La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

PATOLOGIA GENERALE E SPECIALE Docente: Prof. Dott. Gianni Iacovelli Collaborazione tecnico-scientifica: Dott. Antonio Tramonte Sede di Lecce – Anno Accademico.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "PATOLOGIA GENERALE E SPECIALE Docente: Prof. Dott. Gianni Iacovelli Collaborazione tecnico-scientifica: Dott. Antonio Tramonte Sede di Lecce – Anno Accademico."— Transcript della presentazione:

1 PATOLOGIA GENERALE E SPECIALE Docente: Prof. Dott. Gianni Iacovelli Collaborazione tecnico-scientifica: Dott. Antonio Tramonte Sede di Lecce – Anno Accademico

2 PATOLOGIA Malattie o accidenti che colpiscono i vari organi, apparati e sistemi.

3 PATOLOGIE CONGENITE CONGENITE Malattie che per cause diverse (genetiche, infettive, traumatiche, etc) si presentano sin dalla nascita. ACQUISITE ACQUISITE Malattie che si verificano durante la vita del soggetto (traumi, disfunzioni metaboliche, infezioni, etc).

4 PATOLOGIE CONGENITE PRENATALI: genetiche, infettive (es. rosolia), traumatiche PERINATALI:traumatiche

5 PATOLOGIE GENERALI o SISTEMICHE GENERALI o SISTEMICHE Malattie che colpiscono ed interessano tutto lorganismo (diabete, malattie infettive, malattie autoimmunitarie, etc) LOCALI LOCALI Malattie che sono confinate ed interessano solo una parte del corpo (traumi, neoplasie in fase precoce, etc)

6 PATOLOGIE TRAUMATICHE TRAUMATICHE INFIAMMATORIE INFIAMMATORIE DEGENERATIVE DEGENERATIVE

7 PATOLOGIE TRAUMATICHE A CARICO DEI VARI ORGANI INTERNI Rottura di organi (fegato, polmoni, milza, etc.)

8 PATOLOGIE TRAUMATICHE A CARICO DELLAPPARATO LOCOMOTORE Frattura: rottura di una o più ossa (composta, scomposta, esposta, biossea, pluriframmentaria). Lussazione: fuoriuscita di una articolazione dal suo normale abitacolo (frattura – lussazione). Distorsione/distrazione: lesioni meniscali, capsulari e legamentose. Contusione: interessamento dei muscoli, del sottocute e della cute (ematoma). Politrauma: interessa più organi e/o apparati.

9

10

11

12 PATOLOGIE INFIAMMATORIE SINTOMI E SEGNI DELLINFIAMMAZIONE ACUTA TumorRuborDolorCalor Functio lesa

13 PATOLOGIE INFIAMMATORIE DA PATOGENI ESTERNI DA PATOGENI ESTERNI Fattori patogeni infettivi: batteri virus virus parassiti parassiti micobatteri (TBC) micobatteri (TBC) DA FATTORI AUTOIMMUNITARI LES artrite reumatoide artrite reumatoide spondilite anchilosante spondilite anchilosante

14 PATOLOGIE INFIAMMATORIE PATOGENESI AUTOIMMUNITARIA Sono patologie caratterizzate da una autoaggressione del sistema immunitario nei confronti dello stesso organismo. Hanno solitamente un andamento cronico con periodi di esacerbazione/riacutizzazione e di remissione della malattia.

15 PATOLOGIE DEGENERATIVE Sono affezioni non infiammatorie, caratterizzate dal progressivo deterioramento ed usura delle strutture organiche. Si manifestano con letà avanzata ed hanno un andamento evolutivo. Colpiscono tutti gli organi: polmoni enfisema; cuore miocardiosclerosi; vasi arteriosclerosi,venopatie; ossa e articolazioni artrosi; cervello atrofie e demenze.

16 PATOLOGIE - MINORAZIONI Ogni tipo di patologia ad andamento cronico residua in esiti invalidanti. Tali esiti costituiscono le varie forme di minorazioni.

17 MINORAZIONI Deficienze anatomiche e/o funzionali dellorganismo nel suo complesso o di determinati organi e apparati, che si sono determinate a causa di malattie congenite o acquisite, infiammatorie o degenerative, oppure di tipo traumatico.

18 MINORAZIONI Due gruppi: 1.Minorazioni causate da malattie croniche ad andamento evolutivo che interessano lintero organismo o parti di esso, prevalentemente gli organi interni (sangue, cuore, polmoni, fegato, reni, ghiandole endocrine) con esiti invalidanti: minorazioni fisiche. 2.Minorazioni da infermità, malformazioni, mutilazioni che interessano in modo particolare e specifico lapparato locomotore: minorazioni motorie.

