinose'. Alle nostre Red Delicious questo non avviene più, ed anzi, ci capita che resistano oltre il periodo in cui conserviamo la Golden. Riteniamo che fondamentalmente questo avvenga per una maggiore percentuale di materia secca del frutto.

93 MORGENDUFT Questa varietà venne scoperta in Ohio casualmente intorno agli inizi del secolo scorso. Si presenta di dimensioni medio grandi e di forma regolare. La buccia è liscia di colore verde di fondo con striature di colore rosso fiammante, talvolta quasi violetta. Compatta, mediamente acidula, ha la polpa bianca, fondente e aromatica. Viene utilizzata anche per la trasformazione industriale dove, sbucciata e a fette, diventa ingrediente importante per le torte e i dolci.

94 Gala E' una mela nata in Nuova Zelanda. Produce un frutto di pezzatura medio-piccola, di forma allungata, buccia piuttosto delicata, liscia, leggermente rivestita di cera. Il colore di copertura è rosso brillante, su fondo giallo. Colora molto bene nelle zone di media-alta collina, meno nelle zone di pianura. La polpa è giallina, di struttura sottile. E' una varietà che matura piuttosto precocemente, la prima che noi raccogliamo, a fine agosto. Di sapore dolce, non molto aromatico, succosa.

95 BRAEBURN Cultivar scoperta e lanciata dalla Nuova Zelanda produce frutti meno attraenti delle Red Delicious, ma dalle ottime caratteristiche gustative, il sapore un poco più acidulo. Ha forma più tondeggiante rispetto alle Red Delicious, è rossa, appena striata. La polpa è bianca, molto compatta, molto, molto succosa. Questi frutti sono resistenti alle manipolazioni, sodi. E' una varietà la cui richiesta e diffusione sta andando aumentando. Si conserva molto bene e a lungo.

96 GRANNY SMITH La granny smith di origine australiana è nota come mela verde o dietetica per la piccola quantità di zuccheri e la sua acidità. Nel 1867 Marianne Smith, la moglie dellallora sindaco di Paramatta (Australia) scoprì nel giardino di casa una piantina nata spontaneamente. La curò e la fece crescere, del tutto ignara che un giorno, divenuta albero, avrebbe prodotto delle mele che sarebbero diventate famose.

97 Verso la fine del secolo scorso, infatti, furono finalmente riconosciuti i pregi di questa varietà che, da allora, venne chiamata Granny (nonna) Smith. Si tratta di una varietà che abbisogna di molto calore, di tempi di maturazione piuttosto lunghi e che cresce meglio nei frutteti dellEuropa meridionale. E la mela dalla buccia verde intenso (anche a piena maturazione) e dalla polpa color ghiaccio molto succosa, acidula, croccante e compatta. E disponibile sul mercato da settembre a maggio. Particolarmente indicata per insalate e sorbetti, è proprio dal succo della mela verde che proviene il caratteristico gusto mela acidulo per aromatizzare caramelle e altri dolciumi.

98 RENETTA DEL CANADA La Renetta del Canadà ha origini sconosciute e viene citata per la prima volta nel 1771 dal francese Andrieux. La polpa, fondente e poco succosa, è gradevolmente acidula ed aromatica: in cucina, è indicata, oltre che per il consumo fresco, per preparare la classica torta di mele. La Renetta Canada è una varietà molto vigorosa, basitona, dal tipico portamento espanso, che tende a perdere facilmente la cima.

99 Di pezzatura grossa e media e di forma abbastanza costante, asimmetrica, talora irregolare, tronco- conica breve o sferoidale appiattita, costoluta; torsolo piuttosto grande; cavità calicina abbastanza ampia, non molto profonda; calice generalmente aperto o semi-aperto; peduncolo molto corto e di medio spessore. La buccia si presenta di spessore medio-grosso, verdastra, gialla, o giallo-verdastra, spesso con sovracolore rosso nella parte esposta al sole, a seguito anche delle escursioni termiche e dellumidità. Superficie prevalentemente rugosa con presenza di rugginosità anche estesa (grana), con lenticelle grandi molto evidenti. La polpa è bianco crema, a tessitura grossolana, mediamente succosa, abbastanza zuccherina, acidula, di gusto particolarmente aromatico che conferisce elevate caratteristiche gustative.

