La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

PRESENTAZIONE DI UN CASE REPORT FILIERA PRODOTTI APISTICI : Gelatina Reale Prof. Luigi Bonizzi (direttore DIVET), Dr.ssa Sara Panseri, Dr. Luca Chiesa.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "PRESENTAZIONE DI UN CASE REPORT FILIERA PRODOTTI APISTICI : Gelatina Reale Prof. Luigi Bonizzi (direttore DIVET), Dr.ssa Sara Panseri, Dr. Luca Chiesa."— Transcript della presentazione:

1 PRESENTAZIONE DI UN CASE REPORT FILIERA PRODOTTI APISTICI : Gelatina Reale Prof. Luigi Bonizzi (direttore DIVET), Dr.ssa Sara Panseri, Dr. Luca Chiesa DIVET-LSA (Lab. Sicurezza Alimentare) Dipartimento di Scienze Veterinarie e Sanita’ Pubblica - Università degli Studi di Milano - Milano, 15 Ottobre 2014

2 GELATINA REALE o PAPPA REALE costituisce il nutrimento di tutte le larve dell'alveare per i primi tre giorni di vita e nutrimento esclusivo dell'ape regina nel corso di tutta la sua esistenza. Si presenta come una sostanza biancastra, madreperlacea, di consistenza gelatinosa e dal sapore debolmente zuccherino, acido e pungente. Tra i principali costituenti: - acqua 66%; - lipidi 4-8% (10-HDA) - zuccheri semplici e complessi 15%; - sostanze azotate 13% - vitamine, tra cui tutte quelle del gruppo B; - elementi minerali, oligoelementi ed antibiotici naturali Proprieta’ antiossidanti, antisettiche immunomodulatorie/stimolanti PRESENTAZIONE DI UN CASE REPORT FILIERA PRODOTTI APISTICI : Gelatina Reale

3 Il consumo italiano è stimato in circa 400 q, dei quali solo dall' 1- 3% è presumibilmente imputabile alla produzione nazionale. La maggior parte della pappa reale attualmente commerciata in Italia è infatti di importazione asiatica. I costi di produzione piuttosto elevati, uniti ad un volume di mercato relativamente modesto e soprattutto alla disponibilità del prodotto di importazione a prezzi decisamente ridotti, hanno finora reso la produzione della pappa poco interessante per gli apicoltori italiani. Insufficiente conoscenza del prodotto e carenza di metodi analitici idonei per la sua valutazione PRESENTAZIONE DI UN CASE REPORT FILIERA PRODOTTI APISTICI : Gelatina Reale

4 Qualità Merceologica (Caratteristiche commerciali e aspetto del prodotto) Qualità di Origine ( Tipicità: prodotti DOP, IGP, STG, …..) Qualità Igienico - Sanitaria (Garanzie di sicurezza igienico- sanitaria) Qualità Nutrizionale (Caratteristiche della composizione e di ingredienti ) Qualità Organolettica (Bontà, aspetti gustativi tipici o particolari) Qualità Etica/Sostenibilita’ (Produzione senza sfruttamento) Qualità Ambientale (Metodi di produzione eco-compatibili) Principali Aspetti della Qualità di un Prodotto Alimentare

5 “La sicurezza alimentare è una assicurazione sul fatto che un alimento non causerà danni al consumatore al momento della preparazione e/o del consumo” (Raspor, 2007) La sicurezza alimentare è influenzata dalla contaminazione da parte di: Agenti FISICI (metalli,vetro…) Agenti CHIMICI (tossine, residui) Agenti MICROBIOLOGICI (batteri) PRESENTAZIONE DI UN CASE REPORT FILIERA PRODOTTI APISTICI : Gelatina Reale

6 La sicurezza alimentare è una responsabilità condivisa dal campo alla tavola “FROM FARM TO FORK” (OMS) QUALITA’ E SICUREZZA NELLA FILIERA PROCEDURE OPERATIVE SISTEMI DI MONITORAGGIO PRESENTAZIONE DI UN CASE REPORT FILIERA PRODOTTI APISTICI : Gelatina Reale

7 Secondo gli effetti esercitati sulla composizione e/o gli aspetti esteriori dell’ alimento in: Adulterazione Variazione volontaria della naturale composizione dell’alimento senza peraltro effettuare aggiunta di altre sostanze - Questa frode ha riflessi negativi sia commerciali che nutrizionali. Sofisticazione Modifica volontaria della composizione naturale o legale di un alimento mediante l’ aggiunta di una sostanza estranea. Contraffazione Sostituzione di un alimento con un altro di minor pregio ma che presenta caratteristiche macroscopiche assai affini. PRESENTAZIONE DI UN CASE REPORT FILIERA PRODOTTI APISTICI : Gelatina Reale

8 Autenticita’ Origine Geografica Analisi pollinica GR La possibilità di identificare l’origine geografica è il presupposto di ogni possibile azione di valorizzazione del prodotto nazionale Elementi e rapporti isotopici es. Analisi spettrali es. NIR – Near InfraRed Spectroscopy 18 O/ 16 O, D/H, 15 N 14 N, 13 C/ 12 C Analisi Composti Organici Volatili (VOCs) PRESENTAZIONE DI UN CASE REPORT FILIERA PRODOTTI APISTICI : Gelatina Reale

