La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

I f c SEMEIOTICA FISICA DELLADDOME ba e hg d QUADRANTI ADDOMINALI a: ipocondrio ds b: epigastrio c: ipocondrio sn d: fianco dse: mesogastrio f: fianco.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "I f c SEMEIOTICA FISICA DELLADDOME ba e hg d QUADRANTI ADDOMINALI a: ipocondrio ds b: epigastrio c: ipocondrio sn d: fianco dse: mesogastrio f: fianco."— Transcript della presentazione:

1 i f c SEMEIOTICA FISICA DELLADDOME ba e hg d QUADRANTI ADDOMINALI a: ipocondrio ds b: epigastrio c: ipocondrio sn d: fianco dse: mesogastrio f: fianco sn g: fossa iliaca dsh: ipogastrio i: fossa iliaca sn fegato colecisti flessura epatica del colon cieco milza flessura splenica pancreas sigma

2 Lesame obiettivo delladdome si esegue di solito col paziente in posizione supina. Ispezione e palpazione possono richiedere altre posizioni: seduta, laterale, lateroventrale, ortostatica, etc. Manovre fondamentali: ISPEZIONE PALPAZIONE PERCUSSIONE ASCOLTAZIONE A queste va aggiunta lesplorazione rettale e vaginale SEMEIOTICA FISICA DELLADDOME Argomento molto vasto: si enunceranno criteri generali con particolare interesse per gli elementi di interesse chirurgico

3 ISPEZIONE DELLADDOME CONFORMAZIONE (costituzione, globosità, etc.) AUMENTI DI VOLUME / ASIMMETRIE - diffusi (meteorismo, ascite, cisti voluminose) - circoscritti (meteorismo, masse solide o liquide) MOVIMENTI RESPIRATORI (respiro costale o addominale) PERISTALSI / PULSAZIONI CONDIZIONI TEGUMENTI - integrità, ferite, ematomi - cicatrici, strie - orifizi fistolosi e caratteristiche materiale emesso RETICOLI VENOSI (identificazione direzione corrente) - circoli cavo-cavali - circoli porto-cavali (caput medusae) OMBELICO (introflesso, piano, estroflesso; fistole, flogosi) ERNIE CON IMPEGNO ESTERNO

4 PALPAZIONE DELLADDOME: modalità PALPAZIONE CON UNA MANO Mano ds appoggiata a piatto, a ds del paziente (a sn se esaminatore mancino), con falangi distali appena infossate. Palpazione dapprima superficiale, dalle aree che si presumono non dolenti, meglio se dal basso verso lalto (valutazione organi ipocondriaci), quindi aumento graduale della pressione (palpazione profonda). PALPAZIONE A MANI SOVRAPPOSTE Sempre profonda; la mano di sopra preme, mentre quella di sotto cerca di raccogliere rilievi. PALPAZIONE COMBINATA O BIMANUALE Utile per valutare milza, reni, organi cavi distesi, masse, loro mobilità, fiotto addominale (v. oltre). PALPAZIONE UNIDIGITALE Necessaria per esplorazione di orifizi erniari o ricerca punti dolorosi PALPAZIONE A SCOSSE Per formazioni solide in presenza di ascite.

5 unidigitale a mani sovrapposte bimanuale decubito latero-ventrale decubito laterale Atteggiamento della mano nella palpazione addominale in decubito supino Alcune modalità di palpazione addominale e altri decubiti

6 PALPAZIONE DELL ADDOME: rilievi Deve saggiare sistematicamente quadrante per quadrante, zona per zona per fornire informazioni relative a: 1. Stato della parete ed eventuali alterazioni a suo carico 2. Condizioni della parete, in rapporto a possibili patologie a carico di visceri interni (riflessi parietali) 3. Dolorabilità e reazione a manovre semeiologiche (punti dolorosi) 4. Organi addominali: volume e caratteri 5. Presenza di masse abnormi o versamento 1. Stato della parete ed eventuali alterazioni a suo carico - Ernie/laparoceli (caratteristiche) - Diastasi muscolari, relaxatio parietali - Tumefazioni parietali (edemi, ematomi, flogosi), da differenziare dalle profonde - Trofismo parietale (muscolare) Utili posizioni volte a ridurre il tono parietale (es.: flessione ginocchia) o distrarre il paziente durante le manovre, o farlo respirare profondamente

7 1. Stato della parete ed eventuali alterazioni a suo carico: ERNIE Le localizzazioni erniarie più frequenti sono: - inguinale (esterna o punta, cioè solo nel canale inguinale - inguinoscrotale - ombelicale - epigastrica (o della linea alba) - crurale - laparocele (su ferita chirurgica) La palpazione di unernia deve valutare: sede, rapporti, impulso, tensione, riducibilità, dolorabilità La ricerca di possibili ernie è sempre buona norma, ma è dobbligo se si sospetta unocclusione intestinale Epigastrica Ombelicale Inguinale Crurale Inguino- scrotale

8 2. Condizioni della parete, in rapporto a possibili patologie a carico di visceri interni (riflessi parietali) - Trattabilità (condizione normale) - Algesia ed estesia cutanea (dolore sia viscero-parietale che somatico) - Contrattura (reazione peritonitica): provocata (contrattura di difesa) dolore di rimbalzo (rebound o segno di Blumberg) spontanea (rigidità) - Dolore provocato o dolorabilità associata a segni di reazione peritonitica senza segni di reazione peritonitica: la palpazione di punti dolorosi può evocare una contrazione di difesa di significato viscerale o viscero-parietale, da non confondere quindi con la contrattura (vedi figura successiva) I segni descritti possono essere CIRCOSCRITTI o DIFFUSI


Scaricare ppt "I f c SEMEIOTICA FISICA DELLADDOME ba e hg d QUADRANTI ADDOMINALI a: ipocondrio ds b: epigastrio c: ipocondrio sn d: fianco dse: mesogastrio f: fianco."

Presentazioni simili


Annunci Google