100 Viene raccolta generalmente nella seconda e terza decade di settembre. E' una varietà che si può conservare in cella ad atmosfera controllata per 6-7 mesi.

101

102 MELA RENETTA Il frutto contiene molta acqua, poche proteine (0,2%) e grassi (0,3%), fibra, diversi zuccheri (11%), fosforo (12 mg), calcio (6 mg), ferro (0,3 mg), è povera di sodio e potassio, apporta vitamine C, PP, B1, B2 e A. Fornisce 45 kcal o 188 kjoul ogni 100 grammi. Ha azione diuretica e dissetante.

103 MELA BRAEBURN Ogni 100 grammi di prodotto commestibile mediamente contengono: circa 85 grammi dacqua, 0,2 grammi di proteine, 0,1 grammi di grassi, 11 grammi di zuccheri di diverso tipo, tra cui fruttosio, glucosio e saccarosio, 2 grammi di fibre, per un totale di circa chilo calorie o chilojoule, e circa 4 grammi di sali minerali tra cui potassio, zolfo, fosforo, calcio, magnesio, sodio, ferro, oltre a tracce di rame, iodio, zinco manganese, e silicio. La mela è ricca anche di vitamine: C, PP, B1; B2, A e contiene inoltre acido malico (circa 0,6-1,3 grammi).

104 MELA GOLDEN DELICIUS Il frutto contiene molta acqua, poche proteine (0,2%) e grassi (0,3%), fibra, diversi zuccheri (11%), fosforo (12 mg), calcio (6 mg), ferro (0,3 mg), è povera di sodio e potassio, apporta vitamine C, PP, B1, B2 e A. Fornisce 45 kcal o 188 kjoul ogni 100 grammi. Ha azione diuretica e dissetante.

105 MELA RED DELICIUS Ogni 100 grammi di prodotto commestibile mediamente contengono: circa 85 grammi dacqua, 0,2 grammi di proteine, 0,1 grammi di grassi, 11 grammi di zuccheri di diverso tipo, tra cui fruttosio, glucosio e saccarosio, 2 grammi di fibre, per un totale di circa chilo calorie o chilojoule, e circa 4 grammi di sali minerali tra cui potassio, zolfo, fosforo, calcio, magnesio, sodio, ferro, oltre a tracce di rame, iodio, zinco manganese, e silicio. La mela è ricca anche di vitamine: C, PP, B1; B2, A e contiene inoltre acido malico (circa 0,6-1,3 grammi).

106 MELA GALA Ogni 100 grammi di prodotto commestibile sono mediamente contenute: circa 85 grammi dacqua, 0,2 grammi di proteine, 0,1 grammi di grassi, 11 grammi di zuccheri di diverso tipo, tra cui fruttosio, glucosio, e saccarosio, 2 grammi di fibre, per un totale di circa calorie, e circa 4 grammi di sali minerali tra cui potassio, zolfo, fosforo, calcio, magnesio, sodio, ferro, oltre a tracce di rame, iodio, zinco manganese, e silicio. La mela e ricca anche di vitamine: C, PP, B1; B2, A, e contiene inoltre acido malico (circa 0,6-1,3 grammi).

107 MELA FUJI Ogni 100 grammi di prodotto commestibile sono mediamente contenute: circa 85 grammi dacqua, 0,2 grammi di proteine, 0,1 grammi di grassi, 11 grammi di zuccheri di diverso tipo, tra cui fruttosio, glucosio, e saccarosio, 2 grammi di fibre, per un totale di circa calorie, e circa 4 grammi di sali minerali tra cui potassio, zolfo, fosforo, calcio, magnesio, sodio, ferro, oltre a tracce di rame, iodio, zinco manganese, e silicio. La mela e ricca anche di vitamine: C, PP, B1; B2, A, e contiene inoltre acido malico (circa 0,6-1,3 grammi).