9 CHE INFORMAZIONI DANNO I RAPPORTI ISOTOPICI ? tipo di isotopoè influenzato da…. e può perciò determinare… 13 C/ 12 C, D/H Metabolismo (C3, C4, CAM) Aggiunta illecita di zucchero di canna e/o barbabietola (ad esempio a vino e succhi di frutta) Tenore di mais nella dieta animale 18 O/ 16 O, D/HOrigine dell’acquaAnnacquamento (ad es. nel vino) 13 C/ 12 C, D/H Sintesi chimica Aggiunta di sostanze di sintesi 18 O/ 16 O, D/H, 15 N 14 N, 13 C/ 12 C Origine geografica Caratterizzazione di prodotti ad origine protetta e controllata I fenomeni naturali che si succedono durante il ciclo degli elementi C, H e O sono tali da permettere una differenziazione del prodotto finale. In base al tipo di rapporto isotopico in considerazione, si possono avere diverse informazioni PRESENTAZIONE DI UN CASE REPORT FILIERA PRODOTTI APISTICI : Gelatina Reale

10 FATTORI CHE INFLUENZANO I RAPPORTI ISOTOPICI DEI PRODOTTI ANIMALI I rapporti isotopici dei prodotti animali dipendono dal tipo di alimentazione e dall’origine dell’acqua L’ape assume gli zuccheri presenti nel nettare e li elabora senza alternarne i rapporti isotopici. PRESENTAZIONE DI UN CASE REPORT FILIERA PRODOTTI APISTICI : Gelatina Reale

11 SCOPO Caratterizzazione di campioni di produzione italiana (n=4) vs campioni potenzialmente di differente origine geografica (Cinese) (n=4) Analisi pollinica GR Elementi e rapporti isotopici es. Analisi spettrali es. NIR – Near InfraRed Spectroscopy Analisi Composti Organici Volatili (VOCs) Autenticita’ Origine Geografica PRESENTAZIONE DI UN CASE REPORT FILIERA PRODOTTI APISTICI : Gelatina Reale

12 Analisi pollinica GR Pollini molto frequenti: Castanea, Cruciferae (Brassica f. ed altre) Pollini frequenti:Vicia, Compositae T, Umbelliferae Pollini rari: Aster/Solidago, Prunus, Astragalus, Trifolium repens, Rhamnaceae, Fagopyrum, Sesamum, Clematis, Linaria e altre Scrophulariaceae, Portulaca, Saxifragaceae, Sedum/Sempervivum, Sanguisorba, Compositae S (Carduus, Cirsium), Silene f., Anacardiaceae, Tilia, Achillea, Ailanthus, Salvia f., Helianthus f., Ilex aquifolium, Thalictrum, Artemisia, Chenopodium/Amaranthus, Ligustrum, Euphorbia, Lonicera, Fraxinus, Alnus, Corylus, Graminaceae, Quercus r., Juglans, Carex, Pinaceae, Zea mays, Sambucus, tipo pollinico indeterminato Elementi di melata:spore ed ife fungine occasionali - Elevata frequenza di granuli pollinici danneggiati, semidigeriti e diafanizzati di difficile identificazione. - Abbondanza di Crucifere, unite a presenza di Leguminose quali astragalo e vicia, accompagnate da Ramnacee. Anche la sporadica presenza di pollini di sesamo e di grano saraceno indica tale provenienza. Origine Cinese Crucifere Astragalo Vicia Ramnacee Sesamo Grano saraceno PRESENTAZIONE DI UN CASE REPORT FILIERA PRODOTTI APISTICI : Gelatina Reale

13 Analisi Composti Organici Volatili (VOCs): HSPME e GC/MS Etanolo, ac. acetico Terpeni, chetoni PRESENTAZIONE DI UN CASE REPORT FILIERA PRODOTTI APISTICI : Gelatina Reale

14 Elementi e rapporti isotopici – Isotope Ratio Mass Spectrometry (IRMS) Camp. Italiani Camp. sospetti origine cinese Camp. Italiani Camp. sospetti origine cinese PRESENTAZIONE DI UN CASE REPORT FILIERA PRODOTTI APISTICI : Gelatina Reale

15 Analisi Near Infrared Spectroscopy (NIR) Camp. Italiani Camp. sospetti origine cinese n=20 PRESENTAZIONE DI UN CASE REPORT FILIERA PRODOTTI APISTICI : Gelatina Reale

16 L’analisi pollinica consente di distinguere la GR italiana da quella di importazione Differenze nella quantità totale di polline, quantità di granuli deformati, presenza di elementi diversi (ife, lieviti, amido, etc.) L’analisi VOCs, analisi isotopica e spettroscopica nel vicino infrarosso Definire (IRMS e NIR) e descrivere (VOCs) le differenze di origine con elevata precisione. Limiti: elevato costo analitico (IRMS) e necessita’ di numerosi campioni per validare il metodo con training set e validation set robusti (IRMS e NIR) ! PRESENTAZIONE DI UN CASE REPORT FILIERA PRODOTTI APISTICI : Gelatina Reale

17 PRESENTAZIONE DI UN CASE REPORT FILIERA PRODOTTI APISTICI : Gelatina Reale


Scaricare ppt "PRESENTAZIONE DI UN CASE REPORT FILIERA PRODOTTI APISTICI : Gelatina Reale Prof. Luigi Bonizzi (direttore DIVET), Dr.ssa Sara Panseri, Dr. Luca Chiesa."

Presentazioni simili


Annunci Google