19 MINORAZIONI FISICHE MINORAZIONI DA MALATTIE CRONICHE: Malattie infettive generali di origine batterica e virale:Malattie infettive generali di origine batterica e virale: TBC (polmonare, renale, ossea, etc.) TBC (polmonare, renale, ossea, etc.) Sifilide (gomme luetiche) RAA (Reumatismo Articolare Acuto) Poliomielite (paralisi)

20 MINORAZIONI FISICHE MINORAZIONI DA MALATTIE CRONICHE: Malattie metaboliche (diabete giovanile)Malattie metaboliche (diabete giovanile) Malattie del sangue (anemie, linfomi, leucemie)Malattie del sangue (anemie, linfomi, leucemie) Cardiopatie congenite o acquisiteCardiopatie congenite o acquisite Broncopneumopatie (allergiche o di altra natura)Broncopneumopatie (allergiche o di altra natura) Nefropatie (IRC, sindromi nefrosiche)Nefropatie (IRC, sindromi nefrosiche) Malattie del sistema nervoso (epilessia)Malattie del sistema nervoso (epilessia)

21 MINORAZIONI MOTORIE Malformazioni da infermità, malformazioni, mutilazioni congenite o acquisite, a carico specificatamente dellapparato locomotore che causano un deficit (o una alterazione) dellattività motoria: Malformazioni da infermità, malformazioni, mutilazioni congenite o acquisite, a carico specificatamente dellapparato locomotore che causano un deficit (o una alterazione) dellattività motoria: Patologie dellapparato muscolo-scheletrico Patologie dellapparato muscolo-scheletrico Patologie neuromuscolari (paralisi, miopatie) Patologie neuromuscolari (paralisi, miopatie)

22 MINORAZIONI FISICHE E MOTORIE PERCORSO FORMATIVO E ATTEGGIAMENTO DELLINSEGNANTE: Favorire laccettazione della propria in-abilità.Favorire laccettazione della propria in-abilità. Impegnare il soggetto a collaborare: necessità di definire il grado di deficit.Impegnare il soggetto a collaborare: necessità di definire il grado di deficit. Inserirlo in attività adatte alla sua inabilità: utilizzare apposito repertorio.Inserirlo in attività adatte alla sua inabilità: utilizzare apposito repertorio. Recuperarlo al massimo delle sue possibilità: socializzazione (nei limiti del possibile, senza strafare).Recuperarlo al massimo delle sue possibilità: socializzazione (nei limiti del possibile, senza strafare).

23 MINORAZIONI FISICHE E MOTORIE CONCETTO DI ABILITA Abilità: complesso di comportamenti semplici, precisamente concatenati, finalizzati verso uno specifico risultato, che reagiscono a determinati situazioni- stimolo, e tendenti a determinati livelli di successo. Abilità: complesso di comportamenti semplici, precisamente concatenati, finalizzati verso uno specifico risultato, che reagiscono a determinati situazioni- stimolo, e tendenti a determinati livelli di successo. Importante: accettabilità.

24 MINORAZIONI FISICHE E MOTORIE CONCETTO DI ABILITA Grado di abilità: parametri per determinarlo = frequenza, intensità, durata, velocità, accuratezza delle risposte. Tipi di abilità: rifare il letto, lavarsi i denti, scendere le scale, in cui si verificano sequenze precise di risposte, emesse nei confronti di determinate situazioni-stimolo.

25 MINORAZIONI FISICHE CONCETTO DI DEFICIT DEFICIT: mancanza di una qualche abilità, per assenza di risposte totali o parziali a situazioni- stimoli. DEFICIT: mancanza di una qualche abilità, per assenza di risposte totali o parziali a situazioni- stimoli. 1. assenza totale 1.Deficit come assenza totale della risposta desiderata. 2. emissione non accurata 2.Deficit come emissione non accurata della risposta desiderata. 3. emissione poco frequente 3.Deficit come emissione poco frequente della risposta desiderata. 4. emissione poco intensa 4.Deficit come emissione poco intensa della risposta desiderata. 5. emissione poco durevole 5.Deficit come emissione poco durevole della risposta desiderata.

26 MINORAZIONI FISICHE CONCETTO DI REPERTORIO REPERTORIO: serie coordinate di abilità, indirizzate ad un fine comune = attivazione o miglioramento di una funzione (controllo sfinterico, igiene personale, determinati rapporti sociali). REPERTORIO: serie coordinate di abilità, indirizzate ad un fine comune = attivazione o miglioramento di una funzione (controllo sfinterico, igiene personale, determinati rapporti sociali). Ci sono vari tipi di repertori: motorio, linguistico, cognitivo, a seconda delle abilità che si vogliono attivare o recuperare.

27 MINORAZIONI MOTORIE PATOLOGIE DELLAPPARATO MUSCOLO-SCHELETRICO MUSCOLO-SCHELETRICO Da alterazioni genetiche (malattie ossee congenite).Da alterazioni genetiche (malattie ossee congenite). Da malattie infettive.Da malattie infettive. Da affezioni artro-reumatiche (malattie autoimmuni).Da affezioni artro-reumatiche (malattie autoimmuni). Da carenze vitaminiche.Da carenze vitaminiche. Da disfunzioni metaboliche e/o ormonali.Da disfunzioni metaboliche e/o ormonali. Da lesioni traumatiche.Da lesioni traumatiche. Da neoplasie.Da neoplasie.


Scaricare ppt "PATOLOGIA GENERALE E SPECIALE Docente: Prof. Dott. Gianni Iacovelli Collaborazione tecnico-scientifica: Dott. Antonio Tramonte Sede di Lecce – Anno Accademico."

Presentazioni simili


Annunci Google