108 MELA JONAGOLD Ogni 100 grammi di prodotto commestibile mediamente contengono: circa 85 grammi dacqua, 0,2 grammi di proteine, 0,1 grammi di grassi, 11 grammi di zuccheri di diverso tipo, tra cui fruttosio, glucosio e saccarosio, 2 grammi di fibre, per un totale di circa chilo calorie o chilojoule, e circa 4 grammi di sali minerali tra cui potassio, zolfo, fosforo, calcio, magnesio, sodio, ferro, oltre a tracce di rame, iodio, zinco manganese, e silicio. La mela è ricca anche di vitamine: C, PP, B1; B2, A e contiene inoltre acido malico (circa 0,6-1,3 grammi).

109 MELA MORGENDUFT Ogni 100 grammi di prodotto commestibile mediamente contengono: circa 85 grammi dacqua, 0,2 grammi di proteine, 0,1 grammi di grassi, 11 grammi di zuccheri di diverso tipo, tra cui fruttosio, glucosio e saccarosio, 2 grammi di fibre, per un totale di circa chilo calorie o chilojoule, e circa 4 grammi di sali minerali tra cui potassio, zolfo, fosforo, calcio, magnesio, sodio, ferro, oltre a tracce di rame, iodio, zinco manganese, e silicio. La mela è ricca anche di vitamine: C, PP, B1; B2, A e contiene inoltre acido malico (circa 0,6-1,3 grammi).

110

111 Famiglia Rosaceae Genere Malus Area di diffusione Provincia di Rieti, Comune di Poggio Nativo. Specie M. domestica (Bork) Cultivar Pontella

112 Molto vigoroso; produce prevalentemente su lamburde e in parte su rami misti. Su ramo misto: forma ellittico- allungata, margine dentato, lembo ondulato, di dimensioni medie pari a cm2. Su lamburda: forma ellittica, margine crenato, lembo ondulato, di dimensioni medie pari a cm2.

113 Petali ellissoidali, distanziati, di colore bianco screziato di rosa; bottoni fiorali di colore fucsia intenso. Forma asimmetrica, sferico-appiattita, nettamente costoluta; cavità peduncolare piuttosto ampia e profonda, scarsamente rugginosa; peduncolo breve o medio, di medio spessore, tomentoso ed obliquo; cavità calicina ampia e poco profonda, con solchi evidenti; calice medio e chiuso; buccia sottile, ruvida, poco untuosa, opaca, di colore giallo con striature rosse brillante sul 90% della superficie; lenticelle numerose, grandi o raramente medie, rugginose, stellate o triangolari; pezzatura medio- piccola.

114 Di colore bianco-giallognola, traslucida, molto tenera, succosa, fondente, ricca di zuccheri e acidi in rapporto equilibrato, sapore ottimo, ottima serbevolezza (viene conservata nella paglia). Durezza della polpa: 7.50 kg. pH: 3.23; RSR: °Brix; ac. tit. ( di acido malico): 6.89.

115 FENOLOGIA: Epoca di fioritura tardiva, epoca di raccolta autunnale (fine settembre). PRODUTTIVITA: Medio-bassa RESISTENZA A FITOPATIE: Sensibilità alla ticchiolatura medio-bassa. NOTE E CENNI STORICI: Deve il suo nome all'agricoltore locale da cui si è poi diffusa nell'area.

116 MELA PAOLUCCIA

117 Famiglia Rosaceae Genere e Specie Malus. Mela domestica (Bork) Albero Vigorosa; assurgente. Produce su lamburde e su rami misti. Foglia Su ramo misto: forma ellittico-allargata, margine bidentato, lembo ondulato. Fiore Petali ovali, accostati, di colore bianco con venature rosa tenue. Bottoni fiorali di colore fucsia intenso. Frutto Forma irregolare, asimmetrica, da sferico appiattita a sferica, raramente tronco-conica breve; buccia spessa, liscia, lucida, di colore verde tendente al giallo a maturazione, macchiato o striata di rosso sulla superficie. Caratteri della polpa Di colore bianco-verdastra, traslucida, soda, croccante e succosa, tendente al farinoso durante la conservazione, ricca di zuccheri e acidi in rapporto equilibrato, sapore buono, ottima serbevolezza. Fenologia Epoca di fioritura tardiva, epoca di raccolta medio tardiva- invernale (metà ottobre). Origine e produttività Province di Rieti, Latina e Comune di Norma Produttività medio-bassa (rispetto la Golden Delicious). Coltivazione Si coltiva in modo tradizionale. Si raccoglie manualmente dopo la metà dottobre.

118 MELE CHE SI TROVANO AL MERCATO La mela Il mito vuole che sia stata una mela a scatenare la guerra di T R O I A, che sia stata una mela a far scoprire la forza di gravità, che sia stata una mela a far cacciare l'uomo dall'Eden e che sia stata una mela a far liberare la Svizzera... Comunque il suo luogo di nascita è l'Asia centrale e il Caucaso ed è considerato uno dei frutti più antichi. Si possono gustare in mille modi diversi sia crude che cotte, a fette o grattugiate, da sole con dolci o in insalate. La caratteristica principale di questo frutto è la facile conservazione purché in ambienti asciutti, freschi ma non soggetti al gelo. Al momento dell'acquisto i frutti devono essere senza ammaccature, con polpa soda e di colore brillante.

119 … E' il frutto più diffuso in tutto il mondo e in cucina; in Europa la metà del totale della frutta consumata sono mele. L'Italia è leader in Europa insieme alla Francia in fatto di produttività; le principali zone di produzione si trovano in Trentino, Veneto ed Emilia, mentre la qualità Annurca e Renetta sono coltivate in Campania. Oramai si trovano in tutte le stagioni anche se le varietà autunnali sono le migliori. Nel mondo ne sono catalogate oltre 1500 tipi di sapore diverso e con colori e dimensioni diverse; anche se le profonde selezioni negli ultimi anni hanno fissato i caratteri in circa una decina di qualità principali che sono anche quelle che si trovano più comunemente in commercio.

120 Alcuni tipi di mele: DELIZIA (STAR DELICIOUS): è una mela da tavola con polpa bianca, dolce, profumata, succosa e lievemente farinosa. Si trova da settembre a maggio. RED DELICIOUS: ha buccia rosso intenso con polpa color crema molto dolce; da consumare a tavola ma è buona anche in cottura. GOLDEN DELICIOUS: è la mela più diffusa che rappresenta oggi il 40% della produzione europea di mele. Nata da una semente ottenuta casualmente in Virginia (USA) agli inizi del '900 ma ha iniziato ad affermarsi solo negli anni '50. Ha polpa bianca, profumata, leggermente farinosa, croccante e succosa con buccia gialla sfumata di rosa; è adatta ad una lunga conservazione e si consuma sia a tavola, sia cotta al forno o su fornello, sia per preparare crostate e strudel perché tiene molto bene la cottura. Si trova tutto l'anno ed è chiamata "La regina delle mele" per il suo aroma dolce e rinfrescante. RENETTA: ha buccia ruvida, giallo-verde con macchiette scure, polpa dolce molto profumata e sapore dolce-asprigno; è ottima cotta o usata in pasticceria. Qualche tempo dopo la raccolta la renetta può diventare grinzosa ma questo non le cambia il sapore anzi diventa più aromatico.

121 STARK: ha colore rosso con sfumature verdi; polpa molto profumata. Si trova da ottobre a marzo ed è ottima a tavola. GRANNY SMITH: ha buccia verde brillante con polpa dura, croccante e acidula; è ottima sia cruda che cotta, soprattutto nelle insalate e nei sorbetti. La si trova da marzo a settembre. MELA RUGGINE: ha buccia marrone-giallognola con polpa soda e acidula; ha forma rotonda o un po' schiacciata. E' particolarmente adatta alla cottura e la si trova in autunno-inverno. JOHNATHAN: ha buccia rosso brillante con polpa giallognola, soda, profumata e un po' acidula. La si trova da settembre ad aprile. MORGENDUFT: è di grandi dimensioni, con buccia rossa macchiata di giallo. ROYAL GALA: ha colore rosso con sfumature arancioni, ha polpa gialla, succosa e un po' acidula. La si trova da fine agosto. ANNURCA: è piccola e schiacciata, coltivata soprattutto in Campania. Ha polpa bianca, profumata e croccante; ideale a tavola. MELA COTOGNA: ha superficie bitorzoluta e buccia giallo-verde, con polpa dura e molto profumata; si mangia prevalentemente cotta e viene usata anche in marmellate e cotognate. La si trova nei mesi autunnali.

122 Mela Renetta

123 Mela Delizia

124 Mela Golden

125 Mela Royal

126 Mela Granny Smith

127 Mela Cotogna

128 Mela Stark

129 Mela Annurca

130 RIMEDI CON LE MELE La mela è un frutto ricco di vitamine, in particolare A, B e C, di proteine (0,2 g su 100 g di mela), di minerali (potassio, calcio, sodio, magnesio, silice, ferro, fosforo, etc.). Grazie al potassio la mela aiuta la diuresi, la pectina è un buon ipocolesterolizzante e aiuta anche lintestino. Lalimentazione ricca di fibre contribuisce a ridurre il colesterolo nel sangue, un importante fattore di rischio nelle cardiopatie e in alcuni tipi di ictus. In presenza di fibre, il colesterolo che assumiamo con gli alimenti rimane nel tratto intestinale fino a quando non viene eliminato.

131 La mela, ricca della fibra pectina, è quindi il frutto ideale dopo i pasti a base di carne o di latticini. Alcuni studi condotti in Europa indicano che la pectina è in grado di favorire leliminazione dei metalli pesanti, come piombo e mercurio, la mela favorisce quindi un'azione depurativa dalle sostanze tossiche nei confronti dell'organismo; per questo motivo la mela viene consigliata nella dieta di chi vive soprattutto in città particolarmente inquinate. I polifenoli, di cui è ricca, contrastando lazione dei radicali liberi, intervengono nella prevenzione di malattie quali - il cancro e lipertensione – e svolgono unazione antiossidante

132 Poiché contiene fruttosio, un tipo di zucchero che viene assorbito più lentamente, non provoca picchi glicemici(quindi può essere consumata anche da chi soffre di diabete, anzi contribuisce a ridurre la glicemia). Il succo di mela, oltre ad avere proprietà diuretiche, è lassativo, antireumatico e aiuta a mantenere tonicità muscolare. Per queste sue proprietà, ed altre che vedremo, la mela è molto usata come rimedio nella medicina alternativa ed anche nella cosmesi. Per usare le mele come rimedio importante è che siano biologiche, al fine di poterne consumare anche la buccia, ove risiedono sostanze "benevole". La mela come sostanza curativa viene usata sia cruda che cotta, oppure in succo fresco o in infusi e decotti. Forse non tutti sanno che, contrariamente a quanto sostiene la teoria che la frutta va consumata lontano dai pasti, è consigliabile mangiare una mela a fine pasto, in quanto, oltre a favorire la digestione, la mela, grazie alle fibre ed al contenuto di acido ossalico, aiuta a sbiancare i denti. Un cenno particolare va fatto invece all'aceto di mela che, stando agli ultimi studi, pare abbia la proprietà di contribuire in modo positivo a fissare il calcio nelle ossa e di distruggere i batteri nocivi che risiedono nell'intestino.

133 Preparazione dell'aceto di mele. Tagliare a pezzetti 1 kg di mele lavate, eliminando i semi e le parti dure. Unitamente alla buccia passarle alla centrifuga; se non si dispone di tale apparecchio casalingo si può ricorrere alla grattugia o altro mezzo per ridurre il tutto a una specie di poltiglia. Mettere il ricavato in un recipiente di vetro, terraglia o altro, purché si possa chiudere; aggiungervi 5 litri di acqua e 1 kg di zucchero in polvere. Lasciare fermentare per 40 giorni osservando le seguenti istruzioni: 1.Per i primi 10 giorni agitare di tanto in tanto, giornalmente, 2.Dall'11° al 30° giorno mescolare a giorni alterni (uno sì e l'altro no), 3.Dal 31° al 40° giorno lasciare riposare completamente. 4.Dopo questo periodo, filtrare accuratamente e imbottigliare: laceto è pronto.

134 LA MELA COME RIMEDIO NATURALE Alcolismo. Un buon consumo di mele aiuta a pulirsi dallintossicazione. Anemia. Fin dal medioevo le persone che avevano bisogno di Ferro si cibavano di mele nelle quali erano stati inseriti dei chiodi. Questi venivano tenuti nella polpa della mela per giorni al termine dei quali si poteva osservare che i chiodi si erano assottigliati ed avevano ceduto il loro Ferro al frutto. Oggi conosciamo il motivo scientifico di questo processo: gli acidi Malico e Citrico contenuti nella mela sciolgono il Ferro e formano con esso dei Sali altamente assimilabili dal nostro organismo. Oggi è un prodotto che si vende in erboristeria. Affezioni renali. Buccia della mela essiccata e resa polvere è utilissima nelle affezioni renali. Artrite alle dita. Mescolare 1 cucchiaino di aceto di mele con 1 cucchiaino di miele, aggiungere un bicchiere di acqua fredda e mescolare ancora. Immergere le dita nella soluzione per 10 minuti. Giorno dopo giorno il calcio si scioglierà i dolori scompariranno.

135 Disturbi di stomaco e disturbi intestinali. Mangiare mele grattugiate con la buccia. La pectina favorisce la formazione di massa fecale e questo è utile tanto per la diarrea quanto per la stipsi. La polpa di mela è utile nei csi di eccessiva attività intestinale (mezzo chilo per i bambini, un chilo per gli adulti). Le mele cotte (al forno e con il miele, o sul fornello mettendole tagliate in piccoli pezzi con un po dacqua e miele) possono essere usate come lassativo, se si aggiunge un po di radice di liquerizia in polvere è anche rinfrescante. Anche il succo di mela bevuto al mattino è utile come rinfrescante e lassativo. Mangiare fettine di mela aiuta contro il mal di mare. Le mele mangiate crude aiutano nella cura delle lesioni della colite ulcerosa grazie allalta concentrazione di ferro e fosforo. Dolori reumatici. Sono raccomandate le compresse calde a base di aceto di mele, le quali hanno dato magnifici risultati: scaldare due bicchieri di acqua con mezzo bicchiere di aceto di mele e fare tre volte al giorno delle compresse con un pezzo di tela grossa, meglio se di lana.

136 Emicrania. Se viene lemicrania bisogna mangiare una o due mele e poi sdraiarsi. Febbre. Decotto di mela: bollire mezzo chilo di mele in un litro di acqua fino a cottura. Filtrare con pressione. Bere il decotto a tazzine. Utile contro lardore della febbre e della sete. Febbre da fieno. Secondo la medicina biochimica la sensibilità al polline che certe persone manifestano è da ricondurre a una carenza nella mucosa dei sali minerali che garantiscono la resistenza di detta mucosa al solletico provocato dalle particelle di polline presenti nell'aria. Certo che la causa di questa allergia può essere puramente psichica. Se questo non è il caso la terapia combinata di aceto di mele e miele può essere di aiuto anche se non si può considerarla direttamente un rimedio contro la febbre del fieno. La sua azione infatti consiste nel migliorare in generale la salute dei tessuti. Ma appunto per questo la terapia aceto di mele e miele influisce favorevolmente sulla febbre del fieno. È significativo il fatto che in alcuni casi di febbre del fieno la somministrazione di vitamine A e C si sia dimostrata particolarmente favorevole. Queste due vitamine sono caratteristiche della mela e mantenute nell'aceto di mele.

137 Gotta. Le mele sono unottima cura per la gotta: lacido malico in esse contenuto neutralizza lacido urico e genera sollievo alle vittime di questa malattia. Un buon rimedio è linfuso di fiori di melo: mettere un pizzico di fiori per ogni tazza di acqua calda, lasciarlo in infusione per alcuni minuti, va bevuto 4 o 5 volte al giorno. Igiene della bocca. Mangiare una mela cruda dopo i pasti aiuta a disinfettare ed igienizzare la bocca. Masticare una mela permette di pulire i denti in modo naturale. Infiammazione alle vie urinarie. Il succo di mele è utile contro linfiammazione alle vie urinarie.

138 LA MELA IN COSMESI Antirughe. Per combattere i segni del tempo dal vostro viso: fate cuocere in circa mezzo bicchiere di latte una mela sbucciata e tagliata a pezzetti. Stendere sul viso e lasciare agire per dieci minuti prima di risciacquare. Se volete prepararvi una maschera per il viso efficace contro le rughe, prendete una mela, tagliatela a pezzetti e fatela cuocere in mezzo bicchiere di latte; quando il tutto avrà raggiunto l'aspetto di una crema, lasciate raffreddare e applicatela sul viso per circa 20 minuti. Per la bellezza della pelle. Per chi ha la pelle secca e spenta, può tentare di migliorare la situazione con una maschera a base di mela grattugiata e yogurt. Maschera per pelli miste: cuocere una mela in mezzo bicchiere di latte, passarla e aggiungervi un po di farina e un po di olio di mandorle dolci. Occorre ottenere un composto omogeneo che si stende sul viso e si lascia agire per 20 minuti. Maschera per pelli secche : unire alla polpa di due mele grattugiate, un cucchiaio di fecola di patate e due di yougurt. Mescolate il composto con cura e stendetelo sul viso. Lasciate agire per circa venti minuti e poi sciacquate la pelle con acqua tiepida. Per pelle più luminosa: un tonico, preparato unendo del succo di limone al succo di mela, aiuta a schiarire lincarnato. Per sfumare le macchie brune, eliminare le cicatrici a acne, le rughe ed i punti neri: versare un cucchiaino di aceto di mele in una tazza dacqua, applicare con delle strisce di carta da cucina per una ventina di minuti almeno, risciacquare con acqua possibilmente tiepida

139 …Per un effetto tonificante: affettate una mela e disponete le fettine sul viso. Lasciatele agire sulla pelle per circa 45 minuti, quindi togliete e risciacquate. Come tonico detergente: mescolate bene un bicchiere di latte e il succo di una mela, quindi utilizzatelo per pulire il viso. Come rassodante: utilizzare il succo di mela come lozione sulle zone critiche, in particolare seno e viso. Contro i brufoli:le mele verdi hanno unimportantissima proprietà: quella di tenere alla larga gli odiosi brufoli! E questo grazie alla quercetina, un flavonoide conosciuto per le sua capacità antiossidanti ed antinfiammatorie. In vendita in alcuni punti vendita dei prodotti a base di mela verde da applicare ogni giorno si tutto il viso per allontare il pericolo brufoli!

140 Per la bellezza dei capelli. Per i capelli secchi: mettete 50 g di semi di mela cotogna in 1 litro dacqua fredda e lasciate macerare per tre giorni. Trascorso questo tempo filtrare il liquido. Questa lozione si può utilizzare sia sui capelli, subito dopo lo shampoo, sia come detergente per pelli secche e irritate e per le labbra screpolate dal freddo e dallaria. Per i capelli grassi, con forfora o per avere capelli lucidi, combattere le doppie punte ed i capelli che si spezzano:fare lultimo risciacquo con un litro di acqua in cui avrete versato un bicchierino da liquore di aceto di mele. Laceto di mele, sempre diluito, è un vero balsamo per la cheratina.

141 PREZZI DELLE MELE AL KG. PRESSO IL REPARTO FRUTTA DI AUCHAN CASALBERTONE IL RENETTEE 2,29 MORGENDUFTE 1,69 GRAMMY SMITHE 1,99 ROYAL GALAE 1,99 KANZIE 1,99 MODI'E 1,99 GOLDENE 1,49 PINK LADYE 2,29 STARKE 1,99 FUJIE 1,99

142 MALUS DOMESTICA, varietà MAIOLINA PIANTA DI ORIGINE Varietà presente nella nostra regione, in particolare nella provincia di Rieti, è una pianta poco vigorosa, a chioma espansa, caratterizzata da produttività media, sensibile alla ticchiolatura. UTILIZZAZIONE ALIMENTARE Di pezzatura piccola, il frutto ha forma sferico- appiattita, costoluta in sezione trasversale; la cavità peduncolare è stretta e profonda con solchi accentuati; il peduncolo è sottile o medio, dritto; la cavità calicina appare mediamente ampia e profonda, con lobi evidenti; il calice è piccolo e chiuso. La buccia è sottile, cerosa, opaca, di colore giallo chiaro con sovracolore rosato sfumato su circa il 20% della superficie. Ha lenticelle abbastanza numerose verso la cavità calicina, biancastre o dello stesso colore della buccia. La polpa appare di colore bianco-crema, lucida, tenera e croccante, con rapporto zuccheri/acidi squilibrato per eccesso di acidi, di sapore mediocre. Poco conservabile, viene consumata tal quale, cotta o come ingrediente di piatti e prodotti della tradizione COLTIVAZIONE La coltivazione avviene in modo tradizionale. La raccolta si effettua manualmente a partire da metà luglio.

143 SARA AMENDOLA CRISTIAN ANASTASIO LUCA BARBATO VASCO CIAMACCO MARCO DI MARIO MATTEO ESPOSITO GIOVANNI FRATTARELLI BRIGITTE GIMENEZ DANIELE MARRA LUDOVICA MASSARUT LUCA MELIS ANDREA MIGLIETTA BEATRICE NARDOCCI SIMONE OLIVIERI FEDERICA PACCIONE GIORGIA PELLICCETTI LORENZO PERICOLI MARCO PERROTTA NOEMI PETRELLA GAIA PIAZZOLLA FEDERICA PIGIANI YURI PINTO MARCO PORTELLI MANUEL PUDDU PATRICK QUADRACCIA ANDREA SACCOCCIA SARA VARONE

144 GIORGIA ALBANESI RITA ANSAD LEONARDO ANGELIS ALBERTO AZZAWI WILLIAM AZZAWI ALESSIA CARROZZO ELEONORA CORTESE FRANCESCO DE ANGELIS FRANCESCA DE TOMA CLAUDIA DENARO CHIARA DI VALERIO ANNA CHIARA FERRI GUGLIELMO GILENARDI ALESSANDRO GIOIA SIMONE GIZZI ALESSANDRA LONGO COSTANZA PROIETTI PAOLO RIZZO SIMONE SCERNA MIHAELA TOPILA GIOIA TOCANI DECOL


Scaricare ppt "PROGETTO TEAMNET LA MELA I.I.S. LEOPOLDO PIRELLI CLASSE I° F ECONOMICO & I.C. MARCELLO MASTROIANNI 3 a MEDIA SEZ. F."

Presentazioni simili


Annunci Google